LA RELAZIONE DI PITRUZZELLAAntitrust contro gli intrecci tra partiti e lobby: «Danneggiano la democrazia e l'economia»

Il pericoloso intreccio tra politica ed economia nuoce al Paese. Il capitalismo di relazione finisce sul banco degli imputati nella relazione annuale dell'Antitrust, l'Autorità garante della concorrenza sul mercato. Secondo il presidente Giovanni Pitruzzella, le «relazioni pericolose» dei potentati economici con i partiti rischiano di compromettere l'equilibrio tra democrazia, mercato e coesione sociale che ha favorito «un lunghissimo periodo di crescita». La strada indicata da Pitruzzella è il ritorno «alle idee ispiratrici del capitalismo americano». Proprio la crisi economica, dice, impone di scardinare «il capitalismo di relazione», basato sull'intreccio «tra pochi potentati economici, sulle loro relazioni con il potere politico e amministrativo, sulla ricerca delle rendite di posizione». Questo sistema «ha favorito l'espansione della spesa pubblica improduttiva e inefficiente, diretta a soddisfare gli interessi particolari delle lobby e dei cacciatori di rendite, e l'enorme debito pubblico».