Renzi choc: pronto a lasciare il Pd

Pd sempre più nel caos. Matteo Renzi col pretesto del caso kazako è a un passo dalla rottura con il suo partito e con il premier Letta

Roma - Nel Pd sembra ormai esplosa la guerra nucleare. E Matteo Renzi è a un passo dall'addio a quel che ne resta, tentato «di mandare tutti a quel paese e andarmene in vacanza», abbandonando al suo destino un partito la cui classe dirigente «preferisce perdere di nuovo le elezioni pur di mantenere la poltrona». Tuona: «Mi vergogno per il Pd, se sceglie la vicenda kazaka per regolare i conti tra le sue correnti». Il sindaco di Firenze è «allibito» per il tiro al piccione in corso nel corpaccione democrat contro di lui, accusato di voler far saltare il governo Letta («E perché, visto che comunque non si andrebbe al voto?», dice lui). Che poi lo facciano «strumentalizzando una vicenda di cui come italiano mi vergogno, in cui una bambina di sei anni è stata prelevata da quaranta agenti, messa su un aereo e adesso vive con la mamma agli arresti domiciliari in un Paese non libero», è a parere di Renzi «inaccettabile». Quanto al governo e al ruolo di Alfano, «scaricare su servitori dello Stato tutte le responsabilità senza che venga mai fuori un responsabile politico è indegno». Toni più duri che mai. È la miccia, il casus belli, è il punto da cui partire per regolare i conti con un partito e una dirigenza che non ama e gli sta stretta.

Renzi si sente più forte del partito e dell'apparato Pd. O semplicemente non li sopporta più. Lo limitano, lo boicottano e così si apre un varco, prepara i bagagli e punta altrove. «Questi - rivela - hanno talmente terrore di me che stanno cercando di rinviare il congresso e imbrogliare di nuovo sulle regole, blindando le primarie ai soli iscritti». Sull'altro versante anche Enrico Letta, dicono i suoi, stavolta ha perso la pazienza con un partito «in cui troppi giocano con l'irresponsabilità». Ieri in serata la segreteria ha comunicato di aver deciso che il Pd non voterà le mozioni di sfiducia ad Alfano. «Il governo deve proseguire l'opera di risanamento», si legge nella nota della segreteria.

E comunque oggi Letta metterà sul tavolo tutto il proprio peso. Ricordando che, nel voto di venerdì, non è in gioco il ministro dell'Interno e quel che sapeva o non sapeva del pasticcio kazako, ma appunto il governo intero, premier in testa. Il premier, che da Londra si è tenuto in costante contatto con il segretario del Pd, con il Pdl, con il Quirinale, avverte: «Io stesso sarò in Parlamento venerdì». E nei conversari privati va oltre: «Se c'è qualcuno che vuole far saltare il tavolo e trascinare il paese alle urne, deve venire allo scoperto e assumersene la responsabilità». E deve sapere che, se anche il governo cadesse, «Enrico continuerà ad esserci, e a quel punto le primarie le organizziamo noi da Palazzo Chigi», come spiega un lettiano di prima linea. Il fronte di chi vede con terrore l'ascesa del sindaco e la fine dello status quo si frega le mani: «Con Letta abbiamo finalmente l'anti-Renzi».

Ieri però era il Pd intero in grandissima sofferenza a dover sostenere Alfano, tanto più con i parlamentari renziani apertamente schierati per la sfiducia (anche se pronti a rimettersi alla linea di maggioranza). E così sono usciti allo scoperto (concordandolo con Epifani) prima Cuperlo e poi Anna Finocchiaro a parlare apertamente di dimissioni di Alfano. L'ipotesi di chiedere al Pdl il «sacrificio» del suo segretario per poter continuare a sostenere il governo, mostrando che anche il Pd aveva incassato qualcosa. Un rimpasto rapido, e via. Ma dal Colle l'idea è stata stoppata: Alfano resta, il governo non si tocca.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 18/07/2013 - 09:06

Renzi è incompatibile con il PD. Le sue origini sono diverse e non ha una personalità accomodante come Letta. Ho sempre pensato possibile un suo cambio di rotta, ma è difficile prevedere quale possa essere la direzione da lui scelta: certamente nessuno lo vuole e quindi non potrà fare altro che andare da solo.

syntronik

Gio, 18/07/2013 - 10:06

dove vuole andare nel pdl?

