Risotto e cotoletta amari "Non sono libero di votare"

Berlusconi fa un bilancio della campagna elettorale: "Ho la coscienza a posto". Poi confessa: "Non sono un uomo libero, mi pesa non votare"

I l finestrino aperto. Una signora urla disperata: «Presidente voglio consegnarle una lettera». I cronisti quasi accerchiano l'auto che ha appena superato il cancello della Sacra Famiglia. Cesano Boscone: sono le due del pomeriggio e Silvio Berlusconi, in versione condannato, ha appena concluso la sua mattina con i malati di Alzheimer. Li ha accompagnati al campo sportivo, ha assistito a una partita di calcetto fra disabili, ha sfoggiato la sua competenza tecnica, forse ha dato qualche consiglio ai calciatori. Ora i giornalisti lo tempestano di domande, mentre la donna si dimena agitatissima e una fan, scatenata, cerca di baciarlo attraverso il vetro. Lui finalmente afferra la busta e prova a calmare la ragazza: «Adagio».

Oggi si vota: il Cavaliere non solo non è candidato ma non può votare. «Effettivamente - spiega a lui - questa situazione mi pesa. Dopo vent'anni di battaglie per la libertà, di stare in campo per la libertà, essere arrivato ad avere un pericolo da sinistra e un altro pericolo che è rappresentato dal Movimento 5 Stelle, essere qui a rappresentare l'Italia democratica senza nemmeno avere la possibilità di esprimere un voto, questo francamente mi pesa molto». Vorrebbe aggiungere altro, l'ex premier, amareggiato e scuro in volto, ma con un gesto eloquente delle mani fa capire che il tempo è scaduto: «Basta, non posso dire di più, scusatemi, come vedete non sono libero di parlare». Dunque silenzio.

È davvero una giornata strana, quella dell'ex presidente del Consiglio. Una giornata spaccata in due: quattro ore a Cesano Boscone, attento a seguire le prescrizioni dei giudici che gli hanno fatto balenare il rischio della revoca del trattamento soft. L'addio ai servizi sociali. Ecco, dunque, quelle tre parole messe in fila: «Non sono libero». È stata una campagna elettorale scandita dal metronomo della magistratura e dunque il leader di Forza Italia ha dovuto bilanciare le parole per evitare un'inversione di marcia del tribunale di sorveglianza, col rischio di finire agli arresti domiciliari se non a San Vittore. Non solo, sul piano politico il Cavaliere si è trovato davanti al doppio ciclone Renzi-Grillo. E ha cercato, anche nel comizio di chiusura della campagna elettorale, l'altra sera a Milano, di mettere in guardia gli italiani: «Renzi ha una faccia simpatica ma è circondato dalle teste delle vecchia sinistra»; quanto a Grillo, il Cavaliere lo ha collocato dalle parti di Hitler, battendo sempre sullo stesso tasto: «Non è l'imitazione di un dittatore, ma un aspirante dittatore».

Ora il Berlusconi dimezzato, costretto a chiedere ai magistrati anche il permesso per poter uscire dai confini della Lombardia, si concede un pomeriggio di relax. E comincia così la seconda parte della giornata: un pranzo di decompressione da Giacomo, al terzo piano dell'Arengario, fra le tele futuriste e divisioniste del Museo del Novecento. Con Berlusconi c'è la fidanzata Francesca Pascale, in blazer canarino su pantalone bianco, e poi Giovanni Toti e la moglie, più l'inseparabile Maria Rosaria Rossi e alcuni collaboratori. Il tavolo, con vista Duomo, è da cartolina e mette tutti di buon umore. Il Cavaliere mangia il classico risotto alla milanese e l'altrettanto canonica cotoletta. A Toti, confida: «Ho fatto quel che potevo per aprire gli occhi agli italiani, ho la coscienza a posto». Dopo le foto di rito con i camerieri, il gruppo si ferma fra le tele celeberrime. Il Cavaliere si fa immortalare davanti al quadro simbolo dell'istituzione: il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo.

«Rappresenta bene la protesta», è il suo commento.

