Riforme, la bozza dei tecnici:parlamentari tagliati del 20%e maggiori poteri al premier

Nella bozza messa a punto dai tecnici il numero dei deputati è di 508, i senatori scende a 254. Potenziato il ruolo del premier: può nominare e revocare i ministri

Dal rafforzamento della rappresentanza alla semplificazione delle procedure parlamentari, dall'agevolazione dei governi di legislatura alla valorizzazione degli interessi delle Regioni nel processo legislativo fino alla costruzione di "un forte governo in un forte parlamento". Sono questi gli indirizzi contenuti dalla bozza messa a punto dai tecnici delle riforme e anticipati dall'Ansa.

La normativa - voluta dal responsabile Riforme del Pd Luciano Violante, dal vicepresidente del Pdl a Palazzo Madama Gaetano Quagliariello, dal deputato centrista Ferdinando Adornato, dal finiano Italo Bocchino e dal parlamentare dell’Api Pino Pisicchio - si distingue in tre importanti blocchi di norme che i responsabili definiscono "coerenti tra loro". Ciascun punto risulta tuttavi essere in autonomia rispetto agli altri.

FORTE RAPPRESENTANZA

Nella bozza  si prevede una riduzione del numero dei parlamentari. Negli articoli 56 e 57 della Costituzione, che saranno completamente riscritti, si stabilisce che il numero dei deputati sarà di 508, di cui otto eletti nella circoscrizione Estero, mentre i senatori 254 di ncui quattro eletti all'Estero. Si stabilisce inoltreche potranno essere eletti a deputati tutti gli elettori che, nel giorno dell’elezione, avranno compiuto i 21 anni di età. Attualmente la Costituzione prevede il limite dei 25 anni. "La ripartizione dei seggi tra le circoscrizioni, fatto salvo il numero di quelli assegnati alla circoscrizione Estero - si legge nella bozza - si effettua dividendo il numero degli abitanti, quale risulta dall’ultimo censimento generale della popolazione, per 500 e distribuendo i seggi in proporzione alla popolazione di ogni circoscrizione, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti". Per quanto riguarda invece Palazzo Madama, viene stabilito che nessuna regione potrà avere meno di cinque senatori (ora il numero minimo è di sette). Il Molise ne avrà due e la Valle d’Aosta uno, esattamente come ora. Cambiando l'articolo 58 potranno essere eletti senatori coloro che avranno compiuto 35 anni (Attualmente si dovevano attendere i 40 anni).

FORTE PARLAMENTO

La bozza di riforme prevede una semplificazione del procedimento legislativo con superamento del bicameralismo paritario e l’introduzione di elementi di federalismo istituzionale. Si parlerà, infatti, di "Bicameralismo eventuale" e non più obbligatorio e del potere di richiesta del voto a data fissa da parte del presidente del Consiglio. "Nel caso si accettasse la ripartizione delle competenze tra Camera e Senato sulla base dell’articolo 117 della Costituzione - si legge nella nota informativa preliminare alla bozza - la previsione presso il Senato della Commissione per il parere obbligatorio sui ddl relativi alle Regioni, introdurrebbe un elemento di federalismo".

FORTE GOVERNO

La bozza anticipata oggi dall'Ansa prevede poi il potenziamento del ruolo del presidente del Consiglio e consolidamento del governo. La fiducia è data al solo premier a maggioranza semplice. La sfiducia (solo costruttiva) dovrà essere data, invece, a maggioranza assoluta. Il presidente del Consiglio può chiedere al presidente della Repubblica la nomina e la revoca dei ministri e può chiedere il voto a data fissa dei provvedimenti del Governo e ha la facoltà di chiedere al capo dello Stato lo scioglimento delle Camere. Si prevedono effetti semplificatori del voto di fiducia.

Commenti

scipione

Dom, 04/03/2012 - 14:59

Bravo Monti,attua le riforme del grande Berlusconi ,tanto Bersanof e tutti i BANANAS SINISTRI hanno esaurito tutto il loro odio e sono proni sulle riforme LIBERAL - DEMOCRATICHE del PDL.

actarus100

Dom, 04/03/2012 - 15:25

La proposta formulata in Parlamento é una NON proposta perché limita al 14% la riduzione di Deputati e Senatori. L'Italia con struttura federale dovrebbe avere un deputato ogni 200.000 abitanti e se questo significa che si debbono rivoluzionare i collegi ellettorali, ebbene si rivoluzionino pure! Una Italia di stampo federale non dovrebbe avere più di due senatori per Regione, poiché la maggioranza dei compiti sarebbe assolta dai "Parlamentini" regionali. Anche qui si deve riformare parecchio, abolendo le Regioni a statuto speciale, (salvo Bolzano), ed accorpando Regioni la cui estensione di territorio o numero di abitanti non giustifica il mantenimento di una regione, (va da se che le Provincie debbono essere abolite). E ovvio che i vari Parlamentini e Consigli Regionali dovranno mantenersi con le proprie risorse e non con quelle dello stato centrale. Cosi il cittadino avrebbe una struttura più snella: Stato-Regione-Comune, (come la chiesa ha già da 2000 anni: Papa-Vescovo-Prete).