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Gio, 18/07/2013 - 10:06

renzi,ti hanno capito tutti..............chiacchierone

piertrim

Gio, 18/07/2013 - 10:10

Forza Renzi che se vuoi c'è la fai da solo. Abbasso i finanziatori pubblici dei partiti e i loro parrucconi.

syntronik

Gio, 18/07/2013 - 10:13

ma come fanno ad essere cosi ottusi e falsi, c"è la testimonianza di tutti i dirigenti delle istituzioni ed ancora premono per le dimissioni, ma allora a cosa credono, nemmeno a sè stessi?

Ritratto di Ban@nas republic

Ban@nas republic

Gio, 18/07/2013 - 10:17

"pensano solo alle poltrone" ah,ah,ah,ah, da che pulpito

gigi0000

Gio, 18/07/2013 - 10:25

Il PD rappresenta solo il mezzo per conquistare il potere, ma è già stato sfruttato abbondantemente per divenire sufficientemente famoso per liberarsi della zavorra del partito ed ambire alle poltrone desiderate. Dell'Italia, del partito e dei problemi altrui, chissenefrega!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 18/07/2013 - 10:28

Noto che il quadro politico è in netta evoluzione, ma non lo si può leggere con un'unica chiave di lettura, tipo "Renzi che vuole far cadere Letta per prenderne il posto", troppo semplicistica, riduce tutto ad una guerra fra bande all'interno del PD ... In realtà bisogna considerare tutti gli elementi, il movimentismo di Renzi, ma anche il caso Kazakistan, le possibili dimissioni di Alfano (che avrebbero paradossalmente un vantaggio, liberarlo dalla "gabbia" del governo e consentirgli più libertà di fare politica attiva) e la probabile condanna definitiva di Berlusconi in Cassazione, che farebbe entrare in fibrillazione il PDL. Il partito potrebbe dividersi fra i fautori di una nuova Forza Italia e gli artefici di un nuovo Partito Popolare, operazione quest'ultima in cui Alfano dovrebbe avere un ruolo politico di primo piano. Ma, in uno scenario del genere, anche Renzi potrebbe avere una parte importante, facendo confluire i moderati del PD con i centristi e con i moderati del PDL, insomma un rassemblement dei moderati liberaldemocratici di ispirazione cristiana. In fondo i moderati italiani non stanno aspettando da tempo un nuovo leader?

cameo44

Gio, 18/07/2013 - 10:31

Renzi come il bue che dice cornuto all'asino accusa gli altri di pensa re solo alle poltrone ci dica a cosa pensa lui che da oltre un anno non fa altro che pensare solo e sempre a se stesso è solo un ambizzioso ed un ottimo ciarlatano ha superato Fini cosa non facile per non dire im possibile da quando è nato questo Governo l'unico possibile visto il fallimento di Bersani di farne uno con SEL e il M5S che Renzi con i suio seguaci si mette di traverso altro che pensare al paese en ad es sere responsabile come ha ben detto Marini è solo un ambizioso che pensa solo a se stesso ed oggi i prossimità del copngresso del PD ne sta dando ampia dimostrazione

giovi bl

Gio, 18/07/2013 - 10:34

Renzi che si ruffiana i servitori dello stato!ma si possono chiamare servitori personaggi che guadagnano dieci quindici venti mila euro al mese!non si vergognano a dire queste stupidaggini?non sarebbe il caso di chiamarli sfruttatori dello stato?non sarebbe il caso di chiamare servitori dello stato coloro che vanno veramente a lavorare e che a fine mese lasciano a queste canaglie la gran parte dello stipendio e gran parte dei loro guadagni!renzi prima ti avrei votato,adesso ogni giorno che passa mi fai sempre piu schifo!sei finito!

giovanni PERINCIOLO

Gio, 18/07/2013 - 10:36

Gli altri, a suo dire, pensano solo alla poltrona! Lui no, lui vuole una poltrona più grande, magari un trono???

