Se il Cav è cotto perché tutti lo temono?

I nemici di Berlusconi, terrorizzati dall’idea che si ricandidi, lo danno per vinto. Ma il giudizio spetta agli elettori

La notizia che Silvio Ber­lusconi ha (o avrebbe) deciso di fare macchi­na indietro e tornare in politica in qualità di candidato premier del centrodestra, co­m’era scontato, ha suscitato nello schieramento avversario reazio­ni più o meno scomposte e com­menti improntati a indignazione, per non dire di peggio. Secondo qualcuno, i grandi leader europei sarebbero preoccupati: temono che col Cavaliere ancora sulla sce­na la situazione politica italiana possa complicarsi al punto da pre­giudicare la stabilità continenta­le. Tutto ciò ci sembra strano, ma ne prendiamo atto. Qualcosa co­munque non quadra. Ascoltando e leggendo le dichiarazioni di per­sonaggi della sinistra nostrana si rimane basiti: il fondatore del Pdl ormai è cotto, ha perso grinta e fan­tasia, le sue idee, ammesso ne ab­bia, sono tramontate, non convin­cono più nessuno. In breve: l’uo­mo non avrebbe alcuna probabili­tà di risalire ai vertici. Poniamo che questi giudizi non siano campati in aria e destinati a trovare conferma nelle urne il prossimo anno, quando si andrà a votare. Nel caso, i detrattori del­l’ex premier dovrebbero festeggia­re la sua ridiscesa in campo, felici di dover competere con uno scon­fitto in pectore . Molto meglio combattere contro un Pdl guidato da un signore stanco che non contro un Pdl condotto da un comandante fresco, lungi­mirante, pieno di energie e di immaginazio­ne. Anziché stracciarsi le vesti e addirittura deridere il Cavaliere redivivo, i progressisti dovrebbero essere felici di averlo davanti barcollante e di potersene sbarazzare sen­za fatica.

Chissà perché, viceversa, ostentano di­sgusto come usavano certi pugili che, sali­ti sul ring, si insultavano a sangue, ancor prima del gong, nel puerile tentativo di vincere il match a parole invece che a pu­gni. Sottovalutare e disprezzare l’antago­nista in realtà è segno di debolezza, rivela un terrore inconscio di esserne travolti. Quando Pier Luigi Bersani afferma che il rientro di Berlusconi è una sciagura, non si rende conto di dire una bestialità: non tocca a lui emettere sentenze, bensì agli elettori.
In democrazia, piaccia o no, sono i voti a decretare chi vince. E se il segretario del Pd si misurasse con un rivale debole non sarebbe per lui una disgrazia, ma una for­tuna. Il problema è che la fortuna bisogna guadagnarsela evitando anzitutto di ren­dersi ridicoli,mentre Bersani in questa fa­se, corteggiando Pierferdinando Casini e osteggiando Matteo Renzi, traccheggian­do sulle alleanze con Nichi Vendola e An­tonio Di Pietro, mostra di assomigliare di più alla caricatura che ne fa il comico Mau­rizio Crozza che a un leader di partito.
A proposito, un paio di giorni fa, Miche­le Serra ha scritto sulla Repubblica un cor­siv­o in cui osservava che il copione del Ca­valiere, vecchio di vent’anni, è scaduto e improponibile. Può essere che il brillante giornalista abbia ragione.Ma gli consiglie­rei di dare un’occhiata a quello di Bersani, se è in grado di recuperarne una copia, ciò che a noi non è riuscito facendoci nascere il sospetto che non esista neppure l’origi­nale.
Abbiamo l’impressione che la sinistra, data la minaccia dei grillini, sia costretta alla fine - se non muta la legge elettorale ­ad adottare la formula Romano Prodi, falli­ta due volte: tutti i progressisti nella mede­sima coalizione. È questo il copione gradi­to a Serra? Sarebbe questa la novità politi­ca che fa risaltare l’inadeguatezza di Berlu­sconi? Se è così, molti italiani penseranno che peggio del centrodestra c’è solo il cen­trosinistra. E sceglieranno il male minore. 