deidda.p

Dom, 04/03/2012 - 15:33

come sempre non se ne farà nulla

blackbird

Dom, 04/03/2012 - 15:46

Evviva! La montagna ha partorito un topolini! Basta vedere i nomi dei proponenti per capire tutto. Deputati? 10 per Regione bastano e avanzano: 10x20 = 200 da ripartire in base agli abitanti e da eleggere, con voto di preferenza, su base regionale. Senatori? Meglio abolirlo, non c'è in molti Paesi. Se servisse ne farebbero parte i Presidenti dei Consigli regionali e per le Regioni con numero di abitanti sopra la media anche i Governatori; dovrebbe trattare solo le leggi che rimandano ad una successiva legiferazione Regionale. Naturalmente questi non sarebbero retribuiti avendo già una lauta ricompensa. Il Capo del Governo eletto direttamente dal popolo, nomina i Ministri al difuori dei parlamentari, ha potere di indirizzo e di revoca. Dura 4 anni, non c'è sfiducia, ma solo incriminazione per tradimento e malvessazione. Presidente della Republica, dura 4 anni e viene eletto a metà mandato governativo. Ha solo il potere di rappresentanza e presiede l'eventuale Senato. Meglio, no?

Ritratto di pupillo

pupillo

Dom, 04/03/2012 - 15:59

paese di pulcinella quì si vive nel paese di pulcinella - ma in campagna elettorale sia la destra che la sinistra ebbero ad esternare che una volta vinte le elezioni politiche il numero dei parlamentari sarebbero stati dimezzati. ora la proposta è tagliarne un po - poi con un emendamento se ne taglieranno 10 o 20.- Cari politici provo per voi un senso di vergogna per le grandi bugie sia di DS che di SN .- A votare non andrò più .- alle prossime elezioni sia amministrative che politiche a votare andrete solo voi parlamentari - tanto il voto in italia non esiste perchè siamo in una bella dittatura di sinistra - vedasi il caso monti e &. un saluto a voi

lot

Dom, 04/03/2012 - 16:16

Tale riforma è già qualche cosa anche se non è quello che speravo che fosse. Di certo c'è da chiarire cosa significa "maggioranza assoluta", cioè a quanto corrisponde percentualmente in voti perchè un Presidente del Consiglio possa essere sfiduciato (i due terzi della Camera?). L'altra cosa che mi lascia perplesso è il perchè mai il Presidente del Consiglio debba chiedere al Presidente della Repubblica chi può eleggere o revocare come Ministro del suo Governo, dando un ulteriore potere a tale carica. In tal modo continua a non avere alcuna autorità nel dirigere il Governo se i Ministri non sono sotto il suo controllo ma di quello del PdR. In Italia c'è proprio l'idiosincrasia del Capo del Governo a cui non si vuole lasciare mano libera nel governare. All'Italia serve proprio che sia governata e non diretta da giochetti politici di ammucchiate varie. Invece si vuole continuare allegramente per questa strada che ci ha portato alla rovina attuale e forse prossima catastrofe.

giuseppe.galiano

Dom, 04/03/2012 - 16:26

Ma tu pensa, hanno impiegato 64 anni a capire che il primo ministro deve avere più poteri. Ma questi fannulloni ci sono o ci marciano?

Massimo Bocci

Dom, 04/03/2012 - 16:33

Che i tacchini,....fissino la data del Natale è ancora da comprovare,.....comunque SOLO una cosa li potrebbe convincere a una simile scelta del tacchini (ladri senza vincolo di mandatato e vergogna),.......che i Bue che li sfama dia l'assalto al palazzo della MANGIATOIA e che la chiuda d'imperio...... allora per i tacchini la fine avverrebbe a prescindere dal Natale e poi ci sarebbe la fine della LORO specie di pennuti (ladri),.......allora ci potrebbe essere un ripensamento democratico (si fa per dire) per salvarle qualche PENNUTO LADRO!!!

