La Santanché a Letta: "Non si mangia con la legge elettorale"

L'esponente del Pdl: "La nota di Napolitano? Irricevibile". Poi critica il discorso di Letta: "Mi aspettavo che parlasse di giustizia ed economia. Non si mangia con la legge elettorale"

"Berlusconi ha una forza pazzesca, farà sicuramente qualcosa". Daniela Santanché, ospite alla Versiliana di Marina di Pietrasanta, non ha dubbi: il Cavaliere non molla neppure questa volta. "Sono stata ieri dal presidente Berlusconi. Lui ha una forza pazzesca e due parole che lo accompagnano in tutta la sua vita e di più in questi giorni: onore e coraggio. Non so dire quello che farà, ma farà. E' un uomo che ha la forza della verità perchè sa che non è quell’uomo che alcuni pm politicizzati vogliono far apparire. Sa nella sua coscienza quello che ha fatto per l’Italia e gli italiani".

La Santanché è rimasta delusa dalle parole di Enrico Letta. Il premier, nel suo discorso al meeting di Rimini, ha posto in cima a tutte le priorità del governo l'abolizione del Porcellum. Una scelta che all'esponente del Pdl non è piaciuta affatto: "Oggi dal presidente del Consiglio Letta al Meeting mi sarei aspettata che parlasse di riforma della giustizia, invece ho sentito parole sulla legge elettorale. Io credo che gli italiani non mangino con la legge elettorale, c’è invece bisogno di provvedimenti in materia di economia, di abolire l’Imu perchè la prima casa è sacra e di aiutare i giovani a trovare lavoro"

Poi va all'attacco del Capo dello Stato e della nota con cui ha commentato la sentenza Mediaset. "Per una come è irricevibile. Per me voleva dire: Berlusconi non rompere le scatole, mettiti fuori dalla politica, stai accucciato e ben bravo che poi, forse, ti grazio. Non è l’atteggiamento che deve avere l’arbitro. Napolitano è il presidente di tutti, è stato eletto anche da me, non può fare l’arbitro e anche il giocatore", dice la Santanché dal palco della Versiliana a Marina di Pietrasanta. "Spetta all’arbitro far rispettare le regole - prosegue l'esponente del Pdl - Napolitano sa che c’è una persecuzione giudiziaria contro Berlusconi e che la democrazia il 4 agosto scorso è stata mutilata. Oggi non gli darei il mio voto in Parlamento". Poi rispondendo alle domande dell'intevistatore ha detto che oggi voterebbe "sicuramente Marini, financo Prodi". Ma poi si è corretta: "Non lo so, no Prodi non lo so".

"Mi viene la pelle d’oca al pensiero di chi sia questo signor Esposito, presidente del collegio feriale (della Cassazione, ndr) che già appare inquietante soltanto alla vista. Il 4 agosto scorso ero davanti alla tv quando ha letto la sentenza e mi sono detta: Madonna mia, ma com’è?", commenta così Daniela Santanché la decisione del giudice Esposito. "Aveva già un aspetto, uno sguardo inquietante. Ma poi è inquietante tutto quello che abbiamo saputo di lui leggendo i giornali. Vorrei sapere che cosa succederà se verrà provato che lui ha sbagliato. Sappiamo già ora che lui non pagherà. In Italia pagano tutti, ma non i magistrati - continua l'onorevole del Pdl - perché‚ non siamo stati in grado di far passare la responsabilità civile dei magistrati. Io ho rispetto per i magistrati e soffro a parlar male della giustizia perché‚ come donna di centrodestra rispetto le istituzioni. Vorrei che la giustizia fosse rispettata invece oggi ho paura, la giustizia è diventata un potere più degli altri ed è un potere che vuole essere l’unico".

Commenti
Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Dom, 18/08/2013 - 20:18

ben detto!

Francesca da roma

Dom, 18/08/2013 - 20:21

e non mangiano neanche con tutti i profughi che arrivano e che nessuno , neanche voi di destra, ha il coraggio di dire basta che non ci possiamo accattare tutta l'africa sulle spalle per far contenta l'europa cosi loro si levano un problema e in quel posto se lo prendono gli italiani

mares57

Dom, 18/08/2013 - 20:41

Questo governo non ha tagliato un solo privilegio. La fiducia richiede serietà.Come giustamente fa notare le priorità sono il lavoro e la sicurezza economica della maggioranza di noi e ciò implica la completa cancellazione dell'operato a partire dal governo Monti. Forse questo governo è in grado di farlo?

