Sciolto il nodo Economia: Tabellini

L'ex rettore della Bocconi e già consigliere di De Benedetti in pole position. Franceschini all'Interno, Alfano gli Esteri

Roma - La lista dei ministri è pronta. O quasi. Sarebbe stato risolto il rebus del ministero dell'Economia. E solo sabato, quando Matteo Renzi scioglierà la riserva e illustrerà la lista dei ministri si saprà se gli ostacoli sono stati superati. Gli ostacoli sono rappresentati dalla circostanza che l'identikit del prossimo ministro non corrisponde agli schemi e ai nomi circolati. Il profilo dice che dev'essere una persona conosciuta in Europa, apprezzata dai mercati e con dimestichezza con la finanza pubblica. «Prima i programmi, poi i nomi», ha ripetuto il presidente del Consiglio incaricato. In serata, comunque, circolava con insistenza il nome di Guido Tabellini. Anche lui bocconiano (come Monti, Grilli e Saccomanni: gli ultimi tre ministri) e con un passato di consigliere di amministrazione della Cir, la finanziaria di Carlo De Benedetti. Il suo profilo professionale e accademico di tutto rilievo non risponde, però, al prototipo di ministro dell'Economia che sembra volere Renzi; pronto a battagliare a Bruxelles in difesa delle riforme che il nuovo governo vuole introdurre, in cambio di maggiore tempo per raggiungere il pareggio di bilancio. Così, in attesa di conoscere la reale scelta di Matteo Renzi, continuano a circolare le voci riguardanti Domenico Delrio. Nemmeno il suo profilo professionale risponderebbe all'identikit; ma potrebbe essere affiancato da viceministri «di peso»: uno per l'attività in Europa (Lorenzo Bini Smaghi? in tal modo, non sarebbe Napolitano a nominarlo); uno per il fisco; uno per l'attività parlamentare (Giovanni Legnini). Contro questo schema, però, remano i veri o presunti desiderata del Quirinale e di Vincenzo Visco. Al governatore della Banca d'Italia e al Colle verrebbe attribuita l'intenzione di confermare Fabrizio Saccomanni.
Sempre sabato si scoprirà se risponde o meno a verità l'intenzione di Matteo Renzi di recuperare il ministero per il Commercio con l'estero: oggi smembrato fra Esteri e Sviluppo economico. Se così fosse, il nome in corsa è quello di Carlo Calenda di Scelta civica. Nella sostanza, il rinato ministero dovrebbe «promuovere» il Made in Italy (sotto ogni forma) nel mondo; e recuperare il lavoro svolto da «Destinazione Italia» con il governo Letta.

Questa soluzione avvicinerebbe Mario Mauro all'Istruzione, in quanto Stefania Giannini avrebbe ceduto il posto di Scelta civica a Calenda. Anche se - a quanto sembra - l'attuale ministro sta opponendo resistenze a lasciare Palazzo Baracchini. L'«utilità marginale» dei Popolari per l'Italia si sarebbe ridotta visto l'ingresso del gruppo Gal in maggioranza. Così, Mauro potrebbe perdere un portafoglio di spesa e finire alle Politiche europee: pianeta al quale, comunque, non è estraneo. Alla Difesa i renziani lo vorrebbero sostituire con «una donna del Pd». Gettonatissima, Roberta Pinotti; anche se resta in lizza anche Federica Mogherini, altrimenti destinata alle Politiche europee. Sembra sicuro il passaggio di Mauro Moretti dalle Fs allo Sviluppo economico. Mentre Dario Franceschini viene dato in avvicinamento al ministero dell'Interno. Il suo nome circola anche per la Giustizia. Per via Arenula, però, è in corsa pure Michele Vietti, attuale vice presidente del Csm.  In serata, i bookmaker di fede renziana fanno tornare in bilico la conferma di Maurizio Lupi alle Infrastrutture. Mentre resta ben salda alla Salute Beatrice Lorenzin. Angelino Alfano potrebbe traslocare al ministero degli Esteri; sulla scia di Gianfranco Fini, Franco Frattini ed Emma Bonino; che il Quirinale vorrebbe, comunque, confermare. Mentre Renzi ancora non ha abbandonato l'idea di promuovere Lapo Pistelli. In tal caso, Ncd avrebbe solo due ministeri: Salute ed Esteri. E Lupi sarebbe diretto verso il partito. Se questo fosse lo schema conclusivo, Alfano si ritroverebbe a gestire la vicenda dei marò, visto che la questione kazaka è stata superata.

