Ricetta di destra applicata a sinistra

Lo sconto fiscale si applicherà su dieci milioni di dipendenti pubblici e privati con un reddito annuo fino a 25mila euro

Altro che Goldrake, questo è Ufo Robot: «Si trasforma in un razzo missile/ coi circuiti di mille valvole/ fra le stelle sprinta e va». Renzi in un paio di settimane riesce a ridurre le imposte per 11 miliardi netti: tre volte quanto hanno provato a fare, senza riuscirci, i suoi predecessori sull'Imu. Che poi è rimasta sotto mentite spoglie. Come la mettiamo? O il precedente esecutivo aveva il prosciutto sugli occhi, o gli uomini di Renzi sono dei fenomeni allevati alla scuola di Milton Friedman. Speriamo che non valga l'opzione tre: si tratta solo di un annuncio a cui non seguiranno i fatti.
Nelle prossime settimane capiremo infatti nel dettaglio cosa ci ha raccontato ieri Matteo Renzi. E nei dettagli, quando si parla di fisco, ci può essere la sostanza. Per ora possiamo dire che il governo ha ridotto le pretese del Leviatano per circa 12,5 miliardi e le ha aumentate per 1,5: dunque con un saldo di cui parlavamo pari a 11. Chiunque ritenga che lo Stato sia il problema e il privato la soluzione dovrebbe dunque brindare. Il conto è infatti presto fatto. La riduzione fiscale sui lavoratori dipendenti è di dieci miliardi su base annua (dunque per quest'anno circa 6,6 miliardi). A cui si sommano 2,5 miliardi di euro in taglio Irap, di cui però ancora non si conoscono i dettagli applicativi.
Parliamo semplice. Renzi ieri ha utilizzato una delle bandiere storiche delle destra: la riduzione fiscale come strumento principe di politica economica. E, come avvenne per le prime ricette liberiste, considera il tema delle coperture finanziarie apparentemente importante ma sostanzialmente marginale. Meno tasse generano più sviluppo e dunque non c'è motivo etico per ostacolarle. E, sottovoce, si sostiene che tecnicamente si autofinanzino. Se serve si utilizzino pure quei decimali di deficit in più che il nostro avanzo primario ci consente. Vabbé, lasciamo il dibattito agli appassionati. Ma attenzione: se la ricetta è di destra (perdonate la semplificazione ottocentesca) gli ingredienti sono di sinistra. Mica scemo Ufo Robot.
Lo sconto fiscale, quello che conta, si applicherà su dieci milioni di dipendenti pubblici e privati con un reddito annuo fino a 25mila euro. Non sono i poveri, che un reddito non lo hanno. Non sono i pensionati. Non sono i lavoratori autonomi, professionisti o partite Iva. Tecnicamente, infatti, non si dovrebbero toccare le aliquote Irpef, ma le detrazioni. E non sono ovviamente i redditi superiori a 1.500 euro al mese, più o meno coincidenti con la nostra classe media. Mettiamola brutale. Renzi pensa alla maestra elementare, ma non al suo idraulico. Il governo si occupa dell'impiegata delle poste e non della sua estetista. Insomma, becca in pieno la sua constituency elettorale.
Aiuta, ma sarà importante vedere il dettaglio tecnico, le imprese private con il taglio dell'Irap. Una sforbiciata del 10 per cento dovrebbe valere 2,5 miliardi. La Cgia ha calcolato un vantaggio fiscale per impresa di poco meno di 800 euro l'anno. Meglio di nulla. Ma non ha alcun valore in termini di aspettative. Anzi. È del tutto chiaro che gli sconti fiscali per questo governo dovranno agire prima sulla domanda (stimolare i consumi) e poi eventualmente sull'offerta (stimolare la competitività delle imprese). Alla domanda ben posta dal presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, e cioè è meglio dare ottanta euro in più in busta paga o creare nuovi posto di lavoro, Renzi ha acceso la luce numero uno. A ciò si aggiunga una balla grande come una casa. E cioè che il finanziamento di questo sgravio fiscale avverrà grazie all'aumento delle imposte sulle rendite finanziarie di sei punti percentuali. Come avvenne per la Tobin tax, quello che pensano a Palazzo Chigi in termini di finanza, non è ciò che avviene nelle sale operative. Gli investitori scappano o vanno su classi di investimento meno tassate (i titoli di Stato). E poi qualcuno ci dovrebbe spiegare (basterebbe un contabile, non certo il ragioniere generale dello Stato) come sia possibile che un aumento di sei punti generi più cassa di quanto abbia fatto il recente incremento di 7,5 punti. Misteri del renzismo. Infine, non confondiamoci con i vasi fintamente comunicanti. A pagare sulle rendite finanziarie (una cifra inferiore a quella prevista) sarà quella classe media che non becca un euro da questa manovra e che rischia di scivolare verso la fascia protetta dal renzismo (25mila euro).
Per farla breve. Ufo Robot ha scippato alla destra la sua forza e l'ha usata per sedurre il suo popolo. Se l'operazione gli riesce fino in fondo «fra le stelle sprinta e va».

