Salta l'elezione di Marini al Quirinale. Il grande sconfitto è Bersani

Trattative senza sosta per sciogliere l'empasse e arrivare al candidato giusto. Con la quarta il quorum si abbassa a quota 504

Le larghe intese possono aspettare. La prima giornata di votazioni per l'elezione del Capo dello Stato si chiude con due fumate nere, un candidato bruciato (Marini), e un leader sconfitto (Bersani). Si deve continuare a votare. Un altro scrutinio (il terzo) necessita della maggioranza qualificata (672 voti), dal quarto, invece, per essere eletti sarà sufficiente la maggioranza assoluta dei "Grandi elettori" (504). La terza votazione inizierà domani mattina alle dieci a Montecitorio. Poco prima, alle 9.40, si terrà la conferenza dei capigruppo. In caso di nuova fumata nera si andrà avanti, nel pomeriggio, con la quarta votazione.

Messosi d'accordo con Pdl e Scelta civica, Bersani ha tentato di imporre Franco Marini. Ma i mal di pancia, in casa democratica, sono iniziati subito. Il partito è andato in fibrillazione già mercoledì sera, con una cospicua parte di parlamentari (90) che ha detto di non volerne sapere e un'altra (21) che si è astenuta, facendo emergere, quindi, un dissenso ampio. Il giorno dopo (oggi), il risveglio amaro per Bersani: alla prima votazione nelle Camere in seduta comune Marini si è fermato a quota 521 voti, ben al di sotto del quorum. Stefano Rodotà, candidato lanciato dal Movimento 5 Stelle sostenuto anche da Sel, ha raggiunto 240 voti. Significativo rilevare che si tratta di 32 voti in più rispetto ai grandi elettori grillini (163) e vendoliani (45). Al terzo Sergio Chiamparino con 41 voti (pare dei renziani), poi Romano Prodi 14, Emma Bonino 13, Massimo D’Alema 12, Giorgio Napolitano 10, Anna Finocchiaro 7, Anna Maria Cancellieri 2, Mario Monti 2. Le schede bianche sono state 104, le nulle 15, le disperse 8. I votanti sono stati 999 su 1007 grandi elettori.

Bruciato il nome di Marini, nella seconda votazione Pd e Pdl hanno scelto di votare scheda bianca. Complessivamente le bianche sono state 418. In calo rispetto al primo scrutinio i voti per Rodotà: da 240 a 230. Aumentano invece quelli per Sergio Chiamparino (da 41 a 90) e per Massimo D’Alema (da 12 a 38). Marini, il grande sconfitto del primo scrutinio, ottiene solo 15 voti. Il diretto interessato non ha ancora rinunciato. Ma è evidente che, a questo punto, occorrerebbe un "miracolo" per la sua elezione al terzo scrutinio. Discorso diverso dalla quarta votazione in poi, ma a quel punto i giochi si riaprono, quasi sicuramente con altri nomi. Quelli che circolano con insistenza sono D'Alema, Prodi e Amato. Ma Rodotà, vincitore delle "Quirinarie" del Movimento 5 Stelle, piace a una parte sempre maggiore della sinistra.

Chi sostiene Prodi mette in conto la possibilità di un rapido ritorno alle urne: in mancanza di un’intesa con il Pdl, infatti, difficilmente si potrà dare vita a un governo. Da parte loro i prodiani rispondono ripetendo che Prodi si è più volte espresso contro un ritorno alle urne con il Porcellum. Bisognerebbe cambiare la legge elettorale. E per farlo qualcuno deve andare a governare il Paese. Sia D’Alema che Prodi difficilmente avranno il sostegno entusiastico degli ex Popolari, che oggi non nascondono l’amarezza per la bocciatura di Marini. I "franchi tiratori", dunque, continueranno a esercitare un peso non indifferente.

