Sciopero nazionale: il venerdì nero dei trasporti

Stop di 24 ore deciso dai sindacati. Disagi in tutto lo Stivale, garantite le fasce orario di maggior utilizzo dei mezzi pubblici

Dopo tre rinvii è stato confermato per oggi lo sciopero nazionale di 24 ore nel trasporto pubblico locale.

Si profila un venerdì nero per chi si sposta in città e in aereo; i piloti di Alitalia aderenti ad Anpav, Avia e Anpac incroceranno le braccia per 4 ore, dalle 12 alle 16.

Lo stop si svolgerà con la garanzia dei servizi minimi indispensabili nel rispetto delle fasce orarie previste dagli accordi locali. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti e Faisa Cisal spiegano che "la decisione della protesta è dovuta alla persistente incertezza sul quadro complessivo delle risorse finanziarie destinate al trasporto locale ed al mancato avanzamento del negoziato per il rinnovo contrattuale".

In assenza del contratto scaduto il 31 dicembre 2007 e per effetto della contrazione delle risorse finanziarie destinate al settore, hanno denunciato le organizzazioni sindacali, nel corso dell'ultimo triennio si è ridotto sensibilmente ed è peggiorato il servizio offerto; sono aumentate le tariffe e, parallelamente, si sono moltiplicate le vertenze sindacali aziendali, con la disdetta da parte di numerose aziende degli accordi, con diversi casi di pagamento ritardato degli stipendi e, soprattutto a partire da fine 2011, con crescenti difficoltà nella tenuta dei livelli occupazionali.

Le modalità di sciopero nelle principali città italiane prevedono la garanzia del servizio in queste fasce orarie: a Milano da inizio servizio alle 8.45 e dalle 15 alle 18; a Roma da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17.30 alle 20; a Torino da inizio servizio alle 9 e dalle 12 alle 15; a Genova da inizio servizio alle 9.30 e dalle 17 alle 21; a Venezia da inizio servizio alle 9 e dalle 16.30 alle 19.30; a Bologna da inizio servizio alle 8.30 e dalle 16.30 alle 19.30; a Napoli da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17 alle 20; a Bari da inizio servizio alle 8.30 e dalle 12.30 alle 15.30; a Palermo da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17.30 a fine servizio ed a Cagliari da inizio servizio alle 9.30, dalle 12.45 alle 14.45 e dalle 18.30 alle 20.