Poi Berlusconi si ferma al bookshop, acquista un libro sul nudo nella storia dell'arte e davanti a una mini poltroncina da tavolo non resiste alla battuta: «Questa - dice rivolgendosi alla fidanzata e a Toti - la regaliamo ad Alfano». La colazione è privata ma è anche pubblica e si trasforma in un passeggiata fra piazza Duomo e la Galleria. I cronisti sono di nuovo intorno e vogliono sapere dal Cavaliere come trascorrerà la domenica: «Credo che passerò la giornata pregando e sperando». Probabilmente ad Arcore, o forse con la figlia Marina nella villa di Lesa. La passeggiata, un'investitura informale per Toti, prosegue fra strette di mano e selfie. «Dovunque vado si ferma il traffico», si compiace il Cavaliere. Sotto le volte del salotto dei milanesi è tutto un susseguirsi di foto. Con italiani, tedeschi, giapponesi, americani. Un piccolo show che prosegue fino a piazza della Scala. Con un solo intermezzo sgradito: un contestatore si mette a urlare ma viene allontanato. È solo una parentesi, almeno per oggi.

Commenti
Ritratto di enzo33

enzo33

Dom, 25/05/2014 - 08:37

Non te la prendere, ho votato io per te, alle ore sette, ho votato per il più grande galantuomo della politica italiana. Ricordati la sponda del fiume...

Salvatore1950

Dom, 25/05/2014 - 08:38

non ti rammaricare...chi ama davvero la liberta' non si lascera' ammaliare dalle sirene ne' del partito demofracico ne' dal M-5 stalle

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 25/05/2014 - 08:39

quando non si può votare per effetto di una condanna stabilita a priori, a tavolino, con prove precostituite per incastrarlo e farlo fuori, non è più democrazia, è mafia! in questo sono bravissimi i sinistronzi: non a caso sono esperti in bombe :-)

specchiato

Dom, 25/05/2014 - 08:48

Gentile Stefano Zurlo, lei è un giornalista molto in vista, acuto e attento anche ai particolari.... quindi perché si ostina a chiamare il capo "cavaliere" ben 7 volte quando non lo è più. I dettagli sono importanti e dimenticandosi di quella minuscola particella ("ex") rischia di sciupare il suo articolo. Mai scrivere il falso, giusto? Buona domenica

AH1A

Dom, 25/05/2014 - 08:53

Se chiunque di noi avesse rubato una mela, non sarebbe nemmeno stato libero di uscire, ma non di casa, di galera.

innocentium

Dom, 25/05/2014 - 09:09

Fosse solo per quello!! Nessuno si accorge che oggi, 25 maggio ore 08.00, su La7 (Omnibus), con 2l'astuta" scusa di parlare di complotto (!), stanno demolendo Berlusconi AD URNE APERTE!!! (e poi parlano di par condicio e ci prendono in giro con la buffonata del silenzio pre-elettorale: PAGLIACCI!!!)

gagx

Dom, 25/05/2014 - 09:27

Solito commento del più fine tra i lettori di questo "giornale".... mortimer vergognati e vai a ca....!

xgerico

Dom, 25/05/2014 - 09:38

@enzo33-Scrive:Non te la prendere, ho votato io per te,..................Bene se hai votato per "lui" altro voto annullato!

xgerico

Dom, 25/05/2014 - 09:40

Hummmmmmmmmm............. mi sa che il risotto e la cotoletta, oggi saranno indigesti!

boris49

Dom, 25/05/2014 - 09:41

Non sono un uomo libero! Certo, sei stato condannato; nessuno ti aveva informato?

giulio1714

Dom, 25/05/2014 - 09:43

mi viene da piangere pover uomo !!!

KARLO-VE

Dom, 25/05/2014 - 09:46

Ma che coraggio ha di lamentarsi ancora, malgrado la condanna ha potuto partecipare a qualsiasi programma televisivo, è andato su tutte le trasmissioni, nelle sue tv non ne parliamo, alla radio, hanno mandato in onda le sue telefonate ai "clob", le uniche limitazioni non ha potuto andare fuori lombardia e fuori Roma, ma tanto lui comizi nelle piazze non li avrebbe fatti per non sfigurare, non ha potuto parlare male della magistratura, ma forse è un bene per lui eppoi cosa c'entra con le europee?

