La risposta anti «Liga» dei fedelissimi bossiani

Dopo lo strappo voluto dalla Liga veneta, che ha votato per togliere a Umberto Bossi (nella foto) la carica di presidente a vita del Carroccio, arriva l'associazione dei fedelissimi del Senatùr. O meglio, vista l'aria che tira nella Lega, dei dissidenti bossiani che tengono duro contro le spinte «correntiste» nel partito. È sempre il Veneto il teatro delle fibrillazioni interne. L'associazione «Padania libera» sarà infatti presentata domani a Venezia per iniziativa dell'ex senatore Giuseppe Leoni. Il debutto del gruppo e del quotidiano collegato si terrà a pochi chilometri di distanza da Mestre, dove sempre domani inizia l'assemblea federale della Lega voluta da Maroni. Padania libera è preludio di una scissione guidata da Bossi dal Carroccio maroniano o un ritorno alle origini? Lo dirà la storia leghista. Intanto ieri il Senatùr ha compiuto 72 anni e sono arrivati gli auguri di Bobo: «Buon compleanno Umberto. Le miserie umane passano, l'amicizia rimane per sempre». Il segretario uscente l'ha scritto su Twitter, ma i maligni si chiedono: Bossi usa Twitter?