Se Grillo ha le palle io ci sto

La verità è che il Quirinale è diventato una torre d'avorio, dove non si recepiscono più i fremiti della società

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

Ma un presidente della Repubblica può legare il suo mandato alla sopravvivenza di un governo, quello di Enrico Letta, o di una maggioranza, quella delle larghe intese? Il peccato originale della seconda volta di Giorgio Napolitano è tutto in quel ventilare, quel far intendere in via subliminale, quell'annuire indiretto, che la fine di questo governo e di questa maggioranza si sarebbe portata dietro anche la fine della sua permanenza al Quirinale. Uno strappo quasi definitivo. Il passaggio, surrettizio, da una Repubblica parlamentare a una Repubblica semipresidenziale. In questo modo il capo dello Stato da garante dell'intero Parlamento ne è diventato solo di una parte e, soprattutto, è diventato il vero capo del governo. Ora che il quadro politico delle larghe intese è venuto meno, infatti, anche Napolitano rischia di pagare dazio. È fatale. E lui si arrabatta come può per salvare il salvabile. Per tenere in vita un'esperienza di governo che ha divorziato con la maggioranza del Paese, che ha fallito su tutto: non ha rilanciato l'economia; le riforme costituzionali sono ferme al capolinea; l'impegno alla pacificazione è rimasto lettera morta. Anzi, un colpo di Stato ha cacciato dal Parlamento l'unico leader politico che vi era rimasto, cioè Berlusconi (Renzi e Grillo non vi sono mai entrati). La verità è che il Quirinale è diventato una torre d'avorio, dove non si recepiscono più i fremiti della società. È sordo.

La consulta ha abrogato il Porcellum, delegittimando in un colpo solo il Parlamento, e dietro a esso il governo, il capo dello Stato e se stessa, cioè tutti gli organismi istituzionali che traggono la loro legittimazione dalle Camere e lui va avanti come se niente fosse: secondo Napolitano l'attuale Parlamento invece di approvare una nuova legge elettorale e andare subito al voto, può occuparsi anche delle riforme e rilanciare l'economia. E da chi sarebbe legittimato? Ovviamente da lui: un capo dello Stato che, nella sua pervicacia, si è incoronato re. Ma in fondo la metamorfosi di cui parliamo è avvenuta da tempo: se per nessuno, neppure per il capo del governo, vale il legittimo impedimento, al nuovo sovrano, invece, basta far sapere che non ha nulla da dire sulla trattativa Stato-mafia per evitare una deposizione davanti al Tribunale di Palermo. O, ancora, mentre sono pubblicabili le intercettazioni di qualsiasi cittadino italiano - sia premier, capitano d'industria, generale dei carabinieri poco importa -, lui, il sovrano, scomodando la solita Consulta come sempre pronta all'uopo, ha preteso che le registrazioni delle telefonate tra lui e Mancino fossero bruciate. Naturalmente il capo dello Stato lo ha fatto appellandosi a quella Costituzione che secondo Grillo e i suoi seguaci ha violato. Per cui se il comico che si è fatto politico chiederà l'impeachment del sovrano, c'è da valutare attentamente le motivazioni. E se sarà convincente - come io credo - sarò pronto a dire sì: meglio questa vecchia Repubblica mezza ammaccata, che una strana monarchia.

Commenti

Gianfranco Rebesani

Sab, 07/12/2013 - 08:56

Senza aspettare la richiesta di impeachment da parte di Grillo,meglio, di uno dei "suoi", perchè non la presenta immediatamente un deputato di Forza Italia? Anche Lei on.le Minzolini la potrebbe presentare, invece di aspettare di votarla quando e se un grillino la presenterà?? Ordini di partito glielo impediscono? Forse per ragioni politiche che a me sfuggono teme di coinvolgere Berlusconi in questa sua iniziativa personale? E' tempo di tirar fuori le palle, anche se non fossero di "steel" come quelle di Letta, ed essere un poco spregiudicati come, da sempre, la sinistra usa fare. Napolitano non è mai stato Presidente della Repubblica, ma sempre e solo presidente di una ben nota parte di essa e non solo in questi ultimi tempi.

nino47

Sab, 07/12/2013 - 09:32

E' tutto comprensibile, ma rimane il fatto che la sinistra ha sempre piegato alla convenienza del momento, sentenze, regolamenti, leggi e quantaltro. Nè questa volta verrà meno al suo identikit!!!

