Responsabilità delle toghe,ora si muove la Severino:"Serve un'intesa ragionevole"

È stallo tra Pd e Pdl sulla responsabilità civile dei magistrati. Il Guardasigilli cerca l'intesa: "Senza un accordo, il governo farà un proprio emendamento"

Stretta del governo sulla responsabilità civile dei magistrati. Adesso si muove la Guardasigilli. Il ministro della Giustizia Paola Severino ha, infatti, fatto sapere che se le posizioni dei partiti resteranno ancora così distanti su un tema tanto importante per il buon funzionamento della giustizia italiana l'esecutivo potrebbe pensare a un suo emendamento.

L'iter parlamentare del ddl anticorruzione è ancora in alto mare. Pesano, infatti, le divisioni tra i democratici e il Pdl. Nello scontro alle Camere ci sono anche la responsabilità civile dei giudici e la possibilità per i pubblici dipendenti di assumere incarichi dirigenziali se hanno fatto parte di organismi politici. Una timida intesa potrebbe essere vicino soltanto sul secondo punto. Pd e Pdl sarebbero d'accordo sul permettere a chi ha già ricoperto un ruolo elettivo di tornare a svolgere un incarico direttivo soltanto dopo un anno e non all'interno della stessa istituzione. Tra i nodi irrisolti, c'è proprio la responsabilità civile dei magistrati. Da qui la decisione della Severino di intervenire in prima persona: "Se le posizioni dei partiti resteranno ancora distanti tra loro, sarebbe logico pensare ad un emendamento del governo compositivo". Ma ancora nulla è stato deciso. "È una possibilità - si è affrettata a spiegare il ministro della Giustizia - è ancora in corso la discussione al Senato".

Superato lo scoglio dell’incompatibilità, resta anche il nodo degli arbitrati nella pubblica amministrazione. A Montecitorio i comitati ristretti Giustizia e Affari costituzionali hanno deciso di accantonare la questione, anche se sul tavolo è giunta una proposta del relatore, Jole Santelli (Pdl), che prevede la possibilità di partecipare agli arbitrati ma introducendo alcuni vincoli. L’emendamento che stabilisce lo stop agli arbitrati, con l’obiettivo di limitare i costi per le casse dello Stato, era stato accantonato già la scorsa settimana, ma è tornato sul tavolo perché "adottato" dai dipietristi.

Commenti

futuro libero

Mar, 05/06/2012 - 11:21

consiglio il PDL che se la proposta non consente che i giudici che sbagliano debbano pagare non lo voti anche se metteranno la fiducia. Chi sbaglia paga e la legge deve essere uguale per tutti, per i giudici, che devono giudicare la nostra vita, ancora di più.

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 11:23

In Italia c'è un problema giustizia e nessuno lo può negare. I PM sono impunibili e questo li rende "arroganti" fuori misura. Quando sbagliano neanche si degnano di scusarsi. Esempio banale: Criscito non giocherà gli europei molto probabilmente, se il PM si è sbagliato sul suo conto, quest'occasione professionale chi gliela "rimborserà"? E ci sono casi di omicidi irrisolti, come tutti sappiamo, che hanno costretto presunti colpevoli o presunti innocenti a dei calvari infiniti e nessuno pagherà per gli errori commessi.

cast49

Mar, 05/06/2012 - 11:39

finchè i comunisti sono un tutt'uno con i magistrati, non si verrà a capo di nulla; sa il ministro che i magistrati rossi si coccolano tutta la sinistra?

cast49

Mar, 05/06/2012 - 11:42

Berlusconi è fesso, doveva farsi rimborsare tutto ciò che ha dovuto spendere per i suoi processi farsa, ricordiamo 26 a 0...

bruna.amorosi

Mar, 05/06/2012 - 11:44

lo stanno capendo anche loro è finita e stanno cercando una via di fuga .Altrimenti cara la mia signora avreste fatto tutto quello x cui siete stati messi lì .Invece si stà rendendo conto che che quì in ITALIA NULLA VA CAMBIATO E LA MAGISTRATURA LEI INCLUSA LA ZAPPA SUI PIEDI NON SE LA DA' i terremotati dell'Emilia Romagna si accorgeranno in che disastro maggiore si infileranno se faranno intervenire la magistratura nelle loro imprese .oltre ai MORTI (pace all'anima loro ) non lavoreranno più ..e la cosa che più fa rabbia è che se sbagliano NON PAGHERANNO MAI .