Commenti
Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 20/02/2014 - 08:42

Mi pare che, ma forse è un caso, dagli ultimi bocconiani, siano uscite solo schifezze; vogliamo continuare a farci del male?

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 20/02/2014 - 08:42

Ma guarda un pò che coincidenza ! La rottamazione prosegue e il nuovo avanza!

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Gio, 20/02/2014 - 08:42

Il nome di Tabellini sarebbe la quadratura del cerchio. A scanso di difficoltà economiche: passate, presenti e future, il dott. De Benedetti riuscirebbe a mettere al ministero dell'economia il suo amministratore delegato.

Beaufou

Gio, 20/02/2014 - 08:49

Con Tabellini, caro Renzi, ti smentisci due volte. Hai sempre sostenuto, e con ragione, che all'Economia ci deve andare un politico di peso, e non un tecnico; e hai sempre detto di voler smantellare un sistema che privilegia gli "amici degli amici". Ecccoci serviti, se è vero che proporrai Tabellini. Questo è un clamoroso autogol, se cominci così tanto vale che getti la spugna prima di sputtanarti definitivamente. Auguri.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 20/02/2014 - 08:53

Il bocconiano Guido Tabellini ha frequentato e consigliato tale De Benedetti. Ciò, non è sufficiente per porlo definitivamente nel dimenticatoio?

elalca

Gio, 20/02/2014 - 08:54

professore, bocconiano, uomo del comunista ebreo svizzero.........siamo a posto, aspettiamoci le solite minchiate, dispensate con aria professorale, che produrranno solo devastazioni. Monti docet!

mares57

Gio, 20/02/2014 - 08:55

Un altro? Conosciuto in Europa? Ma siete matti? Beh spero che Renzi sia un tantino più furbo visto che è così ambizioso. Qui si gioca la carriera. Sarà il Principe o solo un rospo?

egi

Gio, 20/02/2014 - 08:59

Il male continua ad avanzare, non c'è più nulla da fare, speriamo in una ribellione radicale, una volta per tutte.

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 20/02/2014 - 09:02

Insomma, in poche parole, De Benedetti sarà il prossimo ministro delle poche finanze e molti debiti! Poveri noi. Dalla padella alla brace. Grillo ha avuto ragione a trattare il quel modo Renzi. E non mi dite che Beppe si è sputtanato! Riascoltate con cura ciò che si sono detti e scoprirete chi è dalla parte del vero e chi invece mente sapendo di mentire!

Gianfranco Rebesani

Gio, 20/02/2014 - 09:09

Gira e rigira il mestolo, mi sembra che anche il Matteo rottamatore e riformatore, finirà inghiottito nel vortice delle vecchie abitudini e della politica d'antan. Peccato. Aspetto la formazione del nuovo governo,ma penso che la mia simpatia (leggere:speranza di aria nuova)per Matteo Renzi la dovrò buttare alle ortiche, chiedendo scusa al direttore Sallusti, per una mail inviatagli per contestargli la sua (quasi) antipatia, comunque la poca credibilità, verso Renzi.

NON RASSEGNATO

Gio, 20/02/2014 - 09:11

Tutto tace sul ministero dell'integrazione. Ce lo appiopperanno ancora?

edoardo55

Gio, 20/02/2014 - 09:23

BASTA BOCCONIANI - non ne hanno finora azzeccata UNA!!!!

xgerico

Gio, 20/02/2014 - 09:25

Il bello che Renzi neanche lui sà chi mettere e il Ravoni sa già chi è, e poi scrive che non si sa ancora chi sia!

edoardo55

Gio, 20/02/2014 - 09:29

Ottimo intervento stamane alla radio, di una professoressa di matematica: in Italia le proteste sono arrivate dai pescivendoli(Masaniello) ragazzi del popolo(Balilla)etc. Ci lamentiamo di Grillo e della sua forma di protesta, ma quando si vedono ancora Bocconiani all'economia, vien voglia di assaltare la Bastiglia. E in questi casi la forma ed il bon ton non servono.

