Rimpasto, tagliando e verifica Ecco il tormentone dell'estate

Brunetta replica a Epifani che vuole liberarsi di Alfano: "Vogliamo lo stesso numero dei ministri Pd". E il Pdl chiede la moratoria sui temi etici: democrat in fibrillazione

Roma - E no, il rimpasto no. Dopo la verifica, la cabina di regia e i vertici di maggioranza, ci mancava solo questo tormentone vintage per rovinare del tutto la nostra estate già metereologicamente malmessa. Meglio allora il «riequilibrio», come sostiene Renato Brunetta. «Tra il Pd e il Pdl alle elezioni c'è stato uno scarto di voti pari allo 0,3%. Invece loro hanno quasi il doppio di ministri rispetto a noi, vogliamo pari dignità». Dal punto di vista matematico non fa una grinza. Da quello politico, il ragionamento di Brunetta serve solo a bloccare l'ultima idea del Pd: aspettare settembre e silurare Alfano. Che si difende così: «Mai pensato a un passo indietro, non ci sarà alcun rimpasto. Non c'è una terza via tra questo esecutivo e il caos».

Dunque non avremo un governo balneare e nemmeno una crisi sotto l'ombrellone. Ma siccome la stagione delle metafore e del luogo comune è cominciata, ecco a voi i paragoni automobilistici. A Palazzo Chigi il pilota, nonostante «le strade strette» e i «percorsi accidentati» della maggioranza, sembra fresco: niente vacanze quindi per Enrico Letta, al massimo un pit-stop a Pisa attorno a Ferragosto. La macchina invece, a soli tre mesi dal giuramento, perde qualche colpo e Maurizio Gasparri propone una modifica della testata: «Letta deve assumere la guida delle politiche economiche. Prenda lui l'interim».

Guglielmo Epifani invece pensa al «tagliando». Luci, gomme, freni, frizione. Il segretario del Pd però non vuole soltanto cambiare l'olio e le spazzole, vuole cambiare pure il ministro dell'Interno. Forse fa solo finta, magari sta dando un po' di spazio ai malesseri della base. O, chissà, si preoccupa della tenuta del suo partito, costretto dalla ragion di Stato a votare contro la mozione di sfiducia individuale nei confronti di Angelino Alfano per il caso Shalabayeva. Comunque sia, il Pdl ha già alzato un muto attorno al suo segretario. Anzi, ha approfittato per rovesciare la frittata e mettere sotto tiro qualche altro ministro. I nomi in bilico sono quelli di Flavio Zanonato, Maria Chiara Carrozza e soprattutto Fabrizio Saccomanni.

Nel frattempo il centrodestra rilancia sui temi etici e soprattutto su quelli economici. «A settembre - spiega Brunetta - dovremo stringere un nuovo contratto chiaro e si dovrà arrivare a una pari dignità di rappresentanza. Nel governo ci sono due punti fermi, Letta e Alfano». Insomma, se deve essere rimpasto, che sia una rivoluzione. «Dopo avere detto una serie di fesserie - si legge in una dichiarazione di Maurizio Gasparri - anche Zanonano ha capito che l'Imu sulla prima casa va cancellata e che l'Iva non può aumentare. Il ministro, come tanti di sinistra, ama l'oppressione fiscale. A questo punto il presidente del Consiglio deve attuare gli indirizzi espressi alla nascita dell'esecutivo». D'accordo l'ex ministro Marizio Sacconi, che assieme a Maurizio Lupi, Mara Carfagna e Mariastella Gelmini chiede al Pd una «moratoria sui temi etici». Un'iniziativa che ha mandato in fibrillazione i democrat. Visti i chiari di luna, infatti, il Pd ha - tanto per restare in tema - ingranato la retromarcia. È toccato a Dario Franceschini, ministro per i Rapporti con il Parlamento, dare il via all'inversione di marcia. «Non c'è alcun rimpasto all'orizzonte, semmai la nostra esigenza è di rafforzare il governo», ha detto smentendo Epifani. Ma ora anche il renziano Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera, prende in giro il segretario. «Il termine tagliando mi fa venire i brividi. Nella Prima Repubblica si chiamava verifica, ore potremmo dire bollino blu».

