Il rottamatore umilia governo e alleati di Letta

Renzi liquida Fassina: "Chi è?". E smentisce il premier sullo spread ("sceso grazie  a Draghi"). "Le unioni gay? Sulla famiglia non mi faccio scavalcare da Alfano"

Sette giorni per avere risposta «da tutti i partiti» sulle sue tre proposte di legge elettorale. E guai ad usare strumentalmente il dossier unioni civili come «arma di distrazione di massa» per rallentare la corsa della riforma del Porcellum: Matteo Renzi continua a dettare l'agenda alla politica italiana e a non lasciare alibi al governo Letta, e tanto meno agli alleati del Nuovo centrodestra, gli alfaniani che annaspano, travolti dal ciclone messo in moto dal nuovo segretario Pd.

Che ieri ha convocato a Firenze la segreteria (oltre cinque ore di riunione in trasferta, e toccherà farci l'abitudine: «È normale fare appuntamenti anche fuori Roma e andremo anche in altre città, soprattutto dove si vota alle prossime amministrative visto che si voterà in circa 4mila Comuni», annuncia serafico) e poi - a sorpresa, perché aveva annunciato che le conclusioni per i giornalisti arrivati in massa nel capoluogo toscano le avrebbe tirate Debora Serracchiani - tiene una conferenza stampa. E spiega che sulla legge elettorale si andrà a passo di marcia, e che sarà lui a dirigere il traffico, altro che «mediazioni» di Enrico Letta. «In tre giorni si sono fatti passi in avanti che non si erano fatti in tre anni», spiega, «la nostra presa di posizione costringe tutti a dire la propria e mi pare che lo stiano facendo tutti i partiti. La prossima settimana si dovrà tirare la rete e poi partire con la procedura parlamentare». Si farà «di tutto» perché entro gennaio la Commissione affari costituzionali della Camera licenzi un testo, e a febbraio l'aula potrebbe vararla. E Renzi sottolinea come «gli appelli a Grillo siano sostanzialmente inutili», ma che la storia è diversa per i suoi parlamentari: l'accelerazione sulla legge elettorale li ha chiaramente messi in difficoltà, e per loro sarà dura negarsi al confronto per archiviare il Porcellum: «Non va sottovalutata la loro discussione interna».

A chi gli obietta che trovare un accordo innanzitutto nella maggioranza, con gli alfaniani, non sarà così facile, visto che Ncd fa le barricate contro il pacchetto renziano sui diritti (lui li chiama «doveri») civili, a cominciare dalle unioni gay, Renzi replica secco: «Se l'unico problema con Alfano è quello delle unioni civili, fatemi dire che è andata di lusso. Sulla famiglia non mi farò certo scavalcare da Alfano e Giovanardi». Poi l'affondo: «I governi da loro partecipati hanno azzerato il fondo per la famiglia». E su certi argomenti, soggiunge, «mi aspetto coerenza».

Ma se Alfano e i suoi continuano ad avere il ruolo del punching ball, il segretario Pd non risparmia certo colpi a Letta. E - sotto sotto - neppure a Napolitano e alla sua strenua difesa della «stabilità». Certo, «l'equilibrio serve, ma è come andare in bici: se stai fermo, non c'è equilibrio che tenga», si cade. L'unico «equilibrio» dunque è pedalare. A Letta, che ha rivendicato il merito dell'abbassamento dello spread, manda a dire che per carità, sia lui che Monti hanno contribuito, ma il merito «fondamentale» è di un altro «condottiero», quel Mario Draghi con cui il sindaco di Firenze ha costruito negli ultimi mesi un rapporto che i suoi definiscono «molto buono». E la famosa «ripresa» avvistata dal governo c'è, ma «prescinde da noi», sono altri i Paesi, Usa in testa, che «hanno ripreso a correre».

Di rimpasto non vuol sentir parlare, e liquida con una battuta gelida («Fassina chi?») le domande sul tema sollevato dal viceministro dell'Economia (che replica dimettendosi all'istante). Il sindaco sa bene che è in atto una manovra (avallata da Letta e Franceschini) per cercare di trascinarcelo, e imbrigliarlo nei riti della vecchia politica spingendolo a mettere uomini suoi nell'esecutivo, trasformandolo in governo Letta-Renzi. Ma lui non ci pensa per nulla, pur dando giudizi assai pesanti sull'operato di molti dei ministri. Continua a ribadire la sua linea: il governo durerà, a patto che «faccia» e che «risolva i problemi degli italiani». Altrimenti, si tiene ben aperta la strada per il voto a maggio, insieme alle Europee.