Sapere Aude

Dom, 04/03/2012 - 16:48

I mangiapane a tradimento sono ancora troppi. Prego sforbiciare ulteriormente.

ruggero larco

Dom, 04/03/2012 - 16:53

Già una volta ho sintetizzato il mio commento sulle 'possenti' riforme di Monti, alla fiorentina: 'TIRATI SU LE CIOCCE, 500 DEP INVECE DI 600!!!!ì

gerasmo

Dom, 04/03/2012 - 16:56

Speriamo che questa sia la volta buona perchè l'Italia possa finalmente entrare nel novero delle democrazie compiute del continente europeo. Buttando al macero l'attuale carta costituzione, un pastrocchio - mi si consenta la definizione - infarcito dalla consorteria dei partiti all'indomani della seconda guerra mondiale, ha nei fatti bloccato lo sviluppo sociale e materiale del nostro Popolo in senso compiuto e condiviso da tutti, e dato voce e diritto di veto alle più disparate rappresentanze antidemocratiche e anti-stato che nulla avrebbero dovuto contare se non ai fini del censimento generale della popolazione. La nostra costituzione attuale è un crogiolo di bei principi e di enunciazioni, ma che non possono dare frutto, al pari di quegli ibridi botanici sempre guarniti di fiori sgargianti ma sterili. A Berlusconi non è stato consentito di fare queste riforme soprattutto dai suoi avversari interni, ma suo è il merito di aver posto la questione da vero gigante politico e umano.

Ritratto di Nemoweiss

Nemoweiss

Dom, 04/03/2012 - 17:02

Tutto qua? Che schifo! Soltanto parassiti come politici e avversari dei poteri di governo come i comunisti (sembrano i tempi di Togliatti) potevano generare un simile aborto. Camera bassa: al massimo 400. Senato? Senato federale con massimo 200 papponi! Competenze esclusive della camera bassa per le leggi. Competenze consultive per il senato! FINE DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO DEI PARTITI SONO OGNI FORMA, PERSONALITA' GIURIDICA LORO E DEI SINDACATI!

rino.stabilini

Dom, 04/03/2012 - 17:03

con questi politci il massimo delle riforme sono come quella or ora proposta! C'è da augurarsi un Monti al governo A VITA!

Ritratto di federaldo18

federaldo18

Dom, 04/03/2012 - 17:13

Bozza per me insufficiente: i poteri "blandi" al primo ministro (che può solo chiedere al Presidente della repubblica, ma non è scontato l'ottenga), la percentuale di sbarramento ad almeno il 10% per evitare il proliferare di partiti e partini, che tanto ci costano, l'eliminazione del finanziamento, occulto o no ma reale, ai partiti e la riduzione dei parlamentari di almeno il 40 % ! In caso contrario, l'ingovernabilità del nostro paese rimarrà più o meno come prima: tanto varrebbe, allora, fare una repubblica presidenziale con la possibilità alle camere di chiedere l'impeachement del presidente, qualora sbagliasse !

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 04/03/2012 - 17:16

Secondo il mio pensiero 300 deputati e 150 senatori sarebbero piu che sufficenti, tutto il resto e parassitismo. Si pensi cosa si potrebbe realizzare con i soldi risparmiati.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 04/03/2012 - 17:17

A quando il presidente della repubblica votato dal popolo sovrano ?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 04/03/2012 - 17:18

Bella buffonata e presa per il c.lo. 500 fancazz.sti da pagare? Ma siamo folli. Negli Stati Uniti per 350 milioni di abitanti ci sono 300 congressisti. Da noi dovrebbero essere 200 deputati e 80 senatori (e sono ancora troppi). Caramellina per illudere l'idiota popolo italiano e fargli ingoiare la mazzata in arrivo.

diegom

Dom, 04/03/2012 - 17:19

Il taglio del numero dei parlamentari mi sembra equilibrato; sulla circoscrizione estero ho seri dubbi, bisognerebbe rivedere le modalità del voto; e anche a livello interno bisognerebbe dare un segno di apertura con una riforma elettorale capace di dare stabilità e novità politica allo stesso tempo - il sistema attuale e quelli proposti sono modelli di difesa dello status quo, perché non consentono la presentazione di vere alternative politiche (numero improponibile di firme da raccogliere, mentre qualunque frammento di forza parlamentare viene esentato dall'obbligo) -; dire poi che vengono introdotti "elementi di federalismo istituzionale" mi sembra veramente una presa in giro: dal Senato federale si passa a una "Commissione per il parere obbligatorio (sarà anche vincolante?) sui ddl relativi alle regioni"... ma per questo c'è gia la Conferenza Stato-Regioni. Sfiducia costruttiva (cioè con maggioranza alternativa già individuata) al 50%+1 va bene, se migliora il clima politico

fsarzano

Dom, 04/03/2012 - 17:22

maquillage.

