Roma invasa dai rifiuti Vespa guida la rivolta contro il bluff di Marino

Il conduttore Rai fa un paragone con San Pietroburgo e scoppia la polemica col sindaco. Intanto la Capitale affoga nella sporcizia

Roma - Cassonetti stracolmi in centro e in periferia, bande di rom che dragano a tutte le ore i contenitori in caccia di oggetti da recuperare, la raccolta differenziata che non decolla, una maxi discarica chiusa senza un piano B. A Roma la gestione dei rifiuti è una turpitudine eterna, ma la politica sembra non accorgersene e a sollevare il problema deve provvedere un noto giornalista, Bruno Vespa. Forse perché l'obiettivo del Campidoglio è la raccolta differenziata porta a porta?

Tutto inizia domenica sera, con un tweet di Vespa: «Sono a San Pietroburgo, 5 milioni di abitanti, non ho visto un rifiuto sulla strada. Mi sono vergognato di abitare a Roma». Una condanna in meno di 140 caratteri. Il sindaco Ignazio Marino replica in maniera ambigua: «In realtà le cartacce per terra sono il modo in cui turisti e romani trattano la città ma il vero problema a Roma è la gestione del ciclo dei rifiuti». Poi ammette: «Ogni giorno il 18 per cento dei dipendenti di Ama non si presenta al lavoro». Poche ore dopo, intervistato dalla trasmissione Un Giorno da pecora, un cambio di registro: «Oggi (ieri, ndr) mi sono arrabbiato tantissimo perché non è più possibile che molti quartieri, specialmente quelli della periferia, siano pieni di immondizia. Questo problema lo dobbiamo affrontare in maniera radicale». Quanto alle parole di Vespa, c'è dapprima una frecciata spuntata («Mi pare che lui abiti al centro di Roma, in una zona che dicono sia bella. Forse ci sono persone che vivono in zone più disagiate rispetto al primo municipio») poi una difesa che si trasforma in autogol: «Vespa si rifà a una città dove vige il sistema che per 50 anni c'è stato a Roma: lì hanno l'85 per cento dei rifiuti messi in una discarica e solo il 15 che va nella differenziata. Purtroppo negli ultimi 50 anni nulla è stato fatto per togliere a un monopolista privato la gestione dei rifiuti che era basata su una grande buca (la discarica di Malagrotta, ndr) dove veniva buttato di tutto, dal materasso al frigorifero. Sarebbe interessante che Vespa ci dedicasse una sua trasmissione d'approfondimento».

Il fatto è che Vespa lo ha fatto. «A Porta a porta ce ne siamo occupati ben due volte perché la gestione dei rifiuti a Roma è uno scandalo nazionale. La prima volta il 10 aprile 2013 in campagna elettorale per l'elezione del sindaco di Roma. Facemmo una inchiesta su Malagrotta, ne parlammo con Alemanno e Marchini, non con Marino che aveva declinato l'invito a confrontarsi con i suoi competitori. La seconda volta il 13 gennaio 2014 con due servizi. Anche in questo caso il sindaco si rese indisponibile all'intervista e ci mandò una nota che io lessi in studio». Quindi è ridicolo che ora Marino chieda al giornalista di invitarlo in trasmissione. «Marino - ricorda Vespa - diceva che la chiusura di Malagrotta, avvenuta il 31 ottobre 2013, avrebbe positivamente risolto il problema. Sono trascorsi sei mesi e la situazione è molto peggiorata. Chi deve intervenire se, parole sue, ogni giorno il 18 per cento dell'Ama non si presenta al lavoro? Il sindaco o la televisione? Dopo la sua elezione mi lamentai con lui per alcuni piccoli cumuli di rifiuti domenicali che rovinavano Trinità dei Monti e altri luoghi simbolici del centro e lui mi assicurò con un sorriso che questo non sarebbe più accaduto. I piccoli cumuli di ieri sono diventati i grandi cumuli di oggi». Ma che volete, Marino ha altro per la testa: «Da quando sono sindaco - si vanta per radio - ho fatto almeno 35mila km in bicicletta». Caro sindaco, si iscriva al Tour de France e lasci stare il Campidoglio.

Commenti

eureka

Mar, 08/07/2014 - 08:51

Lo sbaglio lo fanno gli Italiani ad eleggere un ex medico come sindaco o un magistrato come politico. Ognuno tira l'acqua al suo mulino e può fornire l 'esperienza che ha acquisito. Il richiamo del potere lusinga molti per questo i signori politici dovrebbero adeguarsi gli stipendi, rimborsi compresi, a quelli dei normali dipendenti aziendali, 2 o max 3000 euro mensili, tutto compreso evitando i doppi e tripli incarichi impossibili a chiunque lavori 8-10 ore al giorno. Solo così si renderebbero conto delle vere necessità del Paese e si eviterebbero viaggi e cene inutili.

angelomaria

Mar, 08/07/2014 - 08:58

cosa vii apettavate dauno come marinoRINGRAZIATE CHE AVETE LE SCARPE PER CAMMINARE E LAMONNEZZA QUELLO E' NIENTE TENETEVI STRETTI I PANTALONI!!!

elgar

Mar, 08/07/2014 - 09:51

Marino è un incapace. E non ha polso.

cast49

Mar, 08/07/2014 - 10:52

i komunisti hanno okkupato tutta l'italia, i komunisti di merda pensano solo ad okkupare le poltrone, io li metterei a pulire le strade...ma questo cazzo di sindaco che cazzo fa oltre che andare in bici?