Si riunirà domani mattina, alle 8, l’assemblea dei Grandi Elettori del Pd. L’ipotesi che sta prendendo piede al vertice del partito è di scegliere il candidato alla presidenza della Repubblica attraverso una consultazione, a voto segreto, sulla base di una rosa di nomi avanzata da Bersani. Una sorta di elezioni "primarie interne" tra i Grandi Elettori. Molti, nel partito, temono che la consultazione possa diventare una pericolosa conta tra i favoriti. Con il rischio di favorire il "Papa straniero", ossia un candidato non di sinistra.

Il Pd ha chiesto di far slittare di qualche ora il voto di domani pomeriggio (fissato per le 15-15.30): un rinvio di qualche ora o lo slittamento a sabato mattina. Ma il Pdl non ci sta: "Mentre il Paese, a 52 giorni dalle elezioni, è ancora in attesa di un governo - affermano i capogruppo del Pdl alla Camera e al Senato, Renato Brunetta e Renato Schifani - non si possono compiere manovre dilatorie anche per la scelta del capo dello Stato solo perché il Pd deve risolvere i suoi evidenti e gravi problemi interni". Il Pdl esprime pubblicamente la propria "contrarietà ad ogni ipotesi di slittamento della quarta votazione".

Commenti

beale

Gio, 18/04/2013 - 20:38

tra le riforme costituzionali, eliminare le tre votazioni a maggioranza qualificata.Se il candidato è qualificato, lo si desumerà dal numero di voti conseguiti. Renzi é un bluff; sa parlare....come Fini!

Baloo

Gio, 18/04/2013 - 20:40

Il Partito Democratico è nelle mani di incapaci

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 18/04/2013 - 20:44

Se a due mesi dalle elezioni ci ritroviamo in una schifezza tutta pd come questa, possiamo ringraziare solo 2 persone: Napolitano e Bersani, due assoluti incompetenti degni del periodo staliniano. Ci sarà ancora chi darà il voto al PD, Partito della Disgrazia?

luigi civelli

Gio, 18/04/2013 - 20:47

Il PD è a un bivio:fare qualcosa di sinistra,votando Rodotà o Prodi,oppure accettare il bacio della morte del Cavaliere Sterminatore e autodistruggersi;che la notte porti consiglio...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 18/04/2013 - 21:01

mafiosi! la sinistra è totalmente mafiosa, non credo che si salvi neppure renzi, se continua a mettere in difficoltà berlusconi e persino la sinistra! non ho parole: i mafiosi di solito fanno sparire le tracce del delitto e fanno gli omertosi. questi faranno la stessa cosa?

Ettore41

Gio, 18/04/2013 - 21:05

Poveretto, mi fa pena; ancora non si e' reso conto di essere una nullita', un vuoto a perdere.

Ritratto di emarco54

emarco54

Gio, 18/04/2013 - 21:05

dopo due mesi di stallo, adesso tatticismi esasperati bloccano l'elezione del Capo dello Stato. Siamo davvero in un paese di merda!. Si fa avanti la candidatura di Mortadella: ma ci rendiamo conto cosa vuol dire dare la massima carica del Paese a quella faccia da scemo ??? Davvero non ho parole, al peggio non c'e' mai fine

soldellavvenire

Gio, 18/04/2013 - 21:08

a me pare che sconfitto é il cavaliere... bersani il bel gesto l'ha fatto, senza crederci ma adesso chiunque vinca sará a voi sgradito, se addirittura non avverso: purganti per tutti, "sforza, italia" che bersani scompaia non é un dramma, anzi!

fedele50

Gio, 18/04/2013 - 21:13

I NOSTRI POLITICI?, UNA MANICA DI SLTIMBANCHI E BUFFONI, MALEDETTI LADRI TUTTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

fedele50

Gio, 18/04/2013 - 21:13

I NOSTRI POLITICI?, UNA MANICA DI SLTIMBANCHI E BUFFONI, MALEDETTI LADRI TUTTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Gio, 18/04/2013 - 21:16

