Responsabilità civile,la Severino salva le toghe 

Il Guardasigilli chiede che i cittadini si rivalgano sullo Stato e non direttamente sui magistrati. Sarà poi lo Stato a rivalersi obbligatoriamente sul giudice della metà

Il governo ha deciso di "mitigare" il provvedimento sulla responsabilità civile delle toghe. Il ministro della Giustizia Paola Severino ha infatti presentato al Senato un emendamento alla legge comunitaria. Se dovesse passare il cittadino che si sentirà danneggiato dal giudice potrà intentare una causa contro lo Stato, il quale dovrà obbligatoriamente rivalersi della metà sul magistrato. Nella norma all'esame di Palazzo Madama è previsto invece che il cittadino si rivalga direttamente sui magistrati.

Secondo l'emendamento, il cittadino viene risarcito subito, ma lo Stato entro due anni deve obbligatoriamente rivalersi sul magistrato della metà del risarcimento erogato. La somma che il giudice verserà allo Stato, comunque, non potrà superare la metà di un'annualità dello stipendio, al netto delle trattenute fiscali, percepito dal magistrato al tempo in cui l’azione di risarcimento è stata proposta. Secondo la normativa attuale, invece, lo stato si rivale sul magistrato solo di un terzo.

Commenti

cicero08

Mar, 05/06/2012 - 19:31

NOm NO, No ed ancora NO. La ministro si ravveda: La responsabilità civile deve essere anche diretta. O sarà ancora REFERENDUM....Basta prese per i fondelli. Siamo tutti uguali

ilbarzo

Mar, 05/06/2012 - 19:29

Cosa aspettano il pdl e il pd,a mandare a casa questo governo di inetti.Non sono capaci neppure a togliere un ragno da un buco,figuriamoci se sono all'altezza di fare una riforma per la responsabilita' civile telle toghe. Ma quali professori,questi al massimo si possono definire maestrini d'asilo,di primo pelo.

ntn59

Mar, 05/06/2012 - 19:33

Nella Costituzione c'è scritto che la legge è uguale per tutti, quindi anch'io pretendo che se sbaglio nel mio lavoro poi lo Stato mi chieda solo la metà del danno che ho causato!!! Così come per i magistrati (i quali per 70 anni non hanno pagato nulla per i danni provocati, non dimentichiamolo...).

abocca55

Mar, 05/06/2012 - 19:35

La severino è il peggior ministro che l'Italia abbia mai avuto, ed è quanto dire....

ABU NAWAS

Mar, 05/06/2012 - 19:48

PARAFRASANDO IL DIVINO ANDREOTTI..... a pensare male si fa forse peccato, ma si azzecca quasi sempre! Non è che l'esimio Ministro della giustizia stia cercando di "r........si" i PM, per quando tornerà a fare l'Avvocatessa?? Il Cavaliere, che detiene il poco invidiabile primato di vittima dell'accanimento giudiziario, dovrebbe staccare la spina al Governo, se non recedesse subito dall'imbarazzante melina e pervicare tentativo di proteggere i privilegi della Casta dei Magistrati! A qualcuno risulta che in qualche altro paese democratico ci sia un Casta di Magistrati con analoghi privilegi e una pressochè totale immunità de jure e de facto?? Che Iddio protegga l'Italia dalla giustizia!!

Massimo Bocci

Mar, 05/06/2012 - 19:43

Nella pseudo repubblica (comunista catto) dei veri ladri,delle truffe e dei millantati liberatori,.... *le cricche costituenti o confraternite di mafia, mettono in scena l'ennesima TRUFFA la *responsabilità dei magistrati *(sodali e dei veri impuniti per tutte le stagioni di un regime di vera mafia) ... Una o la vera *colonna portante del regime antidemocratico e settario che mantiene in schiavitù il popolo Italiano da65,... Cioè l'ennesima finta democratica, degli amici degli amici di regime !!!

MEFEL68

Mar, 05/06/2012 - 19:49

Se è vero che tutti sono uguali di fronte alla legge, lo stesso trattamento dovrebbe essere riservato al chirurgo che sbaglia un intervento, all'avvocato che per sua colpa fa perdere una causa al cliente o al meccanico che ripara male i freni. Perchè quest'ultimi devono rispondere direttamente e in toto del loro operato e i giudici NO?

marcomasiero

Mar, 05/06/2012 - 19:57

che schifo !!! ... eppure noi comuni mortali dobbiamo pagare in toto i nostri errori e pure con gli interessi !!! MAVAFFA STATO !!!

