IL RISARCIMENTOLa stima: danni all'ambiente per dodici milioni

Un danno ambientale da 12 milioni di euro. È la stima dell'Ispra, contenuta in un fascicolo per disastro ambientale alla Procura di Grosseto, in cui il ministero dell'Ambiente è parte civile. La valutazione del risarcimento considera: la contaminazione delle acque interne al relitto (il danno maggiore, stimato in 7,46 milioni); il danno sull'ecosistema marino di Punta Gabbianara (3,7 milioni); 200mila euro per la riparazione del danno sull'ecosistema degli Scogli delle Scole (il punto dell'impatto della nave).