Izdubar

Dom, 04/03/2012 - 17:22

Il bicameralsmo paritario è un'altra cosa da eliminare. Se si vogliono mantenere due camere, devono avere competrenze diverse e differenziate, altrimenti si ricomincia da capo.

eloi

Dom, 04/03/2012 - 17:36

Escludendo dal conteggio i parrucconi parlamentari del regno unito, sarebbe a mio modesto avviso per ora calcolarli su lla media europea, per poi in Europa stabilire quanti parlamentari debbano avere le camere dei singoli stati, il tutto rapportato direttamente al numero degli elettori. Comunque, 508 e 254 sono troppi. Viene stabilita l'età per m,poter accadere alle liste, non viene stabilita l'età dalle quali non è più possibile farne parte.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 04/03/2012 - 17:38

Certo che a chiamarle riforme ci vuole una bella faccia di P@@@a!! Queste per me si possono solo chiamare FUMO NEGLI OCCHI. Si fumo negli occhi degli ITALIOTI che ancora ci credono, che ancora si ostinano a credere che la classe politica esistente sia degna di questo nome. È una vergogna!!! A chiudere i 3 ministeri simbolici di Monza ci hanno impiegato 5 minuti !! Ma tagliarsi le loro prebende e favori NOOOO!! VERGOGNA!! Sono tutti uguali tutti solidali tra loro non gli importa niente degli Italiani, non gli importa niente degli assalti perpetrati dagli extracomunitari!! non solo non gli importa niente dei delinquenti che rubano ammazzano ma impiegano gli stessi 5 minuti a mettersi d'accordo per svuotare le carceri e rimettere in circolazione I LORO SIMILI!! Dire che sono DISGUSTATO è niente, ma dato che mi ritengo ancora una persona civile mi fermo quì. Saludos dal Leghista Monzese

cespugliando

Dom, 04/03/2012 - 17:38

Bozza poco entusiasmante. La riduzione del numero deve essere drastica ossia almeno del 50%, altrimenti non ne vale la pena.Ridotto il numero bisogna lavorare meglio sulle attribuzioni di ogni camera, per non ricadere sulla lungaggine delle procedure. Dare troppo potere al Presidente del Consiglio è poco democratico. E' importante introdurre norme per quelli che vogliono cambiare casacca: si dovrebbero dimettere ed al loro posto chiamare il primo dei non eletti. Lo schieramento misto è pura ipocrisia e serve solo a mantenere il posto! Dalla prossima legislazione potremmo cominciare a vedere nuovi politici, più giovani ed efficienti. Da non dimenticare il divieto di nomina di condannati ed indagati.

ntn59

Dom, 04/03/2012 - 17:41

Invece di mille saranno ottocento: un'altra presa in giro.

enzo1944

Dom, 04/03/2012 - 17:42

Negli Stati Uniti d'America,popolazione 380 milioni di abitanti(PIù DI 6 VOLTE LA POPOLAZIONE iTALIANA),la Camera ha 530 Deputati ed il Senato 100 Senatori!!.....la riforma Monti,apprezzabile solo come avvio,è un pannicello caldo!!!....caro Monti,credo che l'intervento della tua squadra DEBBA ALMENO TAGLIARE(OLTRE AI BENEFITS DELLE CASTE POLITICHE,SINDACALI,BUROCRATI DELLO STATO,DEL QUIRINALE-1300 dipendenti)ALMENO IL 50% dei Deputati e dei Senatori!! Sappi che tutta l'Italia è sintonizzata su questa lunghezza d'onda!!....e taglia per davvero,non a parole! Siamo stufi di tanti Parlamentari che si arricchiscono sempre sulle nostre spalle!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 04/03/2012 - 17:46

Qui il gigante ha partorito il topolino.E vogliono farla passare come una riforma????

Coriolanus

Dom, 04/03/2012 - 17:46

Altro che 508 deputati e 354 senatori! A cosa serve un parlamento in un paese che ha perso definitivamente la sovranità nel 1945 ! Vadano tutti a casa!

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Dom, 04/03/2012 - 17:50

Leggendo il quanto e scoprendo che tra i relatori vi sono violante , bocchino e pisicchio viene da chiedersi cosa stia accadendo,poi in effetti è una proposta da far ridere e perdere tempo poichè non riduce drasticamente il numero dei parlamentari,dà poteri effimeri al Presidente del Consiglio in quanto deve sempre sottostare alla volontà dell'assiso sul trespolo Quirinalizio,infine cosa si intenda per maggioranza assoluta.Per mio conto si stanno innalzando le barricate ad un'eventuale ritorno del Berlusca,tanto più che il violante non fa mistero di essere un papabile al trespolo.Tempo perso.