Commenti

Gianfranco Rebesani

Gio, 13/03/2014 - 08:59

Non sono un economista. Epidermicamente la mia reazione alle strombazzate renziane (sinora rimaste tali,fatti concreti nisba)è questa. Monti vedeva la luce in fondo al tunnel, ma era un'illusione ottica. Letta, oltre alla luce prometteva,(nel 2013 affermava che il 2014 sarebbe stato l'anno della riscossa).Uscito di scena, si scoprono "buchi" nella situazione economica che ha lasciato a Renzi. Quest'ultimo, di mese in mese,forse perchè come razzo si trova nel firmamento, oltre ai buchi neri di Letta,continua solamente a farci veder le stelle,senza mai raggiungerle.A meno che, visto che Maggio è anche il mese della Madonna, non riesca a ottenere un miracolo,ovvero fottersene di Bruxelles,del tetto del 3%,tornare sulla terra a sforbiciare,con un tosaerba però,gli sprechi della Pubblica Amministrazione,i costi maggiorati degli acquisti che dai Comuni,passando dalle Provincie,Regioni arrivano ai vari Ministeri. Possibile che io in cartoleria paghi 30 centesimi per una penna biro e la pubblica amministrazione arrivi a pagarla anche oltre i 50? Mi rimetto a fare l'osservatore sperando di poter dire, a Maggio, "fusse che fusse la volta bona", ma ho i miei dubbi.

glasnost

Gio, 13/03/2014 - 17:05

Mi sa che sia incostituzionale mettere delle detrazioni solo per alcune categorie. Come era risultato incostituzionale mettere un contributo sugli stipendi più alti che riguardavano i Magistrati. O si riducono le aliquote IRPEF per tutti o la soluzione non è applicabile ed al primo ricorso, magari dei pensionati, salta e resta solo un annuncio non realizzato per colpa di altri!!!.

Mechwarrior

Gio, 13/03/2014 - 17:05

La grande sfida che dovrà fronteggiare Renzie sarà tentare di smontare il carrozzone statale che frena l'italia in tutto e per tutto. Speriamo per noi che ce la faccia!!!!! (p.s. non voto pd)

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 13/03/2014 - 17:07

Ohi ohi, le prime ammissioni che il progetto di Renzi è valido; e tutti i detrattori che ieri e stamattina starnazzavano di colpe indicibili, ora saranno costretti a giravolte inverosimili per attribuire al capo le grandiose idee alla base del progetto di Governo...Auguri

eloi

Gio, 13/03/2014 - 17:09

Credo che Renzi sia un fanatico di: "Io, speriamo che me la cavo".

Mr Blonde

Gio, 13/03/2014 - 17:16

Porro mi delude sempre di più; va bene salvare il cu.o e lo stipendio ma definire questa una manovra di destra mi sembra eccessivo visto che a beneficiarne sono solo i redditi da lavoro dipendente e poco c'è (per ora) per professionisti e imprese. Capisco il panico per chi sta comunque facendo qualcosa ma che lei si svergogni così quasi mi dispiace.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 13/03/2014 - 17:18

"Gli investitori scappano o vanno su classi di investimento meno tassate (i titoli di Stato)." Benissimo così lo Stato risparmia enormemente su Bot e assimilati...con ulteriore margine per le politiche sociali di Renzi!!!!!

moranma

Gio, 13/03/2014 - 17:26

non sapevo che fosse una ricetta della destra aumentare le tasse sulle rendite finanziarie...ma forse mi sbaglio!

