Le rubano 30 euro. Perquisisce i suoi alunni

Una maestra dell'Aquila si trasforma in poliziotta

Roma - Trenta euro della discordia: scompaiono dalla giacca della maestra che per tutta risposta perquisisce gli alunni. E a Villavallelonga, in provincia dell'Aquila, scoppia la bufera. Genitori contro insegnante, sindaco e carabinieri chiamati in ballo e ufficio scolastico regionale che impugna la scure pronto a scendere sul piede di guerra. È accaduto al termine della festa di Carnevale nella scuola elementare di via Marsicana. La maestra, poco prima che tutti i ragazzini andassero via, si è accorta di non avere più trenta euro e non ci ha visto più. Ha fatto qualche domanda in giro, poi è passata all'azione prendendo di mira una ventina di alunni che frequentano la prima, la terza e la quarta. Secondo quanto hanno raccontato i genitori, alcuni di loro sarebbero stati costretti anche a spogliarsi, nella fantomatica ricerca da parte della donna di recuperare il maltolto. Il fatto, però, non è piaciuto alle mamme, che due giorni fa hanno denunciato l'accaduto ai carabinieri di Trasacco. Così ieri i militari in Comune, alla presenza del vice sindaco, Domenico Bianchi, hanno ascoltato i genitori, le maestre e il dirigente scolastico per delineare i contorni della vicenda.

Sull'episodio, intanto, è partita un'informativa alla Procura della Repubblica di Avezzano. Unica assente ieri a scuola l'insegnate interessata che, secondo voci, avrebbe prodotto un certificato medico. Ma chi la difende sostiene invece che mancava dall'istituto in quanto era la giornata libera. Fatto sta che alcuni genitori hanno preferito tenere i loro bambini a casa mentre il direttore dell'ufficio scolastico regionale abruzzese, Ernesta Pellecchia, ha fatto sapere di essere pronto a prendere provvedimenti qualora la notizia venisse accertata. «Sono stato informato dal dirigente scolastico in relazione all'episodio - ha sottolineato -. Stiamo analizzando nel dettaglio il caso, di raccordo con il dirigente, per valutare eventuali sanzioni disciplinari sia a carico della maestra, sia a carico di personale ausiliario presente al momento del fatto. Un episodio che, qualora verificato, avrebbe dell'increscioso». «A scuola stamani tutto funziona regolarmente - è stata l' unica dichiarazione del vice sindaco Bianchi - la vicenda è stata messa dal Comune nelle mani delle persone competenti». Le mamme dei bambini, però, sono agguerrite e dicono che i ragazzi sono scossi al punto da non voler tornare in classe. Infine avvertono: «Contro l'atteggiamento di questa maestra andremo fino in fondo».

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 06/03/2014 - 08:38

e se uno avesse avuto 50 euro in tasca che avrebbe fatto questa befana?

epesce098

Gio, 06/03/2014 - 08:43

Mi piacerebbe sapere se poi ha recuperato i 30,00 euro.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 06/03/2014 - 08:55

Ora i maestri del pensiero corretto, sbrodoleranno indignazione a fiumi esondanti. E che doveva fare quella povera maestra? Avvisare i CC, che dovevao poi avvisare il pm dei minori, il quale doveva cercare una psicologa, una assistente sociale, dar loro l'incarico per procedere quindi alla perquisizione. Totale: 3/4 ore di attesa. Quante volte sono stato perquisito dai docenti alla ricerca di sigarette nascoste ( le canne erano sconosciute), o di materiale scolastico distratto. Nessuno per questo é diventato piú scemo o piú delinquente. Mica c'era il (o lo) psicologo che ci esaminava. Ora c'é uno stuolo di soggetti che segue l'alunno. Infatti li hanno ricretiniti tutti. Se chiedi ad uno studente chi fu Stalin é capace di risponderti che fu un famoso ciclista trevisano. E' gia´accaduto, anche di peggio.