routier

Dom, 04/03/2012 - 17:51

Sai che sforzo : il 20% in meno. PARTURIENT MONTES,NASCETUR RIDICULUS MUS.

patpat1942

Dom, 04/03/2012 - 17:53

I parlamentari dovrebbero essere dimezzati. E chi fa il parlamentare lo deve fare con giudizio e moralità, e fare solo il parlamentare. Dovrebbe essere evitato di fare altri lavori, amministrare una nazione non è uno scherzo,se non vogliono possono pure rinunciare. Una legge che chi si appropia del denaro venga condannato ad una pena pesantissima. Solo con queste poche cose i nostri parlamentari saranno ridotti al 10%. Gli altri andranno a spendere i soldi che ci hanno rubato....almeno il primo passo è fatto.....ma la mia è un'illusione, per eliminarli ci vuole altro...è impossibile.

rege renato

Dom, 04/03/2012 - 17:59

Taglio Del 50%.....taglio Del 50%.....taglio Del 50%...se Volete Recuperare La Credibilita'.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 04/03/2012 - 18:01

Leggo che è sta presentata la "bozza dei tecnici". A nessuno viene in mente di sentire cosa ne pensino gli Italiani? Non c'é dubbio che per migliorare la Costituzione ci vuole poco, date la sua vetustà e l'insipienza dei "padri fondatori". Ma basta guardarsi attorno, nel mondo, per rendersi conto che si tratta non di una riforma ma di un rattoppo. Io penso che il popolo voglia un parlamento monocamerale: il raddoppio non serve o meglio serve solo ai politici per aumentare le poltrone. Parlamento monocamerale e 400 deputati massimo, questo vogliono gli Italiani, almeno quelli che hanno un minimo di conoscenza al riguardo. E poi c'é l'altro problema che i "tecnici" hanno ignorato, quello della formazione della classe politica. Non sarebbe ora di mettere la regola che dopo 2 mandati non si è rieleggibili e si debba saltare almeno una legislatura? Vogliamo svecchiare e aprire lo steccato tra politica e popolo? Penso proprio di no. Su questo punto la Casta non ci sente, non vuole e non può

zio Fester

Dom, 04/03/2012 - 18:01

Mi associo a tutti coloro che ritengono che 508 Deputati e 254 Senatori siano decisamente troppi. Per una corretta rappresentanza ne basterebbero rispettivamente 200 e 100. L'inefficienza, il malaffare politico, gli sprechi, la fame di soldi dei partiti, il clientelismo, ecc., sono fenomeni che ci allontano da una vera democrazia e dalla possibilità di crescere economicamente. Ebbene, tutti questi aspetti negativi traggono forza da una politica ed una amministrazione pubblica pletoriche; con tanta fame di poltrone, privilegi e potere non si può che finire male. Le uniche riforme vere sono quelle che tagliano drasticamente il mondo della politica e della pubblica amministrazione sia a livello centrale che periferico. Altrimenti non c'è domani.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 04/03/2012 - 18:03

Leggo che è sta presentata la "bozza dei tecnici". A nessuno viene in mente di sentire cosa ne pensino gli Italiani? Non c'é dubbio che per migliorare la Costituzione ci vuole poco, date la sua vetustà e l'insipienza dei "padri fondatori". Ma basta guardarsi attorno, nel mondo, per rendersi conto che si tratta non di una riforma ma di un rattoppo. Io penso che il popolo voglia un parlamento monocamerale: il raddoppio non serve o meglio serve solo ai politici per aumentare le poltrone. Parlamento monocamerale e 400 deputati massimo, questo vogliono gli Italiani, almeno quelli che hanno un minimo di conoscenza al riguardo. E poi c'é l'altro problema che i "tecnici" hanno ignorato, quello della formazione della classe politica. Non sarebbe ora di mettere la regola che dopo 2 mandati non si è rieleggibili e si debba saltare almeno una legislatura? Vogliamo svecchiare e aprire lo steccato tra politica e popolo? Penso proprio di no. Su tale punto la Casta non ci sente, non vuole e non può.

gamma

Dom, 04/03/2012 - 18:18

E questa sarebbe la grande riforma ? Ma scherziamo. I parlamentari devono essere ridotti della metà rispetto ad ora e i loro stipendi basati sulla media europea rapportata al pil italiano. I benefit non devono superare il 30% dello stipendio. Ogni assenza dai lavori in aula dovrà essere giustificata come fa qualsiasi impiegato e non dovrà superare ogni mese un dato numero di giorni, pena la decurtazione dallo stipendio delle assenze in esubero. L'appartamentino a Roma sarà a spese del parlamentare tranne una quota per il recupero dell'affitto che dovrà essere fissa per tutti i parlamentari. In questo modo sarà interesse del parlamentare risparmiare. Inoltre si potrà essere eletti solo tre volte, perchè fare il deputato deve essere un servizio nei confronti del popolo e non deve diventare una carriera. In questo modo si darebbe spazio ai giovani. Ci sarebbe tanto altro da dire e da modificare ma manca lo spazio.

marcokalos

Dom, 04/03/2012 - 18:20

Vanno tagliati almeno della metà. Meno sono e più facilmente si controlla l'operato dei singoli.