Marale

Gio, 18/07/2013 - 10:38

Renzi ha il suo tornaconto e spero che non si renda responsabile della caduta di questo governo ché aprirebbe le porte a grillini e soprattutto a SeL (e sarebbe pericolosissimo per il Paese). Se invece prende spunto da questo kasino kazako per creare il suo partito, ha già da ora il mio voto. Ma solo dalle prossime elezioni, spero tardi.

mzee3

Gio, 18/07/2013 - 10:42

Il boy scout arrogante lo aveva già fatto intuire quando si è recato ad Arcore.Probabilmente in quel pranzo sono state poste le basi per la spaccatura del PD. Troppo forti sono stati le voci che dicevano che il cavaliere non si sarebbe presentato alle elezioni se ci fosse stato Renzi.Troppo grandi gli strappi anche dopo le primarie.Ha cominciato subito a creare problemi, come un ragazzino dispettoso a cui avevano levato il lecca-lecca. Ci scommettiamo che se proprio non entra in F.I. farà un partitino che appoggerà F.I.? Il nuovo che avanza!!Ma non aveva detto che se non lo eleggevano più sarebbe ritornato a fare il cittadino normale? Un altro W.Veltroni che doveva andare in Africa.!!!

linoalo1

Gio, 18/07/2013 - 10:46

Magari fosse vero!Ma,ormai,abbiamo capito che sono solo annunci per gli allochi!Loro non lasceranno mai!Vedi Bindi e Bersani!E,Renzi non sarà diverso!Purtroppo,è nel loro DNA promettere e non mantenere!Loro, così come il Papa e Napolitano,sono solo capaci di fare annunci!Ma,in quanto ai fatti!Vedi Letta!Lino.

nalegior63

Gio, 18/07/2013 - 10:47

renzi..pagliaccio dice che il KAZAKISTAN e un paese non libero? l ITALIA invece e un paese libero e democratico....renzi pagliaccio te la potevi risparmiare questa parlata da bar dove si ritrovano i ceffi burberi ignorantoni a ubriacarsi e cantare bandiera rossa convinti di essere piu civili e onesti degli altri

CALISESI MAURO

Gio, 18/07/2013 - 10:51

Si comincio a diventare vecchio, un anno fa' mi era baluginata l'idea che il sig renzi fosse un ottima sintesi per aggregare e governare la nazione. Grande schiocchezza, lui fa parte dell'esercito di mezze calzette occupanti come cavellette lo stato. Mi sbagliavo e alla grande, questo e' un parolaio buono alla sera per una partita a tre sette. Chissa che risate si saranno fatti i potenti d'europa una volta che se lo sono trovati davanti. E' proprio vero oramai il nulla e' dilagante e straripante.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Gio, 18/07/2013 - 10:52

dice che il partito preferisce perdere di nuovo le elezioni pur di mantenere la poltrona. lui invece preferisce mandare il paese in malora pur di andare alle elezioni e trovarsi una poltrona (che è tutto da vedere)

nalegior63

Gio, 18/07/2013 - 10:52

giusto..i servitori dello stato sono i VOLONTARI o gli OPERAI a cui viene trattenuta in busta paga buona parte del salario mentre questi sono dirigenti che lavorano x lo stato e servono la CASTA nn lo STATO

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Gio, 18/07/2013 - 10:52

invece di fare giretti con i soldi dei cittadini cerca di fare il sindaco ,buffone

cicero08

Gio, 18/07/2013 - 10:58

Il vero choc è che grazie alle reticenze ed al temporeggiare di questo governo Letta/Alfano lo spread oggi è tornato abbondantemente sopra i 300 punti. E Renzi viene usato solo per stornare l'attenzione...

coccolino

Gio, 18/07/2013 - 11:05

dovrebbe lasciare la politica!

vacabundo

Gio, 18/07/2013 - 11:05

Il PD dica a tutta la nazione cosa vuole e vuole fare.Loro del pd parlano, di fare gli interessi del paese, quelli delPDL, altrettanto,ma i risultati dove sono?Si legge ciò che vorrebbero fare e non fanno, anzi in alcuni casi non sanno che fare,insomma tirano a campare,il PDL minaccia la crisi ogni momento e le larghe intese si danno a minacce e ricatti.Non sono idonei Letta ed Alfano a gestire un governo ed il loro stesso operato.Letta vuole le dimissioni di Calderoli ed ha ragione,però la maggior parte della nazione vuole le dimissioni di Alfano, che è evidente che non sà governare neanche il suo ministero, pensa, il governo, e Letta lo difende.Abbiamo due Letta e un Alfano che si difende come i bambini a scuola sapendo di mentire.La nazione non si governa così,ha ragione Renzi quando dice che badano solamente alle loro poltrone ed alla salvezza del loro padrone, Berlusconi, essendo al governo gli sarebbe molto più facile a forza di rinviare i processi, la prescrizione,E' logico che così non si può andare avanti.Questo non è governare e non hanno scuse da dire ancora,Meglio, si dimettano tutti ed il sig,Napolitano così come ci ha messi in questo imbroglio,raduni altri saggi solamente per rifare la legge elettorale.Se sà fare il padre.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 18/07/2013 - 11:08