Commenti

gimmi73

Dom, 05/01/2014 - 09:02

A ragione o a torto Renzi,fino ad ora,piace proprio perchè sembra di voler rompere con gli antichi riti della politica.Infatti è l'unico che ogni tanto dice cose condivise da molti cittadini.Ma in verità chi è questo Fassina se non un burocrate di partito?cosa ne capisce di economia?Ma di chi è espressione il governo attuale(parlo di votanti,non partiti politici).Peccato che ad ora le sue parole sia state sempre smentite dai fatti,anche da ciò che riguarda il suo passato.

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 05/01/2014 - 09:05

fa bene a prendere le distanze da questi falsi salvatori della patria che si attribuiscono meriti che non hanno e che sfruttano il loro mandato per occupare il piu' possibile le comode poltrone e i comodi stipendi.....e in un momento del genere comportarsi così è da veri vivigliacchi e cialtroni!!!!! ....a casa il piu' presto possibile!!!!

maninblack

Dom, 05/01/2014 - 09:25

Bravo Renzi.Finalmente una persona che ha capito perche' e' sceso lo spread.Il merito e' tutto del sig. Draghi

cicero08

Dom, 05/01/2014 - 09:26

Ma uno che contribuisce fattivamente ad abolire l'IMU (per fare contento l'odiato nemico/Aleato) e poi si adopera, per far fronte al mancato introito, aumentando di almeno il 30% le tasse sulla casa cambiandogli la denominazione come si aspettava di dover finire?

Ritratto di oliveto

oliveto

Dom, 05/01/2014 - 09:36

Bravo renzi, trattali a pesci in faccia questi buoni a nulla che hanno mandato in malora il PAESE.

claudio faleri

Dom, 05/01/2014 - 09:41

il comportamento di renzi è indovinato, aria nuova e via una serie di personaggi nullafacenti ed anche stucchevoli.....bisogna vedere fin dove è la realtà e dove inizia il teatro.......una cosa è certa, riesce nonostante la critiche anche feroci delle solite cariatidi a trascinare la folla e gli altri si grattano le palle

cicero08

Dom, 05/01/2014 - 09:47

X maninblack: cero il merito per aver fatto scendere lo spread è anche di Draghi ma si chieda chi lo aveva fatto salire ben oltre quota 500. A guidare le operazioni alora c'era il premiato duo Tremonti/Berlusconi a cui in seguito si dovrà pure la famosa spread's favoletta...

Efesto

Dom, 05/01/2014 - 09:56

La posizione di Renzi è assolutamente encomiabile. Solo proponendo fatti e nuovi scenari si può vincere la partita sul piano politico e, conseguentemente, anche sul piano economico. Crisi vuol dire "cambiamento". Occorre coraggio ed immaginazione. l'Italia ha fantasia ed inventiva. Vale la pena di rischiare. Via dunque con la nuova legge elettorale e poi con nuove elezioni. Vinca il migliore. Chiunque esso sia dovrà tener conto della lezione che Renzi gli ha dato! Se tutto ciò non dovesse verificarsi finiremmo poveri e schiavi di oligarchie finanziarie (banche) e di burocrati decrepiti.

Totonno58

Dom, 05/01/2014 - 09:57

Quanto ad arroganza e doti di chiacchierone, Renzi ha ormai preso il posto di Berlusconi nel cuore degli italiani...

vigpi

Dom, 05/01/2014 - 10:17

scusate ma volevo chiedere una cosa agli esperti: nel 2013 il pil è diminuito del 1,8%, la disoccupazione è cresciuta, i comuni sono in rivolta perchè privi di risorse, i consumi sono diminuiti e di conseguenza tantissime imprese hanno chiuso. E nonostante ciò lo spread è sceso?? Ma allora quali sono i parametri su cui si calcola? gli anni di carcere dati a Berlusconi??

