Redditometro, Corte dei Conti: "No uso disinvolto dei dati"

Il presidente dell'organo chiede alle amministrazioni pubbliche cautela nell'utilizzare i dati che vengono dai nuovi strumenti di accertamento

"Evitare un uso disinvolto delle informazioni non verificate". Il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino, mette in guardia gli uffici dell'amministrazione pubblica e chiede di utilizzare la "massima attenzione e massima cautela" nell'utilizzo dei dati.

La preoccupazione di Giampaolino è che "i sofisticati, nuovi, strumenti di accertamento fiscale" come il redditometro portino a usare in maniera troppo leggera "informazioni disallineate e non verificate", che dunque non corrispondono alla realtà dei fatti.

Il richiamo è a una maggiore attenzione nei confronti dei contribuenti, che tenga conto del fatto che "la titolarità formale di oneri come servizi, canoni, utenze e locazioni non corrisponde a coloro che ne supportano effettivamente l’onere finanziario e gli uffici devono procedere con grande attenzione per adeguare la titolarità dei dati alla effettiva titolarità soggettiva".

Attilio Befera, direttore dell'Agenzia delle Entrate ha spiegato che il redditometro migliorerà l'analisi dell'infedeltà fiscale del contribuente.  Marco Di Capua, suo vice, ha sottolineato come "con la platea di spesa ampliata non c’è criminalizzazione della ricchezza" e che "quello che  nteressa non è più perchè ho comprato o perchè ho speso ma che si sia speso".

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 16/01/2013 - 18:04

qualcuno si accorge del pericolo sociale può creare simile strumento stupido ed inadeguato di stile fascista e antidemocratico nonchè illiberale. Fate scaricare tutto a tutti e devolvete il gettito iva alle regioni ecco la ricetta per risanare i conti e l'evasione.

m.m.f

Mer, 16/01/2013 - 18:05

il redditometro è l'ennesimo squallido strumento partorito da menti frustrate e depravate atto a distruggere psicologicamente i cittadini a,estorcere abusivamente soldi a tutti i costi,messo in mano a persone non super partes,ma personaggi di infimo livello....... una volta arrivato alla corte di Strasburgo certamente verrà dichiarato non costituzionale . uno strumento atto a distruggere definitivamente i consumi in un paese già in ginocchio a causa del clima repressivo stalinista in atto da tempo........la gente anche a causa di queste schifezze prende il largo da questo paese..... da eliminare da subito!

gamma

Mer, 16/01/2013 - 18:22

Attenzione che il redditometro sta iniziando a spulciare le spese degli italiani a partire dal 2009 e non da ora. La cosa che più dà la nausea è che i montiani e le sinistre hanno preso l'abitudine di mentire e di dar sempre la colpa a Berlusconi. Monti ha avuto la faccia tosta di dire che il redditometro lo aveva fatto Berlusconi e che lui non l'avrebbe messo, ma il vecchio redditometro c'era da anni e non aveva nulla a che vedere con quello venuto fuori dal duo Monti-Befera che è più simile ad uno strumento di tortura della santa inquisizione.

aredo

Mer, 16/01/2013 - 18:27

Le sentenze come specchietto per le allodole dei giudici comunisti. Hanno già annunciato 4 milioni di famiglie che verranno distrutte dai controlli della GdF con il Redditometro. Grazie a Monti ed alla sinistra.

beep

Mer, 16/01/2013 - 19:21

Cercano di complicare le cose per fregare i più deboli e loro che sono dei poteri forti possono continuare a rubare.

