L'ottimismo di Letta & C.: ripresa a orologeria

Fino a poco tempo fa non c'erano 4 miliardi l'anno per cancellare l'Imu, stesso discorso sull'Iva. Poi anche tecnici ed economisti hanno capito che di austerità si muore

Forse i soldi stavano nascosti sotto il materasso. È un po' come accade con le vecchie zie, quelle che non si fidano delle banche e neppure dei parenti e mettono i risparmi in qualche luogo segreto. Si sono incontrati in tre: Enrico Letta, il super ministro Saccomanni e il governatore di Bankitalia Visco. Un appuntamento per capire come sta la salute economica dell'Italia. Per vedere se qualcosa si può fare. La sorpresa è che per una volta dai palazzi del potere arriva un vago ottimismo. Non è che si sono messi a ballare, ma hanno detto che magari non si può parlare di ripresa, ma se facciamo i bravi forse si può tornare a salire. È la fine della caduta. Bene, finalmente un po' di ottimismo, un pizzico di futuro, seppure a brandelli.

Tutto questo magari farà bene a tutti. Non ci viene l'ansia e il senso di colpa ogni volta che spendiamo un euro. Ci sentiremo un po' meno soffocati dalla paura. Solo che tutta questa roba è arrivata così all'improvviso, da spiazzarci. Meno male, certo. Solo che sa un po' di ottimismo a orologeria. Fino a poco tempo fa la notte era buia. Non c'erano quattro miliardi l'anno per cancellare l'Imu, stesso discorso sull'Iva, il cuneo fiscale una chimera, la produzione sempre più a ritroso, la domanda in fuga e l'offerta senza sponde, il lavoro una fila di croci. Poi finalmente anche i tecnici e gli economisti hanno cominciato a capire che di austerità si muore. Ora è la politica che fa un passo in avanti. Sta cambiando il vento, in pochi giorni. La domanda allora è: che è successo?

Il discorso è abbastanza semplice. Napolitano, Letta e i suoi ministri stanno diffondendo un messaggio ben preciso. Chi fa cadere questo governo è un irresponsabile. È l'ammazza ripresa. Lo spauracchio chiaramente è la crisi politica. È l'instabilità. Se non c'è un governo stabile i professionisti del rating ci declassano. Ci mettono sullo Stivale il marchio di falliti. Questo è l'avvertimento che arriva da Quirinale, Palazzo Chigi e Palazzo Koch. E i destinatari diretti sono Pd e Pdl, Grillo tanto sta per conto suo e gli altri non contano. Ma più di tutti si teme il colpo di piazza di Renzi. l'uomo in cerca di un'elezione. Berlusconi a modo suo ha rassicurato Napolitano. Epifani invece parla ai suoi elettori e a Letta ha detto: attento a non farti logorare. Il problema è ora che farci con questo governo ottimista. Che ne dite di abbassare le tasse e fare le riforme? Altrimenti questa polvere di ripresa sarà solo un altro miraggio.

 

 

Commenti

piertrim

Mar, 06/08/2013 - 11:40

RIPRESA?????

cast49

Mar, 06/08/2013 - 12:17

O FORSE I DENARI ERANO IN CASSAFORTE O IN QUALCHE FONDAZIONE? O E' DOVEROSO DIRE CHE QUESTO GOVERNO CI STA ARRICCHENDO? CHE FURBIZIA!!!

armabona

Mar, 06/08/2013 - 15:12

è la solita ripresa per il culo

Carlo R.

Mar, 06/08/2013 - 15:13

quei 5,5mld di "tesoretto" che i sinistri già vogliono spendere sono il risultato di pagamenti anticipati di tasse, il governo ha infatti spostato delle scadenze. Sono semplicemente trucchi contabili. Un +23% di entrate fiscali in un mese con questa crisi nerissima sono semplicemente impossibili.