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 08/07/2014 - 15:11

Ribadisco. Il PD porterà la responsabilità del totale e definitivo sfascio della capitale. Il nuovo sindaco? Un pizzico di megalomania ed idee strampalate. Non ricordo nessuno peggio di lui, neppure Rutelli, né Veltroni, né perfino AleDanno. Un disastro totale.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 08/07/2014 - 19:31

Roma caput mundi, ma andate a cagare...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 08/07/2014 - 19:31

Roma caput mundi, ma andate a cagare...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 08/07/2014 - 19:40

PSICOSINISTRONZI avete votato marino con la truffa e l'inganno? bene, ora risolvete questo problema! e senza chiederci altre tasse! PSICOSINISTRONZI verognatevi!!!

filder

Mar, 08/07/2014 - 19:42

Tutti i predecessori di Marino alias il grande chirurgo,alias il ciclista modello,alias il grande sindaco PD,colui che aveva annunciato veri miracoli, dovrebbe essere accompagnato alla porta a calci nel deretano e tenendolo contemporaneamente da un orecchio: il ridolino colui che va sul carro dei gay a farsi propaganda,farebbe bene scomparire nella notte senza lasciare un recapito,così come avvenne quando ha lasciato l America,che con la sua scomparsa avranno acceso un cero a qualche Santo

vince50

Mar, 08/07/2014 - 20:21

Le immonde porcherie dei sinistrati,sono oramai incommentabili.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 08/07/2014 - 21:43

È solo l'inizio.....diventeremo come calcutta

antonio54

Mar, 08/07/2014 - 21:44

Roma oltre che sporca è anche insicura. Basti fare un giretto alla stazione Termini per rendersene conto. Chi deve intraprendere un viaggio in treno è meglio che stia con gli occhi bene aperti: è strapieno di accattoni, borseggiatori e zingari. E' una VERGOGNA...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 09/07/2014 - 01:01

Ottima l'iniziativa di Vespa. Mette a tacere tutti i trinariciuti che erano soliti sbeffeggiarlo come leccapiedi del potere. ORA AVRANNO UN MOTIVO IN PIÙ PER ODIARLO. Del resto i trinariciuti hanno dimostrato di non saper fare altro che odiare. È IL LORO LIMITE.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mer, 09/07/2014 - 01:44

Facciamo 2 conti semplici. Roma e' stata amministrata dalla SX negli anni 1975-1985 (Argan, Petroselli - quest'ultimo e' morto in carica e quindi ebbe un "onore": il suo nome ha sostituito la via del Teatro di Marcello!!!!). Un piccolo intervallo tra 1985-1990 con la Dx e poi vari governi Rutelli, Veltroni. La parentesi Alemanno e' del tempo della formazione della Casa della Liberta', poi Marino, un sindaco ciclista che adesso mette la puzza sotto il naso dei romani, cosi' imparano, annusino i cattivi odori. Marino, inseguitore del monopolista di Malagrotta, ha fatto contento i soliti giacobini, ed ecco il risultato: SPAZZATURA! SPAZZATURA! avanti o popolo dei coglioni che lo hanno votato. Non e' capace di fare lavorare il 18% dei monnezzari, e la colpa e' di Vespa? Pagliaccio! Insomma la Sx ha governato 30 dei 40 anni ultimi e non ha risolto niente, frigoriferi insieme a materazzi e il PD caxxo faceva???

Ritratto di filatelico

filatelico

Mer, 09/07/2014 - 07:17

VERGOGNA per chi denigra ROMA!!!! Marino dovrebbe andare dalle allegre comari di Windsor e si dovrebbe dimettere!

vince50_19

Mer, 09/07/2014 - 08:12

Da non romano (anche se ho parenti che vivono in quella città), pur conoscendo la storia di questa città e di un suo passato di grandezza che non ha eguali per lo meno in Europa, provo un grande dispiacere nel vederla ridotta così male, con un sindaco non all'altezza dell'incarico che ricopre. Verrebbe da dire a quei romani che lo hanno votato: avete voluto la "bici"? Ed ora pedalate!!! Farebbe bene costui a riprendere il suo "antico" mestiere per me e levarsi fuori dai cosi detti se continua in questo suo modo di agire molto spesso "irrituale ed irritante".

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 09/07/2014 - 08:58

Per far guadagnare "ONESTAMENTE" lo stipendio, ai parlamenari Italiani, al posto di mandarli in VACANZA, DOVREBBERO TUTTI ANDARE SPAZZARE STADE E PIAZZE, VISTO CHE CON LE PAROLE NON OTTENGONO ALCUN RISULTATO.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 09/07/2014 - 08:59

Per far guadagnare "ONESTAMENTE" lo stipendio, ai parlamenari Italiani, al posto di mandarli in VACANZA, DOVREBBERO TUTTI ANDARE SPAZZARE STADE E PIAZZE, VISTO CHE CON LE PAROLE NON OTTENGONO ALCUN RISULTATO.

honhil

Mer, 09/07/2014 - 16:49

Marino ha un grande sogno, istituzionalizzare le favelas a Roma. Possibile che Bruno Vespa e gli altri tanti rompipalle non lo capiscono?