Salvini e il caso tablet Se lo porta anche nella cabina elettorale

Il segretario si difende: il tablet era spento

In cabina con il tablet, nonostante le regole vietino di portare nell’urna elettorale smartphone, pc o altri apparecchi in grado di fare video o scattare foto. A incorrere nell’errore il leader leghista Matteo Salvini, arrivato nella scuola milanese dove ha votato con un look all’insegna della bella stagione: bermuda e polo nera con la scritta "Milano" in bella vista. L’europarlamentare del Carroccio ha poi fatto sapere che il tablet era spento.