Commenti

idleproc

Dom, 15/07/2012 - 19:17

Se il Berly è cotto, gli altri sono sfracichi. Il problema è che a mio giudizio ha sbagliato totalmente strategia accodandosi al tentativo di salvataggio di un sistema finanziario e multinazionale euro-globale e a non studiare una exit-strategy per l'Italia sia economica e geopolitica. Ha la fissa del "liberale" in economia, quando si dovrebbero usare strumenti opposti. Come se non lo sapesse, in un mondo di monopoli e similari la cosa fa ridere i polli. Non può contrastare nulla in quanto gli piace troppo far l'imprenditore e questo gli impedisce di diventare uno statista Italiano. Conta anche la compagnia che uno si sceglie, sono davvero cialtroni. Anche Galan e Brunetta, possono solo che starsi zitti e Casini? suvvia...

francolucini

Dom, 15/07/2012 - 19:25

Qualcuno ha detto che è agghiacciante se il Cav si ripropone ma non pensa che è molto IMBARAZZANTE che lui (Bersani) sia ancora presente non è giunta l'ora che torni a casa ?.

benny.manocchia

Dom, 15/07/2012 - 19:29

Feltri fa sempre centro.I comunisti lo aiutano perche' sono i gran fessi d'italia.Ma loro on lo sanno. Un italiano in USA

benny.manocchia

Dom, 15/07/2012 - 19:27

Feltri fa sempre centro.I comunisti lo aiutano perche' sono i gran fessi d'italia.Ma loro on lo sanno. Un italiano in USA

Cristina Ulcigrai

Dom, 15/07/2012 - 19:37

Penso che Silvio Berlusconi sia pieno di grinta,fantasia e di sicuro diffonde idee non tramontate;non penso che Silvio Berlusconi sia cotto non è una torta.Un saluto Cristina.

pickwick

Dom, 15/07/2012 - 19:47

Soo strafelice. Lo votero' a due mani. E pensate che sono sempre stato UDC.

pickwick

Dom, 15/07/2012 - 19:49

Soo strafelice. Lo votero' a due mani. E pensate che sono sempre stato UDC.

Ritratto di megadream

megadream

Dom, 15/07/2012 - 19:51

vinceremo!!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Dom, 15/07/2012 - 19:53

Perchè se tornasse ci sarebbero altri 5 anni di processi, festini e nulla di fatto sul fronte Italia, ce ne siamo già dimeticati? Gli abbiamo dato fiducia, ha fallito, ora a casa.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 15/07/2012 - 19:55

Lo temono perchè è più in gamba di loro anche se ultimamente di sbagli ne ha fatti molti, sbagli che portano acqua al mulino dei cialtroni sinistri. La battuta sul voler ritornare alla Lira per esempio, non ci voleva. Lui lo sa benissimo che una new Lira varrebbe come la carta igienica usata e allora perchè dire fregnacce del genere? Se non vuol perdere elettori anzi se vuole ricuperare quelli persi, affermi in modo incontrovertibile che lui è per l'Euro e per l'unione politica deell?Europa. Solo così potrà risalire nella simpatia della gente altrimenti il suo tracollo sarà irreversibile.

Jonovan

Dom, 15/07/2012 - 20:15

Caro feltri,il problema tutto di sinistra è che il Berlusca ha un carisma innato. per noi invece il problema consiste in una semplice domanda. "stavolta lo saprà ben usare senza cadere nelle trappole che la sinistra le starà già preparando?"Jonovan

caron

Dom, 15/07/2012 - 20:30

a mio parere sono tutti cotti e stracotti compresi i grillini devono tutti ritornare a casa.......

Barbadifrate

Dom, 15/07/2012 - 20:45

Hanno dimostrato quanto temano ancora il loro "concorrente nemico". Stanno già affilando le armi per farci la guerra parlando di libertà.

Cosean

Dom, 15/07/2012 - 20:56

Feltri; sarà più o meno 18 anni che le dicono che il problema è perche controlla la TV (Informazione) e lei se ne esce con questa domanda? Ma ci sta anche a prendere per il culo o è veramente scarso di comprendonio? Chi maneggia l'opinione pubblica può da un momento all'altro.... maneggiarla! (Ma è esattamente quello che sta facendo lei con questa domanda)

Ritratto di Cavaliere della notte

Cavaliere della...

