Renzi raduna i fedelissimi per fermare i sabotatori

Nel partito democratico è faida: "Questi non si sono resi conto di chi hanno di fronte". Bersani sul premier: "E' solo un nominatore". La replica: "Parla proprio lui..."

Il fatto è, sussurra un renziano della primissima ora, «che questi qui non si sono ancora resi conto di chi hanno di fronte». Una traccia che trascende nella psico-antropologia nell'analisi di Carlo Freccero, gran conoscitore della comunicazione, delle sue tecniche e dei suoi personaggi: «Renzi è cattivo, cattivissimo. Molto più cattivo di Berlusconi, lui vuole il potere per il potere e non è corruttibile né col sesso né con i soldi». Vedendola ancor più da vicino, da una parte in causa, è altrettanto significativa la versione di Corradino Mineo, il primo degli asfaltati sulla strada delle riforme secondo Matteo. «La generazione Telemaco non fa prigionieri. Questi “democratici”, Bersani, Orfini e forse anche D'Alema e Barca, secondo cui il cuore della “ditta” batterebbe ancora con loro, temo non abbiano compreso cosa sia e cosa sarà il costruendo Partito della Nazione. Temo che le artiglierie dell'ex maggioranza Pd siano inutilizzabili: le polveri sono ormai bagnate», è l'amara presa d'atto.

La tela del Ragno è un'arma letale: ti imprigiona sospendendoti nel vuoto, quando sei ai minimi termini ti paralizza con la minima dose di veleno sufficiente. L'altro pomeriggio, subito dopo la cerimonia d'inizio del Semestre europeo, il premier italiano si è dedicato con i fidati Lorenzo Guerini, Luca Lotti e Maria Elena Boschi ai cosiddetti affari «interni». Per rialzare la cresta, la fronda del Pd era ricorsa al suo leader più autorevole, Pier Luigi Bersani: due messaggi assai sgarbati, uno sull'inutilità della «guerra alla Germania», l'altro sugli errori marchiani delle riforme, che «li capirebbe anche un bambino». Non si può dire che abbiano rovinato la festa a Renzi, ma di sicuro il segretario non ha gradito. Specie quel soprannome «Nominatore» affibbiatogli dall'ex segretario («Parla proprio lui», la reazione). D'altronde aveva biasimato già un paio di giorni fa «questa opposizione interna che aspetta che io vada fuori dall'Italia per attaccarmi». Ma l'altro pomeriggio pare che Matteo forse arrabbiato anche un po' di più, al punto da rivolgere parole di fuoco verso «chi rema contro», arrivando a definirli «sabotatori». Termine che avrebbe intenzione di utilizzare martedì all'assemblea congiunta dei parlamentari del Pd, tanto per far capire l'aria che tira. Il giorno dopo il ddl Boschi sull'abolizione del Senato dovrebbe arrivare in aula, e Renzi non accetterà defezioni. «Chi vota contro si mette contro l'Italia, le impedisce di uscire dalla crisi, tradisce l'impegno che io ho assunto in Europa. Ne dovrà trarre le conseguenze anche nel partito». Il premier tiene in serbo sempre l'arma delle elezioni anticipate subito dopo la fine del Semestre, ed è per questo che ha lavorato sia con M5S che con Berlusconi ad un'accelerazione sulla legge elettorale. Si sarebbe detto un tempo inserendosi nelle contraddizioni dell'avversario, visto che per Grillo le elezioni sono essenziali mentre per Forza Italia no. Ma è su questo azzardato equilibrismo che il premier tesse la tela del ragno.

Nella battaglia delle riforme, Renzi sa benissimo che una ventina di «franchi tiratori» in Senato bastano a mettere a repentaglio la maggioranza. Grazie all'incontro e ai successivi contatti telefonici avuti con Berlusconi, si è guadagnato una sponda essenziale in Parlamento. Il rischio che non si raggiungano i due terzi di voti per scongiurare la verifica del referendum tuttavia esiste ed è stato messo nel conto, ma viene considerato il danno minore.
Nella sua strategia è chiaro come sia lui a interpretare il comune sentire, a poter parlare direttamente alla gente, sottraendo persino alla demagogia estremista gli slogan più popolari. Quello dell'altro giorno, sull'«Europa dei cittadini e non dei banchieri», per esempio, è stato rivisitato ieri, in un convegno a Bolzano cui era presente anche il cancelliere austriaco Faymann. «L'Europa ha futuro se mette insieme la capacità di coinvolgere i cittadini. Non serva una moneta comune se non hai in comune un destino. Dobbiamo difendere la Ue dall'assalto della tecnocrazia». Ha parlato anche di «identità», l'ex sindaco fiorentino, e consigliato un libro di Chesterton («Napoleone a Nottingham Hill»), che parla di un «sindaco pazzo: tema cui sono sensibile», ha scherzato. Ma forse non è più il tempo delle battute.

