ROCCAFORTE ROSSA Il Pdl al 48% sfiora il miracolo a Siena Ma la sinistra conserva il feudo Mps

Miracolo sfiorato per il Pdl a Siena. La città del Palio, dove la sinistra per la prima volta dopo anni, complice il caso Mps, è stata trascinata al ballottaggio, resta «rossa»: è stato infatti eletto sindaco con il 52% Bruno Valentini. Ma il Pdl, in corsa con Eugenio Neri, ha conquistato un più che lusinghiero 48%. Troppo poco per la poltrona, ma abbastanza per dire che Siena vuol voltare pagina. «Il risultato è comunque straordinario – ha commentato il candidato Pdl sconfitto – peccato che con un piccolo sforzo più la storia sarebbe stata diversa».

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 11/06/2013 - 09:21

Siamo a Siena, ma mi ripeto osservando che a Roma in circostanze simili si suole dire: "ariconsolamoce co' l'ajietto". Il 48% senese con tutta evidenza è la manifestazione elettorale di una “ribellione” dei Senesi allo schifosa conduzione di banca MPS, ma non serve a nascondere il fatto che il Pdl sia sprofondato in tutta Italia. E le ragioni dovrebbero essere chiare a tutti, ma ai vertici del Pdl non si vuol vedere ciò che invece è chiaro agli elettori di destra, stufi ed incaxxati. Date almeno un segno di buona volontà: Alfano si dimetta da segretario del partito, che tanto nella carica di vice presidente ci penserà Letta ad indirizzarlo. Già si è visto dopo la “magra” figura di Brescia.