agostino.vaccara

Mar, 05/06/2012 - 12:17

Il ministro Severino dice che se i partiti non si metteranno d'accordo sulla riforma della Giustizia, meglio della magistratura, perchè la giustizia va bene è la magistratura anzi alcuni magistrati che vanno male, ci penserà il Governo. però non dice cosa avrebbe intenzione di fare questo Governo. Farà una riforma seria oppure si guarderà bene dal fare qualsiasi riforma pena avvisi di garanzia a raffica??????

megliosolo

Mar, 05/06/2012 - 12:30

Indubbiamente ci sono tante cose che andrebbero riformato nella giustizia, ma perchè oggi è oggetto di scontro e 30 anni fa (quanti i tanti farabutti divoravano lo stato) andava bene a tutti? Perchè i giudici vi vanno bene solo se processano terrorita e mafiosi e vengono calunniati se volgono lo sguardo ai politicanti affaristi.Votate il decreto anticorruzione che è la madre dei tanti guai nostrani

ettore80

Mar, 05/06/2012 - 12:31

#5 bruna.amorosi: si compri una tastiera con più virgole, meno lettere accentate e si rilassi. #4 cast49: con Berlusconi i giudici non hanno sbagliato 26 volte, non lo hanno condannato perchè a volte è risultato estraneo ai fatti, altre volte si è fatto le leggi per depenalizzare i suoi reati, altre volte è stato prescritto, altre volte questa prescrizione è stata accellerata dalle tante leggi ad personam che il suo avvocato/deputato presentava in parlamento. Ma poi tutti sti komunisti in giro dove li vedete!?!? che non ho nemmeno più un partito da votare!!!

paolo b

Mar, 05/06/2012 - 12:31

non esistono intese ragionevoli, se un magistrato sbaglia deve risponderne come tutti. i signori magistrati sono prontissimi ad indagare e processare medici, ingegneri (adesso con il terremoto sono scatenati) e qualunque professionista che sbaglia.....perchè loro devono essere al di sopra della legge che loro stessi applicano agli altri con estrema solerzia?

pescecane

Mar, 05/06/2012 - 12:35

C'è poco da emendare. L'unica cosa da fare è trattare i magistrati allo stesso modo in cui essi trattano il cittadino che sbaglia nell'adempimento delle sue funzioni. Non si capisce perchè il medico, l'avvocato, l'ingegnere, per finire con il fornaio o il salumiere se sbagliano rispondono penalmente e civilmente dei loro errori e questa casta di funzionari dello stato siano lege absoluti.Il discorso che non potrebbero svolgere serenamente le loro funzioni non solo è risibile ma è una presa per i fondelli del comune buon senso. Non si capisce infatti perchè se io lascio una garza nell'addome di una mia paziente ne pago giustamente le conseguenze non solo civilmente,ed un magistrato che lascia in carcere per mesi un cittadino innocente non solo non debba pagare, ma in alcuni casi venga anche promosso. Se non se la sentono di fare il proprio lavoro si mettano a coltivare patate. Ma stiano attenti perchè se le patate contengono un qualche veleno e provocano danni al consumatore pagheranno

mgarts

Mar, 05/06/2012 - 12:34

L'arroganza dei Pm in Italia è sotto gli occhi di tutti. Perché mai non ci si decida a mettere un freno a questa totale libertà di azione e di sostanziale impunità non è chiaro. Forse tutto il centro-destra è sotto ricatto? e il centro-sinistra spera di guadagnare qualche punto? Miserie morali. Quello che accade a Buffon è indicativo..altro che Obbligatorietà dell'azione penale... I Pm esumano, ritardano, nascondono, tutto quello che vogliono. Che schifo che nessuno osi dire niente! nemmeno Grillo!

cicero08

Mar, 05/06/2012 - 12:46

Serve solo cancellare ogni privilegio e considerarli alla stregua di tutti i comuni mortali. E' princìpio gondamentale di ogni civiltà giuridica far ricadere la responsabilità solo su chi va a violare norme di diritto o anche solo di comune buon senso. Stop. Insomma chi sbaglia, per qualsivoglia ragione, PAGA. Essere giudice non è una esimente.

michele lascaro

Mar, 05/06/2012 - 12:50

Lentamente, forse, si sta facendo strada l'idea che anche i giudici, come tutti i professionisti: medici, ingegneri ecc. possano sbagliare. Noi lo sapevamo da un pezzo, ma perché i nostri governanti sono così lenti di comprendonio, come non si dovrebbe richiedere al loro ruolo?