Dom, 15/07/2012 - 21:00

Compagno gargamella,fifa hè, stà tornando il tuo incubo peggiore

igiulp

Dom, 15/07/2012 - 21:01

Bersanoff farebbe bene a pensare ai cavoli suoi visto che in casa sua i problemi non mancano. Nel PDL dovranno sparire tutti quei gaglioffi che hanno condizionato l'operato del governo PDL-Lega.

blekdog

Dom, 15/07/2012 - 21:09

Caro Presidende , sarebbe il caso di lasciar perdere e fare il Padre fondatore della ns povera Italia , mettendo veramente mano alle riforme che ci ha sempre promesso ed a quella rivoluzione liberale che noi del centro-destra avevamo identificato con Lei . lanci le primarie , lasci spazio ai vari Alemanno , Alfano ...

Sapere Aude

Dom, 15/07/2012 - 21:17

Lo temono perché sono peggio del Cavaliere, tutto qui. E non è motivo per rallegrarsene visto come siamo messi. Cerco di guardare oltre i soliti noti, e vedo il vuoto assoluto. Tuttavia non me la sento di rivivere i psicodrammi che hanno contraddistinto l’ultima sua (Berlusconi) ‘esibizione’. Feltri, glielo dica di lasciar perdere, per favore. Tanto siamo destinati a toccare il fondo. È meglio che sia la sinistra a condurci nel burrone: sarebbe il coronamento della marcia cominciata con Togliatti all’inferno; e il modo per liberarsi di una sinistra che quando può non fa mistero di essere stata comunista con orgoglio.

Jonovan

Dom, 15/07/2012 - 21:19

Caro feltri,il problema tutto di sinistra è che il Berlusca ha un carisma innato. per noi invece il problema consiste in una semplice domanda. "stavolta lo saprà ben usare senza cadere nelle trappole che la sinistra le starà già preparando?"Jonovan

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Dom, 15/07/2012 - 21:34

è che stare appresso alle cariatidi come lui, Bersani, bossi, Di Pietro e compagnia cantante è la solita perdita di tempo per il paese. Meglio dargli un calcione come merita.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Dom, 15/07/2012 - 21:38

Se i comunisti sono i fessi d'Italia lei probabilmente è il jerry Lewis degli USA. Eh? Picchiatello?

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Dom, 15/07/2012 - 21:40

e'strano che un Berlusconi debba tornare a candidarsi premier dopo aver lasciato , questo pero' dimostra come in precedenza abbia determinato un limite carismatico che nessuno riesce a raggiungere , quindi il sentimento di tristezza e' prorpio che nel panorama politico di destra o di sinistra qualsiasi altro uomo alla guida del paese rappresenterebbe una scommessa, un esperimento ,un salto nel buio, senza garanzie che solo Berlusconi oggi puo' offrire , o la meno peggiore alternativa risulterebbe lasciare il paese ibernato nelle attuali mani di Monti e tornare possibilmente alle urne a Monti morto,oppure mummificarlo con quel ghigno e farlo continuare a governare anche da morto ,,,poiche' gli effetti sarebbero identici---

Jonovan

Dom, 15/07/2012 - 21:59

Caro feltri,il problema tutto di sinistra è che il Berlusca ha un carisma innato. per noi invece il problema consiste in una semplice domanda. "stavolta lo saprà ben usare senza cadere nelle trappole che la sinistra le starà già preparando?"Jonovan

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Dom, 15/07/2012 - 22:32

Caro Feltri, lei scrive di Bersani "...In democrazia, piaccia o no, sono i voti a decretare chi vince..." sono sicuro che sappia che i comunisti non conoscono la Democrazia ed il significato della parola altrimenti non direbbero bestialità.

Ritratto di Lorenzo Mazzi

Lorenzo Mazzi

Dom, 15/07/2012 - 22:44

in merito alla decisione del GRANDE SILVIO, ho letto i commenti dei vari Pierdy Cazzini, Orchidea bindi e compagni vari che l'hanno definita con sarcasmo novità. Infatti sono loro la novità per l'Italia, vorrei chiedere alla bindi da quanti anni è presente in parlamento (senza aver mai prodotto una beneamata cippa) e lo stesso a quel cervello misero di Cazzini. Se Silvio deve andare in pensione, care zucche vuote, voi dovreste cominciare a lavorare, visto che da decenni occupate poltrone e posti in parlamento assolutamente improduttivi. Prima di parlare frugate nelle vostre saccocce, fannulloni!

winston1968

Dom, 15/07/2012 - 23:14

dopo 20 anni di politica all'arrembaggio, ci eravamo illusi ed avevamo sperato che silvio Berlusconi avrebbe cambiato le cose. Perchè credergli ora? solo perchè non ci sono alternative ma di concreto vedo poco.

