Sì a richiesta di estradizione: la Rizzo rientrerà in Italia venerdì

La moglie di Matacena arrestata lunedì a Nizza. Dalle carte della Dda spuntano nuove conversazioni telefoniche

Chiara Rizzo scambia banconote con la segretaria di Matacena Maria Grazia Fiordalisi

La Corte d'Appello di Aix en Provence ha accolto la richiesta di estradizione di Chiara Rizzo. La moglie di Amedeo Matacena arrestata lunedì scorso all'aeroporto di Nizza potrebbe lasciare il carcere delle Baumettes di Marsiglia già nelle prime ore di venerdì e essere estradata attraverso la frontiera terrestre di Ventimiglia. Qui sarà presa in carico dagli uomini della Dia e trasferita nel carcere di Imperia o in quello di Genova Pontedecimo dove dovrebbe rimanere per qualche giorno.

Il timore di essere intercettati

Visibilmente provata, la Rizzo ha accolto il via libera all'estradizione in lacrime. Subito dopo la pronuncia del giudice, le è stato consentito di vedere la figlia che ha abbracciato piangendo. Quindi è stata riaccompagnata al carcere delle Baumettes. Intanto dall'Italia emergono nuovi contorni dell'inchiesta che ha portato all'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Claudio Scajola e altre sette persone. Secondo la Dda di Reggio Calabria, l'ex ministro temeva di essere intercettato. Tanto che, il 18 gennaio 2014, parlando con la Rizzo le ricorda di essere al telefono in modo da evitare che durante la conversazione si faccia riferimento a fatti o vicende esplicite.

Scajola alla Rizzo: "Pappa e ciccia non si fa"

In una conversazione telefonica del 6 agosto 2013, contenuta nella richiesta della Dda di Reggio Calabria, la Rizzo e Scajola esprimono la propria delusione per "la manifestata impossibilità d’intervento da parte di Max" su cui contavano di concretizzare "un’operazione finanziaria". Nella telefonata la Rizzo riferisce all'ex ministro: "Lui mi ha solo detto, forse è l’unica cosa che puoi fare, falla, stasera chiamami, mi fai sapere [...] ora mi ha accompagnato che io mi dovevo comprare gli asso [...] cioè, mi voleva accompagnare qua dentro, poi io ho evitato, che una volta eravamo qua dentro, gli ho detto, scusa ma sai, devo fare delle cosine [...] cioè, mi mettevo a fare [...] che me ne fregava, no [...] io ho cose da fare, sei d’accordo? Mi metto a fare con lui [...]". E Scajola: "Non c’è dubbio, per carità!". Quindi la moglie di Matacena insiste: "Gli ho detto, scusami ma io sai devo fare...". Ma Scajola taglia corto: "Pappa e ciccia non si fa, pappa e ciccia non si fa".

La lite telefonica: "Senti figliola, basta balle!"

Ci sono anche momenti di tensione ed un litigio nelle conversazioni tra Scajola e la moglie di Matacena. In una telefonata intercettata il 18 gennaio 2014, quando l'ex ministro invita la Rizzo a prendere delle scelte, questa risponde: "Che scelte devo fare?". A questo punto Scajola dice alla donna: "Senti figliola, basta balle e sotterfugi, su...". La conversazione si conclude con la Rizzo che tronca il dialogo chiudendo la telefonata bruscamente.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 14/05/2014 - 13:12

perchè voi credete che vada in galera? ILLUSI.

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 14/05/2014 - 14:04

Solo per l'assassino Cesare Battisti - condannato in via definitiva come pluriomicida - la Francia ha negato l'estradizione e, anzi, lo ha protetto per anni e lo ha aiutato a rifugiarsi da Lula.

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 14/05/2014 - 14:05

Solo per l'assassino Cesare Battisti - condannato in via definitiva come pluriomicida - la Francia ha negato l'estradizione e, anzi, lo ha protetto per anni e lo ha aiutato a rifugiarsi da Lula.

canaletto

Mer, 14/05/2014 - 14:15

CONDANNATA A MORTE PER RICATTARE IL MARITO A RIENTRARE. SCAJOLA POI NON LO CREDEVO COSì GIUDA, PER FORTUNA ADESSO E' INNOCUO

futatsu2

Mer, 14/05/2014 - 14:27

Una cosa non riesco ad afferrare (mi sa che non sono così acuto): se la signora stava prendendo un volo per Roma, perchè l'hanno arrestata in Francia? Potevano mica aspettarla ed arrestarla a Fiumicino? Vero, forse avevano timore che scendesse durante il volo.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 14/05/2014 - 15:02

perchè Battisti assassino di sinistra lo han fatto scappare in Brasile ? la legge quindi non è uguale per tutti, i cattivi sono di sinistra perchè avendo la capacità di imbavagliare i media e prostituirsi con i poteri forti riescono a farla franca ? Ma la giustizia di Dio arriva sempre e comunque poveretti loro !!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 14/05/2014 - 16:33

A sua insaputa l'ha scampata per il rotto della cuffia qualche giorno fa, ora vediamo come ne esce questa volta. Il bello è che è amico del pregiudicato. Due sono le cose, o il super imprenditore non sa scegliere i collaboratori oppure è in combutta con loro.

m.nanni

Mer, 14/05/2014 - 22:08

futatsu2 mi ha preso la parola di bocca; questa donna titolare delle garanzie costituzionali sulla presunzione d'innocenza e di non essere arrestata se non per manifesto pericolo di fuga, che le succede? che l'arrestano all'aeroporto di Nizza! perchè l'hanno arrestata? per trarla in Italia coattivamente e perchè non bisogna badare a spese e a sprezzo del diritto. se stava rientrando in Italia, perchè non arrestarla in Italia? e poi, cos'è tutta questa furia di arresti? arrestano le persone e poi cercano le prove? e se al cospetto del giudice risultasse innocente, poichè titolare di tanta garanzia, quindi è possibile che sia innocente, chi paga? e su tutta questa porcheria mediatica di spacciare ogni scorreggia investigativa della parte accusatoria come reato acclarato com'è che nessuno insorge? ma dove sono i garantisti a far sentire la loro voce? Dove stanno le autorità sovraordinate delle procure e dei piemme ad imporre un minimo di decenza e riservatezza nelle attività di indagine?

m.nanni

Mer, 14/05/2014 - 22:23

questa bella signora arrestata per il rischio di rientro in Italia a piede libero!