Commenti

linoalo1

Dom, 06/07/2014 - 08:51

Tutte le scuse sono buone per il Non Fare,vero Renzi'??Lino.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 06/07/2014 - 08:58

Pensateci un pò. Vi sembra normale che le modifiche costituzionali e le leggi elettorali si facciano con un pregiudicato? Ai cittadini italiani onesti no di certo .......

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 06/07/2014 - 08:59

Ce lo dice il senso dell'etica , del rispetto nei confronti della legge, del rispetto nei confronti degli elettori: MAI UN ACCORDO CON UN PREGIUDICATO. MAI, MAI. Ricordiamoci che ha truffato il popolo italiano, sottraendo ai cittadini oltre 300 milioni di euro. Dobbiamo dimenticarcelo????

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 06/07/2014 - 09:19

Renzi raduna i fedelissimi per fermare i sabotatori e sentenzia: “Questi non si sono resi conto di chi hanno di fronte”. Moto grave, indubbiamente, specie dal punto di vista di chi invece ha ben capito chi abbiamo di fronte: un chiacchierone.

gioet

Dom, 06/07/2014 - 09:21

linoalo1 leggo spesso i suoi post e mi sono convinto che lei del momento politico che stiamo vivendo non ha capito un cazzo(mi perdoni il francesismo).Renzi in collaborazione con berlusconi(mi dispiace ammetterlo ma è la prima volta,anche per motivi suoi,che fa qualcosa per l'Italia)e,sotto sotto,anche con grillo sta cercando di modernizzare questo ns. paese anche alla faccia di gente come lei,dei compagni di partito,dei frondisti di f.i.e dei grillini piu' oltranzisti

INGVDI

Dom, 06/07/2014 - 09:36

Bravo Renzi! Sei riuscito con la complicità di Berlusconi ad offuscare le menti del popolo bue con le magie del tuo piffero. Qualche resistenza di facciata che non ostacola comunque la marcia verso la distruzione del tessuto economico fatto di piccoli imprenditori, di artigiani, di micro attività. Continua anche la spinta al disfacimento morale, vera causa del fallimento di questo povero Paese. E i beoti: bravo Renzi! E ti votano.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 06/07/2014 - 09:45

Renzi e` tale e quale Berlusconi. Quest'ultimo raccatto' i Fascisti dalle fogne della Storia, gli ex-Democristiani e Socialsti dalle procure in cui erano indagati per Mani Pulite, gli xenofobi leghisti dalle valli in cui si trastullavano con ampolle ed elmi vichinghi, e li mise tutti insieme sul suo circo politicante per raccattare voti e governare. Sappiamo come e` finita. Renzi raccatta due strilloni capipopolo extraparlamentari e pure pregiudicati, ma siamo li`.

lamde28

Dom, 06/07/2014 - 09:49

RENZI ATTENZIONE !!!!! I SPARA SENTENZE E NULLA FACENTI SI STANNO ORGANIZZANDO . SI SAPEVA CHE IL GRUPPETTO BERSANI DALEMA ECC. STANNO CON IL FEGATO IN DISORDINE . NON DEVI AVERE RIGUARDI FAI DUE BAU BAU E IGNORALI.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 06/07/2014 - 10:00

Impressiona veramente che oggi abbiamo un dittatorino chiacchiereno, contorniato da fedelissimee fedelissimi incapaci. Ma sorprende ancora di più che sia proprio Berlusconi a farsi condizionare da Renzi.Renzi a bisogno di Berlusconi? Bene allora dia a berlusconi il suo

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 06/07/2014 - 10:18

BERSANI DOPO LA FIGURA DI CACCA CHE HA FATTO ALLE ULTIME ELEZIONI E' MEGLIO CHE SI RITIRI A VITA PRIVATA I VECCHI RINCOGLIONITI COMUNISTI COME LUI ORMAI NON SERVONO PIU'.

