Renzi diserta il congresso di Sel, il pd Bonaccini coperto dai fischi

Il renziano al congresso di Sel: fischi e urla "Buffone, vergogna". Poi l'apertura sulla legge elettorale. Ma Vendola: "Alleanza col Pd non è scritta nelle tavole della legge"

Alla fine il segretario del Pd Matteo Renzi ha declinato l’invito a partecipare al congresso di Sel. Al suo posto ha mandato un componente della segreteria di via del Nazareno, Stefano Bonaccini. Che, tra gli insulti e i fischi, ha aperto a possibili modifiche alla riforma della legge elettorale, sottoscritta dal sindaco di Firenze con Silvio Berlusconi. Sul tavolo il nodo che riguarda le soglie di sbarramento.

Quando la presidenza annuncia l'intervento di Bonaccini, dalla platea dei delegati si è alzato lo sfottò "Bonaccini chi?". Un ironico riferimento al "Fassina chi?" pronunciato dal sindaco di Firenze durante una conferenza stampa. Incurante delle prese in giro, l'esponente piddì è salito sul palco e, non appena si è rivolto ai 900 delegati presenti in sala con un "Cari compagni e compagne...", è stato immediatamente travolto da una selva di fischi e insulti. Dal fondo della sala la contestazione ha presto preso il posto ai primi brusii: "Buffone, vergogna". Nonostante gli attacchi, Bonaccgini non ha lasciato il palco e ha tenuto un discorso sulla riforma elettorale durante il quale ha aperto alla possibilità di apportare modifiche al disegno di legge che settimana prossima arriverà in parlamento. "Nella discussione che si sta facendo, se nelle prossime ore si troverà tra tutti o a larga maggioranza la possibilità di correzioni anche rispetto alla soglia di sbarramento - ha assicurato - noi non abbiamo preclusioni". A detta di Bonaccini, Renzi punta a "fare le riforme" e "non scansare i temi posti da altri partiti".

Il confronto tra Sel e Pd, però, sembra più in salita di quanto non vogliano far intendere i renziani. "Mi è dispiaciuto non vedere Matteo qui a Riccione. Il dialogo è ancora più importante quando ci sono divergenze di opinione", ha commentato il governatore della Puglia Nichi Vendola a margine del congresso del partito. Il leader del Sel non sembra aver digerito l’assenza del segretario piddì. Tuttavia, ha assicurato di aver apprezzato la presenza di Bonaccini e la disponibile a superare le criticità sulla legge elettorale. "L’alleanza con il Pd non è scritta nelle tavole della legge ma deve essere figlia della volontà del cambiamento - ha continuato Vendola - la realtà è che il Partito democratico è legato ad esperienze di governo catastrofiche". Domani i vertici del Sel incontreranno quelli del Pd. Ma a una condizione. "Si capisca che non siamo a chiedere l’elemonina - ha concluso - siamo pronti a discutere con la considerazione e il rispetto che meritiamo".

Dal Pd, d'altro canto, non sembra arrivare un'estrema unzione all'eventuale asse con la sinistra radicale in vista delle prossime elezioni. Anzi. "Il Sel è una forza importante con la quale non sono vogliamo dialogare, ma vogliamo farci un’alleanza davvero", ha assicurato Bonaccini ricordando che tra poche settimane si voterà in quattromila comuni italiani e in Sardegna. Pd e Sel sono alleati pressoché ovunque. "Però - ha concluso Bonaccini - vogliamo contemporaneamente dire che questo Paese dopo tanti anni di chiacchiere ha bisogno di riforme importanti". E su queste tra renziani e vendoliani potrebbero sorgere problemi seri.

Commenti
Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 25/01/2014 - 13:35

Non sanno cosa significa la riconoscenza (come fece allora Di Pietro con Veltroni)se sono al governo lo devono allo smacchiatore che li fece entrare nella coalizione altrimenti facevano la fine di Ingroia.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 25/01/2014 - 14:23

hanno fatto male a non tirargli i pomodori.

Andrea09

Sab, 25/01/2014 - 14:26

Ma non fare la commedia Vendola tanto poi pur di entrare in parlamento andrai dal Tuo amico Renzi!!!!!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 25/01/2014 - 15:21

Tutta scena teatrale .... non appena Renzi gli assicura la sua entrata in Parlamento ...Vendola dirà: " Sbarramento? Mi pare anche giusto!" Questa è la politica italiana e questi sono gli attori di questo melodramma di terza categoria per il quale ci fanno anche pagare anche il biglietto. E' il regista che manca e purtroppo ancora non si trova ....

cicciosenzaluce

Sab, 25/01/2014 - 15:27

Strenzi,ormai partecipa solo ai raduni,di fi,con la sinistra non c'entra più niente,il bambolotto idiota credo che abbia fatto calcoli sbagliati,perchè il pd si scioglierà,e lui o fonda un altro partito che prende il 2% ( perchè a quel punto che senso ha votare per lui,la gente voterebbe fi ) o entra in fi e non conterà un casso

hectorre

Sab, 25/01/2014 - 15:57

cicciosenzaluce...un'analisi da politologo navigato!....è vendola che non conta più un casso,è d'alema che non conta più un casso,è la sinistra che non conta più un casso..chiusi nel loro mondo dorato,lontani anni luce dal " mondo operaio" che hanno sempre usato per guadagnare voti e null'altro...si fanno chiamare progressisti e sono conservatori fino al midollo....inutile insultare renzi e berlusconi,i loro successi sono frutto dell'incapacità altrui........

claudio faleri

Sab, 25/01/2014 - 16:21

ecco la sinistra parassita che succhia da 50 anni e odia l'italia, tutti in russia li manderei, ci penserebbe putin a lisciargli il pelo a questo stronzi

linoalo1

Sab, 25/01/2014 - 16:54

E questo è solo l'inizio!Lino.