LAMBRO

Sab, 07/12/2013 - 09:43

CERTO CHE IL GARANTE DELLA COSTITUZIONE L'HA VIOLATA ... ASSUMENDO VALENZA POLITICA E DI GOVERNO E NEGANDO I DIRITTI DEL CAV. IN TEMA DI DECADENZA...... !!! IMPEACHMENT E' IL MENO CHE SI POSSA FARE... E SUBITO!!

LAMBRO

Sab, 07/12/2013 - 09:45

SE IL COLLE VUOLE LA RIVOLTA SOCIALE L'AVRA' !!! LO VEDREMO IL 9.

LAMBRO

Sab, 07/12/2013 - 10:10

CHISSA' COME MAI IL PROCESSO FAZIO-UNIPOL-FASSINO-CONSORTE-D'ALEMA-BNL E' FINITO CON LE SANTIFICAZIONI? MA GUARDACASO CHI HANNO CONDANNATO PER AVERE INDOTTO ALLA PUBBLICAZIONE DELLA NOTIZIA.....INDOVINATE ?? CERTO CHE LA NOTIZIA NON DOVEVA TRAPELARE PERCHE' GLI ITALIANI...NON HANNO IL DIRITTO DI SAPERE...MEGLIO SE CON IL CERVELLO ALL'AMMASSO...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 07/12/2013 - 11:04

Sen.Minzolini,lei ha rieletto napolitano,oggi lo vuol accusare di alto tradimento?presenti la richiesta di impeachment senza aspettare che altri,che napolitano non lo hanno votato,facciano i fatti ed a lei restano le solite chiacchiere.

vince50_19

Sab, 07/12/2013 - 11:21

"La verità è che il Quirinale è diventato una torre d'avorio, dove non si recepiscono più i fremiti della società." Pensiero condivisibile, soprattutto alla luce del fatto che anche i partiti sono abbastanza slegati dalle necessità della gente, tesi come sono - i loro rappresentanti - alla conquista della cadrega, "indirizzati" a un presidente che fa il presidenzialista in una repubblica parlamentare, dettando il programma al suo vice pisano che, quando va in apnea, corre subito dalla "mamma" per farsi dare utili consigli. E poi c'è chi si ostina a non vedere che questi comportamenti non sono proprio in linea con il dettame costituzionale, ovvero ci si mette nelle mani di chi non ha il potere se non quello garantito dagli artt. della costituzione enucleati nella parte seconda, titolo secondo. Sarebbe ora di mettere le carte in tavola sul serio e smetterla di credere che la gente sia boccalona ed ignorante che beve qualsiasi "ricetta" come un vino prelibato. I rischi che si corrono in itinere, se si mantiene questo comportamento a volte "consigliato" da personaggi extra moenia, sono veramente seri, pregiudizievoli per la stabilità del nostro paese.

enzo1944

Sab, 07/12/2013 - 11:24

La coscienza di questo vecchio comunista,è sempre e solo stata sporca!...e lo sarà per sempre!......Ma presto,davanti al Padreterno,la finirà di mentire e di agire sottobanco,facendo sempre il gioco delle 3 carte,barando,mentendo e facendo le sue porcherie politiche(e d'affari)!!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 07/12/2013 - 11:26

IMPEACHEMENT SUBITO! I trinariciuti lo chiesero per Leone e per Cossiga, perché noi non possiamo chiederlo per Napolitano no??

orso bruno

Sab, 07/12/2013 - 11:30

Mandiamolo a casa!

Zizzigo

Sab, 07/12/2013 - 11:47

C'è un potere che blocca la libera iniziativa dei parlamentari, altrimenti il Presidente stratosferico, sarebbe già scomparso dalla scena... sembra che tutti abbiano grandissima paura di quel potere, ma questa situazione è ricattatrice e contraria alla vita democratica del Paese!

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Sab, 07/12/2013 - 11:50

Napolitano è una cloaca d'uomo ma se l'alternativa è M5S con il suo "ideologo" Bocchi in alleanza con una Forza Italia guidata da un ottuagenario condannato.... mi sa che alla fine Renzi sarà il minore dei mali....

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 07/12/2013 - 11:51

O Berlusca... se hai le palle perchè non lo proponi tu l'impeachement??? Preparati però a spiegarci perchè hai caldeggiato la sua rielezione anche dopo il "colpo di stato" con Monti.

