Sallusti accolto da una standing ovation

Il direttore del Giornale entra nella sala di un convegno a Milano e riceve un lungo applauso

Milano - Era appena iniziato il discorso più atteso e importante della mattinata - quello del segretario del Pdl Angelino Alfano - quando ha aperto il portone della sala, nella centralissima corso Venezia. Da una platea affollatissima è partito un applauso. Hanno cominciato ad alzarsi in piedi nelle ultime file, quelli che potevano vedere in mezzo a un nugolo di persone e telecamere. Dato che non era previsto l'intervento dell'ex premier Silvio Berlusconi c'era una sola possibilità: «C'è Sallusti, guarda c'è Sallusti», una signora ha capito al volo quel che stava succedendo e lo ha spiegato al marito ancora intento a guardare verso il palco. Alfano si è interrotto. E per il direttore del Giornale, quei pochi metri percorsi dall'ingresso in sala al suo posto a sedere sono diventati una «standing ovation». Calorosa, forse inaspettata. E - c'è da giurarlo - perfino imbarazzata. Da percorrere vincendo una certa ritrosia ai riflettori.

«Grazie Alessandro, hai messo le tue idee davanti al tuo interesse», così la stretta di mano di Alfano è diventata un abbraccio. Un gesto di solidarietà per l'assurda vicenda di cui il direttore è vittima suo malgrado: l'inedita condanna al carcere per un commento giornalistico - oltretutto scritto da altri - in base a un'anacronistica disposizione penale applicata senza alcun tipo di attenuante e che sanziona una «responsabilità oggettiva». «Non ho parlato e non ho alcuna intenzione di parlare con Renato Farina», ha detto Sallusti rispondendo alle domande dei colleghi a proposito dell'attuale deputato che sotto lo pseudonimo «Dreyfus» ha firmato quell'articolo. Ha spiegato la scelta di non farne il nome: «Se lo avessi “venduto” non avrei più avuto la fiducia dei miei redattori. È curioso che Farina si sia fatto avanti il giorno dopo, ma al magistrato, per sapere chi era Dreyfus, bastava leggere il libro di Farina». La legge «è sbagliata» - ha aggiunto - «però la magistratura aveva la facoltà di applicarla o meno e ci sarà un motivo se lo hanno fatto». Altri direttori sono stati accusati, ma a loro non è stata applicata la pericolosità sociale «e io - ha osservato - non credo di essere più pericoloso di De Bortoli (il direttore del Corriere della Sera, ndr). Di «accanimento e ferocia» ha parlato il governatore lombardo Roberto Formigoni: «La Corte europea dei diritti dell'uomo metta fine a questa assurdità: sono certo che Strasburgo non potrà che fermare questo abominio». Dopo qualche inevitabile scompiglio la discussione ha ripreso a seguire l'ordine del giorno. Sallusti, infatti, non era affatto un ospite imprevisto, nella sede dell'Unione del commercio che ospitava l'iniziativa della Fondazione «Liberamente».
Davanti a una platea di imprenditori e commercianti era stato invitato a moderare una discussione fra gli amministratori regionali del Nord - oltre a Formigoni, anche Renzo Tondo, che con understatement tutto friulano non si è lasciato scappare una battuta, in coda a un ragionamento di Sallusti sull'efficienza di scuole, ospedali e servizi settentrionali: «Io ho fatto costruire anche un carcere, dalle mie parti...». Una battuta, ma non troppo distante dagli umori generali: autentica solidarietà (comprese foto e autografi) però senza rancore o rabbia. Una battaglia serena, insomma, di civiltà e di giustizia. Giusta.

Commenti

RenzoTra

Dom, 30/09/2012 - 08:56

Questione di punti di vista, non sarai più pericoloso di de bortoli, sicuramente più scorretto.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 30/09/2012 - 09:39

Inizia a vedersi il quadro che si sta tentando di disegnare. E' tutta una strumentalizzazione, altro che principio di libertà di stampa

antiquark

Dom, 30/09/2012 - 09:55

BRAVO Sallustri

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 30/09/2012 - 10:22

Siamo tutti con lui. Fa bene a godersi le “ferie”, dato che temo che lo lasceranno andare in galera spargendo lacrime di coccodrillo. Una classe politica squalificata confermerà la sua falsità.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 30/09/2012 - 11:23

"Da percorrere vincendo una certa ritrosia ai riflettori." OH MY GOD!!!!!!!!!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 30/09/2012 - 12:55

Qui, non c,é solo la libertá di Sallusti in gioco, ma anche la libertá di tutti noi, di dire la nostra opinione senza offendere gli altri. Se, la nostra Giustizia ha delle storture questo é anche colpa di chi appoggia questi PM e Giudici (PDPCI), nelle loro malefatte, in altri Paesi Europei é impensabile che un PM puo comprare puttane e mafiosi per infangare un primo ministro, e chi lo fá va in galera per moti eversivi, questo nel nostro paese dei "diversi" intelligenti non lo vogliono capire; E PENSANO CHE OGNI METODO E BUONO PER DISFARSI DEGLI AVVERSARI POLITICI!. Chi, crede che la democrazia esiste solo per una parte politica, (PDPCI) dovra ricredersi il giorno delle elezioni, noi non siamo piu nell,era del,800 dove le bugie erano credute, ora nell,era di Internet puoi controllare che é un bugiardo e chi no, chi crede che callunniando e infangando con l,aiuto di PM e Magistrati (PDPCI) puo guidare un popolo di 60 Milioni di persone, fá dei calcoli sbagliati, e chi fá Della Ideologia una ragione di vita, ha perso gia dall, inizio!.

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Dom, 30/09/2012 - 15:36

@ luigipiso, come fai a dire che "è tutta una strumentalizzazione" e non la difesa del principio liberale secondo il quale la stampa deve essere libera? Se Sallusti è applaudito scatta la strumentalizzazione? E se fosse fischiato, invece, no? Una domanda, non Ti pare che, se invece che a 14 mesi di carcere, il direttore fosse stato condannato ad una salata multa la cosa sarebbe finita lì? Ma ammettiamo anche che, dopo queste vicende, Sallusti volesse candidarsi (per inciso, avrebbe il mio voto!): non sarebbe certo il primo giornalista a farlo. Michele Santoro non divenne europarlamentare dopo il suo allontanamento dalla RAI? Lui, ovviamente, era una povera vittima mentre Sallusti, che rischia il carcere, uno che fa strumentalizzazioni. Come solito due pesi e due misure!

reliforp

Dom, 30/09/2012 - 15:56

Platea affollatissima???? Ca$$o! Questa sì è una notizia!