DOPO GLI SCONTRI DI BRESCIA La proposta del Pdl: tre anni a chi blocca una manifestazione

Da uno a tre anni di carcere e fino a 2.500 euro di multa per chi «impedisce o turba» una manifestazione o riunione politica. Aggravante con la «reclusione da due a cinque anni» se il contestatore è un pubblico ufficiale. È quanto prevede una proposta di legge presentata alla Camera dal deputato Pdl Ignazio Abrignani. L'iniziativa era già stata annunciata nei giorni successivi agli scontri avvenuti durante la manifestazione del Pdl a Brescia lo scorso 11 maggio. L'intenzione è scoraggiare aspiranti contestatori o disturbatori delle future iniziative di piazza del Pdl, così come di ogni altra forza politica.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 11/07/2013 - 08:17

In una vera democrazia le libertà di stampa e di parola rappresentano un bene di valore superiore, quindi tale da giustificare anche misure repressive per chi le voglia ostacolare. Tali libertà, per altro, devono essere esercitate nel pieno rispetto delle leggi e delle persone. Credo che a tali principi, tutelati dalla Costituzione, si debba convenire indipendentemente dalla propria fede politica.