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 05/06/2012 - 12:56

UN CITTADINO CHE SBAGLIA DEVE PAGARE, E TANTO: UNA TOGA CHE SBAGLIA PERCHE' DEVE ESSERE ALLA FIN FINE PREMIATA??? nON CREDO GIUSTIFICABILE CHE NESSUNO PRENDA PROVVEDIMENTI E CHE QUANDO POI LA RICHIESTA ARRIVA DAL PDL, TUTTE LE CRITICHE DELLA SINISTRA SI RIVOLGONO A BERLUSCONI CHE SECONDO LA SINISTRA DOVREBBE QUOTIDIANAMENTE ESSERE CROCEFISSO SULLA PUBBLICA PIAZZA

handy13

Mar, 05/06/2012 - 13:00

...mi accontenterei anche solo che quando un magistrato fa il furbino, o arrogante....ci siano altri che lo bacchettano pubblicamente,..

Barbarello

Mar, 05/06/2012 - 13:22

I Sinistrati Sono Contrari Alla Responsabilita' Civile Dei Magistrati, Perche' Non Conviene Perdere Chi Li Protegge!

pescecane

Mar, 05/06/2012 - 13:41

#7 megliosolo - Lei ha poche idee, ma molto confuse. I giudici devono fare il loro dovere che consiste nel perseguire i reati. Se questi reati sono frutto della loro fantasia, se non esistono addirittura nel C.P., se mandano in galera qualsiasi cittadino senza non dico prove ma nemmeno indizi univoci di colpevolezza, tali magistrati devono pagare per la loro negligenza, imperizia e talvolta arroganza ne più nè meno degli altri cittadini. Sia che queste indagini vengano svolte contro terroristi, mafiosi o colletti bianchi, poichè in Costituzione esiste la presunzione di innocenza, devono stare attenti a quello che fanno. Come il medico. Come il fornaio. Come il coltivatore di patate. O Lei crede che siccome hanno vinto un concorso siano diventati cittadini al di sopra delle leggi, di quelle leggi che impongono agli altri? Rifletta prima di ripetere le fesserie di Padellaro, Travaglio o Di Pietro.

scipione

Mar, 05/06/2012 - 13:41

Se questo governo non introduce la responsabilita' del giudice ,in malafede ,o per incompetenza o perche' usa la toga per attuare persecuzioni o fini politici,il PDL deve subito staccare e andare ad elezioni.

macchiapam

Mar, 05/06/2012 - 13:48

Eppure la soluzione è semplice: basta che - come per tutti i professionisti - ciascun magistrato sia assicurato contro i rischi da errore o negligenza giudiziaria. E la responsabilità sia comunque limitata ai casi di colpa grave e inescusabile.

Cosean

Mar, 05/06/2012 - 13:59

#17 pescecane Allora anche un Politico, se la sua carica ha portato disastri sociali, Lo possiamo mandare in galera?

prodomoitalia

Mar, 05/06/2012 - 14:08

8 ettore 80 - non hai più un partito da votare ? Saresti il primo comunista che si astiene ! Comunque non ci credo ! Se e quando verrà l'ora vedrai che andrai al seggio e metterai una bella crocetta sul simbolo del PD...o su Falce e Martello...o sul SEL ! Voi siete fatti così...purtroppo per Voi .....e per noi.....di conseguenza !

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 14:16

#20 Cosean - Guardi che non è esattamente la stessa cosa. Se il politico combina delle cose turche può non essere rieletto. Il PM qualunque cosa accada rimane li a vita.

megliosolo

Mar, 05/06/2012 - 14:28

17# Pescecane.Volesse il cielo che il solo ad avere le idee confuse e quant'altro lei dice sono solo io.La presunzione di possedere il dono esoterico del sapere assoluto e peggiore della presunzione di innocenza garantita dalla carta Costituzionale.Anche con riserve condivido che il giudice deve essere piu responsabile e deve pagare se fa abuso o mal serva il potere assegnatogli.Forse i ruoli tra accusa e difesa risultano sbilanciati a favore dei farabutti,lei si da una spiegazione del perchè in ITALIA proliferano associazione politiche mafiose,truffaldine e chi piu ne a ne mette.Indubbiamente qualche giudice non conforme esiste,ma esistono anche quelli che tutt'oggi vivono sotto scorta perche il diritto di presunzione tiene fuori dalle carceri tanti incalliti assassini liberi circolare e non solo di minacciare.Forse lei difetta di conoscenze reali e dirette o ha la presunzione del sapere.