WMD06

Dom, 04/03/2012 - 18:46

Sono sempre troppi e con troppe prebende! 100 senatori e 300 deputati si possono sopportare, non di più, a patto di ridimensionare drasticamente stipendio e privilegi

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 04/03/2012 - 18:48

Forte rappresentanza , forte governo, forte parlamento, nel vostro articolo dulcis in fundo manca- forte presa per ilc..o

Pravda-99

Dom, 04/03/2012 - 18:59

Negli USA ci sono solo 100 Senatori (2 per Stato) e solo 435 Rappresentanti alla Camera, per 300 Milioni di abitanti, 5 volte piu' degli Italiani. E mi sembra che le cose funzionino lo stesso. Certo in GB, Germania e Francia sono oltre seicento, ma c'e' una differenza abissale tra la funzione che questi svolgono nelle loro circoscrizioni, di cui sono autentici RAPPRESENTANTI, e a cui RISPONDONO del loro operato, e la funzione dei parlamentari italiani (e non faccio distinzioni tra DX e SX) i quali assolutamente non hanno questa cultura; rappresentano piuttosto la bottega del partito, o al massimo interessi personali o particolari (per esempio sono liberi di saltare il fosso avanti e indietro senza conseguenze). E allora forse bisognerebbe cominciare a cambiare dal profondo. Pensare il mandato come un servizio alla comunita' di apparteneza. Decisamente non nel DNA degli italiani, piu' propensi, come gia' osservo' il Guicciardini 500 anni fa', al tornaconto personale ("particulare").

spinnaker53

Dom, 04/03/2012 - 19:03

Questi non hanno capito niente ma proprio niente. 300 e 100 e son già troppi. Vogliamo per legge abolire le provincie, gli enti inutili e accorpare i servizi dei comuni sotto i 15.000 abitanti? Vogliamo far funzionare i servizi, le scuole, gli ospedali, le ferrovie, vogliamo tagliare drasticamente la burocrazia? Ho sempre votato in vita mia. Il prossimo giro mi rifiuto. Chiunque vinca non abbiamo una classe politica decente. Demagoghi, incapaci che hanno rovinato un paese con raccomandazioni, mazzette e quant'altro. Il paese diventa sempre più invivibile e questi fanno le riformette. Per carità. Ormai il tempo di Maria Antonietta è vicino.Niente teste tagliate ma urne vuote. Noi siamo più civili di loro.

killkoms

Dom, 04/03/2012 - 19:20

solo?minimo un terzo,ma l'ideale sarebbe la metà!

swiller

Dom, 04/03/2012 - 19:25

20% stiamo scherzando ALMENO IL 70% Certo che l'arroganza di questi signori fanulloni non ha confini, spero che alle elezioni nessuno vada ha votare così forse gli spediremo tutti a casa.

Katrina2005

Dom, 04/03/2012 - 19:51

Ma poi a che servono ste onorevoli ? Fanno quello che dice il capogruppo o la massima espressione di individualitrà è di cambiare casacca per motivi che a volte sono molto poco "onorevoli" . Ne basta uno per coalizione ............. e ce ne sarebbe altro da dire riguardo al ruolo delle due camere , alla dualità di poteri fra stato e regioni e se comincio non finisco più . Ma ci capiamo ........ ciao a tutti

Ritratto di bussirino

bussirino

Dom, 04/03/2012 - 20:16

Tutti i politici parlavano dell'eccessivo numero dei parlamentari e qualcuno parlava di ridurne un trecento o meglio della metà, mentre i cittadini pretendevano la riduzione dei due terzi. La vergognosa proposta del Governo è di ridurne solo il 20 per cento. Ora vogliamo vedere quanti emendamenti verranno presentati dai partiti in Parlamento per ridurre di due terzi come minimo e come dovuto. Caro Monti, non ti sei sbilanciato. Per uno che va sempre in America e sa che il numero dei parlamentari è solo di 515 circa per tutta l'America, dovrebbe sapere che l'Italia non è l'Europa per avere lo stesso numero ma solo una porzione e come tale non dovrebbe superare i 200 parlamentari. Ma come si sa anche Monti che sa parlare l'inglese ma non lo capisce e in matematica è un pochino scarso, ha proposto solo il 20%. +Saluti e andate a farvi benedire.....Come già annunciato il mio voto non ci sarà per nessuno...tutti politicanti di scarso profilo! cesare da fiorenzuola PS: se cane non mangia cane Casta non mangia Casta