vince50

Dom, 06/07/2014 - 10:24

Si sbranano tra di loro alla stregua di iene immonde.Per il bene della nazione?no affatto,per la gestione del potere e tutto ciò che ne deriva ammazzerebbero la propria madre.Brutta razza brutta gente brutte idee.

michetta

Dom, 06/07/2014 - 10:29

Comunque la si giri, troveremo sempre gli Italiani, divisi in due opposte fazioni, PER PRINCIPIO DI PARTITO. Non si riesce a comprendere, come mai alcuni, diano ancora fiducia ai VECCHI, dopo il casino che hanno combinato in questo Paese! Non si comprende come mai, i soliti indefessi, votati alla condanna a morte nei confronti di Berlusconi, non lo abbiamo fatto, negli anni 50, 60, 70, 80, con gli altri, che questo politico, hanno preceduto. Appunto, PER PARTITO PRESO! Oggi, come oggi, abbiamo un Giovane (che io non ho votato), che tenta di costruire, anzi ricostruire, qualcosa, dalle rovine (guardate che nel sud ancora si reclamano soldi per il terremoto del 1980!!!! tanto per dirne una) di una Nazione distrutta dai VECCHI e non si vedono che pochi disponibili, ad attendere che si creino i presupposti per andare avanti meglio! Quegli altri, la maggioranza, chi per un motivo, chi per un altro, ma sempre orientato alla salvaguardia del proprio sedere sulle sedie politiche, dimostra idiosincrasia verso la Patria, verso gli Italiani, verso il bene comune e nient'altro. Quando predicavo la necessita' di una guerra, era per questo: eliminare la mafia logorante che travestita da perbenisti e manifestanti supponenza, guardano ai pensieri degli altri, come al diavolo! Non andra' mai bene, finche' esisteranno questi presuntuosi! Finche' non spariranno! Altro che votarli ancora per farli diventare....sindaci! Questi sono errori grossolani che prima o poi, gli altri, i nostri figli ed i nostri nipoti, PAGHERANNO e sara' giusto, quando se la prenderanno con noi! A Renzi, sia data la stessa possibilita' che fu data agli altri....che HANNO SBAGLIATO TUTTO. Italiani! Bandite dalla vista dei giornali e delle schede elettorali, i politici, destinati a morire prima, non potranno che fare altri danni al Paese.

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 06/07/2014 - 10:36

Renzi è stato messo là dall'ennesimo colpo di stato di Napolitano, ora di considera il Dio in terra... su l'Unità i 'suoi' lo definiscono l'ebetino perchè lo considerano praticamente un mongoloide e non hanno del tutto torto... avete visto visto la sua faccia? Ha sempre la lingua fuori dalla bocca, con la macroglossia tipica dei mongoloidi.. ma l'Italia si fa rappresentare da lui nel mondo!

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 06/07/2014 - 10:40

gioet - Forse che il modo in cui Renzi ha preso il potere fa parte della "modernizzazione" del Paese? Forse che trattare l'assetto istituzionale del Paese con un pregiudicato, decaduto da parlamentare e con altri vergognosi processi sul groppone, fa parte di un processo di modernizzazione di cui il Paese aveva bisogno? Mi dispiace, ma la dignita` e i principi contano ancora (per le persone oneste ovviamente, per lei non so). Se Renzi non ha la forza politica e parlamentare di fare le riforme con le persone oneste, si ritiri. E' del resto cio` che ha fatto Bersani, che dignita` e principi ce li ha.

Prameri

Dom, 06/07/2014 - 11:04

Indipendentemente dal "Lei non sa chi sono io" concetto non espresso direttamente da Renzi. E dalla sua ambizione al potere per il potere contro l'amor di patria e il servizio alla nazione, aspirazioni che non possono essere tagliate nettamente come si fa col coltello. (Chi è equilibrato e fa i suoi interessi fa anche quelli della propria famiglia). Indipendentemente da queste considerazioni, Renzi sta facendo bene. Ha il consenso dichiarato a voce nel comune parlare della maggior parte degli italiani, quello che non veniva più dichiarato apertamente verso Berlusconi negli ultimi anni. I suoi oppositori interni invece appaiono vecchi politicamente, retrò, superati. Sembrano il freno dell'Italia.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 06/07/2014 - 11:12

Caro Fonsie Renzi, visto che sino ad oggi hai solo chiacchierato ed annunciato senza fare un cazzo, una cosa per apparire finalmente credibile la devi fare: ROTTAMA TUTTE LE CARIATIDI COMUNISTE che ti vogliono assassinare, altrimenti sarai TU a fare molto presto la fine di Don Falcuccio!!!