Intanto i ministri si arroccano: se si comincia con un rimpasto, non si sa mai dove si finisce. «È un rito del passato - dice Gaetano Quagliariello - e noi dovremmo guardare al futuro. Le riforme sono nei tempi ma il nostro dovere è dare le risposte che la gente attende». E Mario Mauro: «Nel mio paese si dice “aiuta il tuo vicino ad avere ragione”. Sapendo che Alfano è anche il segretario del Pdl, è indispensabile fare quadrato attorno a lui. Questa è una maggioranza eccezionale nei numeri e nelle ragioni per cui sta insieme chi in teoria insieme non può stare. La nostra debolezza è pure un motivo di forza».

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 22/07/2013 - 10:03

democrat in fibrillazione? E non cambiate termini dopo che li abbiamo assimilati: si dice "PD nel caos"!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 22/07/2013 - 10:04

che patetici e ridicoli! e pretendono pure di essere nel giusto. poveri cretini. invece sono nella cacca fino al collo!

Ritratto di lamar burgess

lamar burgess

Lun, 22/07/2013 - 10:05

anche questa settimana una non notizia di cui parlare per distrarre. intanto il paese va a rotoli. e casaleggio avrebbe torto quando parla di rivoluzione?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 22/07/2013 - 10:08

Effettivamente per la gente il numero dei ministri del partito x o y e' una questione prioritaria se non vitale.

Baloo

Lun, 22/07/2013 - 10:11

E cosa speravate da una sinistra minchiona e furbastra? Temi etici da accantonare ? Altra sciocchezza spaventosa di una destra che fa a gara con la sinistra in quanto a scemate.. L'Italia non può essere imbarbarita dalla barbara Europa, formata da pezzenti arricchiti. Se pensate che assassinando i bambini nel ventre materno, se pensate che assassinando i vecchi nel loro letto dii sofferenza, se pensate che lasciando liberi i barbari adoratori del vitello d'oro, come sodomiti e dintorni, potremo dare un futuro alla nostra patria vi sbagliate. La verità va riaffermata. E' questa la maggiore misericordia verso popoli che vanno inesorabilmente verso la loro rovina anche materiale. L'uomo necessità di eticità come di pane. Le due cose vanno armonizzate.

winston1968

Lun, 22/07/2013 - 10:12

ma ancora pensate di prenderci per il culo con la storia dei rimpasti, del rilancio ed altre cavolate. il gioco è finito.

linoalo1

Lun, 22/07/2013 - 10:12

Dai Brunetta!Tifo per te!Fai in modo che la Nera sparisca!Sarebbe meglio per tutti!Atrimenti,domani e sempre a causa sua,verranno fuori altri problemi!Meglio sarebbe ,risolvere il problema oggi,per non averne uno ,più grosso,domani!Gli Italiani te ne sarebbero grati!Lino.

gigi0000

Lun, 22/07/2013 - 10:23

Da tempo sostengo l'eliminazioni dei ministri inutili e la sostituzione di quelli incapaci, sarebbe ora e, naturalmente, equamente suddivisi tra PD e PdL. Vai Brunetta!

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Lun, 22/07/2013 - 10:23

ma quali rimpasto,andate tutti a casa

thecaliffo

Lun, 22/07/2013 - 10:24

a me pare che nella cacca fino al collo ci sia il paese ... che non se ne fa niente di queste inutili beghe tra imbecilli politici. Noi restiamo a guardare questo gossip inutile, che serve solo ad alimentare polemiche ... a garantire trasmissioni televisive, articoli sui giornali ... ed il paese resta lì immobile ... mah ...

thecaliffo

Lun, 22/07/2013 - 10:25

A me pare che nella cacca fino al collo ci sia il paese ... che non se ne fa niente di queste inutili beghe tra imbecilli politici. Serve solo a creare polemiche ed a far scannare i tifosi di opposte fazioni, che tra l'altro, sono alleate in parlamento ... bella roba ...

buri

Lun, 22/07/2013 - 10:30

io ingenuamente ritenevo che il governo dovesse occuparsi di economia, lavoro,ripresa produttiva e occupazione, e poi sicurezza, assassini stradali ed altre cosette del genere, invece è la fiera delle rivendicazioni dei partiti, e poi si lamentano per l'assenteismo

