Ruby, i giudici si smentiscono Tutti i buchi neri del processo

Molte contraddizioni nelle due sentenze relative al caso della ragazza marocchina. Soprattutto sui presunti moventi di Berlusconi e sull’attendibilità della teste chiave

Due sentenze che solo ap­parentemente offrono la stessa verità. Certo, sia per le giudici del caso Ruby 1 che per le loro colleghe del pro­cesso Ruby 2 al centro di tutto c’è lui, Silvio Berlusconi, con il suo bisogno compulsivo di «soddisfazioni sessuali», e la sua corte pronta a soddisfarlo. Ma a ben vedere, tra le centina­ia di pagine delle motivazioni che hanno portato alla condan­na di Silvio Berlusconi e le altre centinaia delle motivazioni a carico del trio Mora-Fede-Mi­netti scorre un rivo, sottile ma sostanziale, di differenza. Nelle due ricostruzioni cambia, per così dire, il movente. E in un pro­cesso penale il movente è tutto, o quasi. Per i giudici del processo a Berlusconi, tutto lo scomposto agitarsi dell’allora presidente del Consiglio nella notte del 27 maggio 2010, quando Ruby ven­ne portata in Questura, aveva un solo obiettivo: evitare che si scoprisse che alle serate hot di Arcore aveva partecipato an­che una minorenne. Che venis­se alla luce tutto il resto, com­presi il bunga bunga, le «orge bacchiche», eccetera, a Berlu­sconi - secondo i giudici che lo hanno condannato - non im­portava granché: «non erano le cene con connotazioni sessuali che si svolgevano presso la resi­denza di Arcore a preoccupare l’imputato», scrissero a pagina 321 il giudice Giulia Turri e le sue colleghe.

Peccato che sia esattamente il contrario di quanto scrivono ora i giudici del caso Ruby 2, quelli che l’altro ieri hanno can­didato Berlusconi a un proces­so per corruzione giudiziaria, accusandolo di avere compra­to il silenzio di dieci ospiti delle sue feste. Le ragazze sarebbero state convinte a pagamento a fornire una versione di como­do di quanto accadeva nella vil­la del Cavaliere. Non però sui rapporti tra Berlusconi e Ruby, di cui sapevano poco e nulla. Ma proprio sull’intera gestione delle serate, sul clima generale, sul «sistema prostitutivo». L’ex presidente del Consiglio e i suoi legali, cioè, avrebbero ri­schiato una nuova accusa solo per impedire che venisse alla lu­ce proprio quel sistema che per i giudici del primo processo Ber­lusconi era fin dal maggio 2010 rassegnato a veder trapelare. E allora qual è la verità? Hanno ra­gione i giudici del Ruby 1 o del Ruby 2?

Ma non è l’unico aspetto sin­golare delle motivazioni depo­sitate venerdì contro Fede­ Mo­ra- Minetti. I salti logici, va det­to, sono meno vistosi di quelli contenuti nella sentenza a cari­co di Berlusconi. E senza dub­bio i giudici del Ruby 2 avevano un compito più facile. Ma sullo sfondo rimane inesplorato un tema cruciale: come dimostra­re, in assenza di testimonianze oculari, che Berlusconi abbia avuto rapporti sessuali con le ospiti delle sue feste? E, in parti­colare, come dimostrare che li abbia avuti con Ruby? Le moti­vazioni, a pagina 19 , se la cava­no in modo un po’ sbrigativo: «L’effettivo compimento del­l’atto di prostituzione è estra­neo alla fattispecie e non neces­sario per la consumazione del reato», modo un po’ criptico per dire che in questi casi basta il pensiero, l’intenzione; e che se poi non succede niente il rea­to di i­nduzione alla prostituzio­ne esiste lo stesso. Ma poi, stra­da facendo, le giudici si accor­gono di avere preso la faccen­da un po’ sottogamba: e così, come le loro colleghe del caso Ruby 1, puntano a dire che in re­altà tutto ciò che sa di sesso è un atto sessuale, e se avviene a pagamento costituisce quindi prostituzione. Basta che «mol­te ragazze effettuassero ballet­ti con movenze erotizzanti e che vi fossero toccamenti reci­proci tra le ragazze, nonché toc­camenti tra le stesse e Berlusco­ni, che alcune partecipanti alle serate ballassero interagendo con il palo da lap dance. Si trat­ta di comportamenti già inte­granti attività prostitutiva». Li­nea bacchettona, basata su al­cune sentenze della Cassazio­ne, ma che porterebbe alla chiusura da parte della Buon­costume di tutti i night club ita­liani.

