Renzi: sintonia col Cav. E si prepara alla guerra con i dissidenti del Pd

Il segretario avverte i rivali interni: non c'è più spazio per alzare la voce. Già domani la legge elettorale sarà votata dalla direzione del partito

Bersani non lo sa: «Deve stare tranquillo» intimano i medici di Parma. Letta il Giovane «sta sereno»: gliel'ha consigliato con un tweet in diretta tivù lo stesso Matteo Renzi. Il quadro con il Che Guevara e Fidel Castro non può parlare e d'altronde, s'invelenisce il ministro Andrea Orlando, «io nella sede del Pd non l'ho mai visto». Si presume stia sereno pure lui, lo Spirito del Comunismo. Ma quello che accade sotto gli occhi inanimati della Rivoluzione cubana, all'interno della stanza del segretario del Pd al Nazareno, è a suo modo una rivoluzione. Piccola quanto si vuole, ma significativa. Tanto per stare al passo con i tempi, si dirà che l'hashtag della giornata sta in quel mantra che Renzi ripete per ben quattro volte, nella brevissima conferenza stampa che chiude la storica «prima volta» di Berlusconi nella sede degli ultimissimi eredi (assai sbiaditi e irriconoscibili, per la verità) del Comunismo mondiale. «Profondasintonia» è il ritornello che diventa subito tormentone sui siti e sui tweet dei malati di politica; «c'è una sintonia molto importante con Forza Italia», «abbiamo riscontrato una piena sintonia», Renzi cambia frase di continuo ma non tradisce la sostanza. O forse sì, è proprio quel che vuole far arrivare forte e chiaro agli ultimi resistenti del Pd. Prendete o lasciate, la porta è lì ed è aperta. La sostanza sta appunto in quella sintonia tra Matteo e Silvio, lo capirebbe ormai anche un bimbo cresciuto su Marte e capitombolato fin quaggiù per vedere, dopo vent'anni, una specie di annunciazione del miracolo: la riforma elettorale incardinata da Renzi in pochi giorni, alla faccia di tutte le crostate dalemiane e le astruserie veltroniane. «La grande riforma attesa da settant'anni», esagera l'enfant terrible fiorentino. Mai dire gatto se non ce l'hai nel sacco, però. Sempre che sia votata dalla Direzione del Pd nel pomeriggio di domani, e che riesca a indurre in tentazione Monti, Alfano e Mauro, si tratterà di introdurre un «ispanico corretto» per rafforzare i due grandi (Grillo, se continua a stare sulla riva del fiume, annegherà) e dar modo ai tre piccoli di salvare la cadrega. Non di aspirare però a qualcosa di più, visto che dovranno scegliere da che parte stare, con chi coalizzarsi. «Una legge elettorale che favorisca la governabilità, il bipolarismo ed elimini il ricatto dei piccoli partiti. Aperta al contributo di chi ci sta...», dice il sindaco (che in serata telefonerà subito ad Angelino, per rassicurarlo). Così Matteo corre a prendere il treno per Firenze, quando avrebbe potuto dormire benissimo a Roma. Se non fosse che avrebbe corso il rischio di una nuova nottata chiarificatrice con Letta che, a Palazzo Chigi, accoglie sbigottito il primo colpo vero del decisionismo renziano. Uppercut che se da un lato allunga la vita del governo, dall'altro imporrà qualche passaggio di ristrutturazione di pesi e contrappesi nell'esecutivo. Le riforme annunciate da Renzi, e sostenute da Forza Italia, andranno difatti a toccare anche la materia costituzionale con la revisione del titolo V e la trasformazione del Senato in Camera delle Autonomie. Con il risultato di chiudere il «Mam» (Monti, Alfano e Mauro) in una camicia di forza. Dulcis in fundo, Matteo affonda un colpo decisivo nel ventre molle del Pd. Chi non ha peli sullo stomaco sufficienti, meglio che cambi minestra (e chef).

