Ruby, la Cassazione chiede di confermare la censura per la pm dei minori Fiorillo

Secondo il sostituto pg della Cassazione va confermata la sanzione disciplinare del Csm a carico della pm "chiacchierona"

La Cassazione potrebbe confermare la censura del Csm a carico del pm per i minori di Milano Annamaria Fiorillo, emessa dal Csm nel maggio 2013. La Fiorillo aveva rilasciato più di una intervista spiegando il suo operato nella vicenda dell’affido di Ruby a Nicole Minetti (la Fiorillo era di turno la notte del 27 maggio 2010) e smentendo la ricostruzione fornita in parlamento da Roberto Maroni, allora ministro dell’Interno. Con il suo comportamento, sottolinea il sostituto procuratore generale della Cassazione, Umberto Apice, avrebbe violato il dovere di riserbatezza del magistrato. L'ultima parola spetta alle Sezioni Unite dell’Alta Corte, che renderanno nota la decisione entro un mese. "Certamente il pm Fiorillo non cercò il contatto con la stampa per smania di protagonismo - sostiene il pg con benevolenza - ma per ristabilire la verità dei fatti. Però il dovere del riserbo comporta che sui provvedimenti giudiziari non è il singolo magistrato che deve riferire all’opinione pubblica. Questa incombenza spetta al Capo dell’Ufficio". Nella sua requisitoria Apice ha chiesto il rigetto del ricorso della Fiorillo contro la sanzione.

Il pg ha rilevato che soprattutto "alla luce della delicatezza della vicenda, balzava agli occhi che il caso sarebbe stato oggetto di strumentalizzazioni e distorsioni e questo aspetto avrebbe dovuto frenare la Fiorillo dall’impulso di far conoscere la sua verità, che poi è risultata essere la verità oggettiva". Tradotto dal linguaggio giuridico: tutti avrebbero potuto/dovuto immaginare che un argomento del genere avrebbe richiesto la massima delicatezza, proprio per il rischio di strumentalizzazione. Che poi puntualmente c'è stata. Ad avviso del pg Apice "esistevano anche altre strade per far conoscere la verità, come le querele e la richiesta di rettifica anziché intraprendere la scelta delle interviste dal momento che il magistrato non può rilasciare dichiarazioni alla stampa".

Fiorillo si era difesa dalle accuse contestando il verdetto di censura e sostenendo di non aver commesso alcuna violazione dal momento che "non esiste alcun divieto assoluto per il magistrato di manifestare il proprio pensiero. Specie in un caso come questo dove non si trattava solo di ristabilire la verità, ma anche di tutelare la proprio professionalità".

La pm "chiacchierona", però, non deve preoccuparsi più di tanto. Male che vada le verrà confermata la censura. Niente di particolarmente grave.

Commenti

Guido_

Mar, 28/01/2014 - 18:07

C'è da dire che di fronte al fuoco mediatico del maggior imprenditore di tv e giornali d'Italia è difficile per un magistrato non poter dire la sua.

albertzanna

Mar, 28/01/2014 - 18:12

"""non esiste alcun divieto assoluto per il magistrato di manifestare il proprio pensiero. Specie in un caso come questo dove non si trattava solo di ristabilire la verità, ma anche di tutelare la proprio professionalità""""-----UNA DICHIARAZIONE COME QUESTA DELLA FIORILLO E' LA RIPROVA DELL'IMMANE PRESUNZIONE DEI PM DI SENTIRSI DEGLI INTOCCABILI. Giustizia sovietica. Albertzanna

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mar, 28/01/2014 - 18:12

ma davvero.. adesso si che la puniranno dopo averci scasstczz......haaaaa ha ah aha ha ha ah ah aha ha ah aha ha aha ha abhahaha BUFFONI

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 28/01/2014 - 18:22

Ad uno ad uno i processi contro SILVIO si stanno rivelando per quelli che sono: una persecuzione politica. 1) Processo Mediaset: l'affidavit della Appleby scagiona completamente SILVIO. 2) Processo Ruby(uno): la ragazza era maggiorenne (documento e dichiarazioni ufficiali del governo marocchino). 3) Processo Ruby(ter): la Fiorillo viene pesantemente censurata (è un chiacchierona) facendo crollare le ipotesi accusatorie. Ma bisogna fare presto a liberare SILVIO da tutte le accuse perché a Maggio deve potersi candidare. Altrimenti si rischia veramente la ribellione popolare.