Ma il buco più vistoso, nelle motivazioni del processo Ru­by 2, riguarda lei, la protagoni­sta, Ruby: che i giudici hanno chiaramente trovato molto an­tipatica quando se la sono tro­vata davanti, e infatti gliene di­cono di tutti i colori. Però poi la utilizzano come teste chiave quando citano le sue intercetta­zioni. Problema: in aula è venu­ta una testimone (non sospet­tabile di essere pagata da Berlu­sconi) che ha avuto in cura Ru­by nel 2008, e ha spiegato che fin da allora la ragazza era in preda a una sindrome da «fuga autistica» che la portava a in­ventarsi una realtà parallela, insomma a dire balle su balle. E qui il giudice Annamaria Gat­to sale in cattedra, accusando i difensori di non avere saputo fare le domande giuste alla psi­cologa e di non essere «partico­larmente ferrati nella materia, posto che non hanno indagato aspetti che chi è dotato di appo­sita specializzazione non avrebbe trascurato». Ma quel giorno in aula c’era anche la giudice Gatto. E perché non le ha fatte lei, le domande che po­tevano scop­rire se davvero Ru­by è una bugiarda matricolata?

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 01/12/2013 - 08:49

ma quanti errori ne hanno fatti questi giudici. cos'hanno fatto prima di sentenziare? sniffato cocaina? hanno calpestato le più elementari norme del rispetto civile e giudiziario! sono delle vere e proprie BESTIE!

xgerico

Dom, 01/12/2013 - 08:53

Fazzo fatti una domanda, tu hai il numero privato di Silvio? La Ruby ha il numero privato di Ruby? Perché?

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Dom, 01/12/2013 - 09:19

Il tribunale di Milano lo può fare. Si scrive un teorema, assurdo e sbagliato quanto si vuole, e poi lo si affida alla valutazione di giudici certi. Si potrebbe accusare Berlusconi di aver indotto ad atti sessuali anche quelle signore che, stimolate dai racconti pecorecci delle motivazioni, hanno sognato di avere rapporti con lui. Magari toccandosi. Tutto quello che sa di sesso è sesso? Ma che dite? Manuela Arcuri andrebbe arrestata immediatamente per avere indotto all'auto erotismo, con le sue foto discinte, eserciti di minorenni.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 01/12/2013 - 09:21

SI SMENTISCONO I BUCHI di certo non si può smentire questo :ù Risultano esserci 15/20 testimoni a favore dell’accusato: cantanti . escort , e anche alcuni politici puntualmente pagati da Silvio … questo mi risulta non molto corretto anzi …è un REATO

xgerico

Dom, 01/12/2013 - 09:24

OPSSS ----- Fazzo fatti una domanda, tu hai il numero privato di Silvio? La Ruby ha il numero privato di Silvio? Perché?---------- Corretto il Post (il caffè non era ancora entrato in circolo).

Efesto

Dom, 01/12/2013 - 09:34

xgerico - Ciò che preoccupa su queste situazioni è proprio l'istintiva supposizione del male. Avere reciprocamente i numeri di telefono significa - di fronte alle legge umana - una sicura conoscenza. Ma la conoscenza non vuol dire assolutamente intimità. Rimandiamo alla legge divina la valutazione delle supposizioni. I giudici italiani NON DEBBONO SUPPORRE! debbono valutare i fatti! Il reato DEVE essere oggettivamente provato altrimenti la nostra struttura repubblicana e democratica si trasforma in INQUISIZIONE. Questa triste e pericolosa trasformazione è purtroppo già in atto. L'articolo di Fazzo dimostra, parafrasando un antico adagio "il diavolo fa le pentole senza coperchio", come i giudici dei processi Ruby siano prossimi al diavolo citato. Sig. xgerico saranno le persone libere come Fazzo (e mi permetta anche come me) a garantirLe un futuro di libertà, non le perfide supposizioni sugli avversari politici.