Commenti

leonarmi

Dom, 19/01/2014 - 08:55

bene avanti cosi senza guardare in faccia coloro che credevano di bloccare ogni riforma che non abbia il loro pass.credo che dopo l'incontro di ieri molte cose cambieranno nei prossimi giorni.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 19/01/2014 - 09:21

Qualche settimana e questa diventerà il nuovo leader di forza Italia è chiaro che il PD non può avere tra le sue file un personaggio di questo calibro

linoalo1

Dom, 19/01/2014 - 09:43

E si,Renzi l'ha fatta grossa!Portarsi in casa e trattare con il nemico!E no,caro Renzi,adesso ti sei creato solo nemici!Nascondi,molto bene,gli scheletri nell'armadio,se ne hai,ed aspettati di essere indagato dagli stessi tuoi Compagni!E si,operchè è ormai noto a tutto il mondo che,chi avvicina Berlusconi,viene subito indagato da dei Magistrati solerti,molto attenti alla sicurezza dell'Italia!Lino.

Requiem sharmutta

Dom, 19/01/2014 - 09:44

credo che Renzi stia perdendo consensi, non per quello che fa, ma per come lo fa. Mi impaurisce: mi sembra un neo-Berlusconi.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 19/01/2014 - 10:00

la miopia cronica e storica di una parte della dirigenza della sx e di una parte consistente del suo elettorato,di riflesso,è confermata oggi,al solito.Renzi da quando è diventato popolare ha sempre avuto una caratteristica distintiva rispetto agli altri dirigenti di sx,quella di essere l'unico in grado di avere consenso anche dall'altra parte.Quando un mese fa gli elettori lo hanno eletto leader del pd,lo hanno fatto essendone consapevoli.Oggi che Renzi incontrando B. dimostra ancora una volta all'elettorato di cdx di essere persona pragmatica e capace di andare oltre il proprio schieramento e quindi di poter rappresentare anche chi di sx non è,i suoi compagni di partito,miopi più che mai si baricano nella loro ortodossia.Non comprendono o fingono di non capire che il toscanaccio punta ai voti dei tanti delusi del cav,che non avrebbero assolutamente compreso un eventuale rifiuto a parlare con B. in tema di riforme.La strategia di Renzi è chiara,la miopia di molti pure.Un leader che su questioni fondamentali non mette pregiudizi e punta al concreto non può che essere aprezabile.Ma per chi ne fa sempre una questione ideologica è sempre difficile da capire.

unosolo

Dom, 19/01/2014 - 10:07

Il Renzi si trova a scavalcare un sistema strano di cui è formato il PD , Renzi deve scansare gli ex PCI rimasti e che sono il freno per il libero mercato , essi vogliono mantenere in piedi il sistema spartitico cioè insediare nelle PA e tutti i ministeri , comuni , province e regioni più parassiti possibili accordandosi come sempre con i sindacati , Se il Renzi capisce e miri all'abbattimento di quel sistema deve per forza farsi aiutare dal FI senza altri partiti o sindacati , i sindacati silenti hanno preso in cambio di non osteggiare sia il Monti che il Letta , per questo che i due si credevano salvatori della Nazione , la realtà ha di fatto smentito i due con un forte aumento delle uscite e dell'aumento delle ore di cassa integrazione , hanno sbagliato negli aumenti e non vogliono recuperare il danno , quindi avanti con il nuovo e speriamo nella ripresa produttiva della Nazione , solo con il lavoro si possono abbassare le tasse , senza lavoro come oggi entrano meno soldi allo Stato , avanti con il lavoro come prima proposta facendo scendere la pressione fiscale e la IVA.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Dom, 19/01/2014 - 10:12

leonarmi......cambierà qualcosa al loro interno ma cosa vuoi che cambi per noi cittadini? PD e Forza Italia non hanno combinato nulla in 20 anni ed ora proprio loro vengono da voi proclamati i salvatori della patria? ....... per cortesia non farmi ridere.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 19/01/2014 - 10:21

