Renzi vola nei sondaggi e «l'Unità» gli fa la guerra

Gli uomini del sindaco chiedono le testa del direttore e scrivono a Bersani: "Il blocco del Parlamento è intollerabile". La Swg: con lui leader la sinistra è al 36%, senza al 28%

Pier Luigi Bersani con Matteo Renzi

Nella guerra civile dei democratici ora c'è di mezzo anche il giornale. Ieri l'Unità ha preso una linea decisa: «No di Renzi al governo Bersani». La battaglia più dura ha inizio. Nel Pd, intanto, anche chi non l'ha detto apertamente condivide almeno una parte delle preoccupazioni di Renzi sulla lentezza e la perdita dei tempo di questa legislatura. Una lettera firmata da molte anime del partito è stata recapitata ai capigruppo: si rimprovera la mancata formazione delle commissioni parlamentari e la paralisi dei lavori d'aula.
Le prime reazioni alla titolazione dell'Unità dal fronte del sindaco sono state furibonde. Matteo Richetti, deputato renziano della prima ora, ha scritto su Facebook: «Se il titolo è scappato, Sardo farebbe bene a lasciare, non serve un direttore distratto». Ma Sardo dovrebbe dimettersi anche se il titolo «è voluto», o, terzo caso, se il titolo «è imposto da altri». Richetti ha insomma chiesto la testa del direttore Sardo. Una reazione che Renzi pare non abbia gradito, tanto da pregare i suoi di alleggerire i toni. Lui stesso ieri è sembrato più cauto: «Io sarei per andare a votare, ma non è importante quello che penso io», ha detto. E che sia accordo con Grillo o con il Pdl, basta «che lo facciano».
Claudio Sardo ha risposto con moderazione: «Un titolo può piacere o meno. Ma suggerire le dimissioni di un direttore di giornale per un titolo che non si condivide, mi pare un infortunio». Lo stesso Richetti ha poi fatto un passo indietro: «Nella cordiale telefonata che mi ha fatto Sardo mi sono scusato se ho mancato di rispetto». Una telefonata però non riporta la pace. I democratici più vicini al sindaco fanno quadrato contro il quotidiano. A parlare per Bersani è il suo portavoce, Stefano Di Traglia: «Chiedere le dimissioni di un direttore perché non si concorda con un titolo è un atto grave. Si a critiche, no a censure».
Ma non c'è solo lo scontro sull'Unità. Ci sono i sondaggi, come l'ultimo di Swg che mette a paragone una eventuale coalizione guidata da Renzi con una riedizione del Pd targato Bersani. Ecco le percentuali: 36 a 28%. Ma c'è soprattutto una lettera che una trentina di deputati del Pd hanno scritto per recriminare l'assenza delle commissioni parlamentari. Si lamenta un grave ritardo, ma a denunciarlo non sono soltanto i renziani: tra i firmatari ci sono Matteo Orfini, della corrente dei Giovani Turchi, Marianna Madia, dalemiana, e il lettiano Francesco Boccia.
«Ad oltre un mese dalle elezioni - scrivono i deputati - il parlamento non ha ancora cominciato la sua operatività». Non sono state «ancora costituite le commissioni». I firmatari ritengono che «il Parlamento e in particolare il nostro gruppo non debba rimanere inerte. Questo è in linea con lo sforzo fatto dal presidente Napolitano». Si potrebbe «subito approvare proposte di legge già depositate dal Pd in questa legislatura». Ma senza commissioni tutto è congelato.

Commenti

Baloo

Sab, 06/04/2013 - 08:26

Il PD è partiito rincoglionito al limite della criminalità.A prescindere dalla testardaggine del capo nel voler asservire i grillini per disarticolare quel partito e perdendo tempo ai fini della formazione del governo,solo adesso si accorgono che la loro politica,solidale di quella germanocentrica e sciagurata di Monti ha "suicidato" molti più italiani di quanti nel 1904 abbia ucciso il generale Bava Beccaris a Milano con i suoi criminali cannoni scaricati sulla folla ad alzo 0 ( chi non capisce legga qualche nozione di balistica) al tempo della tassa sul macinato (1904).Adesso la sinistra finge di piangere e invoca misure che Silvio Berlusconi ha già proposto in sede di campagna elettorale.Berlusconi sovrasta Bersani e gli da 8-3 pur con tutti i suoi difetti di uomo e di maschhio italico.(alla faccia della sinistra sodomita drogata e sessualmente deviata).

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/04/2013 - 08:37

e la sinistra continua a sbagliare la strada. perdono ancora tempo a farsi le guerre interne.... che cretini

abocca55

Sab, 06/04/2013 - 09:07

Renzi Presidente della Repubblica sarebbe un bene per il Paese, e un male per i gufi da rottamare.

Ritratto di italiota

italiota

Sab, 06/04/2013 - 09:10

secondo me Renzi non ha le rotelle a posto.... avrebbe dovuto iscriversi direttamente al PDL

guidode.zolt

Sab, 06/04/2013 - 09:21

La macchina del fango, mancando l'obiettivo primario, viene usata per sistemare le cose interne...va tenuta in esercizio, ben oliata e pronta ad ogni evenienza...!