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 20/02/2014 - 09:29

mi auguro che gli elettori del PD capiscano una volte per tutte che stanno sostenendo un partito di burattini in mano ai burattinai De benedetti , MPS , UNIPOL , ecc ecc

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 20/02/2014 - 09:34

non credo proprio che renzi accetterà un fedele di de benedetti :-)

km_fbi

Gio, 20/02/2014 - 09:39

Avevamo pensato liricamente: "Addio Monti, sorgenti di tasse..." ma sembra che ci troviamo di nuovo di fronte al solito bocconiano (Tabellini)che probabilmente ha in testa un solo schema: spremere il limone fino in fondo, perché c'è ancora sugo... E'la scuola di CdB,che spaventa: portare al medesimo il massimo beneficio, e chissenefrega di tutto il resto del paese!

Ritratto di qwertyfire

qwertyfire

Gio, 20/02/2014 - 09:43

un altro a bocconi e allevato in batteria dal pollaio de benedetti. Poi dite che Grillo non ha ragione ah ah ah

michele lascaro

Gio, 20/02/2014 - 09:48

Consigliere, sia pure ex, dello svizzerotto? Beh, abbiamo capito tutto!

Mr Blonde

Gio, 20/02/2014 - 09:48

elalca, non conosco tabellini e non lo giudicherò se non dopo fatti concreti, o almeno non se sia amico dello svizzero o bocconiamo o altro. Però mi scusi, come si fa ancora ad infangare monti senza ricordarsi che il pdl lo ha prima messo come commisario europeo al mercato interno, poi lo ha votato come premier e poi lo ha anche, poi declinato, invitato a prendere le redini del centrodx alle ultime elezioni.

giosafat

Gio, 20/02/2014 - 09:57

Tutto chiacchiere e distintivo: Renzi è già preda delle lobbyes, delle conventicole, dei maneggioni di stato e dintorni, dei maneggioni pro domo sua, dei poltronisti, degli arrivisti, .....isti. Ora che la blandizie deve lasciare il posto alle decisioni il re è nudo peggio del classico verme. Poveri noi.

Ritratto di ....The..Car...

....The..Car...

Gio, 20/02/2014 - 09:58

un bocconiano? dopo rigor montis e saccodanni imubankitalia un nome una garanzia(per le banche per i massoni, per le lobbt e per gli "amici")... #debenedettistaisereno

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 20/02/2014 - 10:07

Questo Tabellini era già consigliere di De Benedetti ai tempi della Olivetti? O quando il Gruppo l'Espresso è stato condannato al pagamento di imposte su plusvalenze non dichiarate per 440 miliardi di Lire? O quando fece una piccola apparizione nella Fiat e nel Banco Ambrosiano portando con sè tanti soldi e qualche ombra? C'era sempre Tabellini dietro alla M.C.Management? O quando derubò Berlusconi?? Se così fosse avrebbe una gran lunga carriera di fallimenti alle spalle... e ora potrebbe completare la sua opera con l'azienda Italia.

Ritratto di sailor61

sailor61

Gio, 20/02/2014 - 10:07

Le credenziali che porta non sono delle migliori. Essere bocconiano, come i suoi predecessori illustri, non mi sembra che abbia dato molto al paese reale e poi essere stato consigliere di mister fallimento! speriamo che cambino cavallo. Certo caro Matteo se questo è il cambiamento!!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 20/02/2014 - 10:14

Per, dirigere il Ministero dell,Economia ci vuole un Ministro che apre una nuova strada é non uno che viene dalla scuola di carlo debenedetti!,l,Italia si é gia fatta male parecchio con persone incompetenti della sinistra che non Hanno detto come era la situazione dell,Economia in Italia!, é chi vuole ricoprire il ruolo di Ministro dell,Economia deve promuovere la riforma della Giustizia, perche il nostro Paese ha bisogno di capitali esteri per creare nuovi posti di lavoro é senza questa riforma nessuno verrá ad investire in Italia!, Matteo Renzi farebbe bene a domandare agli Brooker Internazionali perche da piu di 50 anni gli investimenti esteri in Italia non vengono attuati? É LUI AVRÁ UNA SOLA RISPOSTA! CON QUESTA GIUSTIZIA NESSUNO VERRÁ MAI AD INVESTIRE IN ITALIA!. Senza, una politica economica orchestrata da un Ministro dell,Economia che fá gli interessi del Paese é non di un partito politico l,Italia non si potrá mai sviluppare come una nazione industriale di 1 Rango,é Matteo Renzi farebbe bene a lasciarsi alle spalle i rimasugli di un komunismo che Hanno portato l,Italia a questo disastro, é il PDPCI farebbe meglio ad abbandonare gli ideali del komunismo come ha fatto la grande SPD in Germania 40 anni fá!; PER DIVENTARE UN PARTITO SOCIALDEMOCRATICO MODERNO! INVECE DI CORRERE DIETRO A DEI SINDACATI COME LA CGIL-FIOM CHE HANNO COSTRETTO GLI IMPRENDITORI A SCAPPARE ALL;ESTERO!ACCELERANDO LA ROVINA DEL NOSTRO PAESE!.