Ma siamo proprio sicuri che i vecchi arnesi della Sinistra si daranno pervinti? Parlo di quei grigi figuri - grigi per il colore dei capelli, beninteso- Finocchiaro Dalema Bindi Veltroni (lasciamo stare Bersani che rischia di restarci secco se si agita) e reduci vari della gioiosa macchina da guerra.... ai quali si aggiunge l' esercito di sindaci consiglieri e presidenti di Regione , Enti e confraternite varie che amministrano sul territorio il potere feudale di cui dispongono. E' vero che l'enfante prodige Renzi ha vinto le primarie ed è stato eletto Segretario del PD, ma la maggioranza dei consensi ottenuti -du milioni di voti su tre, compresi i voti dei "curiosi" non di area - non rappresenta certo la maggioranza degli elettori Pd che sono quasi diecimilioni. Allora se due su dieci e qualcosa ma non grancosa, ho il sospetto che la vera questione si affronterà in Parlamento con il voto finale su legge elettorale e riforma della Costituzione. Qui si vedrà come stanno le cose e se il consenso a Renzi da parte del PD c'è oppure no. Perché, se si pensa alla recente elezione del Presidente della Repubblia e alla fine fatta dal candidato proposto dalla Segreteria PD ...qualche dubbio è lecito!

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 19/01/2014 - 10:22

Bisogna ammetterlo. BERLUSCONI E' UN GENIO. Ha ucciso il PD e ha messo la pistola fumante in mano a quel tonto di Renzi. Chapeau.

cameo44

Dom, 19/01/2014 - 10:23

Come prevedibile in molti nella sinistra continua l'odio contro il Cav. Berlusconi una volta realizzato il loro sogno di farlo fuori grazie alla amica Magistratura non accettano che Renzi abbia tenuto in consi derazione Berlusconi il quale piaccia o non piaccia gode ancora della fiducia e sostegno di milioni di Italiani capisco anche il malcontento dei piccoli partiti come NCD Scelta Civica ed altri hanno il terrore di sparire Alfano dice di non voler tornare all'ovile per legge non capendo che saranno gli elettori a non voler il suo ritorno Fini insegna ha detto bene Renzi nel dire che non si possono più accettare i ricatti dei piccoli partiti responsabili della ingovernabilità del paese la rappresentanza va bene ma non va bene il proliferare di par titi e partitini con meno del 4% che oltre tutto costano tanto ai con tribuenti

angelomaria

Dom, 19/01/2014 - 10:23

coi perdenti???!!!

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 19/01/2014 - 10:33

Agrippina - La sua Ostpolitik, fa acqua da tutte le parti. Perche' vede, lo stesso ragionamento fece Berlusconi quando raccatto' sul suo carro la marmaglia leghista, la feccia postfascista, le scorie democristiane, con il solo obiettivo di raccattare voti per governare. E abbiamo visto come tutti poi abbiano "tradito" Berlusconi: per governare in modo onesto ci vuole anche una dose di ideali condivisi, anche con la base degli elettori. Che Renzi tratti con un pregiudicato per reati gravi (e altre condanne stanno per arrivare) e speri di imbarcare, come ipotizza lei, un po' i suoi voti, come vede fa piacere alle sue truppe cammellate e fiancheggiatori, che non speravano che B. potesse essere rimesso in gioco proprio dal capo degli avversari. Non fa piacere alle persone oneste, e mi duole che faccia piacere a lei, che mi e' sembrata finora una delle voci piu' lucide e logiche di questo forum.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 19/01/2014 - 10:46

Matteo lo vedo male, da oggi cominciano a lessarlo a fuoco lento.