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Dom, 06/07/2014 - 11:31

Alla sinistra bisognerebbe assegnare l'Oscar per l'innata capacità allo scarognamento. Qui a Brescia diremmo: Iè bù sul a rosegà.

acam

Dom, 06/07/2014 - 11:53

e metre noi pensimo a bersani e cuperlo civati fuoiri c'è Il califfo star in tv , attenti italiani che finite di nuovo in nero, ma con altra religione, poi voglio vedere le femministe trasversali

agosvac

Dom, 06/07/2014 - 12:03

Certo che questo bersani è deficiente assai: accusa Renzi di essere uno che nomina ma non si rende conto, nella sua suprema idiozia, che i deputati Pd che siedono in Parlamento sono stati proprio nominati dall'ex segretario del partito che, guarda caso, era proprio lui stesso, il bersani, colui che non sa vincere ma non sa neanche perdere le elezioni!!!

agosvac

Dom, 06/07/2014 - 12:06

Egregio 623090, ma lei si rende conto di quanto sia cretino??? Non vuole che Renzi faccia un accordo con un pregiudicato ma vorrebbe che facesse un accordo con un pluriomicida!!! Si può anche essere idioti, ma non a questo livello!

acam

Dom, 06/07/2014 - 12:11

chi parla mostrando la o di pollice ed indice con le altre tre dita alzate ha difficoltà a convincere gli interlocutori, finisce il discorso con l'indice alzato e va via frustrato

Efesto

Dom, 06/07/2014 - 12:43

Incredibile come la faziosità domini sempre e comunque l'animo di facinorosi incapaci di rendersi conto di una verità sostanziale. Il politico deve curare come obiettivo finale l'interessa ed il bene della gente. La morale va presa solo quando funzione a questo interesse ed a questo bene, non a priori. Quindi le alleanze vanno esaminate con critica solo per la bontà dell'obiettivo. Sono utili le riforme? Se si l'alleanza col diavolo va benissimo. I critici debbono dire se la politica di Renzi è profittevole o meno, non giudicare dagli accompagnamenti. Comunque sia i vecchi vanno sostituiti con l'attivismo dei giovani: da loro va preso solo il valore dell'esperienza. Ma questa deriva anche dalla condotta di vita: ad unico esempio cosa c'è da aspettarsi da un Napolitano che inneggiò nel 1956 all'ingresso dei carri armati di Stalin a Budapest?

enzo1944

Dom, 06/07/2014 - 12:51

Sì,Bersani avrà principi e dignità,ma ha rovinato l'Italia con i suoi amici dalema,la vergine bindi,e i suoi leccapiedi orfini,veltroni,rutelli e la banda dei Sindacati,sempre pronti a fare i "bastian contrari"al povero Renzi!!....Questi vecchi bastardi,non vogliono nè intendono mollare la poltrona,carica di una montagna di benefits,che si sono costruiti in anni,con leggi e leggine a loro favore!......Naturalmente,che PAGANO I POVERI MASSACRATI CONTRIBUENTI ITALIANI! Questi vecchi "ladroni"dei Contribuenti Italiani,sperano di continuare a campare gratis(come hanno fatto fin'ora),pur sapendo che NON HANNO FATTO NULLA PER L'ITALIA E GLI ITALIANI! Fuori dalle palle e per sempre,..... a cominciare da Bersani e dalle sue bande di "ladroni" degli Italiani!!

benny.manocchia

Dom, 06/07/2014 - 12:53

Cacctiati calci in culo dalla porta cercano disperatamente di rientrare dalla finestra...Che pena i cosiddetti comunisti! un italiano in usa

enzo1944

Dom, 06/07/2014 - 12:55

andrea 626390,sei sempre il solito PECORONE ROSSO,che obbedisce al partito,e pronto a darsi legnate sulle palle,perchè te l'ha ordinato il partito!....Svegliati che è ora,.......insieme ai tuoi amici PECORONI ROSSI....vai di corsa a pagare le tasse che ti ha messo padoan,insieme a franceschiello(tutti cattocomunisti)come i ciellini vostri alleati!....paga e zitto,PECORONE ROSSO!!!