luigi civelli: qualcosa di sinistra o di sinistro è già stato fatto ed il risultato è sotto gli occhi di tutti.Vede, l'Italia ha da sempre un enorme culo per le disgrazie.Tra queste campeggia il PD, parito mai nato, riciclato nel nome ma mai di fatto.Cosa cazzo pretende di più ancora? La bomba atomica? Rodotà, è ìmparziale alla stessa stregua di un ultrà milanista, interista o juventino.E se proprio deve rispondere, mi eviti la solita solfa sul Berlusca.La conosco bene.Se vuole invece, le faccio e pure gratis, una breve lezione sulla sinistra italiana.Magari partendo proprio da Giorgio Napolitano ma, il mio pezzo forte resta Ercole Ercoli.Azz, ora però, devo averla messa in difficoltà. Non disperi, c'è sempre wikipedia a darle manforte.Dalton Russell.

mallmfp

Gio, 18/04/2013 - 21:17

La migliore soluzione attuale per l'italia e' MONTI MARIO

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Gio, 18/04/2013 - 21:24

Povero Bersanov, non gliene va bene una!!! L'uomo di BETTOLA e delle MEZZE BIRRE è uno che, come dire, non riesce a cagare una volta dentro il vaso!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 18/04/2013 - 21:28

L´unica speranza di tutto questo spettacolo indecente della casta é che serva ad avvicinare il momento in cui lo stato burocratico parassita e oppressore di ogni libertá salterá in aria.

Ritratto di Davide.davide

Davide.davide

Gio, 18/04/2013 - 21:30

Magari fosse la notte dei lunghi coltelli! almeno domani mattina ci sveglieremo con qualche coglione in meno!

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Gio, 18/04/2013 - 21:33

La "pentola a pressione" Mod. Boston è quasi matura, bastano pochi particolari ed arriveremo al botto! Sarà così posto fine a questo schifo solo e tutto italiano. Qlc capirà che il sistema va modificato in quello francese: REPUBBLICA PRESIDENZIALE , il popolo elegge il Capo dello Stato Una vera vergogna. Charles Marra Chambery 73 F

dondomenico

Gio, 18/04/2013 - 21:35

E' una scena indegna! Questi miserabili (tutti) sono riuniti in un palazzo da sogno con tutti i confort! Se vanno a pisciare, hanno chi tira la catena (stipendio minimo 10.000 euro al mese, per chi tira la catena) e magari gli fanno anche il bidet! Grillini compresi, non sono diversi, anzi...hanno preso gusto. Avete rotto i coglioni, siete lì pagati profumatamente per eleggere il capo dello stato, non per fare giochi e giochini per rifilarci prodi.....Appello al Popolo Italiano: Facciamo come al conclave di Viterbo, Chiudiamoli dentro a montecitorio, scoperchiamo il tetto e, se eleggono prodi, appicchiamo il fuoco; chi riesce ad uscire verrà IMPALATO dai nostri forconi!!!!

vince50

Gio, 18/04/2013 - 21:37

Attenzione,mai sottovalutare il nemico.I sinistrati hanno sempre un asso nella manica,non prevederlo sarebbe da fessi.

nalegior63

Gio, 18/04/2013 - 21:46

SILVIO accordatosi con RENZI x ROTTAMARE la vecchia guardia P.C.I. detta la strategia MARINI con imboscata dei tiratori scelti x far saltare del tutto BERSANI e poi proposta STRATEGICA di RENZI x presidente non condiviso e inevitabile ricorso a nuove elezioni dove SILVIO e ALFANO non saranno candidati PREMIER ma nuovo CANDIDATO da contrapporre a RENZI...FINE DEL MONOPOLIO PARASSITA d.c./p.c.i. E SVUOTAMENTO DEL VOTO DI PROTESTA DEGLI IMBRANATI PENTASTELLATI

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 18/04/2013 - 21:53

dalton.russel....Ercole, quello che si faceva Leonilde, ma che "lei" era al servizio del capo???Grande Dalton, secondo me lo ha messo davvero in difficoltà...C'è da dire, ad onor del vero, che mettere in difficoltà i geneticamente superiori è esercizio abbastanza facile....E.A.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 18/04/2013 - 22:04

@mortimermouse La sinistra non si salva, la destra fa schifo e puzza. Che si fa allora?

