Se i "pacificatori" vogliono solo far fuori il nemico

L’ultima moda degli appelli alla responsabilità nasconde l’opportunismo della sinistra: sapeva dall’inizio che il patto delle larghe intese era di facciata

L'ultima moda agostana sono gli appelli alla responsabilità. Non c'è persona nel Bel paese che abbia un titolo, un grado, un ruolo più o meno importante che si sia astenuta dal dire che di fronte alla flebile ripresa economica una crisi di governo ora creerebbe gravi danni. Appelli naturalmente a senso unico, che hanno un solo destinatario: il Cav. Appelli che grondano di ipocrisia: quando si è messo in piedi il governo delle larghe intese tutti sapevano, dico tutti, dal capo dello Stato al premier prescelto, ai segretari dell'insolita maggioranza, che bisognava risolvere il problema della persecuzione condotta dalle frange più politicizzate della magistratura nei confronti di Berlusconi. Il termine pacificazione non fu inventato a caso, era una delle questioni alla base dell'accordo di governo. Con il senno del poi, però, ci si accorge che se ne parlava e basta, che la questione era tema dei conciliaboli più riservati ma anche più sordi in quelle stanze del potere dove ti accorgi solo a cose fatte che il Potere non c'è. Nessuno, a quanto pare, aveva preso un impegno serio sull'argomento: solo silenzi, ammiccamenti, frasi evasive, tanti «non detti».

Un mare di ipocrisia, appunto, che fin dalla nascita ha avvolto questo governo e che mi ha reso sempre scettico e dubbioso sull'opportunità di dargli il mio voto. Ora i nodi sono venuti al pettine. Accompagnati da una nota del Quirinale tanto fredda e avara negli intenti, da sembrare un epitaffio di maniera da incidere sulla tomba di una storia politica durata venti anni. E non c'è da meravigliarsene più di tanto: l'attuale inquilino del Colle nella sua proverbiale prudenza - per usare un eufemismo - ci ha messo altri vent'anni per dire una parola giusta e vera su un personaggio che lo aveva scelto come interlocutore, cioè Bettino Craxi. Anche quel Craxi, per restare alle cronache, ne restò più volte deluso. Ma è fatale, pure in politica ci sono i Ponzio Pilato o i Don Abbondio. Del resto il tratto distintivo di questa, probabilmente breve, stagione di larghe intese è stata una certa inclinazione all'eccessiva prudenza, al rinvio, al gattopardismo. Che altro si può dire di un premier che non ha speso una parola sull'argomento Berlusconi? Un premier preoccupato più di restare al suo posto, ora, e magari, anche dopo le possibili elezioni, come candidato di una coalizione che rinneghi le larghe intese. Un premier che è tanto timido nell'immaginare le misure per superare la crisi (solo adesso che c'è aria di urne si è accorto che abbiamo dei problemi con un certo tipo di Europa), quanto pavido a confrontarsi con la vicenda del Cav, nell'illusione che non coinvolga l'intero centrodestra.

Ebbene, gli appelli bisognerebbe rivolgerli proprio a coloro che, a tutti i livelli, non affrontano la situazione. Che rimandano alle responsabilità di altri. O si nascondono dietro una sentenza che sarà pure definitiva ma che è anche tutta politica. Basta guardare ai comportamenti e agli eccessi del presidente del tribunale che l'ha emessa. Già, i veri irresponsabili sono quelli che guardano dall'altra parte. O che fingono che sul «caso» non fossero stati presi degli impegni, non fossero state date delle garanzie e delle rassicurazioni. Quindi, l'irresponsabilità o, in alternativa, la malafede, è quella di chi ha accettato di dar vita a un governo, a un'alleanza, sapendo che quei patti erano scritti sull'acqua, che il comune sentire - quello della pacificazione - in realtà era solo a senso unico e che ha considerato fin dall'inizio i partner di maggioranza degli impresentabili se non dei delinquenti. Gente che ora per assenza di coraggio, per l'incapacità di imporre alla propria base un momento di verità, per paura di confrontarsi con il proprio elettorato educato per cinquanta anni alla delegittimazione dell'avversario, preferisce gettare l'alleanza alle ortiche e considerare un male minore la sfida del voto. Tentando naturalmente, in ossequio al codice degli ipocriti, di darne la responsabilità ad altri.

Commenti
Ritratto di Il corvo

Il corvo

Ven, 23/08/2013 - 15:41

Un articolo obiettivo, non c'è che dire. Se giocassi una partita vorrei Minzolini come arbitro. Sono sicuro che avrebbe scritto le stesse identiche parole se la condanna avesse colpito un parlamentare di sinistra.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Ven, 23/08/2013 - 15:43

Aspettate un attimo: mi state dicendo che il governo delle larghe è nato per "risolvere il problema della persecuzione condotta dalle frange più politicizzate della magistratura nei confronti di Berlusconi"? Io pensavo che la coalizione ampia servisse per fare riforme elettorali e qualche misura anticrisi. Maledetti comunisti, ci hanno ingannato questa volta!