lot

Mar, 05/06/2012 - 14:30

#20 Cosean, c'è una grande differenza tra politici e magistratura o altre categorie con responsabilità nell'ambito del loro lavoro. Lei non li può accomunare come se fossero la stessa cosa. Il giudice deve agire nell'ambito delle leggi, se non lo fa se ne deve assumere la responsabilità. Il politico deve agire nell'ambito del mandato elettorale, se non lo fa non viene più rieletto. D'altra parte lei non ha tutti i torti dicendo se il politico combina disastri sociali, la sua non elezione potyrebbe NON essere un compenso sufficiente nella rivalsa contro di lui. Se tali disastri derivano dal rispetto del mandato elettorale, non credo che sia punibile ma se derivano dal NON rispetto del mandato elettorale dovrebbe essere punibile come tutti gli altri. Tuttavia qui il discorso si fa molto vago, perchè è difficile stabilire chi dovrà decidere se ci sono state violazioni del mandato elettorale e a quali disastri sociali ci si riferisce e a quale parte politica spetti ricorrere alla giustizia

erminio.ottone

Mar, 05/06/2012 - 14:48

#16 Barbarello: I Sinistrati Sono Contrari Alla Responsabilita' Civile Dei Magistrati, Perche' Non Conviene Perdere Chi Li Protegge! - e i berluscones sono contrari al ddl anticorruzione perché ......[inserisci qui la tua motivazione]......

megliosolo

Mar, 05/06/2012 - 15:04

I mali nostri non sono solo i giudici o la carta costituzionale,ma noi stessi,noi non siamo un popolo ma tanti piccoli clan in lotta campanilistiche perenne pur di salvaguardare il piccolo orticello, ma esposti e sottomessi all'invasione o arruolati facilmente dal signore di turno per le sue scorribande. I giudici rappresentano il potere sottoposto al legislatore(ai politicanti)quindi se i giudici non servono è solo colpa della gran parte di quei smidollati, collusi,mafiosi,ladri, politicanti.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 05/06/2012 - 15:27

+erminio ettone. ...Motivazione! per non dare in mano a dei Magistrati marci fino al midollo piu motivi per persequitare una solo parte politica! TI BASTA? OPPURE NE VUOI SAPERE DI PIU?!.

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 15:38

#26 megliosolo - Come si può non menzionarti, purtroppo è la nostra natura.

MIKE1972

Mar, 05/06/2012 - 15:42

Per # 22cinghiale: Guardi, ciò, che lei afferma è sbagliato, poichè i PM non restano lì a vita, ma fanno carriera, il che è ancora peggio!

Ritratto di romy

romy

Mar, 05/06/2012 - 16:15

Chi sbaglia paga di tasca propria come tutti,non capisco il perchè del contrario?Se svolgo un lavoro,ultraprotetto,poi finisce che posso mettere le ali,e cercare di volare nel cielo.

Gianna Lorella

Mar, 05/06/2012 - 16:24

Gli intoccabili rimarranno tali? I sempre impuniti rimarranno tali? Quelli di giurisprudenza che hanno vinto un concorso e sono diventati i padroni dello Stato manterranno i loro assurdi privilegi? Chiedilo a Giorgio che per aver rubato una mela dal buffett del ristorante gli hanno dato tre anni. Chiedilo a Bruno che per aver dato dello ******o ad un" ghisa" ******o gli hanno dato due anni. Chiedilo a Marco che per aver timbrato il cartellino alla rovescia l'hanno licenziato. Chiedilo a Paolo che per aver allungato la pausa caffè di trenta secondi l'hanno messo in cassa integrazione. Chiedilo al cancelliere del Tribunale: dov'è il Giudice: Boh, Boh. Ma verrà non verrà ? Boh, Boh. Chiedilo a Maria che per mantenere il lavoro deve firmare uno stipendio maggiore di quello che prende. Chiedilo a Giulio... Chiedilo a Fabio.. Chiedilo a Gloria Chiedilo a chi vuoi..

curatola

Mar, 05/06/2012 - 16:48

ai politici é stata tolta l'immunità mentre i giudici sono intoccabili?

cicero08

Mar, 05/06/2012 - 16:59

Ragionevole equivale solo all'abolizione di ogni privilegio. Chi sbaglia ne deve sempre rispondere in proprio e secondo il grado di colpa o dolo. Da qui non si puà derogare

cicero08

Mar, 05/06/2012 - 17:10

E qualcuno ricordi a Di Pietro, ultimo ed a volte esagitato paladino della sovranità popolare, che sul tema c'è già stato un referendum dal risultato chiarissimo in favore della responsabilità civile dei magistrati anche se poi vanificato dalla legge Vassalli. Anche questa è una porcheria cui si dovrebbe semplicemente porre rimedio. Basta prese in giro!!!