Marzia Italiana

Dom, 06/07/2014 - 13:06

Ed io che pensavo che Bersani e i suoi accoliti fossero solo gli acerrimi nemici di Berlusconi , invece no, sono gli acerrimi nemici dell'Italia e degl'italiani! Fanno di tutto per sabotare chi viene votato ed acclamato dal popolo sovrano. È questa la loro politica, Renzi, a chi aspetti a mandarli tutti a casa!? E così, finalmente, ridurremmo il numero dei parassiti in parlamento.

acam

Dom, 06/07/2014 - 13:53

Renzi ha preso il potere perché mezzo popolo della libertà ha dato il suo consenso a grillo. quando alcuni politici per ingraziarsi l'elettore dicono che essi votano con coscenza e cognizione lo dicono per ingraziarsi il voto, il 50% degli italiani votano con la speranza che sia meglio ma non sanno preché ecco grillo e compagnia... Giorgio un farlocco che sta li perché altrimenti finivamo come la grecia data la situazione... che faranno gli altri?

acam

Dom, 06/07/2014 - 13:59

purtroppo oggi renzi é i meglio che ci resta, se ne é reso conto silvio che non puo fare altro che sostenerlo. le sue imprese vivono dell'italia e ne Hanno bisogno per questo ci credo, altre soluzioni? elencatele

acam

Dom, 06/07/2014 - 14:01

avevo scritto della o con tre dita alzate non l'ho riletta

restinga84

Dom, 06/07/2014 - 14:05

Mina2612-10:36-Non sono un simpatizzante di Renzi ma,la sua uscita sul mongoloide e`,ompletamente fuori luogo.In questa sede si commenta una situazione politica,un pensiero ma,non una caratteristica somatica, come quella che,lei,attribuisce a Renazi che,peraltro,credo,non gli si possa ascrivere.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 06/07/2014 - 14:16

pravda99 egregio non voglio mettere in dubbio la sua buona fede a proposito di pregiudicati ma vorrei solo rammentarle che gli ultimi 3 governi sono frutto di macchinazioni politiche ed usurpazione di potere di un governo eletto dal popolo. Quindi anche renzi è stato messo al potere da una sola persona (non votato dal popolo) ,la stessa che inneggiava ai carri armati in Ungheria,e quindi tra personaggi della stessa risma ci si può intendere magnificamente.Se la dignità che lei auspica ed i principi che contano(per le persone oneste s'intende)per lei hanno ancora valore provi a pensarci prima di sparare nel mucchio.

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Dom, 06/07/2014 - 15:38

Fuori i komunisti dai c... Renzi,moderati sulle troppe tasse e vai avanti con Berlusconi per le riforme. Noi italiani le vogliamo

apostata

Dom, 06/07/2014 - 16:08

Questi uomini rappresentano la rovina del paese e ancor più disastrosi sarebbero se l’elezione del segretario fosse passata, per le vie burocratiche, attraverso le loro camarille. Essi hanno coltivato l’odio per la parte politica di milioni di elettori. Hanno fatto perdere decine di anni impedendo, con combutte antidemocratiche nazionali e internazionali, la governabilità. La loro cecità è dimostrata dall’incapacità di accorgersi del rinnovamento della classe politica del partito del quale rapprendano lo squallido passato, la voglia di poltrone. Non si sono accordi che nel paese è maturata una nuova possibilità di collaborazione e di speranza, il disegno che berlusconi auspicava e per il quale era disponibile dal ’94. Il loro atteggiamento non può essere considerato di buona fede, è criminale come i peggiori della storia ed è perseguito nella speranza che tutto vada a rotoli per riguadagnare posizioni personali, disfattiste di sempre. Essi vanno resi innocui, non si deve perder tempo, la loro volontà d’intrigo mira a inquinare le riforme dalle quali dipende la nostra sopravvivenza.