Cinghiale

Ven, 23/08/2013 - 15:44

Mi sembra molto chiaro il messaggio dei compagni, Berlusconi molla la politica e i magistrati mollano la presa.

gigggi

Ven, 23/08/2013 - 16:10

Un nome ... una garanzia ... un lecca lecca...un altro voltagabbana..............è vero che i partiti TUTTI, sono pieni di voltagabbana ma santocielo tutti nel pdl stanno ora?????????????Chi ha tradito una volta ( o piu') puo' farlo una seconda...le cronache e la storia docent...vedrete cosa succedera' poco dopo l'uscita di scena dell'80enne arrapato...

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Ven, 23/08/2013 - 16:17

"...O che fingono che sul «caso» non fossero stati presi degli impegni, non fossero state date delle garanzie e delle rassicurazioni...." Quindi Berlusconi che dichiara dobbiamo fare un governo di larghe intese per altissimmo senso di responsabilité e per salvare il paese é l'ennesima balla. Caro Minzolini, dal suo articolo si evince un accordo solo mirato a salvare Berlusconi, prendendo per il di dietro i milioni di Italiani sia che lo hanno votato o che non lo hanno votato. Caro Minzolini se con questo articolo voleva aiutare Berlusconi non ha fatto altro che peggiorarne la situazione, almeno adesso gli italiani hanno capito che Berlusconi a barattato il governo delle larghe intese non per alto senso di responsabilità ma per avere un'altro lodo "ad personam". Dubito che questo commento venga pubblicato.

Ritratto di bergat

bergat

Ven, 23/08/2013 - 16:21

Come si dice.... Qui si parrà la tua nobilitade. Ecco voglio proprio vedere se il PD delle larghe intese ha il coraggio di dichiarare fuorilegge le sentenze contro Berlusconi, perché è questo l'unico riconoscimento che deve fare, se vuole essere un partito democratico e non fazioso.

Gioa

Ven, 23/08/2013 - 16:22

Cinghiale...se BERLUSCONI MOLLA LA POLITICA I MAGISTRATI CHE FANNO? RIMARREBBERO DISOCCUPATI...DEVONO FAR VEDERE CHE UNO STIPENDIO DI 5MILA EURO LA MESE E FORSE ALNCHE PIU' LO PRENDONO....PERCHE' VINCITORI DI CONCORSI CON UNA LEGGE NON AD PERSONAM (MAGARI FOSSE COSI' SAREBBE TRASPARENTE E DI SICURO esposito antonio non ci sarebbe mai entrato) MA LEGGE PER la sinistra incapace.....I SIGNORI GIUDICI PENSANO E DICONO: OH!! NOI ABBIAMO VINTO UN CONCORSO PER QUESTO SIAMO "PACIFICATORI" e IO AGGIUNGO DEI LORO INCIUCI...OBIETTIVO VERO!!!

Gioa

Ven, 23/08/2013 - 16:25

gigggi ora SONO RITORNATI I COMUNISTI che da tanto non si faceva vedere...Prendi D'Alema...VUOLE BERLUSCONI FUORI MA LUI con il baffetto e la bocchina stretta....AL MPS LO VOGLIONO ANCORA? OBIETTIVO VERO!!

Romolo48

Ven, 23/08/2013 - 16:26

x Cinghiale ... non è neppure come la pensi; in realtà le cose stanno così "Berlusconi molla la politica e i magistrati facciano quel vogliono!"

m.nanni

Ven, 23/08/2013 - 16:26

se molla Berlusconi senza fare ingoiare una sentenza bolscevica a chi l'ha coltivata e portata sino a compimento dopo venti anni di accanimento giudiziario, il successore di Berlusconi sarà preso sin dal primo giorno del suo incarico ugualmente a sberleffi violenti dai pubblici ministeri politicizzati. lo scontro, signore e signori è tutto ideologico: da una parte gli stalinisti e i mozzorecchi e dall'altra i liberali, laburisti o socialdemocratici. lo scontro è giunto alla svolta; se Berlusconi si lasciasse sedurre da atti di clemenza di colui o coloro che l’hanno teso il trappolone, otterrà l'agibilità politica ma non sarà più il leader di milioni d'Italiani perchè avrà perso il carisma di combattente e di anticomunista indomito. se viceversa sfidasse il destino del perseguitato quindi anche accettando il carcere e mostrando al mondo le manette ai polsi dopo aver ricusato Esposito, preteso la revisione della sentenza di condanna e inoltrato ricorso alla giustizia europea, sarà la disfatta di tutto quel mondo bavoso dall'odio contro di lui e del suo schieramento, che sta portando l'Italia sull'orlo di una insidiosissima destabilizzazione del sistema democratico. Strano a dirsi o a riconoscersi, v’è rimasto un piedi l’unico leader in grado di salvare il Paese. Non è Marina, non è Napolitano né altri ma soltanto Berlusconi oramai eletto a simbolo di libertà.