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 18/08/2013 - 21:03

Il Cav come Famoso Iole: "ho una forza dentro di me che neanche io so spiegare come"

Giuseppe Borroni

Dom, 18/08/2013 - 21:12

si di pazzesco, cara santanche'

giottin

Dom, 18/08/2013 - 21:12

Che Berlusconi sia innocente lo sanno tutti, che i processi intentati nei suoi confronti siano stati processi politici pure, ma non lo possono dire. Le istituzioni sono costituite da un branco di KOMUNISTI!!!!!

luigi civelli

Dom, 18/08/2013 - 22:27

Nel 2010 G.Tremonti,allora Ministro dell'Economia dell'ultimo governo Berlusconi,affermò che la gente non mangia di cultura,ora l'On. D.Santanchè crede che gli Italiani non mangiano con la legge elettorale;per soccorrerli,novella M.Antonietta d'Asburgo-Lorena ha annunciato una grande distribuzione di brioches sulla piazza di Forte dei Marmi.

Silviovimangiatutti

Dom, 18/08/2013 - 22:44

Il problema, cara Daniela, è che Esposito è la classica punta dell'iceberg.

Ritratto di Panvini Anna

Panvini Anna

Dom, 18/08/2013 - 23:22

La Santanchè ha le parole giuste!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 18/08/2013 - 23:53

Questa sì, che è una donna con gli attributi. E' così che le vogliamo nel PDL, grintose e con negli occhi e sulla bocca la verità. La Santanché impersona il vero ideale di FI e di tutto il PDL. Per quanto mi riguarda della gente scipita, altrimenti chiamata "colomba", non sappiamo che farcene. Vogliamo gente decisa e battagliera. Senza la lacrimuccia ipocrita agli occhi di fronte ai continui ed ormai intollerabili sbarchi-invasione di clandestini, di qualsiasi etnia, sulle nostre coste ed al conseguente verificarsi di tragedie del mare, solo lui ormai pietoso nei nostri confronti, di cittadini stremati pure da un'accoglienza ormai impossibile e da un continuo dare agli altri qualcosa che non abbiamo più per noi stessi.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 19/08/2013 - 00:07

La Santanchè si è forse dimenticata che Letta è del PD? Quando mai vorrebbe la riforma della giustizia? CI SIAMO DIMENTICATI L'ASSIST DELLE TOGHE ROSSE NELL'ABBATTIMENTO DELL'AVVERSARIO POLITICO?

luigi civelli

Lun, 19/08/2013 - 09:24

'Io credo che gli Italiani non mangino con la legge elettorale': signora,ci pensi lei alle brioches!

Giorgio1952

Lun, 19/08/2013 - 18:07

La sig.ra Garnero avrebbe fatto meglio a tacere, perché dire che Berlusconi : "Sa nella sua coscienza quello che ha fatto per l'Italia e gli italiani", suona come una bestemmia. Berlusconi sa certamente quello che ha fatto, ha negato la crisi fino al giorno prima della caduta a novembre 2011, era solo un fatto psicologico bisogna infondere ottimismo, così ha perso tre anni e mezzo ed ha portato l'Italia alla rovina, Monti ha dovuto metterci una pezza altro che con il rigore ha portato il paese alla recessione. Ora Letta sta guidando un governo che sta portando faticosamente l'Italia fuori dalle sabbie mobili e la signora in questione dice che con la riforma elettorale non si mangia, invece con quella della giustizia e l'abolizione dell'Imu si, lo sa la signora che 180/200 euro di Imu sulla prima casa per il 70/80% delle famiglie significano 50 centesimi al giorno, vorrei chiederle cosa ne fa di una cifra simile al Twiga oppure al Billionaire??? Napolitano che è un galantuomo ed una persona onesta, non puà fare l'arbitro ed il giocatore, Berlusconi premier invece poteva farsi le leggi per lui, per le sue aziende, evadere il fisco e dichiarare il falso il bilancio, corrompere giudici e testimoni, essere l'utilizzatore finale delle prestazioni di escort alcune minorenni perché "lui ha una forza pazzesca e due parole che lo accompagnano nella vita : onore e coraggio". Il mio auspicio è che una volta le usi davvero per il bene del paese, abbia la dignità ed il coraggio di farsi da parte, ormai non ha più nulla da dire nè da dare, può solo fare Sansone che muore con tutti i filistei, frase che si attribuisce in relazione a chi, per nuocere agli altri, non esita a danneggiare anche se stesso, tanto ormai Berlusconi non ha più nulla da perdere.