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 25/05/2014 - 09:50

Grande articolo - da premio Pulitzer - del grandissimo Stefano Zurlo. Non solo perché riporta le storiche parole del CAV, ma perché documenta - con grande efficacia - la trionfale passeggiata dello statista BERLUSCONI: Una città in delirio, che invoca il Suo nome, che comprende il Suo dramma nel vedere che i comunisti golpisti e antidemocratici votano mentre a Lui , campione di democrazia e libertà, non è consentito. Ma il popolo italiano - non solo la città di Milano, adorante ai Suoi piedi - non consentirà sorprese, non ci saranno sorprese, vincerà la democrazia e la libertà.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 25/05/2014 - 09:53

non dovevi evadere il fisco

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 25/05/2014 - 09:55

ci sono galantuomini che votani per gli evasori del fisco magare votate anche Dell'Utri.Così è che la Italia va avanti poi non lamentatevi. http://www.youtube.com/watch?v=213WrQ_a6ZY

pinopalazzi

Dom, 25/05/2014 - 09:55

Specchiato e ah1 lo sognate anche di notte il Cavaliere? E trovatevi un'amante almeno avrete che fare. Se ne siete capaci.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 25/05/2014 - 09:57

AH1A e non sarebbe giusto forse? Non si tratterebbe di furto? Poi dici cazzate non vedi che violentano donne e uccidono e sono agli arresti domiciliari? Ma che caxxo scrivi.

canaletto

Dom, 25/05/2014 - 10:10

PRIVARE DELLA LIBERTA' UN INNOCENTE CONDANNATO CON FALSE ED INVENTATE ACCUSE. SE QUESTA E' DEMOCRAZIA....... NEMMENO NELL'AFRICA PIU' NERA SI ARRIVA A TANTO E QUEI QUATTRO CAFONCELLI ROSSO COMUNISTA CHE CI GODONO. SPERO PRESTO VI PRIVINO DELLA LIBERTA E ALLORA PIANGERETE ROSSO ROSSO ROSSO. VERGOGNATEVI. FORZA SILVIO NOI NON SIAMO ALFINI, NON TI ABBANDONIAMO, NON TI TRADIAMO E VOTIAMO PER TE

specchiato

Dom, 25/05/2014 - 10:12

Avecav, aveva cavallo. or non +, mort...... se ne faccia (di bronzo) una ragione. ke CAVolate scrive!?!? in italia rubare è reato. chi mente ruba una verità. le prove della FRODE ci sono tutte e tante e ringrazi le proprie leggi ad hoc per prescriversi e godersi la cifra mostruosa rubata alla nazione, quindi la magistratura ha trattato l'illustre come un qualunque cittadino, ma la pena anche gli svizzeri ridono per quanto sia leggerissima.... so che è inutile scrivere al destronzo che da del sinistronzo..... un passo avanti verso il rispetto no?

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 25/05/2014 - 10:18

Lo stile da giornalino aziendale si ripete,assomigliando sempre più ai comunicati dell'Istituto Luce celebranti il Ventennio; Dio non voglia che si ripeta il tragico Epilogo!!

xgerico

Dom, 25/05/2014 - 10:18

Parliamo di cose serie, il menù di oggi com'è il vostro?

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 25/05/2014 - 10:20

perSilvio46 Solo una parola può descrivere il Suo eloquio: MITICO!!!

scipione

Dom, 25/05/2014 - 10:22

Presidente,comprendo il tuo cruccio per l'impossibilita' di votare per una sentenza politica ingiusta e ingiustificata.Ma rassicurati,per te campione della liberta', voteranno mlioni di italiani che ti stimano e ti vogliono bene. Specchiato,se non erro il Presidente Berlusconi si e' AUTOSOSPESO e non e'stato dichiarato decaduto.Quindi il titolo di CAVALIERE e' sussistente.In ogni caso,non arrampicarti sugli specchi,NON e' un titolo onorifico in piu' o in meno che scalfisce la grandezza del Presidente Berlusconi.Stai sereno e datti pace.

Atlantico

Dom, 25/05/2014 - 10:23

Se solo non avesse frodato il fisco italiano non sarebbe stato condannato ed oggi avrebbe potuto votare. Maledetti giudici comunisti !

james baker

Dom, 25/05/2014 - 10:34

Buona giornata e buona domenica : ho votato io per te e l'ho detto forte nel momento che ho messo la scheda nell'urna : "" fate conto come se questo voto fosse quello di Silvio in persona , io umilmente lo rappresento "". ... c'é stato un mormorio di assenso tra i molti presenti, ed il presidente del seggio mi ha guardato storto : anche a lui ho detto : " ... mi vuoi ghigliottinare qui sul posto ? "" ... e c'é stata una fragorosa risata generale ............. !!! -james baker".