honhil

Dom, 06/07/2014 - 16:26

A proposito di tela del Ragno. Di questi giorni, proprio nelle aule di un tribunale, si sta processando il falso storico del secolo e di sponda l’intero Pd, nel silenzio totale del medesimo. A parte un rutto renziano. Pazienza. Forse è tutta colpa del nuovo conio “post- Forteto”? Col significato per niente ancestrale di dimenticanza. Un sinonimo caro a tutta la sinistra ed ai guardiani di quell’ideologia. Anzi sarebbe forse più esatto dire che è la spugna che lava le coscienze degli uni e degli altri. Il loro fior di loto, insomma. Non per niente, la cartina di tornasole di tutto questo breve ragionamento, è Forteto. Da Forteto, infatti, è passato tutto il Pci,Pds,Ds,Pd, almeno è questo che la cronaca politica degli ultimi decenni racconta. E tutti osannavano quel modo di fare educazione “alternativa alla famiglia tradizionale”. (Come mai tutte le baggianate che crescono nell’orto dell’ideologia sinistra, per forza di cose devono sempre essere un’alternativa a qualcosa di già esistente? Mistero.) Invece adesso, dopo che nell’aula di un tribunale gli altarini sono stati tutti scoperti, è tutta un’altra musica che viene fuori dai tromboni di quei virtuosi del diversamente abile. L’ieri non esiste più. Cancellato. Dimenticato. Obliato. C’è solo l’oggi ed è carico di precisazioni e di distinguo. Sembra che tutti si siano trovati lì, in quel posto che Belzebù dall’alto, forse sarebbe meglio dire dalle profondità, del suo impero del male diabolicamente vigilava compiaciuto, perché si erano smarriti in quella parte di campagna toscana. Annegano tutti nel ridicolo, quei compagni di merenda. Lo sanno. E lo sanno per il semplice fatto che è tutto scritto e certificato nei bilanci di quelle tantissime amministrazioni rosse che hanno fatto piovere sul quella casa degli orrori soldi a catenelle e per essere anche diventato il buon ritiro di quei big.(Ci sono passati tutti. Perciò è inutile stilarne l’elenco: si correrebbe solo il rischio di fare il torto dell’esclusione, a qualcuno.) Ma è l’unica scappatoia che hanno, pur avendo frequentemente frequentato la mensa di uno “condannato nel 1985 a due anni di reclusione per maltrattamenti a una ragazza a lui affidata, atti di libidine violenta e corruzione di minorenne”. La coppa, in questa corsa alla mistificazione, però tocca a “L’avvocato Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, (che) si è affrettato a precisare che l’inserimento nel comitato scientifico della Fondazione Il Forteto è avvenuto a sua insaputa.” E la stampa dalla schiena dritta, quella stessa che scrive e parla e mastica il “post-familismo” dal significato ignoto, e che quando per la prima volta è stata utilizzata quell’espressione di scaglioliana memoria, ha consumato le rotative di molte testate per poterlo meglio rosolare e schernire, in questo frangente ha scelto il mutismo dell’equidistanza. Che forse sarebbe meglio chiamarlo di parte. Per non fare un torto alla verità!

claudio faleri

Dom, 06/07/2014 - 16:43

bersani oltre ad essere finito è un'inetto, esente da cervello, potrebbe andare a fare il predicatore

LUCIO DECIO

Dom, 06/07/2014 - 16:53

qei tre della foto li chiamerei los farabutos .qelli hanno solo voglia di poltrone.peppone vai a casa sei patetico,gli altri due sono due givani mentecatti

Rabbia

Dom, 06/07/2014 - 16:54

Di Renzi per dirne male e sono in tanti, purtroppo, si inventano buffi nomignoli: l'ebetino; renzi-lino; parlatoio,ecc.ma più di li non si va, cioè non si dice, come moltissimi fanno, di lui quello che dicono di Bersani: ..fuori dalle palle lui e le sue bande di ladroni degli italiani" (enzo 1944) e ce ne sono di peggio! Che voglio dire? Dico che nella percezione gli Italiani credono in Renzi e odiano a morte Bersani e le iene che alleva nel suo caravanserraglio a bada del quale stanno gli scemi del paese, la ventina del PD. O Vannino Chiti che reclami democrazia popolare, ma che facesti da governatore della Toscana, nominato da D'Alema e inviso ai toscani che appena potettero ti levarono dalle loro palle.?

