Scintille fra Zangrillo e Quagliariello

Botte virtuali fra Gaetano Quagliariello (nella foto a destra), senatore di Ncd e il medico di Berlusconi, Alberto Zangrillo (nella foto a sinistra). A un tweet Ncd sul Primo Maggio, Zangrillo risponde: «Voi che c'entrate con la festa di chi lavora?». Replica di Quagliariello: «Per te politica non è lavoro nobile, ma solo fonte da cui attingere». Zangrillo controreplica: «Caro saggio, non ho mai attinto. Piuttosto che bere alla vostra fonte, crepo di sete». Il senatore Ncd insinua: «Da alcuni ministeri mi dicono che non corri il rischio di crepare di sete», e Zangrillo rilancia: «Denunciami e dimostra che ho preso anche un solo euro da ministeri o incarichi vari». A Quagliariello non resta che innestare la marcia indietro: «Mai parlato di euro. Incarichi danno potere, ma ottenerli non è reato». Poi la stoccata finale del medico del Cavaliere: «I miei incarichi sono a vostra disposizione. Leggiti il mio curriculum, parte da lontano».