Ritratto di Giuseppe.EFC

Giuseppe.EFC

Gio, 06/03/2014 - 09:25

Lezione per insegnanti moderni: se ti rubano i soldi e sospetti dei pargoli, chiama i Carabinieri e pretendi che si proceda come vuole la Legge. Sputtani tutti portandoli in Caserma, ecchisenefrega. Non rischiare. Perché i genitori dei venti amati pargoli, di cui uno ladro già alle elementari, non si indignano che ci sia una mela marcia tra i loro angioletti, né che - come sempre accade - ci siano complici che hanno visto ma preferiscono far finta di niente. Una vera lezione di italianità

nino47

Gio, 06/03/2014 - 09:32

E figurarsi se alle "mamme" la faccenda potesse piacere!!!

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 06/03/2014 - 09:34

In quella classe c'è un politico in erba.

pittariso

Gio, 06/03/2014 - 09:49

Il buonismo,che porta alla irresponsabilità e mancanza di valori( senso del dovere,onestà ecc)ci ha portati alla situazione attuale.Ai miei tempi i maestri (oltre ai genitori) punivano anche con la bacchetta per fatti molto meno gravi di quello di cui all'articolo e non hanno mai creato gravi danni a nessuno ed hanno contribuito a formare generazioni con senso di responsabilità e valori che crearono mla fortuna dell'Italia. Penso che il comportamento della maestra sarà utile per la formazione di alcuni degli studenti coinvolti e potrebbe evitare loro guai peggiori in futuro.

vince50

Gio, 06/03/2014 - 09:58

Quando c'e da difendere a prescindere il proprio scarrafone,le mamme diventano guerriere.Se fossero meno idiote dovrebbero rendersi conto che è molto meglio sapere se il proprio figlio è un ladro oppure no.Molto spesso sono i genitori a rovinare i figli,mio figlio!!!!!!!,ma quando mai.

Mechwarrior

Gio, 06/03/2014 - 10:01

come sono avide le donne. tutto sto casino per 30 euro, ma se le trovava le riconosceva? le aveva segnate? :-)

erbamala

Gio, 06/03/2014 - 10:10

Giuseppe.EFC, nino47,ottimoabbondante. Quindi sequestrare e perquisire 20 bambini,di cui uno colpevole e 19 innocenti secondo voi è cosa buona e giusta? Annamo bene! Ma voi di centrodestra non vi definivate garantisti????

Ritratto di Alessandro Noe'

Alessandro Noe'

Gio, 06/03/2014 - 10:12

Non condono il fatto di aver costretto alcuni alunni a spogliarsi... Pero' bambini tra i 6 e 9 anni gia' mezzi delinquenti non e' molto rassicurante... Quindi le "mamme" si sono incazzate e sono andate dai Carabinieri pero' il fatto che un alunno abbia commesso un furto (e reato) passa in secondo piano. Ricordo quando ero alle elementari ho esasperatola maestra che ad un certo punto mi ha mollato un ceffone da farmi girare la testa... Sono arrivato a casa e dico :"Mamma, la maestra mi ha dato uno schiaffo"... Mia madre me ne diede un altro ancora piu' forte e mi disse: "Se lo ha fatto, avra' avuto le sue buone ragioni!"... (me ne andai in camera mia mesto e chino). Ma dimenticavo che questa e' l'Italia dove se uccidi un poveraccio mentre sei ubriaco in macchina, non ti fanno un cazzo. Io vivo negli Stati Uniti, in caso di guida in stato di ebbrezza ti becchi il ritiro patente, 10.000 dollari di multa ed un processo penale. Se uccidi uno mentre sei in stato di ebbrezza ti becchi almeno 10 anni ( un ragazzo uccise una famiglia intera, ubriaco alla guida e gli hanno dato 97 anni di carcere- Condonandone 20 altrimenti sarebbero stati 117 anni di gattabuia)

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Gio, 06/03/2014 - 10:13

@OTTIMOABBONDANTE e altri: bisogna rassegnarsi, ormai non c'è più speranza: in attesa che i cinesi ci rimettano in riga, hanno vinto loro! Quindi largo al buonismo ed al politicamente corretto.

maurizio50

Gio, 06/03/2014 - 10:18

Povera maestra! Finirà indagata da qualche giudice veramente democratico!

cicikov

Gio, 06/03/2014 - 10:20

così il mariuolo in erba sa che la prossima volta non dovrà temere nulla avendo dalla sua la mamma, il provveditore, il sindaco, i carabinieri. ... e pure qualche fan su queste colonne. mah!