Ritratto di bussirino

bussirino

Dom, 04/03/2012 - 20:17

Tutti i politici parlavano dell'eccessivo numero dei parlamentari e qualcuno parlava di ridurne un trecento o meglio della metà, mentre i cittadini pretendevano la riduzione dei due terzi. La vergognosa proposta del Governo è di ridurne solo il 20 per cento. Ora vogliamo vedere quanti emendamenti verranno presentati dai partiti in Parlamento per ridurre di due terzi come minimo e come dovuto. Caro Monti, non ti sei sbilanciato. Per uno che va sempre in America e sa che il numero dei parlamentari è solo di 515 circa per tutta l'America, dovrebbe sapere che l'Italia non è l'Europa per avere lo stesso numero ma solo una porzione e come tale non dovrebbe superare i 200 parlamentari. Ma come si sa anche Monti che sa parlare l'inglese ma non lo capisce e in matematica è un pochino scarso, ha proposto solo il 20%. +Saluti e andate a farvi benedire.....Come già annunciato il mio voto non ci sarà per nessuno...tutti politicanti di scarso profilo! cesare da fiorenzuola PS: se can non mangia can

nino47

Dom, 04/03/2012 - 20:17

Ma pensa un pò te!tagliare i parlamentari del 20%!sarebbe più opportuno LASCIARNE solo il 20% o no? O ci vuole un altro "tecnico" per capirlo???

gnurante

Dom, 04/03/2012 - 20:32

Violante, Quagliarello, Bocchino, Adornato e Pisicchio sarebbero i 'tecnici'? O forse per un qualche oscuro motivo si vuole far passare questa bozza (perché questi elementi più che una bozza non possono tirar fuori) come se fosse stata partorita dal governo tecnico? No, ma dite le cose come stanno!

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Dom, 04/03/2012 - 20:41

20%!!!!!! che coraggio sto Monti! almeno 50% per decreto non convertibile, Napolitano la strada la trova....

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 04/03/2012 - 20:51

da ridere si è tutta una presa in giro,bisogna dimezzare i parlamentari e non dare il contentino al popolo con il 20%,a cose fatte si trova il raggiro per intrufolare il restante 20%,italiani svegliamoci ora o mai più,così facendo abbiamo i deputati che ha il consiglio europeo,calcolando che l'Europa conta 250 milioni di abitanti e noi solo 60,è una vera vergogna questa gente non ha a cuore il bene del paese ma solo delle loro tasche.

Franke

Dom, 04/03/2012 - 20:59

Mi sembra un taglio insignificante il 20% dei parlamentari, credo che, almeno bisognerà ridurre il numero al 50% in una prima fase. La gran parte, sono tutti fannulloni e stanno li per tutelare loro personali interessi. Ridurre, ridurre, ridurre.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 04/03/2012 - 21:05

pagliacci bisogna ridurre questi parassiti almeno del 50%

Antonio63

Dom, 04/03/2012 - 21:30

#39 Pravda-99 : Chapeau...e complimenti con nulla da aggiungere ! Cordialita'

gabryvi

Dom, 04/03/2012 - 22:40

Tagliare! Tagliare! Tagliare almeno la metà! Ma ci stanno prendendo per i fondelli? E i privilegi dei presidenti di Camera, Senato, Stato? Ci considerano dei cretini? Non più privilegi "a vita", ma solo per 10 anni!!! Ogni giorno dovrebbero comparire sui giornali titoloni sui privilegi della casta, e non solo quella politica, ma anche quella dei funzionari dei ministeri, comuni, provincie e regioni! Tagliare la spesa pubblica e relativi privilegi, altrimenti non cambierà alcunché!!

WSINGSING

Dom, 04/03/2012 - 23:00

Questa "bozza" di riforma era già stata presa in considerazione dal Governo Berlusconi. Quindi niente di nuovo. Ma in gran parte errato. L'unica VERA riforma che va fatta, non attiene al numero dei Parlamentari, ma alle Camere. Il "cameralismo perfetto" ha portato, nel tempo e nei fatti, alla totale paralisi del sistema legislativo. Leggi che vanno e vengono dalla Camera al Senato e viceversa è uno spettacolo dequalificante. VA MANTENUTA UNA CAMERA SOLA. LE LEGGI SI FANNO E LA L'ITALIA VA GOVERNATA DA UNA SOLA CAMERA. OK per il numero dei parlamentari. 508 per una sola camera bastano ed avanzano..... Per quanto attiene i poteri del premier, attenti, molto attenti..... si rischia di scivolare in un regime dittatoriale. E chi ha orecchie, intenda.