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Gio, 20/02/2014 - 10:14

C' è un faccione olivastro che aleggia sin dal germe di tangentopoli, passa attraverso il LODO MODADORI, l'inizio della distruzione del tessuto economico del paese, si alimenta con le peggiori speculazioni finanziarie colluse con i potentati internazionali più o meno segreti, interferendo, questo sì in pieno conflitto di interessi, con gli organigrammi istituzionali a tutti i livelli: è il faccione dello SVIZZERO/ITALO DE BENEDETTI. Ci mancherebbe solo che dopo averci rovinato l' esistenza, ci mettesse tra i piedi questo suo galoppino, per giunta BOCCONIANO. Qualora Renzi non si opponesse a questa ennesima, rovinosa interferenza, significherebbe la fine per lui e le speranze di chi conta nelle riforme e nelo scappellamento di questo paese per farlo uscire dallo stato comatoso in cui si trova..

elalca

Gio, 20/02/2014 - 10:16

#Mr.Blonde: il fatto che il PDL lo abbia messo ad occupare certi posti non lo rende ne simpatico, ne capace e tantomeno intelligente. Tabellini era nel board della CIR e se non sei amico del comunista svizzero li non entri, è stato rettore della bocconi e allora cosa mi contesta? devo ritenere monti un genio perchè emanazione del cavaliere? ma per amor di Dio lasciamo perdere.

carpa1

Gio, 20/02/2014 - 10:17

Volevo commentare anch'io il proposto sig. Tabellini amico di CDB quale ministro dell'economia (di chi?); mi limito solamente ad associarmi a quanti mi hanno preceduto nel ritenere l'eventuale nomina di tale personaggio un bene per colui per il quale lavora (e non certo per i cittadini di questo paese ormai in caduta libera).

pittariso

Gio, 20/02/2014 - 10:18

Visti come vanno le inpese di De Benedetti fose sarebbe meglio cercare alrove.

Rossana Rossi

Gio, 20/02/2014 - 10:22

Mi auguro (per il nostro bene) che Renzi si renda conto che mettere un altro bocconiano all'economia, per di più mano lunga del figuro de benedetti, vuol dire prendere per i fondelli per l'ennesima volta 'sti poveri Italiani.........e subito il suo indice di gradimento sarebbe in vorticosa discesa.......

glasnost

Gio, 20/02/2014 - 10:28

@MrBlonde. Se il PDL ha messo Monti in tutti quei posti, ha sbagliato. D'altronde ha sbagliato anche con Casini,Fini,Alfano e più di tutti con Napolitano. Anche Gesù non aveva indovinato molto con Giuda, però. Il fatto che il PDL abbia sbagliato non giustifica però che io (noi) dobbiamo condividere questi sbagli. Il fideismo nel partito appartiene alla sinistra. Quindi io dico che continuare la gestione della nostra economia sulla linea dell'imposizione della scuola bocconiana (De Benedetti, massoneria, sinistra tassaiola) non può essere altro che deleterio per le nostre imprese che saranno costrette a chiudere o scappare e ci saranno sempre più italiani disoccupati che si sommeranno a quelli immigrati. Per concludere, è vero, faranno quel che vogliono, ma io non sono d'accordo. Saluti.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Gio, 20/02/2014 - 10:29

Alla fine , De Benedetti ha avuto il suo !!!!!!!!! Continuiamo a farci del male con questi bocconiani . Non è cambiato niente .

honhil

Gio, 20/02/2014 - 10:34

Quando si dice le coincidenze: De Benedetti auspica e Renzi esegue. A questo punto c’è da sperare che sia solo un rullare di tamburi mediatici e nulla di più. Anche perché il curriculum del bocconiano Tabellini non sembra essere proprio uno di quelli che potrebbero riscontrare pienamente il favore di Bruxelles.