Ritratto di lectiones

lectiones

Sab, 07/12/2013 - 11:55

Se Grillo ha le palle io ci sto La verità è che il Quirinale è diventato una torre d'avorio, dove non si recepiscono più i fremiti della società. Nella tradizione giudaico-cristiana, la torre d'avorio è simbolo di nobile purezza. Si trova nel Cantico di Salomone ("Il tuo collo è come una torre d'avorio") ed era inclusa nel XVI secolo fra gli epiteti di Maria nelle Litanie lauretane (nella locuzione latina turris eburnea), sebbene l'immagine fosse in uso molto prima, almeno sin dalla rinascita mariana del XII secolo. Appare occasionalmente nelle arti figurative, specialmente nelle rappresentazioni della Madonna nell'hortus conclusus. Anche Virgilio inserisce quest'immagine nell'Eneide (VI, 893-896): "Sono due le porte del Sonno, di cui una si dice fatta di corno, da cui è data una facile uscita alle vere ombre: la seconda, brillante, fatta di splendente avorio, ma gli spiriti mandano al cielo falsi sogni." Oggi infatti la torre d'avorio descrive uno spazio metafisico di solitudine e santità disconnesso dalla realtà quotidiana, dove risiedono gli scrittori idealistici e dove sono considerati risiedere anche alcuni scienziati. Giorgio? CF

Mr Blonde

Sab, 07/12/2013 - 11:58

inizia a ridarci i soldi delle spese pazze alla rai

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 07/12/2013 - 11:59

E allora cosa aspettate? Svegliatevi o vi cucinano a fuoco lento. Il vecchio comunista golpista deve passare gli ultimi suoi giorni come un inferno.

futuro libero

Sab, 07/12/2013 - 12:11

LAMBRO lei ha ragione ora che tutti sono abusivi il popolo sovrano deve prendere le redini.Forza Italia e M5S devono lavorare insieme e fare la richiesta insieme.Fatta da un partito solo non andrebbe avanti nemmeno di un passo,ci vuole un grande numero per avere successo altrimenti non serve a niente,anzi sarebbe peggio perchè ricordiamoci che napolitano,anche se abusivo,è sempre il presidente del CSM e può far fare ciò che vuole. Ecco perchè la richiesta deve essere fatta insieme

comase

Sab, 07/12/2013 - 12:15

Vattene via vecchio prima che sia troppo tardi

Maria Teresa Pi...

Sab, 07/12/2013 - 12:26

Che cosa ci si poteva aspettare dal vecchiaccio?? Da lui che andò a benedire i carrarmati russi in Ungheria non ci si poteva certo aspettare che favorisse la destra o che aiutasse in qualche modo Berlusconi che è veramente l'unico leader politico in Italia, gli altri sono solo dei fantocci mossi dal partito dei soldi (PD) e degli inciuci. Fatelo fuori, decaduto Berlusconi spero decadano tutti veramente come un castello di carte. E' ora che vada in pensione (e che pensione!!!). Lui, l'artefice di tutti i mali italiani dell'ultimo anno e mezzo. Lui ha spinto Monti ed il disastro che ne è derivato. Se ne vada, è come un bubbone della peste, può solo fare danni.

fabiou

Sab, 07/12/2013 - 12:29

voglio dire che sul piano umano il presidente napolitano ha aiutato una modesta famiglia italoiraniana che io conosco personalmente. ciò gli fa onore. purtroppo sul piano politico invece è scandaloso. percio deve dire che pure io appoggio l impeachment.

marco m

Sab, 07/12/2013 - 12:57

Minzolini, anche se dubito che questo commento verrà mai pubblicato, le ricordo due cose :se questo parlamento è illegittimo, lo è anche la sua elezione, quindi non dovrebbe votare un bel niente ; se il problema è limitato ai parlamentari eletti con il premio di maggioranza, le ricordo che Napolitano è lì perché è stato voluto e votato anche dal cdx, con ben più dei 148 voti derivanti dal premio di maggioranza. Non è sparando balle che rifonderemo il cdx.

hotmilk73

Sab, 07/12/2013 - 12:59

augusto,smettila,pagliaccio..la verità è che anche silvio ha VOLUTO napolitano,sperando nella GRAZIA..ora che è chiaro che la grazia non c è,date addosso a napolitano...ancora poco,giornalista(?) dei miei coglioni...appena verranno stoppati i finanziamenti all editoria e dovrai cercarti,finalmente,un lavoro VERO

benny.manocchia

Sab, 07/12/2013 - 13:00

Passate i miei commenti. in italiano in usa

xgerico

Sab, 07/12/2013 - 13:03

@Gianfranco Rebesani- No non possono, preferiscono fare i "froci" con il culo degli altri!