erbamala

Gio, 06/03/2014 - 10:30

pittariso - ah aha ha ha ha ah ah ma dice sul serio????????? Certo come no! la bacchetta ha allevato gli scolari degli anni 30-40-50. Cioè la classe dirigente degli anni 70-80-90, cioè quelli che hanno rubato, intrallazzato, maneggiato e ci hanno lasciati al fine in questo bello stato! ah ah ah ... lei è veramente un fenomeno...

pittariso

Gio, 06/03/2014 - 10:35

Alessandro Noè-Sono d'accordo con Lei ed è per questo che gli USA sono una democrazia che va avanti da oltre 200 anni:pene severe applicate fino in fondo (Kant).Ma per fare ciò è necessario avere una magistratura indipendente ed imparziale, e politici ragionevolmente onesti e cittadini che sappiano usare il voto in modo da rendere effettiva la responsabilità politica:purtroppo in Italia tutto questo manca.

NON RASSEGNATO

Gio, 06/03/2014 - 10:49

a VINCE 50.Probabilmente le "mamme" che protestano sanno già che il pargoletto potrebbe essere quello che ha arraffato gli euro, e si preoccupano che non lo colgano sul fatto.

Ritratto di flordluna

flordluna

Gio, 06/03/2014 - 10:49

Buongiorno! Una cosa simile accadde tanti anni fa in una scuola privata fiorentina.... ad una maestra scomparve il portafogli.. fece delle perquisizioni mirate e ritrovo' il portafogli nello zainetto di un ragazzino rom ... non accadde nessuno scandalo e nessun genitore protesto'!! Oggi vige un'ipocrisia mostruosa anche tra i genitori, si picchiano gli insegnanti se criticano l'ignoranza dei propri figli... si va' a fondo se i figli, a torto o ragione, vengono accusati di furto o aggressivita' verso altri bimbi.... senza pensare che la prima educazione viene proprio dai genitori... si tace pero' sulla delegittimazione della famiglia e di padre e madre, trasformati in politicamente corretto GENITORE 1 e 2 !! con questo cervello l'italia non andra' avanti per molto... in tutta italia solo una mamma milanese ha protestato... ciao italia senza dignita'

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 06/03/2014 - 10:54

Ottimo commento 'stufo'. Mi ha messo di buon umore visto che la mattinata è iniziata con Renzi e Padoan che stanno cercando 'soldi' per le loro sparate. Care mamme 'stateserene' : sapere da subito che un figlio ruba dei soldi è meglio che difenderlo. In quetso caso si che ci vuole uno psicologo in modo tale da emtterlo subito sulla retta via, altrimenti è perduto. Una volta in terza elementare fu rubata una stilografica 'Aurora' ( a quei tempi non tutti potevano permettersela!), la maestra Gisella fece tornare tutti nei propri banchi e intimò che la penna doveva saltar fuori in beve tempo. A tempo scaduto la maestra andò a rufolare in tutte le cartelle, la penna saltò fuori, il ragazzo che la rubò ricevette uan solenne sgridata e una tirata di orecchie, furono chiamati urgentemente i genitori per spiegare loro l'accaduto. Il ragazzo fu allontanato dalla scuoal con sospensione di tre giorni. Oggi questo ragazzo è un affermato medico chirurgo e l'episodio fu da monito per tutti gli altri ragazzi della classe. Oggi accade esattamente il contrario : gentori state al vostro posto e lasciate che i ragazzi imparino a vivere in questa società oramai brutale ( e lasciate lavorare in pace le maestre e i professori : in classe sono loro i responsabili di tutta la classe).

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 06/03/2014 - 11:00

Erbamala : non faccia lo spiritoso! La bacchetta è servita ad educare le persone se poi una parte di quelle persone sono andate al potere ( e non sono tutte!) ed hanno rubato non può mettere il restante nel calderone. Lei probabilmente non sa cosa significa essere genitore ed insegnare al proprio figlio che nella vita chi sbaglia deve pagare: non è vero che tutto è dovuto ! Bisogna conquistarselo poco per volta ed accettare anche le sconfitte e perchè no, anche le bacchettate.