Cinghiale

Gio, 13/03/2014 - 17:31

E i lavoratori autonomi devono morire in silenzio.

aredo

Gio, 13/03/2014 - 17:37

Ma quale destra? Non c'è nulla di destra nella manovra di Renzi! Sono le solite tasse comuniste come viste con Prodi, D'Alema, Monti, Letta..

Cinghiale

Gio, 13/03/2014 - 17:39

Renzino caro bisogna tagliare le vostre pensioni ed i vostri stipendi. Perchè una volta arrivati li non ci sentite da questo orecchio. E mi vien fino da bestemmiare.

palllino.

Gio, 13/03/2014 - 17:40

Penso che anziche lasciare ottanta euro in busta paga per le sigarette sarebbe stato meglio detassare quei settori che sono stati devastati dai precedeni governi...parlo dei superbolli auto che non hanno generato introiti,all'imu raddoppiata che ha bloccato il mercato immobiliare,alle tasse sulle barche che hanno portato al fallimento i cantieri e ridotto le utenze con grave perdita di posti di lavoro. Questa manovra serve a raccogliere consenso tra chi il lavoro lo ha gia come evinco dai vari messaggi su wattsapp di amici compagni e non,entusiasti di riuscire ad avere 80 euro in piu per andare al ristorante una volta in piu!!!si perche' chi prende 25000 euro lordi non sta poi cosi male come chi un lavoro lo ha perduto o prende 15000 euro lordi!!!!!!con mutui ai minimi storici e una deflazione oramai consolidata... Credo che si perda un altra,forse l'ultima occasione per dare una svolta a questo paese.. Un paese dove e' un problema trovare 4 migliardi per l imu e si trovano dalla sera alla mattina 10 migliardi cosi come e noccioline..

leo.nar.do

Gio, 13/03/2014 - 17:43

Ma quale ricetta di destra !… Se da questa manovra sono esclusi lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi e pensionati sopra la soglia di 1500 euro… Solo la Sinistra considera la gente ricca sopra tale soglia ...

gigetto50

Gio, 13/03/2014 - 17:43

......se con 25.000 € anno intendiamo reddito complessivo, allora capisco. Se invece solo di busta paga, allora non va bene. Due casi a caso: lei impiegata al Ministero e percepisce 1.400 € mese, lui funzionario o dirigente sempre presso un Ministero con diciamo 2.600 € mese (fanno 4.000 €),senza figli, proprietari di casa (ammettiamo ereditata), 2 automobili e con discreto conto corrente in banca, contro 2 impiegati/operai da 1.650 € ciascuno (totale 3.300 €), casa in affitto, senza vetture e con 3 figli a carico. Come la mettiamo? Mi si vuol dire che la signora del primo caso avra' il famoso bonus perché la sua busta é sotto i 1.500 e mese? Eh no...eh...

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Gio, 13/03/2014 - 17:54

con pochi sldi non puoi accontentare tutti, dipendenti, professionisti, artigiani, commercianti e imprese, giusto iniziare da dipendenti che prendono poco, tra l'altro coi tassi di evasion che abbiamo forse è più probabile che così lo sconto arrivi a chi se lo merita. se ce la fa è cosa buona, un piccolo inizio che nessuno aveva fatto ma certo non la svolta

gigetto50

Gio, 13/03/2014 - 17:58

......se con 25.000 € anno intendiamo reddito complessivo, allora capisco. Se invece solo di busta paga, allora non va bene. Due casi a caso: lei impiegata al Ministero e percepisce 1.400 € mese, lui funzionario o dirigente sempre presso un Ministero con diciamo 2.600 € mese (fanno 4.000 €),senza figli, proprietari di casa (ammettiamo ereditata), 2 automobili e con discreto conto corrente in banca (sempre frutto di eredita'...per carita'), contro 2 impiegati/operai da 1.650 € ciascuno (totale 3.300 €), casa in affitto, senza vetture e con 3 figli a carico. Come la mettiamo? Mi si vuol dire che la signora del primo caso avra' il famoso bonus perché la sua busta é sotto i 1.500 e mese? Eh no...eh... Si usi il certificato ISEE, il riccometro.. Ma mi pare strano che Renzi non ci abbia pensato.. Capisco il volere allinearci al resto Europa sulla tassazione delle rendite finanziarie (esclusi i titoli di stato) ma il resto no.