Ritratto di spectrum

spectrum

Mar, 06/08/2013 - 15:23

hahahaha fin a che c'era berlusconi, e fitse mib era a 18, tutto era in crisi per colpa sua, per il mal governo. Ora arriva il governo di sinistra, perche cosi e' in gran parte, buffoni e incompetenti come son sempre stati, e la crisi inizia a finire... ma fitse mib che e' indice di produttivita' italiana, non e' mai tornato quel livello. pagliacci.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 06/08/2013 - 15:25

Un altro che sta pensando solo a galleggiare senza far niente e stando ben attento a non urtare la suscettibilità della culona teutonica che comanda in europa.

odifrep

Mar, 06/08/2013 - 15:29

Ma perché non si è provveduto a "condannare" molto tempo fa, il mostro di Arcore. La ripresa economica avrebbe risparmiato tante vittime. E' da sciocchi non sospettare che alcune persone a livello europeo(mondiale) alla notizia della condanna di BERLUSCONI, abbiano aperte tutte "le porte" ai nostri governanti. Letta, sei maggiorenne e vaccinato, se può interessarti un consiglio spassionato (lo so che sai sbagliare anche da solo) rettifica quanto detto, magari inventando che si è trattato di uno scherzo per sentire il parere della "povera"gente. Meno male che BONDI c'è. Silvio forever.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 06/08/2013 - 15:55

Solito gioco delle tre carte!!! Banco vince, banco perde. Quello dei politici del menga vince sempre e, chissà perchè, è sempre pieno di soldi e soddisfazioni. Quello di Pantalone è sempre magrissimo di soldi e soddisfazione ma, in compenso, pieno di tasse, balzelli vari e burocrazia a non finire.

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 06/08/2013 - 16:15

e pensare che prima ancora non c'era neanche la crisi, ristoranti pieni e voli impossibili da prenotare...

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 06/08/2013 - 16:19

I primi 100 giorni del governo Letta - IL NULLA

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 06/08/2013 - 16:49

La ripresa dipende anche da quel dato a destra che ci indica che lo spread si sta riducendo e si pagheranno meno interessi sul debito pubblico. Non voglio fare illazioni ma da alcuni giorni quel dato si sta riducendo e da alcuni mesi ci sono aziende che guadagnano sostanzialmente in borsa. I mercati non hanno cuore ma solo cervello e centri nervosi.

Soldato

Mar, 06/08/2013 - 16:52

Ma quali sarebbero i segnali positivi? Il dato tendenziale della produzione industriale scende, gli incasssi da IVA pure, quale sarebbe la lucina in fondo al tunnel, quella del cimitero? E' fuffa per frenare le spinte antigovernative dentro e fuori la maggioranza...

Felice48

Mar, 06/08/2013 - 17:11

Sono perplesso di fronte a due dati delle tv: entrate per imposte dirette + 3% circa - entrate per imposte indirette -3% circa. Ora se le imposte dirette sono quelle che paghiamo con imu, tares, ecc. e le imposte indirette quelle che paghiamo quando acquistiamo pane e altri generi vuol dire che da una parte ci hanno tartassato ben bene dall'altro abbiamo rinunciato ad acquistare beni anche di prima necessità. Che c'è da vantarsi. Dove sta la ripresa? Sicuramente sbaglio ma la mia ignoranza mi porta a questo ragionamento.

nino47

Mar, 06/08/2013 - 20:06

ma è chiaro! Il "tappo" era Berlusconi..si vede che per la gioia dei tavarisci non era tappo solo per i loro insulti, ma lo era anche per la cornucopia che la dea fortuna non riusciva a rovesciare sull'italia. "Stappato" lui, ecco che tutto va bene!

Anonimo (non verificato)

Gioa

Mar, 06/08/2013 - 21:52

infatti LETTA PRIMA NON C'ERA UN BECCO DI UN QUATTRINO ORA SOLDI A PALTE..HO SCRITTO GIA' CHE TU SEI COME IL MAGO SILVAN, con una differenza che il MAGO SILVAN E' UN MAGO E TU? Forse un politico? Ho un dipendente pubblico? o entrambe le due cariche? Guarda che se possiedi due cariche lo scrivo ad esposito...tuo amico giudice? Ma tanto a te non fa niente...deve pensare solo a Berlusocni lui e tutta la cassazione a te anche se hai 30CARICHE per i tuoi parenti giudici sei ok. OCCHIO ha non trovare nel tuo percorso uno con c.....come FALCONE E BORSELLINO..OBIETTIVO!!