angelomaria

Dom, 05/01/2014 - 10:22

anche lui deve sceglier e dovra'lasciare laltra poltrona da sindaco o che sene' scordato be' se cosi fosse che quqlcuno glielo ricordi! buongiono buontutto r buon fine settimana a voi cari lettori

linoalo1

Dom, 05/01/2014 - 10:23

Ossia,in poche parole,Renzi dice:Qui comando io!Lino

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 05/01/2014 - 10:24

Vedi "cicciobello", non è che ti fai "scavalcare" da Alfano, a scavalcarti su certi "progetti" sono almeno il 70% degli Italiani. Ci puoi scommettere la "famosa R", figlioccio di leninne.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 05/01/2014 - 10:26

ed ancora qualcuno pensa che spread sia di berlusconi.... :-) ma non pensa mai che lo spread è in funzione del mercato. invece i comunisti hanno fatto la più grande furbata idiota del mondo. manipolare il mercato in modo che lo spread salisse di un botto e dare la colpa a berlusconi. è stato cosi che NOI popolo, paghiamo ANCORA!! oggi che succede? che draghi, su input di napolitano, ha fatto scendere lo spread, come per dire che con la sinistra il mercato funziona bene, che lo spread è basso.... :-) IDIOTI!!

Ritratto di indi

indi

Dom, 05/01/2014 - 10:27

Ecco un'altra bizzarra situazione, propria della creatività italiana. Un giullare che non è al governo ma governa da Firenze per interposta persona. L'ipocrisia che ha sempre contraddistinto l'ideologia comunista, si riaffaccia. A discapito di serietà, dignità, correttezza, nuove bandiere del PD. Non sarebbe più serio esautorare Letta e prendere il suo posto anziché lanciare proclami giornalieri che suonano come diktat che giorno per giorno faranno a pezzi la squadra di governo? È un nuovo metodo per produrre un rimpasto? Ebbene battezziamo, è nato il rimpasto Ponzio Pilato!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/01/2014 - 10:30

lecca i piedi a draghi perchè draghi significa il suo padrone, la finanza di jew york

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/01/2014 - 10:31

renzi è come obama, un'apparenza che può piacere agli stolti e agli illusi. Ma è un servo del regime dei poteri forti come e più degli altri.

abocca55

Dom, 05/01/2014 - 10:40

Ha i santissimi, cosa che mi piacerebbe vedere anche per FI. E' così che si governa un Paese, e non corteggiando i traditori. Dico a voi di FI, o vi svegliate o votiamo per qualche cavallo di razza.......

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 05/01/2014 - 10:42

Sveglio, il giovanotto. Peccato che, al di là di un forbito scilinguagnolo in smaccato accento toscano-arioso, gli obiettivi individuati come priorità siano quelli,soliti, di bottega: ampliamento del proprio bacino elettorale con politiche di disinvolta apertura ad omosessuali e migranti. Aggiungasi che, nelle ultime ore, può contare persino su Francesco come alleato ideologico. Sì proprio Francesco, con le proclamate aperture alle "nuove sfide" imposte dalla famiglia omosex e relativi "figli", si propone per un imminente sorpasso a sinistra delle tesi del PD. Lo sdoganamento della famiglia gay, sempre auspicato e mai realizzato dalla sinistra rischia di diventare, il "gold standard" della dottrina di S.Madre Chiesa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/01/2014 - 10:46

si tiene facilmente schiavo un popolo (meglio, una massa...) attraverso la paura e l'inganno. Lo spread è il nuovo spauracchio, il nuovo giocattolo della propaganda psicologica. Gli stolti abboccano....neanche si chiedono come mai da un giorno all'altro la storiella è venuta fuori.

abocca55

Dom, 05/01/2014 - 10:47

Renzi, facci vedere l'eliminazione del senato, senza la quale scelta coraggiosa, nessuno dei due grandi partiti potrebbe governare. E poi, se si andasse alle elezioni senza aver fatto almeno una grossa riforma, vincerebbe grillo. Poi dopo le elezioni la grande riforma costituzionale,. l'eliminazione dei consigli di quartiere, Per l'Europa, tra le grandi, radicali riforme, quella di abolire gli sprechi e le ambasciate interne alla UE.

pgbassan

Dom, 05/01/2014 - 10:53

Ausonio: perfetto. Vero è che Draghi ha fatto abbassare lo spread, ma pompando soldi al governo italiano (NapoMonti e adesso NapoLetta), gradito ai poteri forti della finanza mondiale. E 'sto spread è modo speculativo usato per togliere o sostenere governi di gradimento di lor signori.

enzo1944

Dom, 05/01/2014 - 10:58

Renzi,che è un furbo di tre cotte,ha capito che Draghi sarà il prossimo Presidente della Repubblica Italiana,e subito si allinea alla corrente massonica che lo porterà alla guida del Governo Italiano!....Draghi infatti,uomo potente e stimato nell'Europa dei massoni,sarà il garante in Italia della continuazione delle politica Europea e dell'Euro!...nevvero caro Renzi??