CARLINOB

Dom, 01/12/2013 - 09:34

Sono da galera anche gli Avvocato Ghedini e Longo : misficatori della realtà . Costruiscono teoremi assurdi , che puzzano anche se letti da persone che non abbiano la quinta elementare. Dei lazzeroni streapagati anche da nio cittadini , che vendono stupidaggini altro che ricerca della Verità. è uno scandalo nello scandalo!!

terzino

Dom, 01/12/2013 - 09:36

Processo alle intenzioni col fumus iuris che viene fatto passare per verità. In ogni caso non ricordo che mai qualche difensore sia stato mai accusato delle nefandezze che il Tribunale argomenta. Le prove, ci vogliono le prove che si formano in dibattimento non le sensazioni personali o chiacchiere da bar.

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 01/12/2013 - 09:40

italiani, branco di guardoni.

syntronik

Dom, 01/12/2013 - 09:47

di solito non faccio fatica a capire i messaggi senza senso, ma questo di xgerico, é talmente "fine" che rinuncio, sicuramente é un messaggio da una mente radical sciok.

Raffi70

Dom, 01/12/2013 - 09:47

xgerico ma non dire cazzate ruby non aveva il nr. privato di berlusconi ma della minetti infatti e la minetti (consigliere regionale e molto piu capace nel parlare l italiano e inglese di gente messa li dal PD) a telefonare non a berlusconi ma alla sua segretaria che cera sto casino questa ricostruzione e stata fatta da quei bravi(sic) giornalisti santoro e travaglio piuttosto fatti altre domande la prima berlusconi telefona a VARESE al questore perche indaga la magistratura di milano? visto che poi lui telefonava dalla francia?la seconda perche tre persone questore e due poliziotti ( sapendo gia che la magistratura sta addosso a berlusconi ) dicono che non hanno subito concussione?? perche rovinarsi la vita e la carriera quando berlusconi secondo voi era gia una persona finita? scommetto tutto quello che vuoi che tu almeno una volta nella tua vita ti sia vantato per telefono di aver fatto qualcosa di esagerato ma poi non risultava vero cosi come tutti e non dire di no sarebbe un altra esagerazione quindi cosi giusto per aggiungere un altra cosa nelle motivazioni ruby dicono che berlusconi era a letto contemporaneamente con la minetti e belen bene due cose cosa centra questo nelle motivazioni sul processo ruby? e se fosse vero sarebbe da fare RE berlusconi mica SOLO presidente della repubblica quindi come sta uscendo tutta la situazione e che i giudici si arrampicano sui vetri pur di mettere fuori gioco berlusconi punto il resto e fuffa

squalotigre

Dom, 01/12/2013 - 09:48

xgerico- sa quanti numeri privati di ragazze e signore di tutte le età ho sul mio cellulare? Sa quante amiche di mia figlia minorenni mi telefonano per consigli di carattere medico e ginecologico? Anche loro fanno parte del giro "prostitutivo"? Anche io sono pedofilo perché ho il numero privato di tali ragazze, alcune delle quali dimostrano anche spigliatezza , molto più dei loro anni anagrafici ed alle quali ho prescritto anche la pillola? Ma per favore! Va bene essere idioti come lei dimostra di essere, ma arrivare a simili vette ce ne vuole.

annacc

Dom, 01/12/2013 - 09:49

xgerico, fatti una domanda, è reato avere il numero privato di qualcuno? sei la dimostrazione palese che l'odio ottenebra il cervello e lo riduce in gelatina

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 01/12/2013 - 10:16

Scassa Domenica 1 dicembre E' inutile farsi tante domande sui vari perché , tutto finirà quando il PM più coraggioso della conigliera,adirà agli onori della cronaca per l'arresto con tanto di manette del Cavaliere . Allora ,ottenuto finalmente lo scalpo del nemico ,che farà il giro del mondo in un Fiat,,saranno finalmente sazi ! Ma ricordo a questi strenui difensori della giustizia che DIO non paga il sabato !!!!!!!!!!!!