kami

Gio, 20/02/2014 - 10:37

A questo punto FORZA GRILLO !!!

coccolino

Gio, 20/02/2014 - 10:38

BOCCONIANO E, PER GIUNTA, EX CONSIGLIERE DI DE BENEDETTI.....SIAMO A POSTO.....FINORA ABBIAMO AVUTO ABBESTANZA BOCCONIANI O, PEGGIO, EX BANKITALIA.....TEMO CHE SIAMO VICINI ALLA RIVOLTA POPOLARE E SPERO CHE L'ITALIA NON DIVENTI L'UCRAINA!!!!!!!!!!!!!!

xgerico

Gio, 20/02/2014 - 10:40

@pasquale.esposito- Scrive: é chi vuole ricoprire il ruolo di Ministro dell,Economia deve promuovere la riforma della Giustizia, perche il nostro Paese ha bisogno di capitali esteri per creare nuovi posti di lavoro é senza questa riforma nessuno verrá ad investire in Italia!,..............................Pasquà scusa il termine, ma che cazzo hai scritto? Un ministro dell'economia che deve fare la riforma della giustizia?!

Mr Blonde

Gio, 20/02/2014 - 10:45

elalca non mi ha capito, è che in tanti ritengono persone geni fintantochè sono emanazione di una parte politica, poi diventano somari, con la serenità di giudizio di un ultras di calcio. Le auguro allora che Lei non sia così

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 20/02/2014 - 10:56

Un clone di Monti, pare di capire. Non ci è già bastato l'originale?

elalca

Gio, 20/02/2014 - 11:07

#MrBlonde: grazie per la risposta. le confesserò una cosa 30 anni fa la mia fidanzata di allora tenne la tesi di laurea proprio con monti e in quel frangente ebbi modo di constatarne l'arroganza, la supponenza e il suo distacco dalla realtà. la reale incapacità l'ho provata come tutti gli italiani sulla pelle quando è diventato presidente del consiglio. per me anche se l'avesse messo li il papa sarebbe stato un somaro, arrogante, prono con i potenti e uno di cui personalmente non ne sentivo il bisogno. Buona giornata

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 20/02/2014 - 11:13

vi piazzano Renzi, quelli del Nuovo Ordine per farvi calmare e continuare a prendervi in giro, come vedete ci son SEMPRE I LORO CONFRATELLI DI LOGGIA NELLE STANZE DEI BOTTONI. VI FARANNO PERDERE TEMPO MENTRE LORO FORGIANO IL NUOVO PREMIER DA FARVI VOTARE QUANDO LO DECIDERANNO.

Ritratto di geode

geode

Gio, 20/02/2014 - 11:17

Per uscire dal magna magna, si dovrebbe rinunciare finalmente ai "BOCCONI-DIPENDENTI"; tasse come IRAP, aliquote IVA, ACCISE, IMU, sono partorite per ingrassare le solite ruote col disprezzo di milioni di persone che muoiono letteralmente di fame.

elalca

Gio, 20/02/2014 - 11:20

#MrBlonde: un inciso: ho sempre votato a destra!

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 20/02/2014 - 11:27

xgerico, guarda che pasquale.esposito non ha mica tanto torto?!! Sai cos'è un contratto? Sai che discende dalle obbligazioni? Un contratto è un accordo tra le parti per costituire, modificare od estinguere un'obbligazione avente contenuto patrimoniale (economico è la stessa cosa!). Forse non hai capito mentre pasquale si, che la vita reale e l'economia va a velocità molto sostenuta. Velocità che il diritto qui in Italia non riesce ad avere. Ecco perchè stiamo andando a rotoli. Non è l'economia che deve adeguarsi al diritto ma è quest'ultimo che deve adeguarsi all'economia. Nei paesi ove questo assunto funziona, l'economia funziona e funziona anche il diritto che riesce a dare risposte pronte alle istanze del sistema economico vigente e ai suoi operatori (famiglie, imprese, stato ecc.). Quindi il nostro baldo pasquale.esposito non ha detto una sciocchezza ma è stato originale e, soprattutto, ha fatto una provocazione sensata. Saluti

Massimo Bocci

Gio, 20/02/2014 - 11:30

Chi più affidabile di un SERVO a libro paga di un FALLITO, SVIZZERO!!!! Per continuare in un REGIME DI LADRI 65, oggi SERVI EURO!!!!

giovanni PERINCIOLO

Gio, 20/02/2014 - 11:34

Se essere stato consigliere di demaledetti é preso come una referenza siamo proprio a posto. L'italo-svizzero col taglietto fino a oggi aveva distrutto aziende, ora possiamo attenderci che con l'aiuto del suo consigliere si appresti a distruggere completamente l'Italia!