velenosoveleno

Lun, 05/03/2012 - 00:52

I signori delle banche , cioè quelli che si stampano i soldi e che fanno cosa vogliono , hanno bisogno di un gran numero di supporters , quindi uno stuolo di politicanti da strapazzo al loro servizio . Ed i servi di questa specie vanno trattati bene e riempiti di quattrini , ed è per questo che i loro faraonici stipendi non verranno toccati , state tranquilli . Poi loro faranno lavorare le rotative per dieci minuti ed eccoli belli che pagati .

Roberto Casnati

Lun, 05/03/2012 - 01:54

Come sempre la casta fa schifo! Quando si tratta di rivedere i propri emolumenti al rialzo le leggi vengono votate rapidissimamente e con valore retroattivo, quando si tratta di bloccare la rivalutazione delle pensioni si è altrettanto solleciti, ma quando si tratta di ridurre il numero di una banda di parassiti, incompetenti, fannulloni, spessso ladri, oh allora si taglia pochissimo, anzi niente perchè come sempre i "tagliati" avranno un posto bemissimo remunerato in qualche commissione, nella presidenza dell'ACI, nella Navigazione dei Laghi, nella presidenza del TCI, nella redazione di qualche giornalucola che nessuno legge magari fondato da De Gasperi- Spero che il malcontento popolare esploda violentemente e che di questa casta si elimini almeno il 70% con l'abolizione del bicameralismo e con l'stituzione di un parlamento delle regioni con 40 rappresentanti in totale.

silvio bruno

Lun, 05/03/2012 - 07:11

vanno bene più poteri al premier ma il decurtamento del 20% dei deputati è poco, molto poco, caro monti per le caste stai facendo veramente poco, Silvio comincia a tagliare la spina. poi la lotta alle caste non è sufficente c'è troppa sperequazione tra dirigenti e operai.

meverix

Lun, 05/03/2012 - 07:52

Ma non dovevano dimezzare? E' proprio vero, rinunciare alla poltrona è difficile. Almeno arrotondassero a 500 e 250.

alfredido

Lun, 05/03/2012 - 08:16

La riduzione è ridicola ! La metà degli attuali è già troppo . Non si riesce ad abbattere la fortezza che la casta si è eretta sulle spalle ed il sudore degli Italiani. E' una vergogna !

decespugliatore

Lun, 05/03/2012 - 08:20

La solita presa per i fondelli, fanno finta di tagliare il numero delle sanguisughe, proponendo un 20% mentre sanno bene che ne occorrerebbe un 70% per poterci paragonare agli USA dove per 310 milioni di persone bastano 435 deputati e 100 senatori contro i nostri 630 deputati e 315 senatori per 60 milioni di abitanti.

uliclin

Lun, 05/03/2012 - 08:28

Specchietto per le allodole, fanno finta di tagliare il numero delle sanguisughe, proponendo un 20% (per approvarne un 10%), mentre sanno bene che ne occorrerebbe un 70% per poterci paragonare agli USA dove per 310 milioni di persone bastano 435 deputati e 100 senatori contro i nostri 630 deputati e 315 senatori per 60 milioni di italiani.

vittoriomazzucato

Lun, 05/03/2012 - 09:22

Sono Luca. Ammazzo oh! Questa sì è una riforma fatta in punta di piedi in modo che non la senta nessuno. GRAZIE.

Ritratto di bussirino

bussirino

Lun, 05/03/2012 - 10:57

Monti non è diverso dai politici. Anche a lui piace la poltrona e quindi il 20 per cento è solo un contentino per i cittadini. Ma noi non ci accontentiamo del biscottino, vogliamo il taglio di due terzi dei parlamentari ricordando a Monti che non siamo l'America e nemmeno l'Europa con oltre 250 milioni di abitanti. Siamo solo 60 milioni che solo la metà di noi paga le tasse e quindi i parlamentari. Per rappresentare l'Italia bastano cento parlamentari ed una sola Camera. Il Senato deve rappresentare le regioni. Non sarebbe ora di dare un taglio ai doppioni che frenano l'amministrazione governativa? Che ci sta a fare un Quirinale con oltre 1800 dipendenti per programmare un capo di Stato senza poteri dove quei pochi li usa per bloccare l'attività del Governo? Con un costo di 380milioni di euro non sarebbe bene ribassarlo a 30milioni e non oltre finche non viene cambiata questa vecchia Costituzione come il nostro Napolitano? cesare da fiorenzuola