Ritratto di angela piscitelli

angela piscitelli

Mar, 05/06/2012 - 20:01

Cosa? responsabilità indiretta,l'hanno detto e l'hanno faattol 'emendamento?ci hanno fregati di nuovo? vergogna! con questa magistratura, buona solo per far politica e passerella, i cittadini pagano tutto e lor non pagano nulla: anzi, siccome è lo stato che risponse, paghiamo noi per i loro errori , noi quando ci mandano in galera innocenti, noi, quando mettono in piazza i fatt nostri, noi, quando non sono capaci di trovare gli assassini de nostri figli! ignobile! l'Italia è una repubblica fondata su palamara.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 05/06/2012 - 20:06

....."e non direttamente sui magistrati. Sarà poi lo Stato a rivalersi obbligatoriamente sul giudice della metà"..... Signor ministro pensa veramente che qualcuno le creda??? A chi a suo tempo ha votato il referendum sulla responsabilità dei magistrati é bastato il bidone che va sotto il nome di legge Vassalli e il bis sarebbe indigeribile!!!!.

rossini

Mar, 05/06/2012 - 20:14

La proposta della Severino è ridicola. Tutto si risolve nell'aumentare la rivalsa dello Stato, nei confronti del magistrato riconosciuto responsabile, da un terzo alla metà dello stipendio di un solo anno. Tutto qui! Ma quel magistrato può aver provocato per colpa grave, il che significa per negligenza inescusabile, danni per centinaia di milioni di euro. Danni che lo Stato dovrà risarcire direttamente con i soldi di tutti cittadini. Pensare che poi quello stesso Stato, cioè tutti noi, possa rivalersi nei confronti del magistrato somaro soltanto nei limiti della metà dello stipendio di un anno e cioè grosso modo nei limiti di € 50.000, fa capire a tutti quale sia il potere di interdizione della Supercasta. I politici non si lascino intimidire. La responsabilità civile diretta, prevista dall'emendamento Pini, deve passare al Senato nello stesso testo approvato a grande maggioranza dalla Camera.

diodemerf

Mar, 05/06/2012 - 20:20

IO vorrei capire per quale cavolo di motivo gli sbagli dei magistrati li debba pagare lo stato ( cioè noi).Fanno tutto il loro comodo, hanno stipendi cospicui, lavoro quattro ore a settimana ed alla fine io e sottolineo io, con le mie tasse devo pagare per i loro errori.E' ora di finirla:la sinistra li difende a spada tratta perchè sono tutti dei loro e tutti al servizio dei poteri dei sinistri. Spendono a più non posso, con la scusa dell'obbligatorietà dell'azione penale.Aprono fascili ridicoli e senza il minimo senso. Saluti

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 05/06/2012 - 20:28

"Metà di un'annualità" di stipendio, miodio che terribile minaccia, somma che ovviamente non sarà mai versata, lo sanno anche i sassi che emergeranno mille cavilli ed eccezioni e la procedura finirà nel nulla dopo qualche anno. Solo nuovi faldoni e nuovi soldi da spendere per lo Stato in interminabili iniziative burocratiche senza scopo e a fondo perduto. Come sempre. Aumentiamo le tasse e l'IVA che è meglio.

lallo1045

Mar, 05/06/2012 - 20:53

Emendamento Truffa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

lallo1045

Mar, 05/06/2012 - 20:58

Ministra! Torni Ai Tegamini. Lei E' L'emblema Della Casta Delle Toghe.

Ritratto di MARIO ANGELO MOLTENI

MARIO ANGELO MOLTENI

Mar, 05/06/2012 - 21:06

ma se i magistrati saranno giudicati dal CSM così come è,non servirà a nulla.l'attuale principio del CSM è "can non magna can".

pescecane

Mar, 05/06/2012 - 21:12

Siamo un paese di Pulcinella dove i magistrati sono in grado di ricattare chiunque. Chi tocca i fili muore e la cosa grave è che questa casta di irresponsabili è in grado di distruggere chiunque senza che nessuno possa fare niente. Berlusconi è entrato in politica e subito dopo ha ricevuto non so quanti avvisi di reato e quante ispezioni giudiziarie alle sue aziende. Sconsiglio fortemente Montezemolo di entrare in politica perchè anche per lui sono certo sono stati già preparati avvisi di garanzie. Non si sa mai che vinca. Anche la Severino tiene famiglia. Altro che Mafia, qui siamo alla mafia giudiziaria che si fa bella di alcuni magistrati simbolo e professionalmente corretti, ne esistono anche tra loro, come Falcone e Borsellino per fare ciò che vuole mettendo sotto schiaffo non la classe politica ma la democrazia di questa Italia che l'ha messa nelle mani di persone che possono agire senza pagare mai. Povera Patria. Ma se persino a Buffon è stato recapitato un pizzino della casta?