Emigrante75

Dom, 25/05/2014 - 10:42

Il fatto che un condannato non possa votare mi sembra assolutamente normale. Quello che invece è meno normale è che uno pseudo giornalista possa scrivere un articolo per fare eco alle parole dell'ex cavaiere.. Ah già, l'articolista si è dimenticato che è stato anche privato del titolo di Cavaliere del Lavoro... Quello che resta, è l'immagine di un vecchio che va a spasso in galleria con la fida badante e la stampella di turno che, ironia della sorte, si chiama proprio Toti.... Buona domenica dott. Berlusconi.

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Dom, 25/05/2014 - 10:49

non ti preoccupare, in carcere, quando riusciranno finalmente a prenderti, andra molto molto peggio...goditela finche puoi

Theedge

Dom, 25/05/2014 - 10:59

NO perfavore! Berlusconi che si fa la foto davanti al Quarto Stato non si può vedere! Da vomito... p.s. anziché "confessare" di non sentirsi libero di votare, perché non confessa una volta per tutte di averci rubato più di 350 milioni di euro?

Silviovimangiatutti

Dom, 25/05/2014 - 11:00

@gagx - La differenza tra questo sito e quelli delle tue fazioni politiche è che qui sei libero di lasciare i tuoi commenti, mentre negli altri vieni censurato !

Agostinob

Dom, 25/05/2014 - 11:54

ora che tutto è fatto, posso anche dirlo. Purtroppo Berlusconi ha sbagliato campagna. Non so se sia per aver dato retta a Letta o a qualche stratega non adatto, ma ha sbagliato. E spiego perché. Renzi ha il suo zoccolo duro dato dai voti che sono, all'incirca sempre gli stessi. Quindi, se il PD rimane quello che è e Grillo cresce significa solo che una parte dei votanti FI sono passati a Grillo. Il perché questo è accaduto, pochi lo hanno capito o riconosciuto. Sono passati da quella parte (per questa volta) perché arrabbiati; perché non si sono riconosciuti in una FI che andava, se non a braccetto con Renzi, quanto meno molto a fianco. Ed i votanti FI non sono per stare a fianco di Renzi. Non lo vogliono e se il partito si mette da quella parte, si allontanano in attesa che questo ci veda chiaro. Berlusconi dà il meglio di sé nei comizi e non nelle registrazioni o nelle telefonate in studio. Questo è stato il primo ostacolo che non ha potuto evitare. Poi, ce n'è uno più grosso, più subdolo, dato da quanto ha costruito in tutti questi anni: le sue aziende. I giudici che lo hanno colpito, ora stanno attaccando anche i figli, perché l'obiettivo è distruggere quel patrimonio. Sino a quando questo ci sarà, i Berlsuconi sono pericolosi per la politica. Davanti a questa condizione e nella naturale situazione di salvaguardare il patrimonio ed il lavoro di tanti, Berlusconi ha scelto di non attaccare la sinistra (se non all'acqua di rose). Qualcuno lo ha quindi convinto che l'avversario su cui sparare era Grillo e lui lo ha fatto. ma non era così. Grillo è votato dagli arrabbiati e dire loro che costui è uno pseudo dittatore o un sanguinario, porta non a poco ma a nulla. Si è lasciato coinvolgere in una campagna quasi nazionale dove, sparando Renzi su dati interni con promesse del cavolo, ha obbligato Berlusconi a fare altrettanto. E lui ha tirato fuori le pensioni a 1000 euro, gli aiuti per gli animali ed altro. Cose che in campagna interna potrebbero servire ma nel contesto delle europee, hanno lasciato il vuoto. Eppure aveva buone possibilità. Avrebbe dovuto concentrarsi sul fatto che lui era stato eliminato perché in Europa era lo spauracchio dei potenti: che quando lui c'era stava portando avanti tematiche fastidiose per gli altri ma a salvaguardia dell'Italia, promettendo che, tornando forte FI in Europa, avrebbe ripreso esattamente da dove interrotto. Ecco, questi concetti avrebbero fatto centro perché gli italiani avrebbero capito che non sarebbe stato utile un voto di protesta ad altri, senza alcuna sicurezza futura, quando avrebbero trovato sicurezza in lui. Purtroppo, il problema delle aziende ed i falsi suggeritori (che sono certo, hanno suggerito male apposta) lo hanno messo in una condizione debole ed in un momento di rabbia nazionale non sono le posizioni deboli a vincere. Probabilmente si attesterà attorno al 17%, forse al 19%, e questa percentuale, così come sono andate le cose è già davvero un successo. Anche perché un 17% qui significa un 25% almeno alle politiche. Ma per ora, dovrà accettare il risultato di una campagna difficile da fare perché impedito e con suggeritori guidati dal Colle. Ci metto la mano sul fuoco, per non dire che è così.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 25/05/2014 - 13:39