Triatec

Gio, 20/02/2014 - 11:45

Non ci credo, con l'esperienza avuta dovremmo stare distanti dalla Bocconi almeno 50 Km. Li possiamo solo trovare persone lontane dal mondo reale, sapientoni, saputelli, presuntuosi, arroganti, strafottenti, pedanti, boriosi e pretenziosi.... abbiamo già dato.

linoalo1

Gio, 20/02/2014 - 11:58

Se il nome sarà questo,vuol dire che ha avuto il benestare da Delirio Tremens Napolitano e,quindi,dall'Unione Europea!Lino.

gigetto50

Gio, 20/02/2014 - 11:58

....ma ha consigliato a De Benedetti di spostarsi in Svizzera? Allora....

Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 20/02/2014 - 12:03

A questo punto non sarebbe piu' semplice eliminare tutti e prendere in toto tutta la Bocconi compresi gli uscieri? Anzi, trasferiamo tutto il Consiglio dei Ministri all'universita' e ne facciamo un "boccone".

Il giusto

Gio, 20/02/2014 - 12:04

Ammazza...un articolo fondato su una voce,di chi non si sa,non suffragata da nessuna prova,e i boccaloni ci cascano con tutte le scarpe!E allora giù offese a Monti,dimenticando che era l'uomo scelto dal pregiudicato per l'Europa e per dirigere il pdl!Poi magari vi offendete se perfino il vostro padrone vi considera dei ragazzini di 3 elementare e nemmeno dei primi banchi...

agosvac

Gio, 20/02/2014 - 12:16

Se questo tabellini è bocconiano come monti, grilli e saccomanni e per di più "consigliere" economico di de benedetti, allora è del tutto da scartare!!! Non mi sembra che il grande ingegnere navighi nel benessere, anzi è sull'orlo del fallimento! E monti, grilli e saccomanni di danni ne hanno fatti più del necessario, molti di più.

Libertà75

Gio, 20/02/2014 - 12:22

Bene, arriva un amico di De Benedetti e i notabili intellettuali di sinistra non si accorgono della loro sottomissione culturale e morale agli interessi di un singolo privato. Devo dire che l'ex-ministro Barca è un galantuomo veramente. Stufo di essere manipolato ha preferito dichiararsi indisponibile. La cosa che fa strano è quanti suoi colleghi di partito continuino a dichiararsi liberi e poi invece fanno i compiti di nascosto sotto dettatura del loro padrone. A me la cosa che da fastidio non sono gli interessi di un singolo, ma il fatto che costui trami oscuramente alle spalle della politica e del popolo italiano. Voglio De Benedetti come leader del PD e candidato come premier, in maniera chiara e trasparente.

Ritratto di marystip

marystip

Gio, 20/02/2014 - 12:23

Ma guarda un po'!

Mr Blonde

Gio, 20/02/2014 - 12:25

elalca c'ero arrivato...

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 20/02/2014 - 12:42

Un altro bocconiano? ma non ne abbiamo avuto abbastanza del precedente? Guarda caso anche questo immanicato con lo svizzero con la tessera N°1 del pd. Renzi, se cominci così questo sarà veramente uno schifo di governo come gli ultimi due.

maurizio50

Gio, 20/02/2014 - 12:51

Allora paga essere la tessera numero Uno del (cosiddetto) Partito Democratico!Tutti i responsabili dell'Economia, dopo Tremonti, tutti in intimità (senza allusioni) con il superfinanziere di Torino ma col passaporto svizzero!Complimenti Compagni!!!!

