Renzi "snobba" Confindustria Squinzi: "Ora fate le riforme"

Il premier diserta l'assemblea, ma gli industriali avvisano il governo: "Non deludeteci"

Dopo il congresso della Cgil, Matteo Renzi "snobba" anche l'assemblea annuale di Confindustria. Nessun dramma: gli industriali - che assicurano "abbiamo votato per lui" - sapevano da tempo dell'assenza del premier: "Sta facendo un lavoro di disintermediazione che un po’ ci può complicare la vita, ma che evidentemente lo sta premiando", ammette uno di loro.

Ma anche a distanza Giorgio Squinzi non rinuncia a spronare il governo: "Può agire con determinazione, con il vento della legittimazione popolare alle spalle. Sulla scheda uscita dall’urna c’è scritto: fate le riforme, ne abbiamo bisogno per ricreare lavoro, reddito, coesione sociale. Non deludeteci", avverte, "Bisogna ridare lavoro al Paese. Tutti gli sforzi devono concentrarsi su questo obiettivo primario. Il lavoro non si crea per decreto, ma con regole sbagliate lo si può distruggere".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 29/05/2014 - 11:56

Certo che snobba Confindustria ( e CGIL). La scadenza elettorale, ormai, è alle spalle è non è più richiesta la consueta dose giornaliera di balle e promesse. Ora può permettersi il lusso di deporre la maschera e riprendere la consueta politica economica del PD. Tasse ed ancora tasse. Sino al completo prosciugamento dei nostri c.c. bancari. A beneficio del Bilderberg Group.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 29/05/2014 - 11:56

Caro Squinzi non la conosco e vorrei dirle che la sua voce mi sembra quella di un piccolo leone che si trova tra due tigri ben affamate; Renzi e la Camusso. Veda se potrà fare q

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 29/05/2014 - 12:23

Che strano ! Ma vi aspettavate diversamente ?

disalvod

Gio, 29/05/2014 - 12:24

VORREI SUGGERIRE A SQUINZI DI ESSERE PIU' BATTAGLIERO ED INCISIVO VERSO IL GOVERNO AFFINCHE' GLI INDUSTRIALI POSSANO ESSERE PIU' COMPETITIVI RIMANENDO IN ITALIA.NON E' GIUSTO CHE TUTTO VIENE IMPORTATO DALL'ESTERO CON L'APPLICAZIONE DEI PREZZI MADE IN ITALY.PERCIO' CARO SQUINZI MENO CHIACCHIERE E PIU' FATTI CONCRETI.

glasnost

Gio, 29/05/2014 - 12:24

La sinistra, per sua natura, non può altro che mettere tasse a chi produce, per alimentare la possibilità di intervento dello stato (vedere gli 80 euro), quindi è meglio che gli industriali ne prendano atto. Al massimo possono, come avvenuto storicamente, prendere qualche regalia se sostengono a sufficienza il PD attraverso i loro organi di info o i loro finanziamenti. Ma così non si va lontano e la FIAT ha potuto ricominciare ad essere competitiva solo dopo che ha smesso questa pratica agnelliana.

Ritratto di kanamara

kanamara

Gio, 29/05/2014 - 12:55

Io non esalto "Il culto della personalità del Leader del momento", ma ho ricevuto 80 € in busta paga ieri e, nel week end, li spenderò alla salute del "Governo Renzi" (penso che se lo Spread Btp-Bund diventerà 0 entro il 2018, allora si potrà definire la Legislazione "Perfetta""....

vince50_19

Gio, 29/05/2014 - 12:55

Solito atteggiamento da guascone del noto fiorentino, diventato sindaco per volontà del noto mecenate gerontocrate, altro che per designazione degli elettori. Occhio che andare alle stelle ha una velocità superiore a quella che impiegheresti per finire nella polvere, "caro" Matteo! Con 80 euro hai instillato speranze che, se saranno vanificate da una non crescita, finirai rapidamente nel posto che frequenti a seconda delle tue esigenze corporali..

Ritratto di kanamara

kanamara

Gio, 29/05/2014 - 12:57

(riferito al post precedente): M.Draghi fa il proprio lavoro e la politica fa il proprio lavoro (non si può pretendere che tutta Europa mantenga il tenore di vita dei Lussenburghesi a costo di morire di fame... ma escludo che si ripetano le barbareie della "Rivoluzione francese", perchè fortunatamente l'ignoranza e l'analfabetismo sono stati superati).

giosafat

Gio, 29/05/2014 - 13:25

Anche Squinzi va, d'ufficio, iscritto al "Club dei Gonzi".

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 29/05/2014 - 14:24

Squinzi atterri per favore. La sinistra ed i sindacati hanno distrutto il paese ed i lavoratori, nonostante ciò Renzi ha avuto il 41% dei voti. Se non capisce che forse è meglio fuggire da questo paese, non merita di fare il presidente di Confindustria ma il presidente di Stupidilandia.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 29/05/2014 - 14:24

Il tesoro ha venduto tutti i 2,75 miliardi di Btp quinquennali e i 3 miliardi di decennali di ammontare massimo oggi offerto agli investitori. Il rendimento medio è in calo a nuovi minimi record, rispettivamente 1,62% e 3,01% Questi sono fatti, con un notevole risparmio sugli interessi...Il resto sono parole al vento,fuffa...

edo1969

Gio, 29/05/2014 - 14:30

l'emergenza è la disoccupazione

elgar

Gio, 29/05/2014 - 15:02

Ma quali riforme. Sono trent'anni che ci stanno a menare il torrone con le riforme. E qui ci vuole un governo in carica per fare le riforme… urgono le riforme…. facciamo le riforme… bisogna fare le riforme per la crescita.. non c'è crescita senza riforme… Si... però non si possono fare riforme a colpi di maggioranza….. quindi? tutto bloccato. Napolitano che fa finta di arrabbiarsi… se non fate le riforme mi dimetto eh! Guai a voi… ce lo chiede il popolo ,L' Europa. Qui ci vuole la risposta di Pasquale Ametrano quando va a votare nel film Bianco Rosso e Verdone. Ma vafff…..

Vero_liberista

Gio, 29/05/2014 - 16:48

Penso che Squinzi con le sue prese di posizione rappresenti alla perfezione cosa sia oggi la Confindustria, da perfetto erede dei precedenti presidenti Marcegalia, Montezemolo ecc. che del resto lo hanno issato li apposta. Confindustria rappresenta non la controparte dialettica del sindacato (leggi CGIL) ma il suo perfetto e indussolubile complemento nel contesto di una teoria dei rapporti tra industria, lavoro e politica basata sulla concertazione e sulla difesa degli interessi solo della grande impresa sindacalizzata e agevolata dallo stato (quando questa va ale, mentre quando va bene i profitti se li intasca la proprietà) sulla pelle della piccola e media impresa non sindacalizzata e non rappresentata nei tavoli governativi. Di qui la finta dialettica e le blandissime richieste al governo a sostegno delle imprese ben sapendo che il 99% di queste da un governo di centrosinistra non potranno mai ottenere nulla e anzi saranno sempre più vessate (in quanto considerate il cuore dell'evasione fiscale). D'altronde Squinzi risponde mica allae imprese ma al rispretto establishment che l'ha posto e senza il quale non durerebbe un giorno in più, il resto sono chiacchere buone per i giornali (guardacaso posseduti proprio da quelli che lo hanno nominato a capo della Confindustria..) e per il popolo perla che legge, guarda, crede e spera..auguri.