Restano i soldi ai partiti. Sfiorata la rissa con M5S

Il Pd vuole anche la cassa integrazione per i dipendenti. Oggi la cabina di regia su Imu e Iva. Governo aperto a tutte le soluzioni. Abitazioni di lusso nel mirino

Roma - Bocciato il blocco dell'ultima tranche di «rimborsi elettorali» (alias finanziamento ai partiti), passa il principio dei rimborsi indiretti. Votazioni a dir poco agitate sulle mozioni sul finanziamento ai partiti ieri sera alla Camera, finite con le proteste dei deputati del Movimento cinque stelle, che hanno prima lasciato sui banchi mazzette di banconote (facsimile) da 500 euro, poi hanno abbandonato l'Aula.

I grillini avevano presentato una mozione per bloccare la tranche di luglio dei rimborsi elettorali che spettano ai partiti. Bocciato anche un testo di Sel che chiedeva una commissione di inchiesta su fondazione e lobby. Passata, invece, la mozione Pd-Pdl e Scelta civica che afferma il principio del finanziamento indiretto. Quindi partiti finanziati principalmente con la contribuzione dei cittadini su base volontaria, ma anche «eventuali forme di sostegno indiretto ad attività politiche, ad adottare ogni iniziativa utile a salvaguardare il diritto di tutti i cittadini di associarsi liberamente». Mozione che impegna il governo anche ad approvare al più presto le norme per dare attuazione alla riforma varata dal Consiglio dei ministri.
Tra gli emendamenti (ancora da votare) il Pd ne ha presentato uno che mira a estendere ai dipendenti dei partiti la cassa integrazione straordinaria e i contratti di solidarietà, con una copertura di 18 milioni per gli anni 2014 e 2015. Sempre il Pd propone di aumentare la quota di imposte che i cittadini possono destinare ai partiti: non il 2 per mille, ma il 2,5 per mille.

Il governo oggi sarà impegnato soprattutto nella cabina di regia sui temi economici. All'incontro non ci sarà un'unica proposta del governo sull'Imu e nemmeno sull'argomento meno caldo delle coperture per l'Iva. Il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, si presenterà insieme al premier Enrico Letta con un ventaglio di proposte per riformare l'imposta sugli immobili e relative coperture.
Le ipotesi sono quelle uscite in queste settimane. Dalla franchigia per escludere dall'imposta le abitazioni principali (locuzione più corretta rispetto a prima casa) intorno ai 500 euro. Che però non piace al Pdl.

Poi la nuova service tax che ingloba la Tares e l'imposta comunale sul mattone (che non convince il ministero dell'Economia). Ci sarà anche la cancellazione totale sulla prima abitazione, con il relativo costo (4 miliardi l'anno) e le ipotesi di copertura preparate dalla Ragioneria dello Stato. Il possibile punto di caduta sull'Imu potrebbe essere una conferma dei criteri utilizzati nel rinvio della rata di giugno, che ha escluso dal pagamento le abitazioni principali a eccezione di quelle di lusso. In arrivo anche la deduciblità per gli immobili commerciali. Allo stesso tempo, sull'Iva ci sarà un menu di alternative alla copertura contenuta nel decreto che ha rinviato l'aumento dell'aliquota ordinaria al 22% previsto in luglio. Un miliardo fatto di tagli alla spesa selettivi (non sono esclusi tagli lineari) e di qualche rimodulazione di entrata già presente nel provvedimento (a esempio la tassa sulle sigarette elettroniche). Tutto, comunque, da discutere. Linea che il dicastero di via XX Settembre si è dato già da qualche giorno e che ora seguirà in modo più deciso, viste le fibrillazioni sul caso Shalabayeva e gli sforzi di Palazzo Chigi per mantenere stabilità politica. Sull'Iva la soluzione dovrebbe uscire già oggi, entro il primo pomeriggio, mentre sull'Imu si aprirà un percorso che dovrebbe portare, prima di Ferragosto, a una soluzione.