Ritratto di vaffa..3...

vaffa..3...

Sab, 07/12/2013 - 13:18

a Beppe non mancano gli ATTRIBUTI, tu come sei messo?

giottin

Sab, 07/12/2013 - 13:31

Per costui, ovvero il re dei barboni, più che un impeachment ci vorrebbe in impicmemt!!!!

agosvac

Sab, 07/12/2013 - 13:37

Di tutto questo articolo, peraltro interessante, vorrei commentare una sola cosa, quella in cui si dice che napolitano ritiene questo governo non solo legittimato ma in grado di fare le riforme. Napolitano vive tra le nuvole: le riforme di cui trattasi sono riforme costituzionali e questo governicchio non ha i voti per farle essendo necessari i voti dei due terzi del Parlamento. Con la fine delle larghe intese i due terzi del Parlamento sono impossibili, tranne che napolitano non pensi che FI sia così scema da votare a favore di un governo che ha contribuito ad epellere dal Parlamento il suo leader oppure che grillo con i suoi grilletti subentri a FI cosa che ha del demenziale!!!

ammazzalupi

Sab, 07/12/2013 - 13:37

FORZA RAGAZZI, è la volta buona che ci liberiamo di questa puzzolente SCORREGGIA IMPAZZITA.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 07/12/2013 - 13:38

W LA RESISTENZA UNGHERESE !!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 07/12/2013 - 13:44

Sono anni che chiedo a qualche politico con sufficiente realistico coraggio di intraprendere questa strada. Non ne possiamo più del soviet sul colle alto. Bravo Grillo, speriamo che metta in atto la proposta.

Silvano Tognacci

Sab, 07/12/2013 - 14:22

questa sera presenzierà alla rappresentazione della sua storia : "Il Traviato" ...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 07/12/2013 - 14:24

@agosvac,se dovesse essere avanzato un progetto di riforma credibile,dire di no per i motivi che lei ha espresso sarebbe una pessima scelta chw potrebbe costare elettoralmente cara agli oppositori "a prescindere".

Ritratto di scandalo

scandalo

Sab, 07/12/2013 - 14:36

il re sole ha fatto una brutta fine insieme a Maria Antonia !! almeno abbia rispetto della sua CLIO e si DIMETTA!!

unosolo

Sab, 07/12/2013 - 14:36

meglio aspettare tempi giusti e non fomentare le esternazioni del Grillo , in questo Paese ITALIA solo alcuni possono dirne male su tutte le alte cariche dello stato gli altri sono condannabili , esperienza insegna ad aspettare lungo le rive , prima o poi passano tutti.

a.zoin

Sab, 07/12/2013 - 15:03

Se questo governo non è valido,vuol dire che il comunista Napolitano, "non è capo di stato. A MENO CHE IL GOLPE SIA STATO FATTO IN TOTALITÀ NON SOLAMENTE CONTRO BERLUSCONI,ma CONTRO GLI ITALIANI". Se ciò è la verità !!! LUNEDI 9-12-13 Passerà alla storia.

Atlantico

Sab, 07/12/2013 - 15:51

I due pagliacci, Grillo e Berlusconi, li vedrei bene insieme. Anche se come comico mi diverte di più Crozza.

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 07/12/2013 - 16:02

Da dx e da sx glielo chiedono, e mi aggiungo anch'io : faccia lei la richiesta di impeachment, cosa aspetta ?

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 07/12/2013 - 16:03

Va a casa, Giorgio ! A CASA !

sale.nero

Sab, 07/12/2013 - 16:27

Caro Napolitano: che fine ingloriosa t'aspetta!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 07/12/2013 - 18:03

Minaccia di dimettersi se cade letta? E un bel CHISSENEFREGA ce lo vogliamo mettere? si dimetta! Sarà un comunista in meno in un posto di potere.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 08/12/2013 - 08:47

mi aggiungo al coro, caro Minzolini, si faccia promotore della richiesta di impeachment a Napolitano, senza aspettare che Grillo scenda in campo. Ma si dice anche il Parlamento è delegittimato e quindi anch'io non posso farlo..." Ma come ? forse che in tempi di golpe si vuole a sottilizzare se sia legittimo o meno fare la rivoluzione? Mi sembra che Lei sia come quel rivoluzionario che per raggiungere il campo di battaglia prende il treno... facendo prima il biglietto!