il fatto che un condannato non possa votare potrebbe avere un senso SE le prove sul condannato fossero verificabili, fossero congruenti con le accuse, e che non fossero manipolate, allora si, potrebbe essere cosi. ma dato che sono 20 anni che provate a infilare qualunque prova senza nemmeno verificare che siano reali, allora ci viene il sospetto, oltre che certezza, che sono tutte manipolate!

Giacinto49

Dom, 25/05/2014 - 13:44

Il voto di milioni di elettori di Forza Italia riuscirà certamente ad rendere più accettabile il rammarico per la privazione di un diritto che politici e imprenditori con ben altri scheletri negli armadi continuano ad esercitare. Tanto più che si tratta del voto dei veri italiani. Forza Silvio! Forza Italia!!

lomi

Dom, 25/05/2014 - 14:11

Evasore, ladro, pregiudicato ed amico di mafiosi e camorristi. Ma che caxxo vuoi? Pure votare...ringrazia che sei a piedi libero...In un paese serio saresti in galera e le chiavi sarebbero state buttate....

Agostinob

Dom, 25/05/2014 - 14:11

Vedo che continuano i comunisti, con le idee chiare in fatto di giustizia e di come viene gestita da giudici imparziali e corretti (oltre che comunisti ovviamente), a richiedere a Berlusconi 350 milioni rubati ai cittadini. E' la loro arma per dar contro; è la loro unica possibilità di dire "io sono onesto e lui no". Poco importa se la giustizia non ha scoperto nulla; poco importa se tutto questo sia vero o una macchinazione; ciò che importa è che "deve dare indietro 350 milioni ai cittadini". E' questa un'argomentazione talmente idiota che mi meraviglio sempre quando la leggo perché significa che chi la pensa e la scrive non ha un proprio pensiero; una propria logica analitica; una onestà mentale. E' così e basta. "Sarà così davvero? " Ecco, almeno il dubbio, nella mente di un onesto, pur se sbaglia, c'è. Nel disonesto mentale, no. Non c'è. E' così e basta. Forse non conoscono Debenedetti ma anche se lo conoscessero fingono di non ricordare. Berlusoni invece se lo ricordano bene. E' quello che ha distrutto il loro giocattolo; quello che se non messo all'angolo avrebbe continuato a rompere il giocattolo; l'unico che è riuscito a far apparire "brocchi" i comunisti che pensavano d'essere "geni". Si può accettare il dubbio che forse non è come pensano? No, i comunisti non hanno dubbi; solo certezze. Ed è per questo che non riescono a combinarne una giusta; ed è per questo che, per pensare di essere vincitori in qualcosa, si danno di diritto una laurea d'onestà e sbraitano contro. Il guaio è che a questa storia, ormai, non crede più nessuno, tanto meno gli stessi facenti parte del partito. Solo i poveri cristi in periferia, quelli a cui vien detto di abbaiare e questi, liberi intellettualmente, lo fanno subito. Poveretti.

gianni59

Dom, 25/05/2014 - 14:12

Versione condannato? Veramente È condannato! Per non parlare del mussoliniano racconto del bacio attraverso il suo vetro... Patetico...