Holmert

Lun, 22/07/2013 - 10:33

Si diceva, quando frequentavo studi classici, che gli dei vivessero sul monte Olimpo, lontano ed indifferenti agli affanni degli umani, in uno splendido isolamento. Come usano i nostri parlamentari e governanti, lontani mille miglia da ciò che succede nel mondo sottostante dei miseri umani, attanagliati da mille problemi, che ad essi non tangono. Pensano solo al loro "particulare" ,ad accapigliarsi per la poltrona più comoda e prestigiosa, a farsi la lotta tra di loro, come usavano appunto gli dei dell'Olimpo: Apollo contro Marte, Giunone contro Minerva, Giove che osserva...come Brunetta contro Epifani, Renzi contro Letta, Finocchiaro contro Santanchè.. Napolitano nella parte di Giove, che osserva. Intanto la barca va, spinta dai marosi della crisi, sino a quando non andrà ad infrangersi sulla scogliera ed allora saranno guai anche per gli onorevoli dei. Non sarebbe meglio sforzarsi di andare di comune accordo, come fa la Germania con la sua grosse koalition, per poi , superata la grave congiuntura tornare ad accapigliarsi? Se ne rendono conto costoro, o sono sordi ad ogni grido di dolore della nazione? Quando metteranno giudizio, quando saremo al capolinea?

Pat2008

Lun, 22/07/2013 - 10:37

Né loro né voi vi rendete conto della situazione. Parlate di rimpasti, fate il gossip sui ministri... Ma di cosa state parlando? Qui i problemi sono ben altri che il walzer delle poltrone. Completamente scollegati dalla realtà, offrite il destro alle sparate di gente come Casaleggio, che trova il suo credito e la sua forza proprio nella inconsistenza di una politica come questa.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 22/07/2013 - 10:49

Baloo quale verita' assoluta?la sua,quella di un altro o quella di un altro ancora?...Liberali e non talebani questo dovrebbero ambire adessere i cittadini di cdx.

gardim

Lun, 22/07/2013 - 10:49

La sinistra è nei guai? Sapete chi è nei guai? Tutti noi, perchè nella pratica siamo senza un governo da non so quanti mesi o anni. La stampa nazionale e uno dei maggiori partiti d'Italia (il PDL) passano il tempo a parlare dei magistrati e di Berlusconi, mentre il paese va a rotoli. Temo che quel brutto ceffo di Casaleggio abbia ragione a dire che si prevedere un periodo veramente buio per il nostro paese. Voi e gli altri giornali che non fanno altro che trattare delle beghe personali di Berlusconi avete il senso dell'appartenenza al paese di uno scarafaggio stercorario, non vi vergognate? Per una volta invidio i repubblicani americani che espongono fieri la bandiera del proprio paese e quei pazzi che ad ogni occasione buona si mettono a gridare U S A! U S A! Mannaggia a noi, ma soprattutto mannaggia a voi.

elalca

Lun, 22/07/2013 - 10:57

ma di che reimpasto state parlando, cialtroni. la dimostrazione di quanto il pd sia nel caos è il suo segretario, i trinariciuti hanno messo alla guida un lobotomizzato che porterà il partito delle (presunte) onestà, kultura e trasparenza a picchiare contro un muro. speriamo che il tutto succeda rapidamente e che magari in uno a questa marmaglia si possano accodare anche pdl, sel e porcheria varia. andatevene tutti con le buone perchè prima o poi i vostri "sudditi" imbracceranno il forcone e allora saranno momenti poco piacevoli per voi......

odb63

Lun, 22/07/2013 - 10:57

Voglio andarmene da questo paese.......

no beluscao

Lun, 22/07/2013 - 10:58

E dale caro Angelino non dite niente , ma è vero quello che ha detto il caro cavaliere : Con questa faccenda del Kazakhstan Angelino mi ha combinato un casino proprio quando ne avevo meno bisogno". Ciao mortimer lò hai poi fatto il tso ?

mnemone44

Lun, 22/07/2013 - 10:59

Ma la maggior parte di questi imbonitori non era già in scena ieri,un anno fa,dieci anni fa e...da sempre? Ma non sono gli stessi che hanno portato all'essere le leggi,le norme e i debiti che stanno distruggendo la nostra società e la nostra civiltà?E ancora si perdono nei giochi di potere,mentre il paese brucia!