Holmert

Dom, 01/12/2013 - 10:18

Quel processo è una aberrazione giuridica, messa in mano a quei giudici. E' la rivisitazione in chiave moderna della favola di Fedro, il lupo e l'agnello, che comunque doveva finire nelle fauci del lupo, che ciò aveva deciso, incurante delle giustificazioni incontrovertibili dell'agnello. E chi finisce nelle mani dei lupi in veste di agnello, la sua fine è certa. In quel processo, va da sé che esiste una sola certezza, vale a dire la pervicace volontà di quei magistrati di far fuori Berlusconi . Hanno persino incriminato per falsa testimonianza 32 testimoni, incredibile est dictu. 32 persone, secondo i giudici, comprate a suon di danaro da Berlusconi, 32 persone facilmente ricattabili e corruttibili, tra cui pubblici dipendenti e funzionari di polizia. Incriminati per falsa testimonianza dicevo, non potendoli internare in un gulag, come avrebbe fatto Andrej Vishinskij, il magistrato al servizio di Stalin. Che vergogna! E la sinistra si affanna a ripetere a pappagallo per i soliti fessi, che le sentenze vanno rispettate non criticate. Alla faccia del caciocavallo, dicono a Napoli.

Holmert

Dom, 01/12/2013 - 10:31

CarlinoB. Ecco un odiatore di Berlusconi a 24 carati. Questo dimostra che a quelli come lui, puoi far credere di tutto su Berlusconi, anche che ha organizzato l'attacco alle due torri. E di ciò ne approfitta questa magistratura e certa stampa. Logico, no!

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 01/12/2013 - 10:37

Sarebbe bello se andaste a vedere il pelo nell'uovo anche nelle argomentazioni difensive perchè anche quelle non sono proprio a tenuta stagna. Per esempio dichiarare di pagare qualcuno per non prostituirsi o che le serate di Arcore erano cene eleganti e cortesi che però finivano con spogliarelli travestimenti e toccamenti, dichiarare di non aver mai pagato per fare sesso per poi scoprire il giro di buste e regalie che garantivano alle ragazze un tenore di vita che la maggior parte degli italiani che lavorano non si potrebbero permettere. Insomma non proprio un esempio di coerenza. Ma lì però il naso non ce lo mettete, come mai?

Carboni oreste

Dom, 01/12/2013 - 10:39

xgerico,fatti quest'altra domanda. Fin da tempi lontani,ho avuto i numeri privati di minorenni,maschili e femminili. Dunque cosa significa? Che ho fatto sesso con questi? Ah,pur vivendo da 9 anni ad Hong Kong,ho numeri privati di altri/e minorenni. Certo che,dovrei averlo lungo 13milaKm.

massimobordiga

Dom, 01/12/2013 - 10:55

Certo, certo... e tra poco arriva BABBO NATALE !!

futuro libero

Dom, 01/12/2013 - 10:57

Nella procura di Milano va in onda la fiction Ruby e le compagne.Abbiamo avuto la serie N.1 poi ora la due ora stanno mettendo in scena la 3,ovviamente sono tutte fiction hard o meglio porno.Non è che questi PM..........ognuno pensi quello che vuole,ora anche Milano grazie ai finanziamenti dello stato al PD ha potuto creare una nuova Cinecittà negli spazi del tribunale di Milano,per il momento tutte le indagini sono sospese,si devono solo creare i proseguimenti del film porno Ruby

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 01/12/2013 - 11:05

squalotigre sarebbe un ginecologo ahhaahahahahahaahaahahahahahaaaha buona questa.

unosolo

Dom, 01/12/2013 - 11:07

ah , se avessero usato teorie e teoremi con il ministro ,altro che cancellare tutti i processi , se la cantano a secondo chi capita sotto e anche dal colore.

unosolo

Dom, 01/12/2013 - 11:07

ah , se avessero usato teorie e teoremi con il ministro ,altro che cancellare tutti i processi , se la cantano a secondo chi capita sotto e anche dal colore.