ciannosecco

Mar, 28/01/2014 - 18:25

Il Pg mi sembra più che benevolo,i è dimenticata di segnalare che,il suo capo ufficio che l'ha letteralmente sburgiardata in udienza, e le procedure adottate in precedenza dal Magistrato dei minori,contrastano con quanto preteso nel caso Ruby.Oramai non ci stupiamo più di niente.Salui a tutti.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 28/01/2014 - 18:31

Già mentre quello che aveva parlato della sentenza di Berlusconi prima che fosse depositata ???

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 28/01/2014 - 18:34

è la prima a pagare per aver violato la riservatezza. ma i suoi colleghi, TUTTI QUANTI, hanno violato non una sola volta ma centinaia e centinaia di volte, la riservatezza. hanno venduto i segreti istruttori a giornalisti!!! bastardi....

Raoul Pontalti

Mar, 28/01/2014 - 18:37

Pagherà lla Fiorillo perché ha violato le regole, ma disse, pur non potendolo, la verità e quindi il ministro olgettin-leghista dell'interno disse il falso in Parlamento.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 28/01/2014 - 18:42

Però senz'altro è una bella donna.....quei tratti gentili, l'ovale del volto...deve essere una compagnia di prim'ordine :-p mi ricorda il cavallo di un mio zio perennemente ubriaco. Ma, non si spaventano i bambini a vedere un coso così? Pm. dei minori....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 28/01/2014 - 18:51

sessantottini in magistratura. disastro

giseppe48

Mar, 28/01/2014 - 19:18

se la trovi di notte gli dai il portafogli

glasnost

Mar, 28/01/2014 - 19:29

Invece le frasi del magistrato Esposito? "io a quello, se mi capita tra le mani gli faccio......". Che bel paese l'Italia

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 28/01/2014 - 19:30

In una Italia intossicata a tutti i livelli dalla menzogna succede che chi cerca e dice la Veritá la laghi carissima...

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mar, 28/01/2014 - 20:10

...ma guarda sta P..M...

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 28/01/2014 - 20:22

Invece la chiaccherata sui "consigli a Silvio"..tra Finito e Nicola Trifuggi ex procuratore di Pescara ora al soldo del rinnegato sindaco dell'Aquila Cialente (PD) che ha fatto la cresta sul dramma del terremoto?

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 28/01/2014 - 20:24

Magistrati sovietici..il popolo sovrano vi normalizzerà!!

il gatto nero

Mar, 28/01/2014 - 20:35

Praticamente i magistrati ( quelli che si sentono DIO in terra ) le hanno detto :" Ma chi ti ha autorizzato a parlare ? Lo possiamo fare solo noi, come e quando vogliamo. Chi sei tu se non una povera stupida ?. Quindi muta e silenzio. "

scipione

Mar, 28/01/2014 - 20:45

Ha sbagliato a difendere la sua dignita' ,la sua professionalita'e soprattutto a DIRE LA VERITA'.Se avesse invece detto che Berlusconi l'aveva " concussa " allora sarebbe stata una eroina della giustizia e subito PROMOSSA.Che cloaca questa giustizia.

Ritratto di MelPas

MelPas

Mar, 28/01/2014 - 20:45

Ruby, la Cassazione chiede di confermare la censura per la pm dei minori Fiorillo." Dovrebbero mandarla a casa, gente del genere a ridotto molto male la credibilità della giustizia italiana". MelPas.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 28/01/2014 - 21:23

..."Violato il dovere di riserbatezza del magistrato"! E' la priva volta che è accaduto e sarà certamente anche l'ultima in tutta la storia della giustizia italiana.

Ritratto di maior

maior

Mer, 05/02/2014 - 17:32

Ennesima dimostrazione che la giustizia Italiana fa pena. ormai è a livello di comiche. In europa e nel mondo ci prendono, grazie a questi giudici e pm, per i fondelli, sapete come? quando si parla di processi tirano a testa o croce e guardandoti ti dicono tanto con voi è uguale, è un prenderci.