REAZIONIDal Pd al Pdl è coro unanime: «Legge sbagliata»

Per una volta tutti daccordo. L'emendamento alla legge sullo stalking vede destra e sinistra schierarsi unite. «La lotta alla violenza contro le donne non può considerarsi esaurita con la ratifica della Convenzione di Istanbul. Richiede, al contrario, misure applicative e, soprattutto, coerenza da parte del legislatore nel contrasto ai comportamenti lesivi della dignità, della tranquillità e dell incolumità fisica delle donne», afferma Annagrazia Calabria (Pdl). «Lasciare uno stalker, ancorché denunciato, libero di continuare a nuocere alla sua vittima significa rendersi complici di simili condotte». Un gruppo di senatrici del Pd, prima firmataria Anna Finocchiaro dichiara: «Non è ammissibile che uno stalker attenda il giudizio agli arresti domiciliari».