In autunno, invece, il governo dovrà affrontare la Legge di stabilità e fare i conti con la revisione delle stime di crescita. Ieri un'importante correzione è arrivata dalla Banca d'Italia.
Per il 2013, come aveva anticipato il governatore Ignazio Visco, il Pil calerà dell'1,9% e non di un punto, come stimato a gennaio. La crescita tornerà nel 2014 «a ritmi moderati».

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 18/07/2013 - 09:00

Gente di questo blog,come fate a votare i vs "partiti",che spudoratamente mascherano sotto varie forme,DI FATTO,risorse che potrebbero essere impiegate per scopi ben più virtuosi?Come si fa,a conciliare questa condivisibile presa di posizione di MS5,con altre non condivisibili posizioni?Come costruire un sistema "rappresentativo",basato sulla condivisione di temi specifici?

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 18/07/2013 - 09:13

Non ne vogliono sapere di dimagrire! Anzi vogliono addirittura rafforzare la posizione dei partiti: "indispensabili" per la democrazia ... e per fare i loro porci comodi.

Ritratto di Ban@nas republic

Ban@nas republic

Gio, 18/07/2013 - 09:20

TUTTI I PARTITI AD INTASCARE I SOLDI DA UN LATO E DALL'ALTRO C'E' SOLO L'OPPOSIZIONE ALLA CASTA... TUTTO CHIARO, NO?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 18/07/2013 - 09:31

strano ... il PD vuole tenersi i rimborsi politici, mentre il movimento segaiolo non riesce ad imporsi... chissà come mai succedono cose cretine come queste solo, e soltanto, quando ci va di mezzo il partito demenziale e il movimento segaiolo :-)

egi

Gio, 18/07/2013 - 09:41

Dubbi su come si amministrano i nostri soldi e la sinistra pretende anche il mantenimento per loro guastatori picchiatori? ma robe da mat.

watcheroftheskyes

Gio, 18/07/2013 - 09:42

Ora che, tutti insieme, si sono accordati su come continuare a mangiare alle nostre spalle il governo Letta può benissimo andare in crisi. Continueranno a far finta di litigare, formeranno nuove finte maggioranze e continueranno a far credere agli italiani che il paese è diviso da parole inutili come "destra", "sinistra", "fascista", "comunista", "liberista", "civico" e blah blah blah blah...

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 18/07/2013 - 09:43

arraffa e arivaffa!

Alberto Gammi

Gio, 18/07/2013 - 10:03

caro mortimermouse, anche il PDL ha votato per tenersi i soldi.

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Gio, 18/07/2013 - 10:16

figuriamoci ,tante parole,ma ai fatti siamo sempre alle solite..........felicissima di non aver votato nessuno di questi

watcheroftheskyes

Gio, 18/07/2013 - 10:16

Mortimermouse, continua pure a pensare che PD, PDL e SC abbiano votato diversamente tra di loro. Prova a leggere l'articolo una volta tanto invece di premere a caso tasti sulla tastiera.

lucrezia60

Gio, 18/07/2013 - 10:24

pensare che questo governicchio è nato per abbattere i costi.. invece..4 milioni per spolverare i libri della camera.. assistenza medica gratis (a nostre spese) per oltre 2500 persone.. 15 miliardi per aerei gia vecchi prima di essere costruiti.. gente che prende 5000 euro al giorno di pensione per averci portato al disastro.. e poi sulle case di lusso vorrei ricordare una puntata di report di qualche tempo fa dove facendo vedere la lussiosissima villa (quasi un castello) di dini e signora, si è scoperto che venicva classata come azienda agricola e pagava meno di me di ICI... come al solito pagano solo gli onesti..

