Un salame a Constant per dire no al razzismo

«Regalerò un salame a Constant per dimostrargli che è il prodotto migliore che la nostra terra possa offrire». È la reazione del sindaco di Sassuolo Luca Caselli dopo la relazione della Digos di Reggio Emilia che ha analizzato i video della partita Sassuolo-Milan al Trofeo Tim svoltosi il 23 luglio al Mapei stadium di Reggio. Il giocatore rossonero Kevin Constant (nella foto) aveva improvvisamente lasciato il campo affermando di aver ricevuto degli insulti di carattere razzista dalla curva. Il giocatore, rimbrottato il giorno dopo anche da Galliani, aveva stupito tutti con quel gesto così plateale. In primo luogo il sindaco della cittadina emiliana, neopromossa in Serie A. Il responso della Digos però lascia poco spazio a dubbi. Nelle reazioni dei tifosi del Sassuolo indirizzati a Constant soltanto qualche incitamento poco gentile, ma comunque non razzista. Tra cui: «Rifatti il naso» e «muoviti salame». «Non siamo una città razzista - ha detto Caselli - regalerò a Constant un salame, che è il prodotto migliore della nostra terra».