Romolo48

Sab, 25/01/2014 - 17:11

cicciosenzaluce … al 2% ci resterà semmai il Sel, e, se Dio vuole, sarà fuori dai maroni.

edo1969

Sab, 25/01/2014 - 17:25

sbarramento al 5 niente coalizione e questi spariscono

vale.1958

Sab, 25/01/2014 - 17:35

Ma siamo qui a parlare di un partito da prefisso telefonico che e' in parlamento solo perche' alleato al PD E GUIDATO DA UN CULLATONE...MA PER FAVORE PARLIAMO DI COSE SERIE QUESTI NON CI SARANNO PIU A BREVE E QUALCHE RIMBAMBITO E' QUI ANCHE ANDIFENDERLI SARA' CULLATONE ANCHE LUI?

vale.1958

Sab, 25/01/2014 - 17:35

VENDOLA CHI ?

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 25/01/2014 - 17:41

Sel il partito del rispetto e della tolleranza..alle prossime elezioni i Punkabbestia..verranno ricacciati nei Centri Sociali insiemeai loro cani pulciosi..

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 25/01/2014 - 17:47

Vendola molla il PD mentre il centro moderato implora SILVIO di accoglierlo sotto la bandiera di FI. La vittoria non è mai stata in dubbio, ma adesso si sta trasformando in un trionfo di portata storica: un trionfo di ideali, di valori, di buona politica e, di conseguenza, un trionfo di voti. So che alcuni storcono il naso all'idea che il centro moderato si schieri sotto le nostre bandiere, ma il tempo cambia le cose, e le idee, anche le migliori, camminano con le gambe degli uomini e, più gambe ci sono, più velocemente i nostri ideali si affermano.

claudio faleri

Sab, 25/01/2014 - 17:58

italiani immaturi per una politica che funzioni, clientelari e borbonici, poi ruffiani e statalisti, ricordiamoci cos'erano prima le ferrovie i telefoni e l'enel........tutti li i nullafacenti

claudio faleri

Sab, 25/01/2014 - 18:02

bravo gigliese, ricordi a questa spazzatura umana chi dovrebbero ringraziarre se sono sul seggiolone, incapaci e ruffiani ad esempio gente come la Bindi a cosa servono a nulla ed è li da oltre 20 ANNI un'ameba, l'eccellenza del parassitismo, una nullità una lacchè di bersani e del vaticano.....e noi la paghiamo, questa è la cancrena dell'italia

villiam

Sab, 25/01/2014 - 18:06

ma perchè aprire alle modifiche per aiutare sel ,ma su ,è il partito del 2 per cento ,è sacrosanto mandarli a casa ,perchè gli italiani devono mantenere questi che non contano niente?????????

ilbarzo

Sab, 25/01/2014 - 18:34

Anche Vendola non differenzia affatto dagli altri politici:Pur di tornare in auge e rimettere piede in parlamento, verrebbe a patti con il diavolo.Che brutta bestia e' la politica........

vale.1958

Sab, 25/01/2014 - 18:55

PURTROPPO IN ITALIA ORAMAI E'CHIARO CI SONO PIU'NULLAFACENTI..DIPENDENTI STATALIENSIONATI CON 20 ANNI DI CONTRIBUTI CHE DIFENDONO IL LORO STATUS QUO...NON CAMBIERA' MAI NULLA GRAZIE A QUESTI FANCAZZISTI...DIMENTICAVO POI CI SONO I RINCO COMUNISTI CHE CI CREDONO DAVVERO NEL COMUNISMO.......

Salvatore1950

Sab, 25/01/2014 - 19:02

ha fatto bene a disertare...cosa c'entra renzi con quel politico cin l'orecchino? nulla uno era ed e' un comunista della peggiore specie ...l'altro sta facendo una virata verso destra....

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 25/01/2014 - 21:24

Con Renzi il PD ha svoltato completamente a destra. Prevedo che alle europee il PD prendera' una bella batosta e la corrente renziana mergera' con FI, NCD e altre frazioni di destra per sopravvivere. Renzi e' stato votato segretario del PD da tre milioni circa di elettori della destra. Forza Vendola, forza Grillo, sole opposizioni esistenti!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 26/01/2014 - 00:06

Bisogna capire sia l'orecchino che i suoi seguaci. Sentono aria di licenziamento dal parlamento e cercano di alzare la voce per farsi sentire. Mai come in questo momento i cespugli si stanno agitando al vento che li sta spazzando via.

fcf

Dom, 26/01/2014 - 12:07

I partituncoli come SEL hanno il solo scopo di far finta di esistere e di creare confusione più di quella che c'è adesso. La loro presenza ha il solo scopo di ottenere quattrini dagli italiani che non hanno più intenzione di mantenerli, soprattutto considerando che chi rappresentano.