Beppe Grillo ha ragione, il PD non e' molto diverso dal PdL e pensa solo alle poltrone e ai soldi pubblici. Adesso anche Renzi se ne e' accorto? Bene, lui, Grillo e Vendola (diamogli un'altra chance?) formino un nuovo, vero partito d'opposizione. Un buon nome sarebbe: L'Altra Politica.

hectorre

Gio, 18/07/2013 - 11:21

quanti renzi ho conosciuto nella vita!!...uomini inutili,convinti di essere indispensabili....inanellano fallimenti su fallimenti,spacciandoli per vittorie....lui ha gia alle spalle diversi flop,parla come fosse un leader di partito o un parlamentare di spicco...è semplicemente un sindaco che parla troppo!!...si era presentato come rottamatore ed è stato rottamato alle primarie,escluso dai grandi elettori,ha candidato prodi alla presidenza e ha fallito(fortunatamente!!),ha corteggiato e sbeffeggiato grillo a giorni alterni sperando in un ribaltone e ha incassato solo insulti....ora ci prova con letta....bastaaaaa!!!...che rimanga nella sua firenze,per il bene di tutti!

fcf

Gio, 18/07/2013 - 11:23

Perché non ti accomodi e te ne vai? Questo individuo si ritiene il migliore, il più intelligente ecc. e forse, visto il livello di inconcludenza del Pd, lo è, ma che sia disposto a far cadere un governo in momenti come questi lo pone automaticamente tra gli incoscienti che pensano solo a loro stessi.

mbotawy'

Gio, 18/07/2013 - 11:26

Non vi sia lungo l'aspettar. Il PD si sta' sfasciando dovuto ai suoi nuovi dirigenti. Sara' interessante vedere la composizione del nuovo partito in carica.

giovi bl

Gio, 18/07/2013 - 11:33

Renzi doveva lasciare il pd prima delle elezioni,ma essendo un coniglio ha preferito farsi trattare da tale. Faceva un suo partito e adesso sarebbe presidente del consiglio alleato con il pdl Ha perso il treno e ora deve aspettare il prossimo Peccato che le ferrovie abbiano soppresso quel treno

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 18/07/2013 - 11:36

Renzi, Renzi... parli, ma quanto parli.. però ancora non hai chiarito che cosa vorresti fare da grande! Non ti sei accorto che un giorno sei sul pero e l'altro sul fico? Se vuoi renderti credibile intraprendi una strada e segui sempre quella.. altrimenti abbandona tutto e datti all'ippica!

pajoe

Gio, 18/07/2013 - 11:40

Scalpitare per la storia Kazaka e non pronunciarsi minimamente quando i due militari Italiani,dopo innumerevoli ,inutili risoluzioni, furono rinviati in India dal Governo Monti,la dice lunga sulla demagogia di questo enfant prodige della politica Italiana.

ilsignorrossi

Gio, 18/07/2013 - 11:54

ma dove volete che vada sto pagliaccio

angelomaria

Gio, 18/07/2013 - 11:54

cosi promrttente e poi?chi va con lo zoppo imara ha zoppicare altra morte d'un partito morto

bisesa dutt

Gio, 18/07/2013 - 11:54

Il PD? cosa è il PD? Il PD è l'ossessione del pdl, siete talmente innamorati e affascinati dal PD che l'avete semre in testa e nel cuore

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 18/07/2013 - 11:56

Ma allora chi è che lo salva? Voglio dire chi è che salva il PD? L'Italia ha bisogno di un vero partito democratico, che non sia il solito comunismo camuffato. Mica si può lasciare l'opposizione a quello scalmanato di Grillo. Quell'esaltato cannibalizzerebbe tutto quel che hanno lasciato i comunisti, in nome della "decrescita felice". Speriamo che, più o meno felicemente, decrescano i pentastellati.

lamwolf

Gio, 18/07/2013 - 12:03

Ancora sei lì?????

