Rissa tra minorenni, ucciso il nipote del boss

CasertaÈ uscito come una furia dalla Smart paterna (che guidava senza patente) e si è catapultato su 5ragazzi, tutti giovanissimi come lui, tra i 14 e i 17 anni, che stavano chiacchierando davanti all'ufficio postale ad Aversa (Caserta). I sei ragazzi hanno avuto un diverbio, poi, l'ultimo arrivato ha impugnato un coltello ed ha cominciato a menare fendenti. Il primo a cadere sotto la furia dell'aggressore, 17 anni è stato Emanuele Di Caterino, 14 anni. Una coltellata al cuore, il ragazzino si è accasciato sul pavimento. I suoi compagni lo hanno soccorso anche se erano feriti e insanguinati mentre l'aggressore si è infilato nella Smart ed è fuggito. Emanuele è morto dopo due ore di agonia nell'ospedale di Aversa. Adesso di lui dicono che «era un bravo ragazzo» che frequentava il Liceo Scientifico Enrico Fermi. L'assassino è stato arrestato poco dopo dai carabinieri del Gruppo di Aversa, che lo hanno intercettato mentre stava rientrando a casa. Aveva gli indumenti ancora insanguinati mentre il coltello lo aveva gettato via dopo il fattaccio. In caserma ha detto di «non ricordare nulla» del massacro. Ma i carabinieri stanno scavando nella sua vita per cercare di comprendere i motivi della solitaria spedizione punitiva «troppo violenta per essere il frutto di una lite banale» spiega un investigatore. Adesso Aversa è in lutto, il sindaco Giuseppe Sagliocco ha parlato di una «città sconvolta dal dolore» ma, non c'è un solo aversano che non tema la vendetta dei familiari delle vittime. I sei ragazzini coinvolti hanno quasi tutti cognomi che «pesano», parentele pericolose, uomini abituati a ripulire con il sangue anche la più banale delle offese subite. Il nonno di Emanuele ad esempio, Gaetano Iorio è un casalese, legato alla cosca del sanguinario Francesco Schiavone detto «Sandokan». Uno dei due ragazzi feriti è il nipote del boss Michele Zagaria. «Vigileremo e faremo prevenzione per evitare che questa tragedia non provochi altre tragedie» ha detto il colonnello Vitagliano, comandante del Gruppo carabinieri di Aversa.