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 22/07/2013 - 11:00

Tagliando e verifica di governo ? Ma che devono verificare se non hanno fatto una mazza a parte deliberare su OGM e su figli nati fuori del matrimonio ? Io fossi in Letta registrerei alla SIAE i diritti sull'operato di questo governo perché sicuramente tra qualche anno ci uscirà una telenovela....

claudio faleri

Lun, 22/07/2013 - 11:00

anche epifani fa parte dei soliti papponi...il rimpasto.....sono le solite porcate all'italiana, l'unico modo per vedere dei v eri cambiamenti è arrivare alla fame vera, il palazzo di darebbe una regolata, invece dei soliti discorzi che non portano a nulla per noi ma per loro si, dovrebbero assumersi le responsabilità ma in italia da 60 anni non c'è mai stato uno che sbagliava, si passavano la palla, povera italia, abbi amo solo degli stronzi fanatici che fanno i puritani e poi vanno a puttana anche loro

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 22/07/2013 - 11:02

governo vergognoso, siamo prigionieri di una classe inetta e immorale, quando ci riapproprieremo del diritto di scegliere?

giovannibid

Lun, 22/07/2013 - 11:28

forse bisognerebbe spiegare ai comunisti rosa che il Governo non è un'autovettura ma un sistema che serve a guidare una Nazione. Ma già loro di Nazione ne hanno un concetto molto diverso dalla realtà. POVERA UTALIA

unosolo

Lun, 22/07/2013 - 11:45

prima ha distrutto i lavoratori mentre si arricchiva ora da ricco vuole svendere la nazione , che pena .Cosa ne sa delle spese di una impresa piccola , cosa ne sa una persona stipendiata da anni dallo stato o dal sindacato , delle difficoltà dei lavoratori privati . A volte sarebbe il caso di assentarsi e non fare sparate tanto per mettere zizzania tra le parti che lavorano seriamente.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Lun, 22/07/2013 - 11:59

Gentaglia senza pudore!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 22/07/2013 - 12:15

I sondaggi sono chiari: SIAMO IL PRIMO PARTITO e guadagniamo punti ogni settimana mentre il PD si sta dissolvendo. Pertanto è necessario un riequilibrio nel governo, oggi troppo sbilanciato a favore dei sinistri. Ma non sono solo i numeri e la logica (la realizzazione del nostro programma dobbiamo gestirla noi)che impongono e rendono urgente il rimpasto bensì le capacità dei singoli, ed allora non ci sono più dubbi: il rimpasto E' URGENTISSIMO ! Una rinnovata compagine ministeriale ci farebbe guadagnare il rispetto del mondo ( e ridurre lo SPREAD): Brunetta (economista da premio Nobel) alla economia ed al tesoro, Nitto Palma (grandissimo giurista) alla giustizia, Gasparri (grande politico) alle telecomunicazioni dove ha già dimostrato grandissima capacità, competenza ed equilibrio. Resterebbero poi da risolvere due problemi: 1) E' evidente che ci spetta la presidenza del consiglio (in democrazia va al primo partito !) ma Silvio potrebbe decidere di non rivendicarla subito per se e lasciare ancora qualche settimana la testa di legno Letta purché quest'ultimo sia più pronto e reattivo alle Sue sollecitazioni. 2) Il problema Kyenge va risolto. I nostri amici della Lega sono giustamente infuriati con la ministra(?), pensano, a ragione, che sia stata messa li solo per dare uno schiaffo al Nord che la Lega rappresenta, e, manco a farlo apposta, la ridicola e sgangherata reazione della ministra(?) e dei suoi supporters (gravissimo, vergognoso, inaccettabile, da galera, quanto detto dal vendoliano Garbin )alla divertente battuta di Calderoli non ha fatto altro che gettare benzina sul fuoco. La richiesta di scuse a Calderoli (caso mai è la ministra che deve scusarsi perché occupa un posto che non merita) ha poi esasperato il Nord (basta ascoltare le telefonate a Radio Padania Libera) e ci ha fatto ridere dietro da mezzo mondo. L'integrazione è cosa seria, e noi abbiamo ottimi candidati donne per succedere alla Kyenge: Brambilla, Biancofiore, ecc.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 22/07/2013 - 12:36

perSilvio46: mmm... troppo sbilanciato. Eri più bravo prima a lasciare il dubbio nel lettore se tu parlassi sul serio o meno, adesso si capisce subito che sei un mattacchione.

no beluscao

Lun, 22/07/2013 - 12:37

tso urgente per perSilvio46 , il caldo gli fa veramente male .....

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 22/07/2013 - 12:42

@perSilvio46 - riequilibrio nel governo ? Il Berlusca ha un cervello che nonostante l'età ancora gli funziona piuttosto bene e visto il default imminente, secondo me, non ci pensa nemmeno ad ottenere più visibilità in questo governo ma vorrà lasciare il cerino al PD.