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 06/03/2014 - 11:18

@flordluna. Anch'io la penso esattamente come lei. L'unico valore che viene difeso dalle nuove generazioni è l'aggressività e la maleducazione.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 06/03/2014 - 11:29

erbamal alle 10:30 : aspetti un po' che crescano questi degli anni 2000 e 2010 e vedrà che ci sarà poco da ridere. Non insista perché potremmo pensare che fosse une piccolo discolo mano lesta anche lei

linoalo1

Gio, 06/03/2014 - 11:36

E bene ha fatto la maestra!Peccato che non li abbia trovati nelle tasche di un alunno!Per lo meno,avrebbe messo a tacere un po' di genitori Ignorantoni!Capisco se avesse usato violenza!Come sempre,per i Genitori Ignorantoni,i loro figli sono dei Santi!Le eventuali colpe sono sempre degli altri!Ora capite perché ci sono le Baby squillo e le bande di minorenni che praticano il bullismo?Sempre e solo colpa dei Genitori!Lino.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 06/03/2014 - 11:47

@ ohm - Sono perfettamente d'accordo con lei.

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 06/03/2014 - 11:54

Linoalo 1 : da quotare!

Paul Bearer

Gio, 06/03/2014 - 12:02

Queste "le mamme" dei nostri tempi non si sopportano più.

atlantide23

Gio, 06/03/2014 - 12:06

La maestra ha fatto benissimo. Cosi' i bambini capiscono che RUBARE e' un pessimo gesto ed e' un REATO, se commesso da adulti. Prima la societa' IPOCRITA da' la responsabilita' di buona parte dell'educazione alla scuola e agli insegnanti MA appena uno di loro tenta di educare, intervengono i genitori, I VERI RESPONSABILI DELLA DECADENZA DELLA SCUOLA. Certo il livello di attenzione deve sempre essere alto, vista la presenza di MOSTRI nelle scuole o negli istituti per anziani o disabili ma...NON ESAGERIAMO. Controllare se un bambino ha preso i tuoi soldi e' giusto o volete che tutti diventino ladri, non capendo da bambini, la gravita' del gesto ?

atlantide23

Gio, 06/03/2014 - 12:20

x erbamala ore 10,10 . Caro signore o signora, qua non dovrebbe essere una questione di destra o di sinistra ma di TENTARE di far capire ai bambini che rubare e' un gesto gravissimo e ha delle conseguenze. Un adulto che non capisce questo semplice concetto...e' di sinistra. .Un'ultima cosa : a destra il garantismo non significa lasciare che una pessima azione resti impunita.

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 06/03/2014 - 12:40

E' un argomento interessante e da discutere. Un esempio classico : ho due figli e a tutti e due ho insegnato che i soldi NON PROPRI non si toccano! Può capitare che in casa, mia moglie ed io, lasciamo dei soldi sul comodino o in cucina per promemoria per una eventuale spesa. I ragazzi, oramai grandi, non hanno mai e dico MAI toccato quei soldi sebbene fossero stati manna per le loro tasche. Tutt'ora se hanno bisogno chiedono senza vergogna ed io di questo ne vado fiero. Se i miei ragazzi fosssero stati in quella classe io avrei messo la mano sul fuoco sulla sicurezza della loro innocenza, ma non avrei mai condannato la maeSTra per la perquisizione perchè è giusto che sia così. Con questo i ragazzi , almeno i miei, escono rafforzati nella loro indole. Con questo non voglio fae il genitore perfetto ma voglio indicare che si raccolgono i frutti di cosa si è seminato. Mi rifaccio di una frase ,che oggi ho imparato da un vostro giornalista, Ivan Francese riferito al governo e che cade a fagiolo anche in questa occasione : ''excusatio non petita, accusatio manifesta''.

Ritratto di drazen

drazen

Gio, 06/03/2014 - 12:41

Mi compiaccio per i molti commenti - che condivido - assai diversi da quelli beceri che qui purtroppo si leggono di solito. L'unica cosa stonata è la foto della maestra: ha fatto il bene dei suoi alunni e non merita di essere raffigurata come una strega. Disgraziatamente non ci sono più, o sono poche, le maestre di una volta, quelle che sessant'anni dopo te le ricordi ancora. Con affetto.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 06/03/2014 - 12:45

Avrebbe potuto castigarli tutti con un pessimo voto.Anche da questa azione si riconosce la scuola italiana.Insegnabti incapaci e alunni ladri.

