San Marino, rivolta fiscale nel paradiso delle tasse

a pagina 11

Un paradiso fiscale che si trasforma in inferno. San Marino si incendia e un terzo della sua popolazione scende in piazza contro la riforma che inasprisce (fino a sei volte tanto) la pressione fiscale. Botte, insulti ai parlamentari, sputi alle forze dell'ordine. La crisi non risparmia neppure questo piccolo Stato indipendente, da sempre considerato - spesso a ragione - un bengodi delle imposte. Così i gendarmi sono terrorizzati e i contribuenti sono inferociti: «Qui vogliono salassarci, non staremo fermi a farci massacrare di tasse».

Gabriele Villa