Ritratto di llull

llull

Ven, 23/08/2013 - 16:32

@IL CORVO: traspare dalla tua ironia il fatto che pensi che giornalisti come Minzolini, Sallusti ed altri di cdx non saprebbero essere obiettivi nei confronti di politici di sx. Ed allora ti chiederei di andare a vedere, se ti fosse sfuggito, come questo GIORNALE ha trattato e tratta il caso di Ottaviano del Turco che è appunto un politico di sx. Vedrai che qui l'obiettività e la ricerca della verità prescindono dal colore politico della persona indagata. Allo stesso modo questo stesso GIORNALE ha preso posizione anche nelle situazioni opposte, ovvero quando nei confronti di politici di entrambi gli schieramenti (ad es. Fini per il cdx e Penati per la sx) sono stati usati i guanti di velluto.

cast49

Ven, 23/08/2013 - 16:35

BRAVISSIMO...

fabiou

Ven, 23/08/2013 - 17:01

elezioni subito finche siamo in testa. se perdiamo tempo la sinistra ne approfitta.

jovac

Ven, 23/08/2013 - 17:02

Scodinzo è sempre straordinario....

Mr Gwyn

Ven, 23/08/2013 - 17:08

Ecco, io apro il Giornale on line, leggo ciò che viene scritto, e sorrido. Immagino lo sforzo di chi firma gli articoli di rinnegare se stesso e l’evidenza, pur di primeggiare nella folle corsa all’adulazione, alla manifestazione di affetto e di amore verso la ragione del proprio presente e verso la conservazione del proprio futuro. Quanto è bella la libertà di poter scrivere contro la destra, contro la sinistra, senza alcun obbligo di appartenenza, seguendo le proprie convinzioni, senza alcun impegno di ringraziare o ingraziarsi qualcuno...

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Ven, 23/08/2013 - 17:14

m.nanni, hai mai sentito parlare del cosiddetto "rasoio di Occam"? È un principio secondo il quale la soluzione più semplice è spesso quella corretta. Non ti pare più plausibile quindi che Berlusconi sia stato contannato perché colpevole di frode fiscale, piuttosto che per pregiudizio della magistratura? Quanto a llull, Penati è stato letteralmente fatto a pezzi, qui al Giornale (e giustamente, viste le accuse che si muovono contro di lui), mentre Fini è stato demolito perché si era messo di traverso rispetto a Berlusconi. In sintesi, il Giornale non attacca chi è di sinistra, o chi fa parte di una certa parte politica: semplicemente, attacca chiunque ostacoli in qualche modo Berlusconi. Fini si era posto come leader alternativo nel centrodestra, per questo ha subìto attacchi su attacchi. Nel 2006, Casini era uscito dalla coalizione, per questo è stato attaccato. Ogni volta che Bossi dice qualcosa contro Berlusconi, il Giornale lo attacca. È questa l'etica del Giornale e di Sallusti.

Tom94

Ven, 23/08/2013 - 17:15

Come ho già detto in un altro articolo,la gente normale non ha nessun parlamento nè presidente della repubblica o chicchessia che li salvi dalle sentenze,giuste o ingiuste che siano.va al gabbio e basta,e a volte ci muore sotto le botte dei manganelli.pensate a salvare gli ultimi,non i vostri padroni.da ateo:avete imparato qualcosa da Gesú o siete solo bigotti?

KARLO-VE

Ven, 23/08/2013 - 17:33

Tu sei pazzo minchiolini, la pacificazione è stata inventata da berlusconi e non credo proprio sia stata inserita come condizione quando fu fatta la coalizione

agostinoC

Ven, 23/08/2013 - 17:37

Si prepari Minzolini fra poco dovrà occuparsi di necrologi se qualcuno avrà il coraggio di offrirgli un lavoro retribuito in qualche giornale.....

gardadue

Ven, 23/08/2013 - 17:38

Tom94 o tutti o nessuno allora nessuno altrimenti il pd scompare domattina

peppe1944

Ven, 23/08/2013 - 17:41

Minzolini fattene una ragione: E' FINITA.... GAME OVER....

margherita cagliari

Ven, 23/08/2013 - 17:42

Tom94. Da ateo, non tiri fuori Gesù Cristo a sproposito....chè ai farisei gliele ha cantate, e così ai mercanti del Tempio. Lei parla di gente che va "al gabbio":ma forse le è sfuggito di tutte i delinquenti che sono fuori per errori dei giudici....e parlo di stupratori o assassini....E' cronaca di questi giorni di un pedofilo che è tornato a vivere vicino a casa della vittima....Si informi...