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 08/12/2013 - 09:45

L'Italia è stata ridotta in una vera e propria "BANANA REPUBLIC", come tale governata da un Presidente incostituzionalmente al potere, eletto da un parlamento dichiarato illegittimo dalla Consulta. L'impeachment richiesto da Grillo è perfettamente in ordine e deve essere eseguito in tempi brevissimi.

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Dom, 08/12/2013 - 11:30

TRE MOTIVI me lo rendono ......... ➀ E' comunista quindi scomunicato ed accetta patacche di ordini "cavallereschi" dello Stato Canaglia vaticano e relative visite al Despota d'oltre Tevere con identità di vedute. ➁ Era proprio necessario nominare SENATORI A VITA tutta quella gente, quando ne abbiamo nominati dal popolo una pletora vergognosa senza uguali nel mondo. ➂ Largo ai giovani: siamo tutti utili, nessuno indispensabile. Giorgio,goditi la pensione del doman non v'è certezza!

pinux3

Dom, 08/12/2013 - 15:41

Ma lo sapete almeno per quali motivi nel nostro ordinamento si può chiedere l'"impeachment"? Non è che lo si può fare perchè il Pres. vi sta antipatico o non ha dato il "salvacondotto" a Silvio. La Cstituzione su questo punto è chiarissima: il PdR può essere messo sotto accusa SOLO per ALTO TRADIMENTO o per ATTENTANO ALLA COSTITUZIONE (art. 90). SERIAMENTE, vi pare che ci siano gli ESTREMI per un atto del genere? Se poi volete inseguire Grillo a fare a gara per vedere chi è il pyù buffone fate pure...Tanto i NUMERI cmq NON li avete...

pinux3

Dom, 08/12/2013 - 15:44

@scandalo...Guarda che Napolitano non ha fatto nessuna "brutta fine", è ancora lì...Mai scambiare i propri desideri con la realtà...

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 08/12/2013 - 19:16

dunque parlamento esautorato! Che fare? di sicuro mandare gli italiani al voto non risolverà alcunché stante il muro contro muro tra destra e sinistra. E lasciare le cose come stanno significa avvallare la stisciante "repubblica giudiziaria" con parlamentari e ministri sotto scacco degli avvisi di garanzia e dei procedimenti giudiziari. Significherebbe precipitare nella guerra civile che a quel punto nemmeno più Grillo riuscirebbe a trattenere. Di certo lo stesso Berlusconi con 10/14 milioni di voti non si arrenderebbe al carcere che la sinistra e i giudici rossi gli vogliono infliggere. E la sinistra inferocita dalla propria stupida cecità e dall' insuccesso che prevedibilmente otterrebbe alle elezioni sarebbe pronta a liberare i propri "mastini d' assalto " giudici e sindacati rossi, per dare il colpo di grazia al Paese tra processi e messe in stato di accusa di politici e amministratori di destra. Anche il re Giorgio trascinato nelle faide non potrebbe più contare sul ruolo originario di garante delle istituzioni che si è giocato negli ultimi mesi e che la sentenza della Corte costituzionale ulteriormente aggrava. Certamente il Parlamento non basterebbe più a contenere l' odio politico tra destra e sinistra e la lotta scederebbe nelle piazze con esiti catastrofici e morti nelle strade. Che fare difronte a questi scenari tutt'altro che inverosimili? Quando saranno rese note le motivazioni della sentanza dalla Consulta sarà troppo tardi, qualunque sia la sibillina formula che i "genieri del diritto" sapranno studiare. Ognuno vi vedrà solo quello che gli pare e toverà mille esperti e soloni disposti ad avallarne la "verità"! Ho una speranza: Renzi. Alfano e Grillini seduti ad un tavolo per formare una Nuova Costituente e preliminare azzeramento di tutte le cariche elettive o di derivazione elettiva, Presidente della Repubblica compreso.

vacabundo

Dom, 08/12/2013 - 19:33

lA RICHIESTA DI IMPEACHMENT,LA PRESENTO IO DA SEMPLICE CITTADINO ITALIANO(ANCORA)