cast49

Dom, 01/12/2013 - 11:15

quelle giudici, si arrampicano sui vetri; non so se sono invidiose o devono per forza trovare il pelo nell'uovo. Un uomo di oltre 70 anni, con problemi di prostata, operato per ben tre volte, un uomo famoso e onesto aveva bisogno di chiavare di fronte ai camerieri, agli amici? ma si rendono conti che stanno pisciando fuori dal vaso? vabbene, devono per forza trovare un appiglio per sputtanarlo e mandarlo in galera, ma poi cosa interessa se B. chiava o non chiava? forse che i sinistri non fanno la stessa cosa in quel di matera e di bari e di altre città con escort stipendiate? sono tutte maggiorenni o ci sono anche minorenni? non lo sapremo mai perchè quelle toghe sanno ma tacciono, l'unico colpevole che non ha chiavato è B. che deve essere condannato per forza. Si dirà che B, ha corrotto a destra e a manca, ma di grazia dove sono le prove? le collanine per le ragazze? Io sono convinto che B. non ha mai chiesto di fare sesso, aveva ben altro da fare, tra discorsi fra amici, cantate con Apicella, discussioni politiche...C'è da dire, piuttosto, perchè B. è stato spiato e quelli di sinistra no? Prodi ne sa una più del diavolo, ne ha combinato di tutti i colori, è un falso e bugiardo, eppure di lui non si deve sapere nulla, e i 120 amici a cui ha dato lavoro, a gennaio 2008, quando era già fuori dal governo? Ci sarebbe da fare una grande pulizia fra tutti i politici; i sinistri sono dei ladri e dei magna magna e sono collusi coi magistrati e dormono sonni tranquilli, e non vengono toccati dai giudici che non capiscono che è peggio lasciarli fare, ma cane non mangia cane e tutto finisce col negare, negare, negare...

facendis

Dom, 01/12/2013 - 11:34

Un momento...solo io mi ricordo di quando i sinistrati andavano in giro con occhialini rotondi,eskimo spazzatura, capelli e barba incolta e l'immancabile manifesto sotto il braccio solo per strappare una scopatina veloce con la compagna di turno che d,altra parte,urlava orgogliosa di gestirsi la vagina a modo suo? Ed ora? Miracolo!!! Tutti moralisti sono diventati, talmente moralisti che basta strofinarsi contro qualcuno per essere accusati di far sesso!Imbecilli eravate allora ed imbecilli siete adesso!

facendis

Dom, 01/12/2013 - 11:36

@Carlito Brigante, la difesa può anche sbagliare il GIUDICE no!

michele lascaro

Dom, 01/12/2013 - 11:48

È chiaro che tendano a smentirsi. Ma il loro proposito non è quello di stabilire una verità, ma di fottere (me lo consentite?) Berlusconi.

mar75

Dom, 01/12/2013 - 11:56

Vi arrampicate sugli specchi diventando ridicoli. Le domande poste da "xgerico" non sono così campate in aria. Come mai una ragazza scappata da una comunità, che ha qualche problema con la giustizia, che abitava con una ragazza che esercitava il mestiere più antico del mondo, possedeva il numero di CELLULARE PRIVATO del presidente del consiglio di una delle potenze economiche mondiali? Voi potete dare il vostro numero a chi vi pare, ma non ricoprite un ruolo così importante, quindi non è la stessa cosa. Ripeto, come mai Ruby l'aveva? Come mai andava anche nella casa privata del PdR senza essere neanche controllata dal servizio di sicurezza all'ingresso? E se fosse stata una persona con brutte intenzioni, magari legata agli estremisti islamici che tanto vi disturbano? Perché?

scipione

Dom, 01/12/2013 - 12:00

Era prevedibile : le motivazioni sono UN COLABRODO,coerenti con i processi farsa.Ma sono certo che ci sara' un vero giudice a Berlino.

Ritratto di Robinhood56

Robinhood56

Dom, 01/12/2013 - 12:03

Si, sinistronzo talebano! Non sapete + dove attaccarvi! Adesso siete diventati tutte monachelle illibate e bacchettoni! Ma sparatevi sui coglioni che è meglio che inventare storielle ad arte x impallinare sempre + Beluskaiser. Siete dei poveracci,sparate nel mucchio con tutti i cannoni senza badare a spese, sperando di beccare prima o poi solo una quaglia...Tanto paga "Pantalone"...ma a voi ignoranti sinistri non ve ne frega un caxxo.