Fabrizio Di Gleria

Dom, 15/07/2012 - 23:16

Dott.Feltri, questi Sinistri e Compagnia suonante stonata, appena hanno saputo della ridiscesa in campo di Berlusconi se la stanno facendo sotto. Berlusconi lo hanno dato sempre per morto e sepolto, e poi e sempre risorto, non sarà il Dio che cercano tutti ?. Le auguro Buon lavoro.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Lun, 16/07/2012 - 00:51

l'ignoranza degli IMBECILLI che per venti anni hanno votato per il nanetto e che ,probabilmente,visto che in testa hanno solo osso, lo rivoterebbero...

Ritratto di nestore55

nestore55

Lun, 16/07/2012 - 01:03

Caro Dott. Feltri, se il Presidente fosse come lo descrivono, non ne parlerebbero. Purtroppo, con il ritorno a tempo pieno in politica del Presidente Berlusconi, mi aspetto anche il rientro delle truppe dei meharisti delle solite procure...Spero di sbagliare...Cordialità, E.A.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 16/07/2012 - 01:15

E' ricominciato anche da queste pagine il tormentone degli insulti al grande nemico pubblico n°1 dei trinariciuti. Si capisce dalla violenza delle loro parole che ne hanno veramente paura. Ebbene signori rossi, ci vedremo alle urne. Per ora sfogatevi pure con le vostre "agghiaccianti" contumelie.

brunog

Lun, 16/07/2012 - 04:34

Bersani e' gia' in fibrillazione al solo pensiero di trovarsi Berlusconi davanti un'altra volta. Quando nel novembre 2011 la congiura di palazzo costrinse Berlusconi a farsi da parte, mi sarei aspettato che a sostituirlo fosse Bersanov, invece in sintonia con il kompagno Napolitano tirano fuori Monti, i proletari che si affidano a un banchiere per governare il paese e' il colmo. Credo che Bersani governera' quando non ci sara' opposizione, dubito che questo possa succedere, intanto farebbe meglio andare al mare con la Rosy.

papeppe

Lun, 16/07/2012 - 07:33

La sinistra ha ampiamente dimostrato che non aveva capito niente della crisi. Davano la colpa a Berlusconi e ora con Monti dopo tanti ulteriori sacrifici siamo con lo spread allo stesso livello. Il presidente Monti ha continuato quanto gia fatto dal precedente governo Berlusconi in tema di risanamento dei conti. L'elettore certamente riconoscerà a Berlusconi di essersi dimesso per far capire agli Italiani che la sinistra diceva solo sciocchezze e che quelle chiacchiere erano di grave danno per l'Italia. Loro non si sarebbero mai dimessi. Hanno ragione di preoccuparsi.

Carlo Mario

Lun, 16/07/2012 - 08:50

L'immagine del Cav è talmente compromessa che ... beh, vedremo anzi, vedrà !

Ritratto di paolozx

paolozx

Lun, 16/07/2012 - 08:53

più che cotto direi strafatto

Al2011

Lun, 16/07/2012 - 09:22

Io ERO un elettore di Berlusconi, dal 1994 al 2008. Proponeva un programma liberale, con meno tasse e tagli agli sprechi della pa. Dopo 18 anni è riuscito a ribaltare tutto, e a sostenere perfino un governo (Monti) voluto da un ex comunista (Napolitano) che ha UCCISO le aziende e le famiglie, tassando tutto (perfino la benzina) e senza tagliare quasi niente (a parte le pensioni di chi già le aveva basse). Basterebbe questo x dire che Berlusconi non ha alcuna credibilità politica. Lui o Alfano è uguale. Non lo voterei manco mi offrisse 100.000 euro! Per poi rivedere i "nuovi" Cicchitto, Gasparri, Letta, Tremonti, ecc., ecc., per carità! Andate a casa!!! Dopo 10 anni i politici devono andarsene!!!

antonin9421

Lun, 16/07/2012 - 09:48

E' proprio costui, il 'bersani', 'terrorizzato' 'impietrito' 'paralizzato' 'agghiacciato(?)' dall'idea di doversi confrontare ancora con Berlusconi, perché consapevole di valere meno di un sovratacco consumato di una vecchia scarpa del Cav.

