Renzi pugnala Letta, Pd nel caos

Sul caso Ablyazov il sindaco di Firenze vuole che Letta vada in parlamento per chiarire. Dal Pd nessun applauso ad Alfano

Roma - «L'assemblea del gruppo Pd prevista per questa sera è rinviata ad altra legislatura». Il messaggino che girava ieri pomeriggio sui cellulari dei parlamentari democrat era l'opera di un burlone (insider) ma la dice lunga sul clima che si respira nel partito del presidente del Consiglio. Il quale, da Londra dove incontra Cameron, fa sapere di essere «ottimista sulla stabilità del governo», che «supererà questi ostacoli». Ma sa bene che la tensione interna è alle stelle.

Ufficialmente dal Pd non dovrebbero arrivare voti alla mozione di sfiducia ad personam presentate da Sel e M5S contro il ministro degli Interno Angelino Alfano: «Neanche per sogno», assicura il renziano Paolo Gentiloni. Ma la linea della difesa a tutti i costi del governo di larghe intese vacilla ogni giorno di più, e ieri puntuale è arrivato un nuovo duro strappo di Matteo Renzi, sul dossier più scottante: «La vicenda della kazaka Alma Shalabayeva riguarda il presidente del Consiglio dei ministri, che dovrà andare alla Camera, prendere posizione e decidere se le motivazioni di Alfano lo hanno convinto o no», dice il sindaco di Firenze, perché «la questione in gioco è la credibilità del Paese». Una presa di posizione che preannuncia un'escalation del dissidio dentro il Pd, che forse non arriverà al voto di sfiducia ma indebolisce ugualmente il governo. La notte democratica è stata agitata e qualcuno ha fatto sapere agli alleati del Pdl che ora il Pd non può garantire che un gruppo di dissidenti non decida comunque di dare un segnale e votare contro. Letta, che sperava di stare fuori dal caso kazako, è stato molto chiaro con i dirigenti del suo partito, che gli facevano presente il mal di pancia interno e le difficoltà a difendere Alfano, chiedendogli di «staccare il destino del ministro da quello dell'esecutivo» e di sacrificare uno scalpo importante per consentire al Pd di compattarsi a sostegno del governo (e tacitare anche Repubblica e il suo cannoneggiamento). «Ci ha spiegato che non esiste, che se cade Alfano nel Pdl vincerebbero i falchi e la maggioranza salterebbe, e che il rapporto di fiducia e lealtà che ha con il vicepremier non è sostituibile». Dunque il Pd non ha scelta, se non vuole aprire la crisi. Il segretario Epifani cerca di tenere buoni i suoi usando toni duri contro Alfano («Se sapeva deve dimettersi») e ribadendo però che la crisi va evitata. Ma rischia di alimentare la confusione: «Se questa è la linea, allora deve chiederci di votare la mozione di sfiducia», tuona il senatore Esposito.

Se il Pdl fa quadrato attorno all'esecutivo, dice che «deve andare avanti» e ribadisce il proprio «totale e pieno sostegno» al vicepremier, il Pd traballa vistosamente. Il bersaniano Zoggia fa la voce grossa contro Renzi: «Il Pd è chiamato a una prova di coesione sul governo» e «non è consentito a nessuno fare più uno sull'anti-berlusconismo». E minaccia: «Questo percorso», ovvero il governo delle larghe intese, «o si fa assieme o ne va anche del nostro stare assieme». In ballo c'è l'esistenza stessa del Pd, di cui Renzi vuol fare il leader: se non è una minaccia di scissione anti-renziana, poco ci manca. «Se non ci spacchiamo su Alfano ci spaccheremo sulla vicepresidenza della Camera alla Santanchè, o sul prossimo problema: basta aspettare, prima o poi la partita congressuale del Pd si scaricherà tutta contro il governo», sospira fatalista un parlamentare vicino a Franceschini.

Commenti

gigi0000

Mer, 17/07/2013 - 09:57

Questo ha ormai gettato la maschera del bravo ragazzo, mostrando la sua vera identità dell'arrivista ad ogni costo, altro che migliorare l'Italia, costui vuole creare il suo impero di potere e chissenefrega degli italiani, poveri illusi.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 17/07/2013 - 09:58

A renzino, c'hai stufato! datte na calmata e nun rompere!

Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 17/07/2013 - 10:00

Angelino non ci ha fatto una bella figura. Se venne informato dalla Bonino il 2 giugno, da quella data perchè non ha indagato aspettando che scoppiasse lo scandalo? Doveva essere più tempestivo per dimostrare che la sua estraneità.

lib-dem

Mer, 17/07/2013 - 10:09

La cosa comica è che i bersaniani come Zoggia che, fino a poco tempo fa escludevano qualsiasi accordo col Pdl, adesso sono i più strenui difensori del governo col Pdl mandando giù qualsiasi cosa (ovviamente in funzione anti-Renzi). Forse sarebbero disposti anche a mandare giù la relazione di Alfano, già smentita dal suo vice. Temo però che lo scandalo montante li travolga.

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 17/07/2013 - 10:09

..e pensare che questo Renzi solo sei mesi fa mi piaceva, sebbene fossi del Pdl! Invece si è rivelato un semplice arrivista alla moda del Fini.to che sta sgomitando a destra e a manca, pur sapendo di danneggiare non solo i suoi compagni di partito, ma anche questo povero governo che sta andando avanti a tentoni. Che cosa spererà se l'esecutivo dovesse franare miseramente? Forse di rimpiazzare Letta? Non credo che si ritornerebbe nelle mani del PdR per un altro governo e lui, con l'inimicizia che ha nel suo partito, resterebbe nuovamente al palo.

vince50_19

Mer, 17/07/2013 - 10:17

Certo che ha veramente dell'incredibile l'incoscienza di certa gente: siamo in una situazione economica più che traballante e questi pidini si prendono a mazzate fra loro fregandosene di tutto il resto, di quello che realmente interessa gli italiani.. Ah, povera Italia!

maubol@libero.it

Mer, 17/07/2013 - 10:20

Questi Renzi ha giù stancato prima ancora di essere qualcuno! Mi chiedo se nel Pd non hanno nessuno di meglio da proporre, o aspettano che faccia un errore per mandarlo a casa. E' insopportabile col suo delirio di onnipotenza

egi

Mer, 17/07/2013 - 10:22

Madonna se questo è il nuovo dei rossi di capriole ne abbiamo viste abbastanza.

Mario-64

Mer, 17/07/2013 - 10:30

Sbaglio o Renzi di mestiere fa' solo il sindaco di Firenze??

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 17/07/2013 - 10:31

Vista in prospettiva, la vicenda Kazakistan mi sembra da collegare, più che con le tensioni interne al PD (che già c'erano), con la probabile condanna di Berlusconi il 30 luglio p.v. Il PDL si troverebbe in grosse fibrillazioni, il partito finirebbe per spaccarsi fra i fautori di una nuova Forza Italia e gli artefici di un nuovo Partito Popolare. In tutta questa operazione Alfano dovrebbe avere un ruolo politico di primo piano nella rifondazione del partito popolare, rimanendo al Governo sarebbe "ingabbiato" e difficilmente potrebbe muoversi politicamente. Chiaro che è una semplice ipotesi, ma in questo scenario il PD potrebbe essere interessato ad avere un alleato (provvisorio) più in un partito neo-democristiano che in un partito neo-berlusconiano. Il governo dovrebbe comunque essere soggetto ad una ricomposizione, ma quello che perderebbe in maggioranza parlamentare, potrebbe guadagnarlo in coesione programmatica. Si vedrà ...

ALASTOR

Mer, 17/07/2013 - 10:34

Veramente Letta e i suoi ministri si stanno pugnalando da soli: Renzi sente solo l'odore del sangue e si aggira per infliggere un pietoso colpo di grazia.

Libertà75

Mer, 17/07/2013 - 10:43

Voglio spezzare intellettualmente una lancia in favore di Renzi. Quando Prodi era al Governo, i signori D'Alema e Marino gli giocarono il ribaltone in sordina, almeno Renzi pubblicamente minaccia Letta. Possiamo dire che sappiamo chi è senza valutare con il senno di poi.