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Gio, 18/04/2013 - 22:06

I millepiedi. Altro che il piede in due scarpe! ***Questi individui, ratatuia sinistra, sembrano i 4 Elefanti dentro una 500 L. "L" in quanto aveva addirittura la moquette.*

enricotartagni

Gio, 18/04/2013 - 22:10

va bene che la politica italiana è entrata in salumeria e che ci sono personaggi che deprimono, prendiamo la bonino per esempio forse è peggio della rosy, però seriamente io a parte che la politica è entrata in salumeria, però seriamente propongo Antonio Patuelli come presidente della repubblica. Attuale presidente ABI, già sottosegretario, già onorevole del p.l.i. presidente della cassa di risparmio di ravenna, storico, studioso, uomo di cultura e persino di amabile carattere.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Gio, 18/04/2013 - 22:13

***Sinistri distrutti e finiti. L'unica cosa che gli è rimasta da fissati mentali quali siono è: l'odio verso Betrlusconi. Ma non si vergognano di essere così piccoli ed ingnificanti? No eh! E già! I "Girini rossi scodinzolanti" non hanno ne anima ne sentimenti equilibrati a quanto pare. Adesso che gli è rimasto da attaccarsi soltanto all’Orek-kinato del tavoliere ed al grillaccio imbonitore alla vanna marchi non sanno più dove sbattere la krapa confusa. E giù sproloqui. Ma, mi domando; si sentono equilibriati veramente in questo modo?*

Roberto Casnati

Gio, 18/04/2013 - 22:16

Il teatrino delle marionette, la buffonata solenne di una sinistra assoluamente incapace, ancorata alla lotta di classe, tenuta a galla solo dall'opposizione a Berlusconi, senza più ideali, ormai naufragati di fronte all'evidenza dei fatti e della storia che ne hanno ampiamente dimostrato l'inconsistenza e la stupidità di fondo, assolutamnete ciechi di fronte alla realtà hanno, minato alla base non solo la sinistra, ma l'intero paese sinistrato. Il crollo della "religione" komunista sostenuta ormai soltanto dalla Corea del Nord, una religione che, nei paesi democratici, non ha mai attecchito, vede ancora i komunisti italiani legati fondamentalmente a schemi così vetusti da far pensare al "direttorio" della rivoluzione francese: chi non è daccordo con l'oligarchia di comando sia subito ghigliottinato. Il tragico è che quest'imbecilli retrogradi raccolgono ancora voti e pretendono di governare, contro tutto e contro tutti, proponendo personaggi improponibili, personaggi ai quali, in una società meritocratica, non verrebbe affidato neppure il servizio di sicurezza all'uscita delle scuole perchè incapaci di svolgerlo. Purtroppo finirà come sempre: i personaggi veramente degni e capaci rimarranno "nascosti" perchè nessun uomo onesto e capace vuol mettersi alla testa di quella banda d'imbecilli legati solo alla poltrona e basta, mentre si farà avanti la solita nullità, come tutti i presidenti passati con la sola eccezione di Luigi Einaudi, che una volta al potere sarà ostaggio della sinistra becera e becero lui stesso, quando non addirittura disonesto e magari ladro.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Gio, 18/04/2013 - 22:17

Corretta***Sinistri distrutti e finiti. L'unica cosa che gli è rimasta da fissati mentali quali sono è: l'odio verso Berlusconi. Ma non si vergognano di essere così piccoli ed insignificanti? No eh! E già! I "Girini rossi scodinzolanti" non hanno ne anima ne sentimenti equilibrati a quanto pare. Adesso che gli è rimasto da attaccarsi soltanto all’Orek-kinato del tavoliere ed al grillaccio imbonitore alla vanna marchi non sanno più dove sbattere la krapa confusa. E giù sproloqui. Ma, mi domando; si sentono equilibriati e soddisfatti veramente in questo modo?*

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Gio, 18/04/2013 - 22:27

Ora hanno soltanto bisogno di un Perito per dividere equamente gli orticelli.