james baker

Dom, 25/05/2014 - 14:13

Agostinob Dom, 25/05/2014 - 11:54 II^ parte : In America, Inghilterra e Berlino l'informazione é passata (sempre a mio parere) in maniera giusta. Non é difficile indovinare per quale motivo é stato costretto alle dimissioni DOPO le notizie trapelate, scritte nero su bianco ed infine confermate da chi é testimone. Silvio ha fatto bene a rimettersi al pensiero e decisione di chi adesso deve intervenire : il colle, il silenzio, addetti interessati a non figurare ... sono tutti sintomi che avranno uno sviluppo. (Sempre a mio parere) la gente non é stupida : se poco poco c'é qualcuno come me che ha intuito quello che Silvio non ha espressamente detto nella campagna europea, il tuo 17 % sarà sicuramente basso : la prossima mossa é stata annunciata : Silvio sta ancora in campo per RIFORMARE IL NUOVO CENTRO DESTRA, qualsiasi sarà adesso il risultato : vedi i candidati, vedi l'attenzione posta nei dettagli e rifinitura dei programmi. Fino ad ora (ho questa impressione), Silvio ha sempre cercato di fare quello che ha detto di fare : si ricorda perfettamente e lucidamente di tutto quello che é successo nei minimi dettagli : mi pare strano che ha dimenticato solo quello che é stato detto. Io non ci metto la mano sul fuoco, ma gli Italiani non sono cosi' stupidi come ancora qualcuno vuol far credere. VEDREMO. -james baker-.

Il giusto

Dom, 25/05/2014 - 14:24

povero agostinob...costretto ad ammettere che il pregiudicato ha sbagliato!Secondo te ha sbagliato la campagna elettorale,secondo i 6 milioni che lo hanno abbandonato dal 2008al 2013 i suoi errori si chiamano FURTO,PROSTITUZIONE e CORRUZIONE!!!Comunque un primo passo verso la libertà l'hai fatto,bravo!!!

james baker

Dom, 25/05/2014 - 14:30

Agostinob Dom, 25/05/2014 - 11:54 : III^ parte : Poi mi taccio. Silvio ci ha costantemente informati degli avvenimenti, fatti, tradimenti presunti e reali che sonno accaduti dal 1994 ad oggi. Bene. Non mi risulta che Silvio abbia indicato come "nemici" molti esponenti della prima Forza Italia, del Popolo della Libertà ... anzi. Detto questo, tu credi veramente che i vari Cicchitto, Alfano, Maroni, Bondi ... ... sono da mettere sullo stesso piatto della bilancia di un certo Gianfranco Fini ? C'é sicuramente chi ha fatto del male, ma (a mio parere) non é giusto generalizzare e nemmeno essere ingrati : mi risulta che certi "zio" Enrico Letta, Bonaiuti ed altri, hanno fatto il bene, e non il male. Poi ..., mi taccio e VEDREMO !!! - james baker-.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Dom, 25/05/2014 - 14:37

La legge e' uguale per tutti! Se non ci vessi sottratto, come molti altri una bella sommetta con la frode fiscale, potresti votare tranquillamente! Chi e' causa del suo mal pianga se stesso! E basta con la storia del processo politico, non ci crede piu' nessuno a parte qualche imbecille e qualche bananaro! Saro' censurato? ore 8,36 fuso di New York

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 25/05/2014 - 15:15

Agostinob,sono mesi anzi,e' dalla campagna elettorale del 2013 che SB ed il suo partito martellano sulla storia dell'europa che ha fatto fuori il suo governo e lo ha eliminato con un golpe,eppure il risultato riscontrato nel 2013. dal pdl(21% 7milioni di voti)ha dimostrato che gli italiani non danno molto credito o non la pensano cosi'.Adesso vedremo con questo voto se dopo un ulteriore propaganda sulla questione gli italiani cambiano opinione e voto.Ma dire che SB non abbia insistito nello spiegare e raccontare questo passaggio significa non aver abitato in questo paese nell'ultimo anno e mezzo.Piuttosto,se la gente con il voto vi punisce prenda atto che gli italiani,che non sono stupidi come lei afferma,semplicemente non ci credono e sono di altro avviso.Buona domenica

Agostinob

Dom, 25/05/2014 - 15:16

ILGIUSTO: il Suo post avrebbe potuto andar bene, nel senso di opinione personale, sin verso il termine quando si è lasciato andare ai soliti giudizi (furto, prostituzione e corruzione) dati con sicurezza come solo un povero cristo insicuro di sè stesso può dare agli altri. Meno male che si firma ILGIUSTO. Ma è sempre così; quando uno ha un alta stima di sé stesso da definirsi il giusto, non può che pensare e dare agli altri ciò che forse vuole nascondere lui. diffido degli onesti, dei giusti e di tutti coloro che sono pronti ipocritamente a valutare e decidere su gli altri. L'arroganza e la presunzione è tipica dei comunisti che ritengono d'essere i soli e gli unici Giusti. Gli altri sono solo "pirla". Beh, pur di non pensarla come Lei, sono fiero di sentirmi pirla.