Ritratto di salvogiornale

salvogiornale

Dom, 19/01/2014 - 10:47

Un summit cordiale in casa PD che avrebbe già dovuto aprire Bersani nel 2012 e probabilmente non sarebbe caduto nel contenitore RSU ed altresì verosimilmente, non avrebbe arrecato miliardari danni all’economia ed ancora: si sarebbero evitati ulteriori suicidi e tant’altro . . . ritengo, che milioni di italiani bersaniani abbiano subito danni economici in tutto questo “lassismo”, cosa pensano? Ne sono contenti? Tornerebbero indietro per riflettere più dignitosamente? per pentirsi del mancato supporto alle “nozze” PD-PdL? per aver contribuito alla lievitazione del debito pubblico? . .

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Dom, 19/01/2014 - 11:19

Sulla visione politica strategica di Renzi sono ancora molto perplesso; forse in questa fase si muove solo sul piano tattico, ad esempio nel tentativo di arginare il richiamo delle sirene alla sua sinistra e di recuperare voti da serbatoio della protesta grillina. Sul piano tattico contingente si sta invece dimostrando lucido ed affatto sprovveduto. Forza Italia e Partito Democratico hanno in comune problematiche e vulnerabilità; devono affrontare insieme il rischio frammentazione e sgretolamento interno da parte di correnti e personalismi vari. Bisogna dare atto a Renzi di avere inquadrato con lucidità le reale situazione e di comportarsi di conseguenza. Nessun commento su Berlusconi notoriamente pragmatico, razionale, persona che guarda alla concretezza e non alla fatuità preconcetta delle ideologie. Sembra poco, ma forse i due potrebbero dare inizio ad una svolta culturale capace di svecchiare il Paese.

Atlantico

Dom, 19/01/2014 - 11:34

Guardate che la guerra interna al PD Renzi l'ha già vinta a dicembre. La vera guerra lui intende portarla all'interno dello schieramento di destra perchè Renzi punta ad impadronirsi di gran parte di quei voti e ci riuscirà, potete esserne certi. Renzi spianerà il panorama di destra e Silvio se ne accorgerà presto, molto presto.

Luigi Farinelli

Dom, 19/01/2014 - 11:34

Mi sa che il "Popolo Viola" aumenterà il numero degli adepti: viola son diventati (mi riferisco al colore della pelle del viso)Scalfari e DeBenedetti, viola i guru sinistroidi burattini del potere ombra, quelli che debbono scrivere a senso unico del pensiero unico e politicamente corretto sui "giornaloni"; viola Dalema e Napolitano, per non parlare degli "imparziali" magistrati di Magistratura Rossa che infatti da ora in poi si chiamerà "Magistratura Viola" ; e qualcuno(a) di tali personaggi, cambierà pure il colore della capigliatura: da rossa a viola, appunto.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 19/01/2014 - 11:52

Renzi crede di essere un novello "Gianni Schicchi", ma gli manca il sale in zucca. Il suo Inferno e' gia' cominciato (farsi vedere a trattare con Berlusconi) e non se ne e' neanche accorto.

Giovanmario

Dom, 19/01/2014 - 12:42

pravda99.. caro lenin devi deciderti una volta buona.. se è verità quella che dici ora.. evidentemente sono state bugie tutte le altre volte che ci hai scassat'o'ga.. con i tuoi precedenti commenti..

antonio54

Dom, 19/01/2014 - 12:45

Speriamo sia la volta buona. Vediamo se riusciamo a rianimare questo nostro paese pieno di potenzialità.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 19/01/2014 - 12:49

COSI GIUSTO X RICORDARLO povero giornaletto e adesso come fate a scrivere che il PD è l’assassino del condannato , che i comunisti bloccano le idee del capo mai con il PD e adesso è andato addirittura a casa sua …che delusione