Dario40

Mer, 17/07/2013 - 10:43

finalmente è caduta la maschera, e al posto del "bravo ragazzo con le idee chiare" è saltato fuori un saputello arrivista, che continua a prendere soldi dal Comune di Firenze anche se non ci va mai !

bisesa dutt

Mer, 17/07/2013 - 10:45

che bello dimissioni del governo letta e di napolitano, un nuovo governo PD+M5S e il presidente della repubblica finalmente di sinistra, centro-destra depressi siete finiti

scipione

Mer, 17/07/2013 - 10:52

Il PD si rivela sempre piu' un covo di vipere inaffidabili e Renzi getta la maschera e appare per quello che e': UN TRADITORE che vuole raggiungere ad ogni costo il potere personale.

newattila

Mer, 17/07/2013 - 10:59

Ma tutte le colpe che ci addossano dicendo che facciamo fare brutte figure all'Italia, loro come pensano di essere visti e giudicati? Si stanno scannando credendo di essere ancora puri?

cameo44

Mer, 17/07/2013 - 11:02

Renzi peggio di Vendola e il M5S sta facendo di tutto per far cadere il Governo altro che interesse del paese pensa solo a se stesso alla sua carriera prima ha creato un gran casino all'interno del PD ora crea rogne al Governo pensavo e come me tanti altri che fosse una persona seria ma ha deluso i più il suo è un comportamento da irresponsabile in un momento critico come questo e con i tanti problemi che hanno le famiglie avrebbe dovuto mettere da parte le sue aspirazione e pensare di dare una mano affinchè questo Gioverno che è nato per fare alcune cose prima fra tutte affrontare la situazione economica e del lavoro oltre a quelle riforme sempre promesse e che tutti si dicono a parole d'accordo ma mai fatte per fare uscire il paese da questo immobilismo capisco che in prossimità del congresso del suo PD i suoi intressi so no ben altro allora smetta di parlare di responsabilità e di voler cambiare il paese e il PD dica semplicemente che aspira ad essere il prossimo premier

Demostene2010

Mer, 17/07/2013 - 11:05

A parte i motivi che possono spingere Renzi, sarebbe indispensabile per Letta riferire in Parlamento su questa vicenda. Se vogliamo credere ad Alfano, esiste in Italia una struttura di pubblica sicurezza che non prende ordini dal Ministero dell’Interno ma agisce indipendentemente da ogni controllo politico e al di fuori delle procedure legali (mamma e figlia caricate su di un jet privato). Il fatto stesso che Procaccini non riferisca ad Alfano della visita dell’ambasciatore kazako (ammesso che sia vero) suggerisce l’esistenza di una struttura parallela, la qual cosa non può di certo essere sanata dalle semplici dimissioni del prefetto.

volo_basso

Mer, 17/07/2013 - 11:08

Non leggo neppure l'articolo, in quanto ridicolo solo pensare il comportamento pre-infantile di tutta la cricca. Gli italiani a quanto pare, non stanno bene per come il governo gestisce le situazioni. E uno e l'altro e quell'altro ancora, un solo gioco di scambio poco intellettuale che tira alla lunga i problemi del Paese, come a far credere alla gente che i grovigli interni ai partiti siano la causa del debito pubblico che grava su ogni singolo cittadino. Deplorevole e' quel tira e molla di tutti quanti, deplorevole e' il linguaggio utilizzato per determinare un fastidio generalizzato dalla differenza di un singolo. Deplorevole e' quello che proprio coloro che hanno la pagnotta sicura sotto i denti se la prendano con chi non ne ha i mezzi per averne una e con chi ne ha molte che le distribuisce a parecchi tramite occupazione lavorativa . La peggior malattia mentale , consiste nell' invidia che una persona puo' cuocere dentro di se.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mer, 17/07/2013 - 11:15

***Se Letta nipote avesse le palle, visto che la Lega e Calderoli non prendono ordini da un individuo del genere (democristiano comunista) lui sì che si dovrebbe dimettere accettando l'ordine dei suoi kompagni.*

cast49

Mer, 17/07/2013 - 11:15

ma epifanio ha sentito che Alfano, Letta ed altri non sapevano niente? ma che fa? parla perchè ha la bocca e basta?

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 17/07/2013 - 11:19

@Libertà75, h.10,43.... e quello è il motivo per cui non sarà MAI un partito o comunque una coalizione in grado di lavorare assieme: il loro scopo primario è quello di farsi le scarpe l'un l'altro.

syntronik

Mer, 17/07/2013 - 11:23

Alla fine, togliendo il velo delle belle parole ed intenzioni, appare la vera natura, della falsità sinistrata, si aggrappano su tutto quello che è possibile, per arrivare ai vertici, anche a costo di distruggere i propri colleghi, e dividere sempre più il partito, ma ATTENZIONE, aggrapparsi a cose inconsistenti, si corre il rischio di cadere, comunque, se dovesse accadere, può sempre dare la colpa al solito tartassato.

linoalo1

Mer, 17/07/2013 - 11:26

Più chiaro di così!!I Comunisti,non vogliono la Crisi!Però stanno facendo di tutto per arrivarci per poi far cadere la colpa al PDL ed ai suoi!Strano che non abbiano ancora detto che è tutta colpa di Berlusconi!Lino.