cast49

Dom, 01/12/2013 - 12:04

quelle giudici, si arrampicano sui vetri; non so se sono invidiose o devono per forza trovare il pelo nell'uovo. Un uomo di oltre 70 anni, con problemi di prostata, operato per ben tre volte, un uomo famoso e onesto aveva bisogno di chiavare di fronte ai camerieri, agli amici? ma si rendono conti che stanno pisciando fuori dal vaso? vabbene, devono per forza trovare un appiglio per sputtanarlo e mandarlo in galera, ma poi cosa interessa se B. chiava o non chiava? forse che i sinistri non fanno la stessa cosa in quel di matera e di bari e di altre città con escort stipendiate? sono tutte maggiorenni o ci sono anche minorenni? non lo sapremo mai perchè quelle toghe sanno ma tacciono, l'unico colpevole che non ha chiavato è B. che deve essere condannato per forza. Si dirà che B, ha corrotto a destra e a manca, ma di grazia dove sono le prove? le collanine per le ragazze? Io sono convinto che B. non ha mai chiesto di fare sesso, aveva ben altro da fare, tra discorsi fra amici, cantate con Apicella, discussioni politiche...C'è da dire, piuttosto, perchè B. è stato spiato e quelli di sinistra no? Prodi ne sa una più del diavolo, ne ha combinato di tutti i colori, è un falso e bugiardo, eppure di lui non si deve sapere nulla, e i 120 amici a cui ha dato lavoro, a gennaio 2008, quando era già fuori dal governo? Ci sarebbe da fare una grande pulizia fra tutti i politici; i sinistri sono dei ladri e dei magna magna e sono collusi coi magistrati e dormono sonni tranquilli, e non vengono toccati dai giudici che non capiscono che è peggio lasciarli fare, ma cane non mangia cane e tutto finisce col negare, negare, negare...

mar75

Dom, 01/12/2013 - 12:15

@Carboni oreste: lei è presidente del consiglio di una delle potenze economiche mondiali? No, quindi il suo paragone non regge visto la notevole differenza dei ruoli suoi e quelli di silvio.

mar75

Dom, 01/12/2013 - 12:21

@facendis: i giudici non hanno creduto alle tesi difensive e infatti l'hanno condannato. È stato silvio stesso a dire di aver dato soldi a Ruby per evitare che si prostituisse! Come mai la "nipote di Mubarack" si sarebbe dovuta prostituire? Perché nelle cene eleganti silvio stesso alla fine ha dichiarato che si svolgevano degli spogliarelli, delle gare di burlesque, tra le ragazze? Prima erano semplici cene e poi conferma che non lo erano? Ci sarebbero altre incongruenze che però non vengono pubblicate su questo giornale.

facendis

Dom, 01/12/2013 - 15:11

@mar75 i giudici non devono credere o non credere alle tesi difensive, devono dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio che sono false...punto e basta!Inoltre , anche se moralmente disdicevoli, spogliarelli e, come dice lei, gare di burlesque non mi sembra siano penalmente rilevanti, altrimenti tre quarti degli italiani sarebbero sotto processo.Per quanto riguarda la minore età di una ragazza come Ruby lei che farebbe se ne incontrasse una? Le chiederebbe la carta d'identità prima di scoparsela? Inoltre, funzionari di polizia hanno testimoniato a favore di Berlusconi e sono perciò stati accusati di aver mentito!E la madonna...e chi è Berlusconi, il diavolo in persona capace di corrompere tutti? No, non me lo dica: so già la sua risposta! SI!

cicero08

Dom, 01/12/2013 - 17:40

In tutto questo come collocare la famosa telefonata tra la Santadechè e Briatore. O forse la spiegazione sta nel fatto che l0ex manager di formula 1 ora è molto vicino a Renzi?

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 01/12/2013 - 18:44

@facendis: non so che idea si è fatto lei sulla vicenda ma a giudicare dai fatti riportati da accusa e difesa sembra proprio che a casa di Silvio ci fosse un puttanaio. Se poi mi vuole dire che con tutte quelle sfittinzie arrapation che giravano seminude per casa Silvio non ci ha fatto niente allora Berlusconi perderebbe d'un colpo tutta la stima della popolazione maschile italiana. In questi casi meglio mentire ma lasciar intendere che forse qualcosa di vero c'è.

Anonimo (non verificato)

miro bosi

Lun, 02/12/2013 - 06:41

Non sapevo che se una prostituta minorenne o maggiorenne ha il mio numero di telefono in saccoccia io possa rischiare di prendere la galera