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 06/07/2014 - 16:58

gianniverde - Napolitano nei due settennati ha compiuto, a mio avviso, solo due errori. Tutto il resto e` stato un capolavoro Costituzionale di un Gigante politico, che ha salvaguardato Stato, Legalita` e Costituzione, nonche' credibilita` internazionale, dagli attacchi infami di sottoprodotti eversivi, extraparlamentari, nonche' pregiudicati, come Berlusconi e Grillo, tanto per intenderci. I due errori sono stati 1. Aver lasciato Berlusconi e Grillo appunto, varcare la soglia del Quirinale per discutere le sorti del paese. In nessun altro paese del mondo civile cio' sarebbe potuto accadere (CONCORDA?? Se no, mi citi anche solo un Paese in cui cio` potrebbe accadere) 2. Lasciare che Renzi prendesse il posto di Letta. Letta aveva una sua giustificazione contingente (Bersani non aveva potuto formare un governo, Letta era la soluzione istituzionale in mancanza di una maggioranza parlamentare), mentre Renzi e` solo uno che ha deciso di prendere il posto di Letta, cosi`, senza altre credenziali o motivazioni istituzionali. (CONCORDA??) Per finire, mi scusi, ma attaccarsi dopo 50 e piu` anni alle storie di Ungheria per demonizzare Napolitano (sostenuto peraltro da Berlusconi entrambe le volte, ricorda o ha innocentemente dimenticato?????) mi sembra veramente patetico. Specialmente da parte di chi, come lei, sostiene e vota un delinquente seriale. (CONCORDA??)

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 06/07/2014 - 17:10

CHE "BOTTE" RAGAZZI!!!! D'ora in poi qui nel FORUM potremo confidenzialmente chiamarli IL PARTITO DEI MANGANELLI HAHAHA!!! Ma scommetto che ci sarà il soliti SANDÌAS che ci spieghera che si tratta di "normali" discussioni politiche!!! HAHAHA Saludos e BOTTEEEE!!!

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 06/07/2014 - 17:19

@restinga84, h.14,05. Lei ha ragione per quanto riguarda al commento che sarebbe dovuto essere inerente all'articolo in oggetto. Ma quello che ho scritto era semplicemente la prefazione di chi sia il sig. Renzi, una sua fotografia: ossia è il tutto e il contrario di tutto. Sono mesi, ormai, che ci sta prendendo in giro mentre affossa il Paese definitivamente. E secondo lei, questo sarebbe il comportamento di una persona sensata? E' lui stesso che disse che c'è bisogno di serietà, che bisogna imparare a mantenere la parola data, che non si devono fare mai più giochini sulle spalle degli italiani.... e come chiamerebbe un personaggio del genere? Quindi come definirebbe un personaggio ridanciano come Renzi? Eppure i suoi compagni lo hanno ben inquadrato.... non le sembra corretto il termine che gli hanno affibbiato i suoi compagni di partito?

bruna.amorosi

Dom, 06/07/2014 - 18:12

senti nik name tutti numeri come quelli che dai . se vuoi i soldi di BERLUSSCONIrivolgiti a DE BENEDETTI e tanto che ci sei fatti dare gli interessi . ,però se nel fra tempo ti mettessi a lavorare non vivresti così arrabbiato vedrai che se non la finisci farai una brutta fine .

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 06/07/2014 - 18:17

Pravda99..er monnezza della retorica de noiartri..PENOSO LUI E LE SUO DOMANDE RETORICHE!!