Triatec

Mer, 17/07/2013 - 11:28

Il comportamento dei compagni del PD, ben rappresenta la storia dei quattro capponi di Renzo .. "e faceva balzare quelle quattro teste spenzolate; le quali intanto s'ingegnavano a beccarsi l'una con l'altra, come accade troppo sovente tra compagni di sventura"

sale.nero

Mer, 17/07/2013 - 11:34

Che bravi a complicare la vita di chi è al potere. Andreotti una volta diceva che "il potere logora chi non ce l'ha". Mi sembra che le cose siano leggermente cambiate. Ne è esempio l'immobilità totale su tutto e le teste che saltano giorno per giorno.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mer, 17/07/2013 - 11:59

Dài napolitano,deciditi,dopo avere un'altro debenedettiano al gregge della consulta fai cadere letta e lo sostituisci con il menestrello toscano,se poi anche costui fallisce proponi debenedetti che in compagnia dei scientologrill porteranno finalmente questo paese nel nirvana e prima che erutti il vesuvio.Dài presidente,facci sognare ancora.

FRANCO1

Mer, 17/07/2013 - 11:59

che scatole questo Renzi!!! Compagni fatelo comandare e non rompete le scatole!! Ma se non vi garba lasciatelo a Firenze e che se lo ciuccino i fiorentini... o che vi pare che nabbiate pochi in busta da far salire sullo scranno!!

yulbrynner

Mer, 17/07/2013 - 12:14

di renzi letta grillo Berlusconi alfano monti casini fini e di sto teatrino della politica fatto di liti furbate e sotterfugi non me ne frega UN PIFFERO!!!! pensino ai problemi di questo paese invece degli interessi personali o di partito. li metterei tutti su una nave e li spedirei a fare la circumnavigazione della terra..via x un po di tempo.. fuORI dalLE BALLS.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 17/07/2013 - 12:17

Le uscite di Renzi non sono di sicuro farina del suo sacco. Mi piacerebbe sapere chi è il burattinaio che lo manovra. Chi è il Mangiafuoco di Renzi? Non sarà per caso Berlusconi, vero?

Ritratto di IVO

IVO

Mer, 17/07/2013 - 12:22

Io penso che ci vuole una bella faccia tosta criticare tutto e tutti quando il suo mestiere da quando è stato eletto sindaco credo non lo abbia mai fatto . Forse ci ricordiamo le promesse elettorali che fece x diventare sindaco , e ora che cosa può dire hai suoi elettori , solamente che di questi non se ne è fatto un baffo vero . Bravo Renzi questa è la sinistra che ancora trova elettori chissà il perché , forse i sinistroidi accettano tutto solamente se viene da sinistra vero !!! c. iv.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mer, 17/07/2013 - 12:28

Arriva un momento in teatro in cui cala il sipario, si spengono le luci e ci si appresta ad uscire ma questi non vogliono capirlo e continuano ad illuminare un palco ormai vuoto. ANDATEVENE A CASA!

piero1939

Mer, 17/07/2013 - 12:34

lo voglio vedere quando avrà incarichi più importanti. fare casino da fuori campo è facile ma quando entri in gioco e non sei all'altezza allora devi pagare per il male che hai fatto. gli italiani non te la perdoneranno. chi semina vento raccoglie tempesta. questa è la saggezza dei popoli.

janry 45

Mer, 17/07/2013 - 13:17

Cacasenno dopo aver fatto fuori Bertoldo (Bersani),vuol far fuori anche suo zio Bertoldino (Letta),è proprio un bischero.

Ritratto di Coralie

Coralie

Mer, 17/07/2013 - 13:54

Dopo le ultime " news ", piu' o meno fuori di testa, mi domando cosa stiamo a fare in una nazione ( l'Italia, se ci fossero dubbi ) assediata da megalomani ed inquisitori?

