Reliquia, i ladri confessano: la stoffa di Wojtyla buttata

Ritrovati teca e crocifisso e parte della reliquia di Wojtyla rubati nel santuario di San Pietro della Ienca, all'Aquila. Una vicenda con risvolti a dir poco «insoliti»: i ladri fermati non hanno compreso il valore della reliquia di Papa Wojtyla e hanno gettato il tessuto col sangue del pontefice. Per il furto di domenica fermato un terzo giovane: sono tutti poco più che 18enni; e la loro posizione è al vaglio. Il furto non sarebbe avvenuto su commissione. Volevano rivendere quanto rubato. Davanti agli inquirenti hanno mostrato di non ricordare dove avevano abbandonato la refurtiva.