agosvac

Gio, 18/07/2013 - 12:11

Renzi pronto a lasciare il Pd??? Non ci credo manco per niente! I tempi in cui avrebbe potuto essere leader di una formazione, sempre di sinistra ma alternativa al Pd sono del tutto finiti. Allo stato attuale renzi o resta nel Pd oppure smette di fare politica perchè non lo vorrebbe più nessuno, temo neanche vendola e figurarsi poi lo stesso grillo! Renzi temo che stia facendo un passo più lungo delle sue gambe.Ma veramente s'illude che riuscirebbe a fare confluire su di sè i voti dei moderati??? Se lo crede è ancora più fuori di testa di quel che sembra.Forse se a suo tempo, al tempo delle primarie farlocche con bersani, avesse detto " caro bersani io mi tiro fuori da questa barzelletta e vado da solo" allora forse avrebbe potuto essere appetibile anche per altri al di fuori del Pd. Ormai è troppo compromesso, è troppo ondivago, una volta dice una cosa il giorno dopo ne dice un'altra, non dà alcuna garanzia di serietà e di continuità politica e questo un politico non se lo può permettere!

Amelia Tersigni

Gio, 18/07/2013 - 12:37

I Democratici di sinistra non sanno a quale santo votarsi. Non hanno la minima idea di come uscire dalla crisi economica. Encefalogramma piatto. Hanno qualche guizzo di vivacità solo alla parola: Berlusconi. Ma è un riflesso condizionato.

Gero53

Gio, 18/07/2013 - 12:43

Il gallo comincia a prdere le piume.

Libertà75

Gio, 18/07/2013 - 13:37

Ma dove va se lascia il PD? non può mica andare con il PDL finché c'è Berlusconi, non può mica andare con i M5S che gli farebbero più casino in casa di quanto sanno fare i membri del PD tra di loro. Buffonata

giottin

Gio, 18/07/2013 - 13:46

renzi pronto a lasciare il pd: e dove vuole andare il mister Bean de noantri?????

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 18/07/2013 - 14:02

A tutti i pessimisti e denigratori di Renzi: non lo sottovalutate, non è uno sprovveduto, non è nato ieri in politica (la fa già da una ventina d'anni) e non pensate che sia un semplice arrivista, ha anche un programma ... Se poi dovesse decidere di spaccare il PD, pensate davvero che lo farebbe senza prendere contatti con i moderati di altre formazioni (centristi e PDL)? Quando con tangentopoli è finita la prima repubblica, c'è stato un movimento centrifugo che ha portato alla frantumazione della DC e del PSI. Quì invece stanno partendo forse centripete che tendono a ricreare formazioni di centro. Se si vuole, già il governo Letta è il frutto di una operazione centripeta ...

ney37

Gio, 18/07/2013 - 14:05

tutti ottusi questi sinistronzi uno peggio dell'altro ed anche il venditore ambulante di aspirapolveri andrà a puttane.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 18/07/2013 - 14:25

Sto tizio mi ricorda tanto Cola. Cola di Rienzo.Fara la stessa fine ?

janry 45

Gio, 18/07/2013 - 14:33

Cacasenno, pronto a rifare la democrazia cristiana.il nuovo che torna

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 18/07/2013 - 14:54

Ne dubito... ma se riuscirà a far cadere questo governo inconcludente sarà un punto a suo favore.

macchiapam

Gio, 18/07/2013 - 15:12

L'impressione di fondo è che Renzi stia studiando da Bettino Craxi...

gedeone@libero.it

Gio, 18/07/2013 - 15:39

Caro Renzi, lo ripeto, la fortuna ti è passata davanti e non sei stato in grado di afferrarla. Il tuo carpe diem è passato, non sei stato in grado di cogliere l'attimo favorevole e temo sarai ricordato come un novello Mariotto Segni.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Gio, 18/07/2013 - 15:54

***La fisiognomica, la tonalità, il gestire, il vuoto del gioppino mezzo/toscano dimostra quanti idioti depressi e malmessi ci sono ancora oggi in Italia. Il loro rumoreggiar, come disse quel nullo di Okketto, sarà soltanto una skorreggia puzzolente evaporatasi nel vento dell'Est. Vergognatevi, fate ammenda e redimetevi. Diversamente, voi beceri, un attimo prima di tirare le cuoia, maledirete voi stessi per aver gettato nella fogna lurida, la vostra tapina esistenza. Grazie!*

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 18/07/2013 - 18:46

Ovvììaa o' renzi, o 'he tu fai se vai via dal pd, lo strascicone ad Arcore? - E' tardi, o bischero, linguaccia, ma te provaci al citofono, a sussurare: Forza Italia. Hai visto mai?