CALISESI MAURO

Mer, 17/07/2013 - 13:56

Una domanda, ma questa persona a che titolo va in giro per l'Europa incontrando capi di stato, se non vado errato non fa il sindaco? ( pensasse alla sua citta' sarebbe meglio dato che l'altro giorno dall'estero le critiche alla pulizia della sua citta' erano abbastanza severe )

claudio faleri

Mer, 17/07/2013 - 13:57

questa gentaglia del pd non penza alla situazione economica, penzano alle loro stronzate, tanto a fine mese il portafogli è pieno se non ci fosse questa sicurezza aprirebbero meno la bocca inutilmente, tanto sono 50 che fanno schifo, con la scusa della democrazia abbiamo i governi in balia del parlamento e dei sindacati

agosvac

Mer, 17/07/2013 - 14:17

Io "questo" Renzi non lo capisco più. Ma dove è finito il "vecchio" Renzi? quello che durante le primarie andava dicendo che avrebbe, se avesse vinto, aperto anche ad un Governo di larghe intese??? Dove è finito il Renzi che voleva rimordernare il Pd? Dove è finito il Renzi che non odiava il nemico di destra ma lo considerava solo un avversario con cui potere dialogare??? Il Renzi che c'è oggi è molto peggio di bersani! La sua smodata ambizione lo sta portando molto al di là della ragionevolezza. Dice di stimare Letta e che vorrebbe che il Governo da Letta presieduto, e Letta è un alto esponente del Pd, mica è di destra, durasse a lungo e poi mette mine di quà e di là per fare in modo che il Governo cada ignominiosamente. Ebbene se vuole fare cadere questo Governo di larghe intese perchè vorrebbe diventare lui stesso premier, che lo dica seriamente e sinceramente, e se ne assuma la piena responsabilità. Se continua a volere la testa di Alfano, il Governo cadrà, ma la colpa sarà solo ed esclusivamente sua.Tra l'altro Renzi sbaglia se crede che nell'eventualità di nuove elezioni potrà attingere a voti che non siano quelli del vecchio Pd: ormai nessun moderato lo voterebbe, si è troppo spostato a sinistra, il suo target come leader del Pd è nient'altro che un misero 25%, altro che il 40% che spererebbe!!! Quelli erano altri tempi, ormai passati.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mer, 17/07/2013 - 14:20

***Perché, non era scontato? Sarebbe stato sorprendente se non avessero agito coloro che comandano l'Italia con la complicità dei beceri che sanno soltanto seminare odio ed odiare sé stessi e la nostra Patria, in quanto falliti in toto. Se gli Italiani non si svegliano vivremo un futuro nella più lurida dittatura.*

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 17/07/2013 - 14:33

L' opposizione esiste per questo.Cosi fanno vedere che lavorano. Esseri inutili e mangiapane atradimento.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 17/07/2013 - 14:36

xyulbrinner.La prima volta che mi trova concorde con il suo pensiero.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mer, 17/07/2013 - 15:55

***La mia precedente era dedicata al caso Calderoli. Ho errato confondendo l'articolo col Gioppino di Firenze, anche se ci sta comunque.*

gustavo

Mer, 17/07/2013 - 17:10

Come volevasi dimostrare, da una parte c'è chi pensa al bene del paese, dall'altra alle vendete personali. Cari kompagni state mostrando il vostro vero volto. Solo odio,invidia, ipocrisia, stato tiranno, super tasse, avallo delle toghe rosse. In mezzo a voi anche persone oneste e per bene, vedi Letta ecc..ma se anche Renzi comincia a fare il disgregatore...lunga vita a Berlusconi e alla destra.

Baloo

Mer, 17/07/2013 - 17:49

Renzi perde la mia stima. Vale poco come politico. Solito furbetto per far carriera.

yulbrynner

Mer, 17/07/2013 - 19:04

x marforio meglio una volta che mai... almeno in qualcosa la pensiamo uguale oltreché sugl ianimali..

yulbrynner

Mer, 17/07/2013 - 19:06

x marforio meglio una volta che mai... almeno in qualcosa la pensiamo uguale oltreché sugl ianimali..

yulbrynner

Mer, 17/07/2013 - 19:07

x marforio meglio una volta che mai... almeno in qualcosa la pensiamo uguale oltreché sugl ianimali..

Ritratto di bergat

bergat

Gio, 18/07/2013 - 08:57

Si in effetti se si attribuisce la colpa ad Alfano per l'affare Kazako, perché non poteva non sapere, allora il suo capo, Letta, e il capo del suo capo, Napolitano, si devono dimettere.