DOPO IL ROGOIl governo istituisce un tavolo nazionale: «Lotta all'illegalità»

Dopo il rogo del primo dicembre a Prato, il governo ha istituito un tavolo nazionale: si riunirà per la prima volta giovedì pomeriggio al ministero dell'Interno. Una convocazione firmata dal ministro Angelino Alfano è stata indirizzata al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, al presidente della Provincia Lamberto Gestri e al sindaco di Prato, Roberto Cenni. La riunione è stata fissata dopo il rogo nel capannone-dormitorio al Macrolotto della città in provincia di Firenze, dove sono morti sette operai cinesi. Nella lettera il ministro chiarisce che il tavolo «ha l'obiettivo di sviluppare, anche in sinergia con le istituzioni locali, un piano di interventi utili. Da un lato, a rendere più incisive le misure di contrasto di tutti i fenomeni di illegalità legati all'imprenditoria, soprattutto straniera, in materia previdenziale, fiscale, commerciale e di sicurezza sui luoghi di lavoro; dall'altro a migliorare il processo di integrazione».