agosvac

Dom, 19/01/2014 - 13:09

Egregia signora agrippina, temo che lei non abbia capito bene quanto è successo. Renzi non parla con Berlusconi perchè vuole attirare i voti dei delusi da Berlusconi ma perchè ha ben capito che Berlusconi è il leader indiscusso del Cdx. Se infatti volesse i voti dei delusi da Berlusconi non lo avrebbe accolto come un leader alla pari, avrebbe fatto in modo di denigrarlo come fanno gli altri deficienti del Pd, peraltro ottenendone il contrario. Il disegno di renzi va ben oltre le cose che lei sostiene: renzi vuole aprire una nuova fase, quella che non ha saputo aprire neanche Napolitano, la fase della pacificazione tra opposti schieramenti politici in cui non ci sono nemici giurati ma solo avversari con cui confrontarsi solo alle elezioni ma potere eventualmente anche fare riforme significative insieme! Se al posto dei vari prodi, d'alema, veltroni, franceschini, bersani ed altri personaggi inutili ci fosse stato uno come renzi quando governava Berlusconi le riforme si sarebbero fatte già da diversi anni. E lo stesso sarebbe stato se ci fosse stato uno come renzi al governo con Berlusconi all'opposizione!

Ritratto di Farusman

Farusman

Dom, 19/01/2014 - 13:11

Pravda99- Il suo ragionamento nella risposta ad Agrippina non farebbe una grinza se il non fosse viziato dall'inconsistenza del postulato. Mi saprebbe dire quali sono gli ideali che legano TUTTE le componenti del PD se non l'antiberlusconismo che idele certo non è? E il PD (per perdere) non ha forse raccattato ex democristiani e marmaglie di ogni tipo? E anche il M5S, su quali ideali si basa se non quelli del "tutto va mal e ogni cosa si deve cambiar"? I problemi sorgeranno quando occorrerà essere propositivi e allora le varie anime dei protestanti imploderanno come una polveriera nella quale venga acceso in cerino.

Sapere Aude

Dom, 19/01/2014 - 13:27

Chapeau a Renzi. Finalmente l’Italia avrà un partito di sinistra moderna. Chi dei Ds si chiamerà fuori e fonderà un nuovo partito sono chi diceva di non essere più comunisti ma agiva come tale, l’odio per l’avversario politico. Qualche nome? Zagrebelsky, Rodotà, Asor Rosa, D’Alema, Ciotti, Santoro, Fazio, in tutto sono qualche milione. Renzi dovrà fare attenzione ai Giuda (la lista è lunghissima, e quando sorridono mettono in bella mostra i canini). Navigatori incalliti, riescono a stare a galla attaccandosi a tutti i salvagenti che riescono a trovare. Non voterò Renzi, ma se saprà dimostrare di capitanare una nuova sinistra, mai dire mai. Per gli italiani sarebbe una vera rivoluzione: poter dare il proprio voto a chi dimostra di saper governare meglio dell’opposizione. Sarebbe ora di lasciarci indietro cinquant’anni di lotte che ha distrutto il paese.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 19/01/2014 - 13:27

Con, 4 milioni di disoccupati nel paese é con 1,6 milioni di posti di lavoro persi in 3 anni! la miseria causata da un komunismo balordo e cretino é talmente tanta da far impallidire anche un Fidel Castro, che in Italia siamo arrivati punto non é colpa di Berlusconi ma di un apparato komunista che si é installato in Italia ignorando che nell,Est Europeo questo sistema é fallito da 30 anni, Mattia Renzi si é reso conto che se il PDPCI non cambierá Marcia; alle prossime elezioni questo partito sara spazzato via da chi é stanco di Dover odiare l,avversario politico solo perche questo fá comodo a chi si vuole riempire le tasche propagando l,odio e avvelenando il clima politico in Italia!, Noi Italiani non dobbiamo dimenticare una Cosa é cioe che anche se abbiamo Idee diverse sulla politica, che noi siamo un popolo é che se le cose vanno male, queste cose vanno male per tutti é non cé nessuno che puo dire dopo di me il diluvio, perche se piove, piove per tutti é se l,italia annega annegheremo tutti nessuno escuso!:

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 19/01/2014 - 13:28

Con, 4 milioni di disoccupati nel paese é con 1,6 milioni di posti di lavoro persi in 3 anni! la miseria causata da un komunismo balordo e cretino é talmente tanta da far impallidire anche un Fidel Castro, che in Italia siamo arrivati punto non é colpa di Berlusconi ma di un apparato komunista che si é installato in Italia ignorando che nell,Est Europeo questo sistema é fallito da 30 anni, Mattia Renzi si é reso conto che se il PDPCI non cambierá Marcia; alle prossime elezioni questo partito sara spazzato via da chi é stanco di Dover odiare l,avversario politico solo perche questo fá comodo a chi si vuole riempire le tasche propagando l,odio e avvelenando il clima politico in Italia!, Noi Italiani non dobbiamo dimenticare una Cosa é cioe che anche se abbiamo Idee diverse sulla politica, che noi siamo un popolo é che se le cose vanno male, queste cose vanno male per tutti é non cé nessuno che puo dire dopo di me il diluvio, perche se piove, piove per tutti é se l,italia annega annegheremo tutti nessuno escuso!:

meloni.bruno@ya...

Dom, 19/01/2014 - 13:45

PRAVDA99,una delle volte che Agrippina è coerente lei da buon comunista la contraddice,il suo termine,raccattare la marmaglia sul carro di Berlusconi,non riesce oppure non vuole capire che Berlusconile già era avanti per la pacificazione parte da molto lontano,e che quacuno del pd come il segretario Renzi lo ha percepito magari in ritardo a differenza di lei che alle primarie ha votato Cuperlo,un conservatore come lei.

andrimail

Dom, 19/01/2014 - 13:47

,..se Renzi riuscira' a tenere la botta, prendera' anche molti voti di elettori del centrodestra e vincera' a mani basse le prossime elezioni,..

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 19/01/2014 - 13:57

@Pravda99,la ringrazio per la stima,non sempre le cose si vedono allo stesso modo.Certo lei e' deluso perche' renzi abbia incontrato il cav,io invece non ci trovo nulla di strano perche' non puo' essere mica renzi a decidersi l'interlocutare all'interno degli altri partiti.E FI come sappiamo e' una proprieta' piu' che in partito ragion per cui o renzi faceva come B. nel 2005 ovvero riforme da solo a colpi di maggioranza,o parla con tutti come andrebbe fatto in demovrazia.Se poi lei crede che basti un incontro a chiudere la faccenda allora siamo nuovamente in disaccordo.Capita,ne approfitto per salutarla con cordialita'.

alberto_his

Dom, 19/01/2014 - 14:13

C'è stato quindi un accordo tra i partite e le persone che hanno, nel bene (poco) e nel male (tanto), governato il paese nelle ultime due dozzine di anni... già questo non lascia presagire molto di buono. Se poi si parla di legge elettorale pensata per ridurre il peso di altre formazioni allora ha anche un marcato sapore anti-democratico. Che governabilità volete garantire se la fate sempre a verga di segugio? Che programma politico volete implementare se l'agenda vi viene dettata da organismi/organizzazioni sovranazionali alle quali aderite per affiliazione, ambizione personale o per salvaguardia di salute e interessi personali? Un accordo tra il fauno massone e frodatore fiscale e il primo rappresentante del partito che meglio ha servito la finanza predatoria e mondialista lascia ben poche speranze per il futuro. Non resta che augurarsi, bramare e brigare affinchè il loro progetto trovi sulla strada solo cattive (per loro) sorprese.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 19/01/2014 - 14:42

...Renzi! Non si curi della minoranza staliniana...!

gadertal

Dom, 19/01/2014 - 14:42

Certo che agli immacolati del Pd l'incontro avvenuto ieri, nella tana del leone,

andrimail

Dom, 19/01/2014 - 15:06

,.povero Renzino, ora sara' un massacro per lui, speriamo che regga la botta, se lo fara',..udite,..udite,.potrebbe avere anche il mio voto,...buona fortuna MAtteo,..