Roberto Casnati

Gio, 20/02/2014 - 12:52

Un altro stupido professore alla Monti, con l'aggravante d'essere il consigliere di un ladro.

nino47

Gio, 20/02/2014 - 13:16

Italiani da nobel! Renzi uber alles!!! Un "tecnico" bocconiano l'avevamo gia' avuto..quello che ha ridato credibilita' all'italia! Non so se le vostre tasche se lo ricordano, ovviamente quelle del pd no! Infatti, memori della storia, adesso hanno fatto una scelta piu' assennata: un altro bocconiano. E, come sempre, chi non guarda la storia, e' destinato a riviverla. Auguri a tutti noi!!!

km_fbi

Gio, 20/02/2014 - 14:49

Faccio mio, ad uso dei naviganti, il saggio consiglio:"Avviso al governo:non c'è più nulla da tassare" di Ettore Gotti Tedeschi, che di economia capisce molto più dei bocconiani: "Siamo certi di avere capito male, e siamo certi che alcune informazioni sono “messe in giro” artatamente per confondere, ma vorremmo dare un piccolo contributo per ricordare ciò che non è giusto ed opportuno fare qualche manovra economica “di sopravvivenza” o di dimostrazione di saper esser shockanti, secondo i dictat della Commissione di Bruxelles. Anzitutto vorrei premettere che l’espressione “tassare” dovrebbe essere cancellata nel nostro Paese sovratassato. Vorrei spiegare che pensare di tassare ancora qualcosa e qualcuno non serve a nulla, neppure alla Commissione europea. Si abbia il coraggio di chiamare le azioni (sbagliate) con il loro nome: trasferimento. Voglio dire che le tentazione di Bruxelles è di imporre agli italiani il trasferimento del risparmio privato a copertura del debito pubblico. Il contrario esatto di ciò che hanno fatto gli Usa dal 2008 a oggi, che hanno invece trasferito il debito privato al pubblico che lo ha “nazionalizzato”. Riuscendo così ad avviare pian piano la ripresa. Noi no. Noi abbiamo il risparmio che per Bruxelles deve garantire il debito publico ed ora l’Europa vuole che questa garanzia sia trasformata in minor debito per l’euro. Così ci priviamo dell’unica risorsa che avevamo per fare sviluppo economico, unica via per risanare il debito pubblico e crescere l’occupazione, consumi ecc. Bravi noi. Per “risanare” i conti sappiamo fare solo la cosa più facile e stupida: tassare. Ma ormai non c’è più tanto da spremere. È vero, c’è il risparmio: il nostro petrolio. Ma dovete proprio pensare di utilizzarlo per mantenere o persino crescere la spesa (spreco) pubblica gestita da burocrati la cui competenza e lungimiranza ci lascia sempre più dubbiosi? Vediamo cosa forse si sta pensando di fare: Tassazione rendite finanziarie. Magari non è chiaro: tassare le rendite finanziarie di chi ? Anzitutto se per rendita finanziaria ci riferiamo a quella generata dal risparmio investito, ricordiamo che detto risparmio è già frutto della tassazione del reddito che l’ha generato. Poi non mi pare ci siano grandi rendite da tassare. A tassi zero e mercati così volatili, il risparmio fatica ad essere preservato. Anzi, grazie all’inflazione vera e taciuta il rendimento è negativo, già questo rappresenta una tassa occulta, un trasferimento di valore tra chi è stato virtuoso risparmiando a chi si è sovraindebitato. Imposta di solidarietà sulle pensioni d’oro. Di imposte di solidarietà le pensioni d’oro sono gia piene, forse non lo si sa. Ma poi quali pensioni d’oro? Quelle su cui son stati versati i contributi realmente? Perchè non si ha il coraggio di affrontare questo tema andando a intervenire semmai su quelle pensioni dove la contribuzione proporzionata non c’è mai stata? Chiamatele come volete, ma non toccate le pensioni d’oro, argento o altro, frutto del lavoro vero e della contribuzione vera dei lavoratori.Patrimoniali varie. È la tentazione degli incapaci. Per favore cacciate questa tentazione. Ridurre il debito pubblico con patrimoniali significa permettere di ricrescerlo subito dopo. Inoltre il patrimonio degli italiani può ben esser utilizzato in altro modo per fare sviluppo ed occupazione. Non lo si consegni mai in mano a burocrati statalisti, per carità. Se gli addetti ai lavori desiderano avere suggerimenti gratuiti, senza rischiesta di tornaconto, prego, si rivolgano alla redazione di Nuova Bussola Quotidiana. Potremo orientare con la nostra bussola anche decisioni economiche di governo."