corto lirazza

Mar, 05/06/2012 - 21:24

dopo quella dei ladri al lavoro fra le rovine del terremoto, quest'altra v@cc@ta. Un altro grande minsitro!

giovannib

Mar, 05/06/2012 - 21:45

come mai in tutto il pubblico impiego, anche il più basso gradino della scala gerarchica, paga per eventuali errori; invece questi "SEMPLICI IMPIEGATI DELLO STATO strapagati" non pagano per i loro MACROSCOPICI ERRORI. E questi signori hanno la possibilità "DITTATORIALE" di togliere la LIBERTÀ' a tutti i cittadini (ovviamente non ai togati). CON QUESTA RESPONSABILITÀ' questi individui dovrebbero PAGARE IL DOPPIO rispetto ad altri rappresentanti della pubblica amministrazione. Ma penso che i politicanti o affini abbiano una "PAURA ******A" di questi nerovestiti

laura

Mar, 05/06/2012 - 21:58

Che caz....ta! Responsabilita' indiretta. Intanto paga Pantalone (e' ora di finirla di usare la parola Stato, si dica i contribuenti), poi continuera' a pagare Pantalone, come adesso, per gli errori di magistrati incapaci e intoccabili.

peropix

Mar, 05/06/2012 - 22:25

Boiata. Il magistrato deve pagare ma solo in termini di carriera. Il magistrato che vincesse il primo grado per poi perdere nel secondo e nel terzo, dovrebbe fare meno carriera e quindi guadagnare meno, del magistrato che vince il primo e secondo grado in tempi soddisfacenti. Per cui , nel tempo, al magistrato buono verranno affidate sempre cause importanti e complesse mentre al magistrato che non c'azzecca verranno affidate cause semplici e quindi piu' sicure per le parti. Facendo pagare il magistrato, invece, si correrebbe il rischio di andare verso continue transazioni senza vedersi garantita la giustizia in quanto il magistrato non vorrebbe correre il rischio di pagare di tasca propria le cause degli altri.

bolinatore

Mar, 05/06/2012 - 23:28

#19 giovannib . scusi ma lei questa notizia che l'impiegato statale paga di persona da dove la ha presa? Non ha mai sentito parlare di responsabilità oggettiva? Paga personalmente, come tutti ed anche il magistrato, solo in caso di responsabilità penale. Anche nel privato c'è la responsabilità oggettiva dell'azienda, per danni causati da un suo dipendente. Po l'azienda si rivale. Anche per il medico ospedaliero paga l'ospedale, per responsabilità oggettiva. non si capisce perché per il magistrato, che è equiparato ad un funzionario statale, non vi debba essere la responsabilità oggettiva.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 06/06/2012 - 02:22

Ecco un'altra soluzione italiota del grave problema della responsabilità dei magistrati. La giustizia è lenta per l'assenza di criteri meritocratici e per l'innata arroganza di chi si crede al di sopra dei cittadini. A questa realtà improduttiva si è pensato bene di adottare un sistema il più tortuoso possibile. Così di fronte ad una lungaggine, che per il mercato è antieconomica, molti preferiranno non avvalersene. Da chi credete che siano venute le sollecitazioni a questa soluzione? Non sentite odore di trinariciuti e di toghe rosse?

bruna.amorosi

Mer, 06/06/2012 - 06:12

SIGNORA SEVERINO .sono offesa della sua scarsa intelligenza ..o meglio di quello che vuol farci credere .quella categoria di lavoratori (perchè questo sono) null'altro che lavoratori statali che lei presiede debbono LAVORARE IN NOME DELLO STATO ITALIANO e... se pensano di non poter essere onesti al tal punto di prendersi delle responsabilità CAMBINO LAVORO perchè magistrati infedeli o fedeli ad un partito HANNO GIA' FATTO TROPPI DANNI ,non sono tanti ma bastano a deleggittimare tutta la categoria . volete la prova ? bene leggete i commenti di questo articolo e vi accorgerete da quale parte è la magistratura ITALIANA non c'è un kompagno che ha postato

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 06/06/2012 - 07:19

la severino???ubbidiente esecutrice di ordini ! solo in italia, con due pesi e due misure si possono giudicare gli errori dei cittadini escludendo quelli dei magistrati: una vergogna da cui nessuno può essere escluso

bolinatore

Mer, 06/06/2012 - 08:54

#19 giovannib . scusi ma lei questa notizia che l'impiegato statale paga di persona da dove la ha presa? Non ha mai sentito parlare di responsabilità oggettiva? Paga personalmente, come tutti , compreso il magistrato, solo in caso di responsabilità penale. Anche nel privato c'è la responsabilità oggettiva dell'azienda, per danni causati da un suo dipendente. Po l'azienda si rivale. Anche per il medico ospedaliero paga l'ospedale, per responsabilità oggettiva. Non si capisce la ratioperché solo per il il magistrato, che è equiparato ad un funzionario statale, non vi debba essere la responsabilità oggettiva da parte del datore di lavoro.