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 19/01/2014 - 15:07

Giovanmario - io l'ho insultata? no, e allora perche' deve insultare me solo perche' in disaccordo? Non ha proprio argomenti?

petra

Dom, 19/01/2014 - 15:09

La mossa di Renzi di trattare con B. è pura strategia. Vuole semplicemente rendersi simpatico al CD e raccattare voti da lì. Lo ha sempre detto in fondo. Per vincere ne ha bisogno. Attenti a non cascarci. E' opportuno valutare tutte le proposte di Renzi, non solo la legge elettorale.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 19/01/2014 - 15:18

Farusma, concordo che anche il PD abbia raccattato marmaglie democristiane: del resto Renzi ne e' un esempio lampante e imbarazzante, almeno quanto Lusi, anche se per motivi diversi. E ci sono sicuramente exDC nel PD piu' digeribili e responsabili, Letta in primis. Certo addentrarsi nel dettaglio degli ideali diventa lungo, se essere contrari ai delinquenti in politica e' antiberlusconiano, se opporsi alla politica per fini personali e aziendali e' antiberlusconiano, etc, etc, allora il PD e' antiberlusconiano. Sulla parte propositiva sono piu' fiducioso in quella del PD, perche' quella di FI abbiamo visto dove ha portato il Paese...Quanto al M5S nascerebbe pure da un'idea giusta, peccato per l'impatto con la realta' del nocciolo fascistoide che regola la mente di Grillo/Casaleggio.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 19/01/2014 - 16:19

@Agosvac perdoni la mia polemica,in buonissima fede se la vorra' credere ovvio,ma lei e' davvero ossessionato da B.,non riesce alle volteva fare un ragionamento che vada oltre.Renzi ha imposto politicamente l'oggetto della discussione:riforme costituziinali.Per farle ci son due strade,colpi di maggioranza o fiscussione aperta.Ha scelto la srconda via ergo deve incontrare e discutere con tutti.Mi pare scontato,ovvio,logico e sopratuttobdemocratico che non ci si possa permettere di scegliere il leader o il capo in casa altrui,per questo renzi incontra B.,perche' e' il padrone del 3partito in parlamento e non tocca certo a lui decidere chi sia l'interlocutore di quel partito.Quanto alla strategia di pescare voti tra i drlusi del cav,a maggior ragione questo incontro rientra in quest'ottica.Se voglio prendere i voti di chi fino a ieri l'altro ha votato per B. di certo non impugno la bandiera dell'antiberlusconismo ideologico semmai mi mostro pragmatico a confrontarmi con lui senza troppi fronzoli.Quel segmento elettorale,ampio,non ragiona ideologicamente,vorrebbe un cambio e gente che sappia fare le cose senza troppi idealismi e complicazioni.Che Renzi piaccia a parte dell'elettorato di cdx non e' cosa che scopro io,e piace proprio per questo.Lui astutamente prosegue su questa linea.Sara' il primo ad avere la possibilita' di travasare i voti da uno schieramento all'altro.La strada e' lunga,ieri c'e' stato solo un primo passaggio.Ne vedremo ancora abbastanza.Cordialita' sincere. p.s.:e' bastato scrivere che la sinistra e' miope che di colpo Agrippina e' divenuta finalmente coerente,sorrida con me,ne vale la pena ogni tanto non prendersi troppo sul serio.

tonino33

Dom, 19/01/2014 - 16:30

RENZI E' FINITO. Tempo due settimane e sara' messo in riga dai comunisti istituzionali, cioe' da Magistratura Democratica. Ai politici e' permesso rappresentare la volonta' delle istituzioni, non quella degli elettori. Chi non lo capisce fa una brutta fine.

Giovanmario

Dom, 19/01/2014 - 20:53

pravda99.. certo che la tua è una bella faccia tosta.. per anni hai insultato berlusconi con i peggiori epiteti ed ora ti lamenti perchè ti rimprovero di averci scassat'o'gaz.. ma tu la verità (pravda) la vedi solo nelle stronzate che dici quotidianamente? non ti viene il dubbio che ci possano essere altre verità diverse da quelle che partorisce la tua sacrosanta malafede?