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 06/04/2013 - 10:32

l' Unità è rimasto il quotidiano del Partito Comunista e come tale riesce solo ad esprimere il pensiero di Vendola e di Ingrao con pace alla sua povera anima

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 06/04/2013 - 10:41

Mi spiace che Renzi possa prendere con Alfano le redini di questa povera e mal conciata Italia anche se ritengo siano i soli in grado di portarla fuori dalla miseria in cui Monti l'ha gettata: Bersani evidentemente, come Monti, non sarebbe mai in grado di rilanciarla se non in quel mare di difficoltà (M....) in cui la Germania ci vede assolutamente bene, per tanto sappiamo bene quali potranno essere le difficoltà che ci aspettano ben sappiamo che senza un vero e proprio hold administration con 5b di linea di credito, nessun problema potrebbe essere risolto nel giro di un anno: pero che qualcuno ci pensi o almeno sappia di cosa si tratta

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 06/04/2013 - 10:48

mortimermouse - Certamente nel PdL lotte interne non ci possono essere....

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 06/04/2013 - 10:48

Guidode.zolt: Nel caso la macchina del fango e' un brevetto del Giornale, e tende a scavare nel passato dei personaggi che attacca. Non vedo in cosa il titolo dell'Unita' sia assimilabile a cio'.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 06/04/2013 - 10:50

italiota: concordo al 100%. Renzi e il PdL: "Le affinita' elettive." "Come il cacio sui maccheroni". Come si dice a Roma: "E' la morte sua" (figurata s'intende) Renzi e' il Fini del PD.

Ritratto di Y93

Y93

Sab, 06/04/2013 - 10:51

è normale ..l'unità è comunista (dittatura) e Renzi è un Democratico !!

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 06/04/2013 - 10:53

Baloo: "misure che Silvio Berlusconi ha già proposto in sede di campagna elettorale". Berlusconi doveva, e poteva, adottare misure contro la crisi quando era al Governo con maggioranza bulgara. Invece ha solo adottato misure contro la magistratura e a favore delle sue aziende.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/04/2013 - 11:10

PRAVDA non ho capito cosa hai scritto. alla sinistra battevi le mani, ora batti la testa!

elleenne

Sab, 06/04/2013 - 11:10

Renzi é simpatico, intelligente, bello. NON PUÒ ESSERE DI SINISTRA già per questi motivi. Lo voterei subito, se solo si potesse.....

vincenzo

Sab, 06/04/2013 - 11:22

SOPRA LA PANCA LA CAPRA CAMPA,SOTTO BERSANI IN ITALIA NON C'È DOMANI!

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Sab, 06/04/2013 - 11:28

Ma un giornale come l'unità chi lo legge?Ma ci rendiamo conto che il comunismo è morto e sepolto ,ma poi il direttore Sardo ha un livore dipinto sul viso quando dice la sua in tv ,che non è sopportabile in uno stato democratico.

Baloo

Sab, 06/04/2013 - 11:48

L'Unità è omologa alla Corea del Nord. Non si può pretendere che capiscano una democrazia diversa da quella fatta con le armi e l'aggressioneanche quando strisciante o paludata. Andrebbero convertiti ad una democrazia diversa che contempli il rispetto di chi pensa in modo diverso come Renzi,progressista di razza,non ancorato al veterocomunismo come accade per l'organo di stampa del partito.

igiulp

Sab, 06/04/2013 - 11:58

Quando Franceschini dice che bisogna trovare un accordo con il PDL, dice la cosa più intelligente della sua vita. Voglio vedere se, a fronte di un accordo di discussione su alcuni importanti punti, chi dei due partiti avrà il coraggio di "tirarsi indietro" facendo saltare il tutto e dando modo all'altro di far bella figura e riabilitando il Grillo, attualmente in fase calante.

viento2

Sab, 06/04/2013 - 12:46

trebisonda- anche Sardo ha famiglia deve fare il truce come vuole il verbo comunista si sono fermati al 89 fategli capire che il mondo è cambiato e si può fare giornalismo senza demonizare l'avversario e sorridere quando si è in tv altrimenti i bimbi hanno paura

ALDO.BARBARO

Sab, 06/04/2013 - 13:02

IL FUTURO DELL'ITALIA E' RIPOSTO NELL'ACCORDO RENZI - ALFANO AZZERARE TUTTO E RIPARTIRE CON I SUDDETTI PERSONAGGI CHE SINO AD ORA SI SONO DIMOISTRATI "PULITI ED ALL'ALTEZZA " DI UN EVENTUALE RESPONSABILITA' GOVERNATIVA.TUTTO CIIO' SARA' POSSIBILE SOLTANTO SE IL POPOLO SOVRANO POTRA' SCEGLIERSI I POLITICI CUI DARE IL PROPRIO CONSENSO: PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, CAPO DEL GOVERNO.BASTA CON GLI INCAPACI IMPOSTI DAI PARTITI.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 06/04/2013 - 13:21

I comunisti sono delle vere bestie.

MMARTILA

Sab, 06/04/2013 - 13:29

L'Unità difende la casta komunista e con essa i privilegi che le appartengono...sono una massa di bolscevichi indecenti. Ma va bene così, si fanno del male da soli...complimenti.