COSIMODEBARI

Dom, 05/01/2014 - 11:00

Se questa è la strategia giusta, per liberarsi da lacci e lacciuoli, che sia benedetta. L'unica cosa di non poco conto è che non si libera e non ci liberiamo, pure e sopratutto, dei benfit vita natural durante personale e di familiari a carico di chi lascia.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Dom, 05/01/2014 - 11:02

Dice Renzi: guai a chi usa come armi di distrazione di massa i dossier Unioni civili e Jus solis. La domanda sorge spontanea: Ma allora perché sono stati tirati fuori? Non bastavano le proposte sulle legge elettorale? I rimpasti, le proscrizioni, le epurazioni non potevano aspettare qualche mese? La voglia è di far cadere il governo. La crisi economica? E chi se ne frega. Le lotte di potere, per la sinistra, sono prioritarie rispetto a qualsiasi necessità pubblica.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 05/01/2014 - 11:02

pgbassan : l'usuraio parassita il suo schiavo ma non lo uccide mai. Quando sta per morire, allenta la corda al collo per evitare che muoia e possa ancora mungerlo.

Ritratto di aquila

aquila

Dom, 05/01/2014 - 11:06

bene, se dimostrerà coerenza e determinazione e riuscirà a tenersi fuori dalle vecchie logiche del partito cui appartiene darà certamente quella scossa alla obsoleta politica nostrana che fino ad ora è stata sempre ed inesorabilmente soffocata sul nascere. Se riuscirà sarà di stimolo anche per gli altri partiti, Grillo a parte.

LAMBRO

Dom, 05/01/2014 - 11:09

IL PD RIUSCIRA' A REGGERE L'IMPATTO COL RENZISMO? E' CHIARAMENTE IN CORSO UNA GUERRA DELL'APPARATO CONTRO IL ROTTAMATORE...... GUERRA PROMESSA ANCHE DA D'ALEMA.....!! E GLI ITALIANI? CHI SE NE FREGA !!!!

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Dom, 05/01/2014 - 11:10

facce sinistre, aha aha...tocchiamoci...

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Dom, 05/01/2014 - 11:10

A me Renzi sembra il solito messia di turno,all'inizio sembra facciano tutto loro,poi si devono scontrare con chi comanda veramente in Italia e allora sono ca..i nostri purtroppo .prepariamoci al solito balletto e intanto non cambierà NULLA.L'Italia ,deve essere rovesciata come un calzino per poter risorgere,ma è una battaglia persa,non siamo coesi,ognuno pensa al suo giardinetto.

Ritratto di oliveto

oliveto

Dom, 05/01/2014 - 11:16

Il migliore tra i peggiori, asini. Attenzione, l'asino è uno degli animali più intelligenti e in molte occasioni è risultato più intelligente e razionale dell'uomo. Un esempio? Il tracciato delle strade da una località ad un'altra nel passato veniva fatto copiando il percorso scelto dal generoso animale, l'asino.

giumaz

Dom, 05/01/2014 - 11:20

Che strano quel logo con il cognome di Renzi interrotto da una freccia. E' la prima volta che lo vedo e subito mi ha ricordato una falce e martello. Sarà, ma sto partito "democratico" nessuno mi togli dalla testa che è il figlio di quello "comunista", quindi stessi cromosomi. Parafrasando Don Camillo, in uno dei suoi film, vuoi vedere che grattando il Renzi spuntano i figli di Lenìn?

corto lirazza

Dom, 05/01/2014 - 11:21

avete notato sulla parete di fondo la "R" di Renzi trasformata in falce e martello?

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Dom, 05/01/2014 - 11:22

Già cominciano ad andare fuori dal seminato,del lavoro e delle tasse non si parla più e men che meno di tagli alla spesa pubblica,vero cancro Italiano.Vogliamo recupera milioni e forse miliardi di euro?Mandiamo a casa tutti i militari,manteniamo attive solo le forze dell'ordine tradizionali pagandole il giusto,d'altronde non si capisce a cosa serve l'esercito di terra,l'aviazione,la mia amata marina militare se non a soccorrere dei disperati destinati a peggiorare la loro situazione per arricchire i soliti noti.Basta militari buoni solo per la pensione e per il secondo lavoro che possono svolgere per tutta la loro carriera (sigh) di inutilità assoluta come le missioni all'estero per aiutare gente che non vuole essere aiutata.Noi non c'è lo possiamo più permettere,oramai ma è sempre stato così nelle forze armate ci vanno solo quelli che vogliono il posto sicuro,non certo per amor patrio,non è più il tempo.