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 06/03/2014 - 14:44

drazen 06/03 12:41 concordo pienamente con quanto da lei esposto in merito alla maggior parte dei commenti come pure sull'infelice rappresentazione fotografica.

erbamala

Gio, 06/03/2014 - 16:16

Ho avuto un grande successo!! Purtroppo non posso rispondere a tutti i miei fan perché tocca lavorare.. ohm: forse avrebbe prima dovuto leggere il commento di pittariso e forse avrebbe capito che il furbo lo fa lui col pietoso sistema del "si stava meglio quando si stava peggio"!! Io so cosa vuol dire insegnare quanto lei riporta, e infatti quello che contesto è che qui hanno pagato tutti con una bella perquisizione corporale, e hanno pagato perchè l'insegnante è un'incapace manifesta e se la sua incapacità produce perquisizioni su larga scala a bambini di 6 e 7 anni fatti spogliare, forse dovrebbe solo stare a casa. direi che questa risposta può accontentare anche atlantide. Poi se volete furbescamente prenderla come una giustificazione al ladruncolo (sempre che sia un bambino e non un collega o un bidello) allora potete continuare a cantarvela e suonarvela... scusate la sintassi, ma sono di corsa.

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 06/03/2014 - 16:36

Ha fatto bene.

pittariso

Gio, 06/03/2014 - 16:51

ohm-atlandite-Lasciate perdere,non tutti sono come luigipiso che saluto.

petra

Gio, 06/03/2014 - 17:12

Perchè la maestra avrebbe dovuto lasciar perdere? Anche questo è diseducativo

Ritratto di carla1971

carla1971

Gio, 06/03/2014 - 19:35

Se le maestre potessero intervenire educando i bambini quando sono a scuola, senza che le mamme iperprotettive e ignoranti le denunciassero , probabilmente avremmo una gioventù migliore. Ricordo ancora che quando arrivavo a casa da scuola con una nota o piangendo perchè ero stata punita, le prendevo ancora da mia madre. Ora, dubito che l'insegnante a meno che non sia una pazza abbia fatto denudare i bambini. A mio avviso aveva tutto il diritto di risalire al ladruncolo in erba. Probabilmente il problema magggiore era delle mamme con la coda di paglia che temevano (quasi tutte) che il proprio figlio fosse il colpevole. Chissà come mai la maestra ne ha selezionati solo alcuni. E poi basta con questa storia dei danni psicologici. I veri danni sono provocati da chi da un peso esagerato alle cose.

Ritratto di Alessandro Noe'

Alessandro Noe'

Ven, 07/03/2014 - 06:18

A parte che 30 Euro non sono poche... ma anche se fosse stato 1 Euro... Io andrei a zanzare 30 Euro ad ogni mamma che e' andata dai Carabinieri e poi vedere il casino che succede... Se si incazzano vado dai Carabinieri!

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 07/03/2014 - 12:48

Provvedimenti contro l'insegnante sì e contro il ladro no, questa è la scuola che ci ritroviamo, tutta la mia solidarietà alla Maestra.

robertav

Ven, 07/03/2014 - 13:45

stufo complimenti per la battuta, ma non credo proprio che siano stati i bambini a prendere i soldi, mi sembra, alquanto improbabile, se la maestra li aveva, con sè, veramente, gli saranno usciti dalla tasca durante la festa e se mai qualche collega o personale non docente li avrà raccolti. Sicuramente ha sbagliato a perquisire i bambini, perché comunque si è arrogata un diritto che non aveva e traumatizzato e inquisito almeno 21 bambini innocenti. Ora con quale faccia si presenta ancora davanti a loro??!!

nino47

Ven, 07/03/2014 - 18:02

@erbamale: SEQUESTRARE E PERQUISIRE... Carissimo, sono quelli come lei assieme alla categoria degli psicologi che hanno rovinato tutto!no! "non annamo bene"! Manco ppe nniente!!!Quando io mi lamentavo coi miei genitori delle "malefatte" dei maestri rischiavo un sonoro ceffone come dessert...e probabilmente e'quello che a lei e' mancato!!!