antonin9421

Lun, 16/07/2012 - 09:52

E' proprio costui, il 'bersani', 'terrorizzato' 'impietrito' 'paralizzato' 'agghiacciato(?)' dall'idea di doversi confrontare ancora con Berlusconi, perché consapevole di valere meno di un sovratacco consumato di una vecchia scarpa del Cav.

antonin9421

Lun, 16/07/2012 - 09:51

E' proprio costui, il 'bersani', 'terrorizzato' 'impietrito' 'paralizzato' 'agghiacciato(?)' dall'idea di doversi confrontare ancora con Berlusconi, perché consapevole di valere meno di un sovratacco consumato di una vecchia scarpa del Cav.

antonin9421

Lun, 16/07/2012 - 09:52

E' proprio costui, il 'bersani', 'terrorizzato' 'impietrito' 'paralizzato' 'agghiacciato(?)' dall'idea di doversi confrontare ancora con Berlusconi, perché consapevole di valere meno di un sovratacco consumato di una vecchia scarpa del Cav.

soldellavvenire

Lun, 16/07/2012 - 09:54

beh? che c'è di male? anch'io sono candidato premier: ed i miei sondaggi mi danno favorito! comunque sarà una bella sfida, ho acquistato personalmente una bella fetta dell'informazione a lui avversa, e il primo atto del mio governo sarà una tassa sulle concessioni tlc, diciamo del 49%: debito pubblico addio!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 16/07/2012 - 10:15

Lo temono perchè ha tante TV e tanti soldi che gli italiani gli hanno permesso di avere. Il timore è Europeo perchè tutti conoscono l'incapacità di berlusconi a dirigere una nazione perno per la comunità europea. Temono la sua incapacità ed immoralità, inutile deviare i discorsi. Si vuole un capo di stato che se prende una multa per divieto di sosta si dimette e quindi sia portatore di rigore non di olgettine. Per questo le agenzie di rating ci hanno declassato, perchè temono che gli italiani non siano in grado di bloccare questo venditore ambulante. A settembre di nuovo tutti in piazza

Giovanmario

Lun, 16/07/2012 - 10:21

Avevano brindato per intere settimane.. convinti di essere stati i veri fautori della caduta di Berlusconi.. quelli de la7.. da Mentana alla Gruber.. e in mezzo i conduttori di omnibus.. ormai non ne parlavano più nelle loro trasmissioni.. se l’erano tolto dalla testa questo loro incubo ..convinti di aver posato un enorme macigno sulla politica italiana e su uno che la politica l'ha trasformata.. rendendola forse più amabile o, comunque, più comprensibile dal popolo.. invece la notizia dei giorni scorsi gli ha sconvolti.. ha scompigliato tutti i loro palinsesti e i loro "malintenti" e ora si preparano a tornare in trincea.. sciorinando le solite castronerie su Berlusconi e il pdl.. poveri illusi..

Giovanmario

Lun, 16/07/2012 - 10:24

Avevano brindato per intere settimane.. convinti di essere stati i veri fautori della caduta di Berlusconi.. quelli de la7.. da Mentana alla Gruber.. e in mezzo i conduttori di omnibus.. ormai non ne parlavano più nelle loro trasmissioni.. se l’erano tolto dalla testa questo loro incubo ..convinti di aver posato un enorme macigno sulla politica italiana e su uno che la politica l'ha trasformata.. rendendola forse più amabile o, comunque, più comprensibile dal popolo.. invece la notizia dei giorni scorsi gli ha sconvolti.. ha scompigliato tutti i loro palinsesti e i loro "malintenti" e ora si preparano a tornare in trincea.. sciorinando le solite castronerie su Berlusconi e il pdl.. poveri illusi..

Al2011

Lun, 16/07/2012 - 13:30

Non mi frega più! Da ex elettore di Fi nel 1994, fino al Pdl 2008, dico solo: ora basta! Era partito con un programma liberale e moderno( - tasse e - sprechi) ed ha finito per tenere in piedi il governo voluto da un comunista (Napolitano) e che ha messo + tasse di ogni altro,senza tagliare alcuno spreco. Votarlo per cosa? Perchè faccia l'alleanza con Casini? Per vedere sempre Cicchitto, Gasparri, Larussa, ecc.? A tutto c'è un limite!