clamor

Mer, 16/01/2013 - 19:26

Dopo i politici, anche i tecnici sono avvezzi a dotarsi di una buona dose di faccia di bronzo, il buon Mario Monti ad es. Era partito con la sua manovra salva Italia “equa“, io mi domando dove l’ha mai vista l’equità. Oggi, sotto campagna elettorale, parliamo dell’IMU introdotta da Berlusconi. E’ vero che il Berlusca l’aveva proposta ma non sulla prima casa e doveva accorpare tutte le tasse comunali che invece sono rimaste. Poi il redditometro, a suo dire voluta dal predecessore, una legge così non avrebbe dovuto nemmeno essere “immaginata” pena bocciatura da parte della Corte Costituzionale, in quanto contraria proprio al principio che tutti siamo innocenti fino a prova contraria. Qui si è ribaltato il tutto, noi patria del diritto romano che è il faro nei secoli di ogni legge e costituzione. Non mi meraviglio del garante in persona della costituzione quale dovrebbe essere il presidente della repubblica, neanche dai solerti magistrati della Corte Costituzionale, anch’essi assenti a tal riguardo. I sindacati e dalle numerosissime associazioni dei consumatori, dei quali il Codacons è uno dei più attivi, avrebbero dovuto provocare una rivolta vera e propria ed invece si assiste al loro più assoluto silenzio. Sicuramente la Corte Europea farà giustizia cancellando un simile mostro giuridico, ma fino ad allora quanto ci costerà, quanti danni produrrà non solo in termini economici, ma alla normale esistenza delle persone, e poi chi pagherà ? Qui mi rifaccio allo “statista” Monti ed alle sue inquietanti parole: “Suicidi? Neanche tanti, in Grecia ce ne sono stati di più”…..

Ritratto di sergio perroni

sergio perroni

Mer, 16/01/2013 - 19:27

dragon. perfettamnte d'accordo

cusrer

Mer, 16/01/2013 - 19:29

.....con l'onere della prova a carico del contribuente......con l'onere della prova a carico del contribuente......con l'onere della prova a carico del contribuente......con l'onere della prova a carico del contribuente. Stato ladro, politici vergognosi. Ovunque si guardi è sfacelo e prepotenza.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 16/01/2013 - 19:55

GRAZIE Dott. Sergio Perroni :)

fiducioso

Mer, 16/01/2013 - 20:12

Il contribuente verrà convocato dal fisco, quando ci sarà uno sforamento, tra ricavi e spese superiore al 20%. Vuol dire che per legge è lecito evadere non più del 20%?

m.m.f

Mer, 16/01/2013 - 20:18

ALLA SBARRA CHI LO HA STUDIATO,CHI LO HA APPROVATO E CHI LO APPLICA,FARABUTTI MASCALZONI IN MALAFEDE.

Mareia2012

Mer, 16/01/2013 - 20:21

Dragonlord. Scaricare tutto dalla dr sarebbe troppo basterebbe poter scaricare per intero le spese sanitarie e tasse universitarie comincino da qui

Ritratto di I£ suddito

I£ suddito

Mer, 16/01/2013 - 20:24

Dragon_Lord - recuperare il gettito per cosa, per far abbuffare la casta ed i loro compari di merende? indietro agli italioti tornano le briciole

Ritratto di OPERAZIONE CICERO

OPERAZIONE CICERO

Mer, 16/01/2013 - 21:36

gamma: credo che il punto è proprio questo:torna indietro e fino al 2009.E' solo uno studio di settore ma ampliato nelle voci.E tale strumento, fu introdotto da un certo Visco del defunto governo Prodi.Amen.Saluti.

Ritratto di OPERAZIONE CICERO

OPERAZIONE CICERO

Mer, 16/01/2013 - 21:48

Mareia2012: non sarebbe troppo, anzi sarebbe solo il minimo per poter combattere in toto l'evasione.Ho incassato x, ne ho speso y e z è la quota da tassare ad una aliquota non superiore del 25%. Un quarto di z, mi sembra una cifra onesta.Ma e aggiungo anche purtroppo, dicono i soloni, che tale soluzione, farebbe calare il gettito iva.Forse Dragon Lord ha ragione da vendere con o senza iva.In 2 anni, i conti statali, tornerebbero a ridere.Saluti.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mer, 16/01/2013 - 23:56

Vorrei capire, una persona ha lavorato una vita intera risparmiando, poi si vuole comprare una Mercedes o una casa se prende 1000 euro al mese lo bloccano? Lo tassano?Dragon cosa centra fascista di piuttosto comunista.

Ritratto di paolagenovese

paolagenovese

Gio, 17/01/2013 - 10:06

... ma l'Italia non era la patria del diritto?