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 18/07/2013 - 10:32

Su questo giornale prima dell'elezioni c'era un fronte comune contro la casta e il taglio al finanziamento pubblico ai partiti. Il M5S aveva detto che avrebbero lottato per la cancellaione del finanziamento pubblico ai partiti e stanno cercando di fare quello che hanno promesso, purtroppo PD e PDL sono solo ed esclusivamente attaccati alle poltrone e ai soldi per diventare piu' ricchi mentre noi dobbiamo tutti i giorni fare i salti mortali per andare avanti. LA colpa é solo ed esclusivamente nostra che continuiamo a votare i soliti politici incapaci Letta, Alfano, Fassina, Santanché solo per nominarne alcuni, invece di dare una spallate forte e chiara quando andiamo a votare. Purtroppo ci dimostriamo esattamente della stessa pasta dei nostri politici, ci lamentiamo di loro li critichiama aspramente, ma quando si tratta di andare a votare ci facciamo infinocchiare da un paio di promesse inutile. Io per primo ho fatto quest'errore alle ultime elezioni politiche ho imparato la lezione e alle prossime elezioni non faro' lo stesso errore. Ciao Ciao PD e PDL e Scelta Civica.

unosolo

Gio, 18/07/2013 - 11:02

come ho sempre sostenuto (e sosteneva il CRAXI) tutti coloro che sono ( e erano ) in parlamento sia in camera che al senato si fanno i loro soli interessi non dei cittadini .Il debito persevera nella scalata e loro si mantengono ogni centesimo anzi nonostante che man mano i cittadini si accorgono , tramite delle trasmissioni , dello spreco essi si guardano bene dall'eliminare ci sono miliardi che sprechiamo per palazzi , uffici ,dopolavoro , riserva del presidente , insomma oggi come oggi possiamo vendere alcune di queste postazioni , magari anche caserme , per accorciare il debito mentre iniziamo a tagliare una delle due camere e aboliamo i senatori a vita , per cominciare invece di dare in contanti le super liquidazioni o vitalizi diamogli dei buoni a venti o trenta anni , il contante alle imprese creditrici. Il rimborso elettorale come sempre è una solenne rapina a chi paga le tasse per avere servizi , questa forzatura dimostra che ancora rubano i nostri soldi.Non esiste serietà nei politici.

marchino.blu

Gio, 18/07/2013 - 11:07

@mortimer Taci comunista

blackbird

Gio, 18/07/2013 - 11:24

Quanti pasticci e complicazioni con la tassa sugli immobili! Era così semplice, bastava rivalutare le rendite e tassarle con l'IRPEF. Il reddito delle case, e dei fabbricati in genere, andava ad aumentare il reddito totale. Chi aveva comunque un basso reddito avrebbe pagato con aliquote più basse e chi guadagnava molto avrebbe pagato con aliquote più alte. I controlli li facava il Catasto, che sono gli stessi dati che ricevono i Comuni per fare i loro controlli con calcoli complicatissimi. Un programmino stava pochi millisecondi a scorporare la quota di tasse pagate dovute al reddito dei fabbricati e lo Stao girava subito i soldi incassati alle casse dei Comuni. Troppo semplice? Cerrto, meno burocrazia e meno inghippi per i cittadino, in altre parole: IMPOSSIBILE!

gneo58

Gio, 18/07/2013 - 11:50

non c'e' da stupirsi comunque tranquilli, tra non molto subentrera' l'europa e verra' qui un signore diciamo Tedesco che portera' 2 soldi per mettere qualche pezza qua e la' chiedendo come contropartita misure adeguate (vedi Grecia inclusa notizia odierna) e poi allora ne vedremo delle belle

AG485151

Gio, 18/07/2013 - 14:07

E MENTRE VI CONFONDONO CON IL BERLUSCONISMO E L'ANTIBERLUSCONISMO , IL FASCISMO E IL COMUNISMO , L'EST E L'OVEST , IL NORD E IL SUD , LA CLASSE OPERAIA , LE FAMIGLIE A FINE MESE , LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA , LE TASSE AI RICCHI , E TUTTE LE ALTRE BALLE COSI INTANTO VI SCANNATE FRA DI VOI COME CITRULLI , LORO CONTINUANO A FARE I PROPRI INTERESSI . DALL'ESTREMA DX ALL'ESTREMA SX .