Ritratto di drazen

drazen

Gio, 18/04/2013 - 22:32

Vogliono far credere che Rodotà è "il nuovo", ma scordano che è del 1933 (80 anni!) sostengono che non appartiene alla casta, ma scordano che è stato eletto in Parlamento la prima volta nel 1976 (37 anni fa!) e rieletto più volte, che è stato ministro della giustizia nel governo ombra di Ochetto, membro della Bicamerale, deputato europeo, garante della privacy ecc. ecc. Ma chi vogliono prendere in giro? Bersani propone Marini e il suo partito lo boccia? Non c'è serietà. La verità è che vogliono un presidente pregiudizialmente contrario a Berlusconi, come Rodotà ha dimostrato ampiamente di essere, e non uno pregiudizialmente neutrale. come potrebbe - e sottolineo potrebbe - essere Marini. Penso che la stessa fine, per lo stesso motivo. la farebbe anche D'Alema. Passerebbe invece Prodi per la ragione opposta, ma il Paese, non il PD, ne risulterebbe spaccato. Una volta tanto Bersani aveva fatto la mossa giusta e lo hanno impallinato. E' inutile: comunisti erano e comunisti rimangono!

micdipi

Gio, 18/04/2013 - 22:50

Per evitare questi casini è più giusta l'elezione diretta del PdR da parte del popolo.

micdipi

Gio, 18/04/2013 - 22:50

Per evitare questi casini è più giusta l'elezione diretta del PdR da parte del popolo.

cgf

Gio, 18/04/2013 - 23:16

nessuno avrebbe scommesso di fermarsi proma della 4a votazione, dopo di ciò, vale a dire 50%+1, un una votazione come quella di oggi Marini sarebbe (purtroppo) il nuovo presidente. OK Sempre meglio di Frodi.

KAVAL

Gio, 18/04/2013 - 23:28

In TV si sente parlare sempre,di GIUSTIZIA SOCIALE, ma chi ne parla? giusto quelli che hanno soldi a iosa....hanno lo stomaco pieno...PERCHE' invece di tuonare NON AGISCONO? Parlano,parlano,parlano....e PERDONO TEMPO con le loro beghe partitiche e poltronitiche...sempre.SMETTIAMOLA,non prendeteci ancora in giro con le vostre BALLE PERSONALI

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Gio, 18/04/2013 - 23:29

Ho appena finito di vedere il film "In nome del popolo sovrano", Il fervore e la passione degli Italiani per formare una Nazione era tale che tanti ci hanno lasciato la vita. Sono passati anni ma l'Italia deve ancora formarsi, con l'attuale situazione c'è solo da piangere.

cgf

Gio, 18/04/2013 - 23:30

ok, dalla 4a in poi con un risultato come oggi Marini sarebbe passato, ma.. Bersani ha ricevuto un chiarissimo segnale, con lui anche D'Alema (e Marini)

roberto.morici

Gio, 18/04/2013 - 23:33

Questo è il momento giusto per regalre all'onorevole Bersani una bella bambola. Non gli mancherà il tempo per pettinarla ben bene.

Roberto Casnati

Ven, 19/04/2013 - 01:58

Vi ricordate quando Bersani, mettendosi la maschera del grande statista, preconizzava che la destra "sarebbe andata a sbattere"? Mi pare che i fatti abbiano ampiamente dimostrato che "nemo est profoeta in patria" e che a sbattere sia andata proprio la sinistra!

linoalo1

Ven, 19/04/2013 - 09:32

Si,è vero ,Bersani è il grande sconfitto!Però non se ne vuole andare!Che abbia la poltrona incollata al sedere ?O che il troppo mangiare,non certo cibo,lo abbia appesantito al punto da non permettergli di alzarsi dalla sedia che ormai ha preso la sua forma?Lino.