aitanhouse

Dom, 06/07/2014 - 19:19

gli italiani possono vantarsi di avere un'antica vocazione suicida che non va smentita : nelle more di gravi difficoltà scelgono sempre per il...peggio.Ci sentiamo proprio nani politici quando i neo pd tronfi per un successo elettorale tutto da chiarire si arrogano diritti di governo e di riforme che neppure nel terzo mondo o nelle peggiori dittature da repubbliche delle banane accetterebbero senza mettere in piazza una vera rivoluzione. Torniamo a quel 42% ,frutto di un voto del 53% degli elettori: fatti i conti ,equivale al 22% dell'intero corpo elettorale ,inutile dire che gli 80 € hanno fatto proseliti. Quindi col 22% si va sbraitando di aver stravinto, di avere conquistato gli italiani e tutte le caz....che seguono , di dovere, per investitura del popolo, procedere a riforme e legge elettorale anticostituzionale e liberticida.Dove arriverà la nostra pazienza? forse aspettiamo con rassegnazione il crollo definitivo? nessuno si è accorto finora che gli italiani non ci credono più, non hanno alcuna voglia di impegnarsi nel lavoro e nell'impresa, non vogliono che lo stato metta le mani nelle loro tasche nella gestione di aziende? chi è quel folle che rischia pelle e capitali per ritrovarsi socio di minoranza dello stato? chi ,gestisce un'azienda produttiva in italia, non pensa di delocalizzare per sfuggire a questa maledetta arpia travestita da stato?vogliamo scaricare colpe sull'euro e sull'europa ? ma non abbiamo sbagliato noi a voler far parte di una organizzazione fondata su principi sani e seri , quando avevamo a capo del paese una bella combriccola di chiacchieroni , ignoranti,sbandati dediti solo ad intrallazzi, corruzione, conservatori di poltrone e di benefit, forse con l'idea di fregare l'europa e lì nascondere i nostri problemi, tipo grecia? Ora sembra che le cariatidi del pd vogliano mettersi in movimento,non hanno mai creduto che un ragazzo potesse scalzarli dai posti di potere ed ancora non hanno capito come potesse essere accaduto: semplice , hanno gestito il potere uno schifo, hanno concentrato le loro azioni politiche da venti anni in quà esclusivamente contro berlusconi, non hanno mai stilato un programma alternativo alla destra, hanno sprecato danaro pubblico per alimentare la canea di voci contro il cavaliere, hanno fatto marcire la giustizia solo perchè questa desse il colpo di grazia a berlusconi ed al berlusconismo. Il risultato? quei giovincelli che sembravano i loro nuovi portaborse hanno fiutato il cambiar del vento ed insieme ad un buon numero di vecchie glorie in cerca di conferme di poltrone, sono saltati sul carro vincente ,sconquassando la vecchia catena di comando e sottocomando della filiera rossa.noi immaginiamo che le cariatidi non molleranno, lotteranno fino all'ultimo voto per non farsi seppellire perchè questa non sarà una rottamazione , ma una vera e propria eliminazione definitiva.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 06/07/2014 - 19:21

...Renzi! Ossia il migliore tra i cattivi! Non sottovaluti coloro che remano contro, hanno radici profonde e non si arrendono facilmente. C'è stato qualcuno nella vecchia URSS, che ha regolato i conti con un suo oppositore dopo decenni.

Miraldo

Dom, 06/07/2014 - 19:27

Renzi con il Pd Berlusconi con forza Italia e grillo con ol M5S andate tutti in Albania che è meglio adesso ci avete proprio rotto siete solo dei ladroni e imbroglioni del popolo.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 06/07/2014 - 20:41

gianniverde - Napolitano nei due settennati ha compiuto, a mio avviso, solo due errori. Tutto il resto e` stato un capolavoro Costituzionale di un Gigante politico, che ha salvaguardato Stato, Legalita` e Costituzione, nonche' credibilita` internazionale, dagli attacchi infami di sottoprodotti eversivi, extraparlamentari, nonche' pregiudicati, come Berlusconi e Grillo, tanto per intenderci. I due errori sono stati 1. Aver lasciato Berlusconi e Grillo appunto, varcare la soglia del Quirinale per discutere le sorti del paese. In nessun altro paese del mondo civile cio' sarebbe potuto accadere (CONCORDA?? Se no, mi citi anche solo un Paese in cui cio` potrebbe accadere) 2. Lasciare che Renzi prendesse il posto di Letta. Letta aveva una sua giustificazione contingente (Bersani non aveva potuto formare un governo, Letta era la soluzione istituzionale in mancanza di una maggioranza parlamentare), mentre Renzi e` solo uno che ha deciso di prendere il posto di Letta, cosi`, senza altre credenziali o motivazioni istituzionali. (CONCORDA??) Per finire, mi scusi, ma attaccarsi dopo 50 e piu` anni alle storie di Ungheria per demonizzare Napolitano (sostenuto peraltro da Berlusconi entrambe le volte, ricorda o ha innocentemente dimenticato?????) mi sembra veramente patetico. Specialmente da parte di chi, come lei, sostiene e vota un delinquente seriale. (CONCORDA??)