SÌ DELLA CAMERA Debiti dello Stato: è legge il decreto sui rimborsi

Via libera definitivo dell'Aula della Camera al decreto sui pagamenti della Pubblica amministrazione che, con la pubblicazione in «Gazzetta ufficiale», diverrà legge. Il provvedimento punta a sbloccare circa 40 miliardi di euro per dare respiro a imprese, cooperative e professionisti e iniettare liquidità nell'economia. I 40 miliardi dovranno essere erogati nell'arco dei prossimi dodici mesi, accordando priorità ai crediti che i soggetti non hanno ceduto alle banche. Tra le ultime misure inserite al Senato c'è la garanzia dello Stato a banche e altri intermediari finanziari, come la Cdp e la Bei, per agevolare la cessione dei «crediti maturati dalle aziende nei confronti della pubblica amministrazione entro fine 2012». Questa novità dovrebbe aprire la strada al rimborso dell'intero ammontare dei debiti entro il 2014. Intanto, tengono le entrate fiscali, ma crolla il gettito dalle imprese in seguito alla crisi. Nel complesso, le entrate tributarie tra gennaio e aprile ammontano a 117,563 miliardi di euro, in crescita dello 0,5% (+533 milioni) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il gettito Irpef è salito del 2% (+1,106 miliardi), mentre quello da Ires è calato del 12,4%, pari a 1,225 miliardi. Il gettito Iva risulta in flessione del 7,8% (-2.375 milioni).

Commenti

rosalba cioli

Gio, 06/06/2013 - 14:21

è proprio vero che il nostro è uno Stato giullare, possibile che per ricevere quanto di spettanza per lavori eseguiti si debba attendere un decreto? è l'Europa la causa di tutto ciò oppure qualcosa mi sfugge o non comprendo?