Ritratto di gino5730

gino5730

Mar, 05/06/2012 - 17:32

Se sbaglia un medico,un ingegnere,un architetto o un poliziotto o un semplice dipendente paga,perchè i giudici no ? Certamente la responsabilità civile di magistrati va applicata con la dovuta attenzione per il loro lavoro particolare e difficile,ma nemmeno possono far durare un processo venti anni e poi dire -scusi tanto.abbiamo sbagliato -O rimettere in libertà rei confessi per scadenza dei termini o peggio ancora per non aver scritto la sentenza. Il lavoro è tanto,vero,allora, non riaprite processi per reati avvenuti qualche decennio fa.

ARNJ

Mar, 05/06/2012 - 17:55

................chi sbaglia deve PAGARE !!!!!!.....in tutti i campi è così........e perchè in magistratura no ?????????.......con il lauto stipendio che percepiscono è giusto che quando sbagliano debbano tirare fuori i soldini dalle proprie saccocce !!!!!!!.......così fan tutti......e lo debbono fare anche loro.....!!!!!!.... casta di.... !!!!....

corradolat

Mar, 05/06/2012 - 18:06

L'unica intesa ragionevole è che chiunque sbaglia deve pagare.Cosa ha in più un giudice rispetto ad esmpio ad un chirugo, se entrambi sbagliano pagheranno.Del resto è un rischio professionale.Nessuno ha obbligato il medico a fare il medico, per il magistrato è stata una libera scelta valutando i vantaggi (tanti) ed i possibili rischi.

varicella322

Mar, 05/06/2012 - 18:04

Per quanto concerne la giustizia, l'Italia è da quarto mondo,in quanto è in mano a dei politicanti togati. La legge è uguale per tutti , recita la scritta che capeggia nelle aule dei tribunali. Non vedo perchè i giudici non debbano far parte dei tutti, sono stati unti? Da chi? Da qualche altro giudice che giudicava i loro esami per entrare a far parte della magistratura... in modo benevolo, per mezzo di qualche raccomandazione o bustarella!

pescecane

Mar, 05/06/2012 - 18:26

#20 Cosean - Se ha commesso reati certamente sì, lo si può mandare in galera.Guardi che sui tribunali c'è scritto che la legge è uguale per tutti,non c'è scritto che se i magistrati creano danni irriversibili non solo nei confronti dell'imputato, messo in galera, e risultato estraneo ai fatti,ma anche alla sua famiglia,non c'è scritto dicevo che i magistrati siano esenti dalle responsabilità penali e civili che ha chiunque svolga una professione.Se io creo danni ad una paziente commetto un reato previsto dal Codice.Il magistrato no.In galera c'è stato da poco anche l'on. Papa, che pur godendo delle guarentigie costituzionali, è stato messo in carcerazione preventiva senza che vi fossero le condizioni .perchè questo avvenisse.Ed ancora di processi veri in un'aula di tribunale non ho visto traccia.E'possibile che senza avere uno scolapasta in testa, possa credere che un funzionario pubblico diventi un semidio per avere vinto un concorso e che non debba rispondere a nessuno dell'operato

mabebo

Mar, 05/06/2012 - 18:54

state tranquilli, anche stavolta i magistrati la faranno franca come successo col referendum, loro sono INTOCCABILI, ne va della democrazia (dicono loro).

giuseppe.galiano

Mer, 06/06/2012 - 06:51

Bene, signora, allora mi spieghi un pò, se un chirurgo commette un errore(involontariamente, per carità, come qualche giudice) ed il paziente la piglia in quel posto con una menomazione o peggio con la signora in nero e con la falce che lo preleva direttamente da lettino operatorio, che fa? lui, se vivo, o i parenti, se defunto, si rivolgono poi alle ASL? Le chiedo questo perché, Lei mi insegna, la legge è uguale per tutti, o no?