«Riina mandante della strage del rapido 904»

Il gup di Firenze ha rinviato a giudizio il boss di Cosa nostra Totò Riina per la strage del rapido 904, con l'accusa di essere il mandante dell'attentato che il 23 dicembre 1984 costò la vita a 16 persone. Il processo si aprirà il 25 novembre 2014. Già condannato all'ergastolo anche per gli omicidi dei giudici Falcone e Borsellino e per la strage dei Georgofili a Firenze, Riina da tempo è malato. Lo conferma il suo avvocato Luca Cianferoni che ieri, a margine dell'udienza preliminare, ha annunciato di voler fare richiesta di trasferimento in ospedale per il boss. «Non sta affatto bene», ha detto, aggiungendo che «questo processo è una montatura». «È destinato a fare la fine dei processi De Mauro e Scopelliti, dove Riina è stato prosciolto, perché è stato rilevato che si trattava di impostazioni politicizzate»