Rapinatore stroncato da infarto

Un rapinatore armato con cacciavite che stava tentando di rapinare una banca è morto per un infarto durante una colluttazione che avrebbe avuto o con un dipendente della banca. È accaduto in via Napoli, nel rione Libertà di Bari presso la filiale della Banca Popolare di Puglia e Basilicata. La vittima è Luigi Abatantuono, di 37 anni, di Bari, separato e padre di tre figli. Abatantuono è entrato in banca con un cappellino calato sulla testa e occhiali da sole: aveva un cacciavite in una mano e un oggetto che l'uomo ha indicato ai presenti come una «bomba». Minacciando i dipendenti e i clienti, è passato alle spalle di uno dei cassieri per prendere i soldi e a questo punto l'impiegato della banca ha immobilizzato il rapinatore. Attimi frenetici. Poi il malore del rapinatore e il suo decesso.