Loreno Bardelli

Mer, 06/06/2012 - 09:11

Caro ministro Severino , per quale motivo servirebbe un'intesa ragionevole ? Noi non ci sentiamo figli di un dio minore in quanto siamo obbligati , se sbagliamo , a risarcire integralmente il danno provocato , con gli interessi !Ergo , se un magistrato sbaglia , è giusto che paghi interamente , senza sconti . Anzi , dopo aver risarcito chi ha danneggiato ( ma senza interventi , o meglio partecipazione da parte dello Stato ) dovrebbe essere messo in condizione di non nuocere più e ....... costretto a cambiare mestiere .

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Mer, 06/06/2012 - 09:50

e i politici no?? mi ricordo che fino ad agosto c'era chi diceva che in italia la crisi non c'era. ora perche non far pagare anche i politici per i danni procurati dal loro operato alla collettivita? Bocassini ministro della giustizia subito!!

bolinatore

Mer, 06/06/2012 - 09:54

#24 bruna.amorosi. lei non tiene conto dei tempi del moderatore... dichiarazione azzardata la sua. Io ho postato ieri notte. Rd io nella vostra esemplificazione sarei un "compagno"

Raul Novi

Mer, 06/06/2012 - 09:58

Non avevo dubbi, la Severino sta al gioco del Csm, dell'Anm ci vuole altro, un referendum subito con la responsabilità PENALE per le toghe!

bolinatore

Mer, 06/06/2012 - 10:09

Indignatevi pure, ma sta di fatto che le vostre pretese punitive sono dettate solo dal livore e non si fondano su nessun fondamento giuridico che sia riconosciuto da un qualsiasi Stato di diritto.

kami

Mer, 06/06/2012 - 10:05

"il quale dovrà obbligatoriamente rivalersi della metà sul magistrato" ahaaahahahahahahaahahahaaaahahahahhahahahahahahahahahhahahah...questa è veramente STUPENDA !!!!!!!

voce.nel.deserto

Mer, 06/06/2012 - 10:09

Si incrementino i casi di responsabilità penale dei giudici. Ci vuole un codice dei reati "propri" del magistrato. La responsabilità civile dei magistrati,senza il filtro dello stato creerebbe ulteriori forti disfunzioni nel sistema giudiziario. Non si può dar torto alla guardasigilli.

kami

Mer, 06/06/2012 - 10:26

Poi i magistrati sono pagati molto bene anche perchè si devono assumere responsabilità delicate e non facili..o vogliono solo onori e niente oneri?

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Mer, 06/06/2012 - 10:29

Si puo essere d'accordo sul filtro dello stato per la salvaguardia di importanti indagini (la cui direzione deve tornare alle forze di polizia ed il magistrato deve fare il magistrato e non il poliziotto), ma una volta accertato l'errore e se esiste il dolo per il magistrato deve scattare la retrocessione ad altri incarichi così da non fare più danni e, sia inteso, questa cosa non la devono decidere nel CSM ma in un organismo che si occupi solo ed esclusivamente di vagliare la meritocrazia dei magistrati naturalmente NON POLITICA. Sarà cosa possibile? Solo se diventiamo uno Stato degno di tale nome che pone al vertice della piramide il CITTADINO.

bolinatore

Mer, 06/06/2012 - 10:45

#32 kami : puo ridere quanto le pare, ma è un principio riconosciuto in tutti i paesi civili.

pittariso

Mer, 06/06/2012 - 11:19

Chi giudicherà i magistrati? Questo è il problema sostanziale perche se fosse come per i provvedimenti disciplinari (CSM ) la cosa sarebbe proprio da ridere.Dovrebbe essere una Giuria Popolare.

bolinatore

Mer, 06/06/2012 - 11:25

Ma non capite che è un principio che tutela prima di tutto il danneggiato cui in cetti casi spettano centinaia di miglia di euro se non milioni? Il magistrato pur se ben pagato (e non tutti loso specie ad inizio carriera) non è un libero professionista. Lavora in nome e per conto dello Stato e del popolo, come recita la nostra costruzione.