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Dom, 05/01/2014 - 11:28

Se Draghi non si defila da Renzi,fa la fine di Monti,mediti signor Draghi,resti lontano da questi ciarlatani,Monti docet.

unosolo

Dom, 05/01/2014 - 11:38

questa associazione è pericolosa , non potrà resistere molto , presenteranno leggi o proposte che ci metteranno in deficit con il pieno appoggio di tutti quei partitini insignificanti ma che insieme danno la giusta percentuale di maggioranza ed ecco che si getteranno soldi per altri parassiti fino a quando ci faranno credito in Europa ma ovviamente le tasse non caleranno mai anzi cresceranno ma le pensioni man mano spariranno .

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 05/01/2014 - 11:47

E' giusto che esista la retroattività in ogni dove? Per me non dovrebbe esserlo: se il governo, così com'è, è nato parecchi mesi prima dell'elezione di Renzi a segretario del Pd, perchè non ha il diritto di continuare la propria strada? Ma se è diventata imperativa la 'retroattività', che cosa ci stanno a fare tutti i nostri parlamentari, governo e PdR compresi, che dovrebbero essere decaduti dopo la sentenza della Corte Costituzionale sul porcellum?

fabio55

Dom, 05/01/2014 - 12:16

x menphis35 i tuoi commenti fanno sempre ridere ma dove vieni con queste ideee bigotte le unioni civili ce l hanno quasi tutti i paesi del mondo l italia per questo tema è paragonabile al burundi menomale che il 90 per cento degli italiani non la pensono come te

vincentvalentster

Dom, 05/01/2014 - 12:24

Questo presunto rottamatore, nonostante l'entusiasmo generale che ora suscita, ci porterà alla rovina.

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Dom, 05/01/2014 - 12:54

I loro slogan sono sempre gli stessi, ancora prima dei tempo di Bersani...e sono schiantati tutti (loro). Anche questo signore è in delirìo di onnipotenza, posseduto da mandato divino, che gli fa credere di essere un dio in terra. Così sono i Komp, dal dopoguerra ad oggi...nulla è cambiato, o sono morti, o sono più vecchi, o sono Renzi, un clone di Togliatti.

mariolino50

Dom, 05/01/2014 - 13:23

abocca55 Le leggi le dovrebbe fare il parlamento e non il governo, un senato esiste da quasi tutte le parti, spesso con lo stesso nome romano come in America, dove ha gli stessi poteri della camera e in più approva i ministri nominati dal presidente, e li davvero votano come vogliono.

Ritratto di thunder

thunder

Dom, 05/01/2014 - 13:36

cicero08,sei proprio un pollo, lascia stare sono cose troppo complesse per te. bevi il latte e vai a nanna!

agosvac

Dom, 05/01/2014 - 13:39

Egregio cicero08, lei ha capito poco e niente! Certo( non cero) il merito è non solo di Draghi, ma esclusivamente di Draghi. Ma come il merito è stato di Draghi, il demerito non è stato certo di Berlusconi nè di Tremonti. Lo spread sale o scende secondo le speculazioni internazionali, i governi hanno ben poco da fare per evitare che possa succedere. Se l'alta finanza comincia a vendere titoli di Stato di un paese, è ovvio che il valore nominale dei titoli relativi scenda ed i tassi( come pure lo spread che è loro collegato) cominciano a salire. Al contrario quel che sta succedendo oggi è che tutti comprano Btp e Bonos per cui i tassi scendono e scende di conseguenza lo spread. Il grande merito di Draghi è stato quello di comprare una gran quantità di Btp e di Bonos quando tutti vendevano, mantenendo così i tassi entro limiti accettabili. Se non riesce a capirlo, se lo faccia spiegare da un bambino delle elementari, lui di certo lo capirebbe!!!!!

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Dom, 05/01/2014 - 14:02

Renzi ne combina, finalmente, una giusta! Con due paroline sistema un cerebroleso. Onore al merito.