Agostinob

Dom, 25/05/2014 - 15:17

patchonki: io faccio parte dei secondi. Lei dei primi?

Agostinob

Dom, 25/05/2014 - 15:24

IL GIUSTO io non sono costretto ad ammettere che Berlusconi ha sbagliato. Io ho fatto un'analisi di una situazione ed ho valutato che Berlusconi ha sbagliato in questo frangente e sono tanto corretto da dirlo. Ma, attenzione: è una mia valutazione e quindi esprimo un'opinione, non una verità assoluta. Non sono comunista e quindi non ho le verità in tasca come altri. Per Voi Berlusconi sbaglia a prescindere perché non avete il senso della misura ne la coerenza e la corretta di analizzare le cose per quelle che sono. Tutti fanno cose giuste e cose sbagliate. Se sono giuste si plaude, se sono sbagliate vanno ammesse. Ma capisco che per Lei, come per altri, non accettando l'idea di sbagliare, non ammettete che altri possano farlo. Chi ha abbandonato il partito lo ha fatto perché essendo di destra ed essendo liberale, sa di essere libero di lasciarlo se non è più d'accordo. Dalle Sue parti invece, non ci si stacca perché è impossibile. Per staccarsi occorre intelligenza per riflettere e questa, mi scusi, è materia che non appartiene alla sinistra.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 25/05/2014 - 15:57

Io mi astengo dal voto,nella speranza che sia l'ultima volta,nella speranza che la disfatta di questo cdx sia la rinascita per una diversa Destra Liberale.Detto cio' credo che renzi fara' molto meglio di quanto fece bersani e blindera' il suo governo raggiungendo un buon 30%.Il m5s se riconfermasse il voto del 2013 avrebbe fatto un miracolo,ma dico di piu',credo si attesteranno tra il 22 ed il 27% diventando a tutti gli effetti i del pd.Per FI sara' un miracolo toccare il 20% ma se scende sotto il 18% credo sia waterloo.I loro voti andranno tra FdI e Lega che forse superano lo sbarramento.L'NCD andra' meglio alle amministrative che alle europee dove al massimo avra' i voti che prendeva casini,comunque insufficienti.

Agostinob

Dom, 25/05/2014 - 16:07

AGRIPPINA: BUONA DOMENICA ANCHE A LEI.

Agostinob

Dom, 25/05/2014 - 16:16

AGRIPPINA: Buona domenica anche a Lei. Circa quanto ho scritto, ho espresso un'opinione su una precisa situazione: se Berlusconi abbia tenuto una corretta o non corretta campagna. Il voto degli italiani in precedenza teneva conto di una situazione di terrorismo giudiziario che ha creato sbandamento, come era ovvio, creasse. Poi vi sono state separazioni che solo uno sciocco può ritenere che non portino diminuzione di voti. (Anche se certi allontanamenti possono solo far bene). Oggi, le elezioni sono europee e quindi non paragonabili alle nostre politiche, anche se tutti e da qualunque parte, faranno questi raffronti. La nascita di un nuovo partito (Grillo) è pure ovvio che abbia tolto, altrimenti non arriverebbe al livello che avrà. Quindi, mi scusi, non si possono più, come non si sono mai potuti paragonare i dati di elezioni rispetto alle precedenti (e su questo fatto abbiamo già discusso, mi parte). Alle prossime politiche torneremo a discutere ma, come sempre dico, ogni momento va visto a sé. Infine, se gli italiani sono diventati più svegli di prima rivolgendosi a Grillo, beh, onestamente credo ci sia molto da dire. Ma Le parrà paradossale, non mi dispiacerebbe che vincesse Grillo. Non serve a nulla per l'interno, ma se appena appena si mettesse a far casino, gli italiani capirebbero subito cos'hanno fatto nel votarlo.