gigetto50

Gio, 13/03/2014 - 17:58

......se con 25.000 € anno intendiamo reddito complessivo, allora capisco. Se invece solo di busta paga, allora non va bene. Due casi a caso: lei impiegata al Ministero e percepisce 1.400 € mese, lui funzionario o dirigente sempre presso un Ministero con diciamo 2.600 € mese (fanno 4.000 €),senza figli, proprietari di casa (ammettiamo ereditata), 2 automobili e con discreto conto corrente in banca (sempre frutto di eredita'...per carita'), contro 2 impiegati/operai da 1.650 € ciascuno (totale 3.300 €), casa in affitto, senza vetture e con 3 figli a carico. Come la mettiamo? Mi si vuol dire che la signora del primo caso avra' il famoso bonus perché la sua busta é sotto i 1.500 e mese? Eh no...eh... Si usi il certificato ISEE, il riccometro.. Ma mi pare strano che Renzi non ci abbia pensato.. Capisco il volere allinearci al resto Europa sulla tassazione delle rendite finanziarie (esclusi i titoli di stato) ma il resto no.

cirociro

Gio, 13/03/2014 - 18:09

Ora la manovra di Renzi è chiara! Lauta mancia in busta paga per i possibili elettori PD, nessuna riduzione reale delle tasse, edilizia scolastica, dissesto idrogeologico, valore della cultura, spending review, lotta all'evasione fiscale, green economy. Fiato ai denti e solita aria fritta del politicamente corretto: manca solo il richiamo alla pace nel mondo ed a voler bene alla mamma! Una manovra veramente di sinistra, in pratica porterà a più miseria per tutti però equamente ed inclusivamente distribuita!

Giacinto49

Gio, 13/03/2014 - 18:15

La diminuzione delle tasse insieme con l'aumento della produttività e la stabilità di Governo sono gli strumenti più efficaci per rilanciare l'economia. Forza Renzi! Forza Silvio!

Ritratto di geode

geode

Gio, 13/03/2014 - 18:20

Se servirà a farla scomparire ben venga questa terapia a condizione che parassiti e papponi di tutte le razze vengano "FATTI-FUORI".

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 13/03/2014 - 18:29

Nicola Porro, tra coloro che denunciano un reddito inferiore a 25.000,00 euro l'anno ci sono anche tanti commercianti, commercialisti, liberi professionisti, orafi...eccetera, eccetera.

gigetto50

Gio, 13/03/2014 - 19:58

.....vabbeh...Renzi parla di buste paga...e qui serve il certificato ISEE (riccometro)...non é questione di essere di destra o sinistra o viceversa...é questione di buon senso...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 14/03/2014 - 00:48

La vera ragione dell'odio trinariciuto contro Renzi consiste proprio nell'abbandono dei feticci statalisti della sinistra ed il ricorso a parte dei programmi della destra. È L'ONDA D'URTO DEL CROLLO DELL'URSS E DEL MURO DI BERLINO.

Antonio Chichierchia

Ven, 14/03/2014 - 06:28

Due fasce di contribuzione fiscale, 23 e 33 per cento. Le tre "i", inglese,impresa, informatica.Meno stato, più impresa.Un milione di posti di lavoro. Renzi ha semplicemente imparato bene.

edo1969

Ven, 14/03/2014 - 07:42

"Gli investitori scappano o vanno su classi di investimento meno tassate (i titoli di Stato)" ...errore Porro: i titoli di Stato non fanno gola ai grandi maestri della finanza. Per loro è robetta senza attrazione. Né sarà il 6% in più sulla rendita a farli scappare: faccia uno studio, caro Porro, e guardi quanto sono tassati gli interessi negli altri Paesi - paradisi fiscali a parte - e poi ne riparliamo. Saluti.