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 23/08/2013 - 17:57

@Cinghiale a lei sembra? Non mi sembra proprio che sia in questi termini la questione, o, almeno, io non mi fiderei! La stessa cosa avvenne a novembre 2011, quando Berlusconi mollò il governo (non lo avesse mai fatto!) a quel malefico vampiro di monti in cambio di precise garanzie da parte dello stesso vecchio comunista del colle. Lo stesso che non le mantenne all'epoca, esattamente come adesso. C'è solo da chiedersi: aveva un'alternativa Berlusconi, o si è dovuto per forza fidare del fedifrago del colle, dopo le prove che lo stesso gli aveva già dato?

Tom94

Ven, 23/08/2013 - 17:59

Gardadue:odio il pd che è una madria di ladri ex-dc mi auguro che scompaia domani mattina,e margherita...perfavore,usi esempi migliori perchè berlusconi è il fariseo,il mercante nel tempio,il ricco che non passarebbe nei cancelli del paradiso come la gobba del cammello nell'ago,e riguardo a stupratori e assassini non cada nel qualunquismo,ogni caso è particolare in sè.quel caso è molto eclatante,ma non per questo puntare il dito contro gli altri,seppur peggiori,ci autorizza a comportarci male e in modo disonesto o giustificare chi lo fa.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Ven, 23/08/2013 - 18:02

Minzolini, lei dice una verita' sulla Sx che altri non pronunciano e le faccio complimenti per la chiarezza, ecco le sue parole: "il proprio elettorato educato per cinquanta anni alla delegittimazione dell'avversario". Ne sa qualcosa il Presidente Leone, per non parlare di Montanelli, una volta chiamato fascista (tempi dei carri staliniani a Budapest) e poi osannato da Veltroni, appena si ebbe il disaccordo con Berlusconi. Questa gente e' andata all'UNIVERSITA' FRATTOCCHIE, dove si studiava un solo libro, tale libro di Marx chiedeva la dittatura, cioe' il partito unico, ma per farla piu' digeribile la battezzarono "del proletariato". Ed ecco che non potendo applicare i metodi usati in URSS si dovettero adeguare al sistema elezioni, come? denigrando l'oppositore, come lei dice. Che poi gli idioti utili tipo Fini, Pisanu', Casini, Zaccagnini, Monti, ecc si accodino non fa niente di questi quaquaraqua' non rimane che l'oblio.

roberto78

Ven, 23/08/2013 - 18:38

@llull "Allo stesso modo questo stesso GIORNALE ha preso posizione anche nelle situazioni opposte, ovvero quando nei confronti di politici di entrambi gli schieramenti (ad es. Fini per il cdx e Penati per la sx) sono stati usati i guanti di velluto." ... ammetti per favore che stavi scherzando... ti prego!!!! e secondo me non è poi bellissimo far difendere berlusconi da minzolini quando quest'ultimo usava a fini personali la carta di credito della rai... (reato o no, se permettete a me fa un poco schifo...)

stesicoro

Ven, 23/08/2013 - 18:39

Molto bravo Minzolini. Bravo e intelligente. Bravo, intelligente e onesto. Ce ne fossero tanti come lui nel Pdl! Ai responsabili del Giornale.it, visto lo spazio che danno ai beceri commenti ostili al cdx e soprattutto al suo leader, suggerisco di andare a leggere quelli agli articoli del "Corriere" per verificare se, nella decisione se pubblicarli o no, sia minimamente ravvisabile una qualche analogia di comportamento. Aggiungo, anzi, sempre per quelli del Giornale.it: fatela completa: censuratemi. se vi è simmetria)

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 23/08/2013 - 18:45

IoSperiamoCheMe......Ma è scemo o fa solo finta?? Il pd che aveva vinto le elezioni ma anche no, non poteva tornare alle urne ( ricorda l'ubriaco di bettola...ecco...).Sono stati sputtanati dai grillodipendenti (immagini da che si sente rappresentato lei!!), l'unica ancora di salvezza, per galleggiare sul mare di m@@@a che essi stessi avevano sparso, era tentare una alleanza con il PDL...Cosa vuole pretendere, allocco?? Che chi gli stava tendendo la mano lo facesse gratis?? Si ricordi che torneremo alle urne, e molto presto, vedrà il risultato del tradimento di letta e kompagni dove li porterà...Se poi lei, figlio di una ideologia marcia ed assassina, si vuol far passare per santo, faccia pure....ma non incanta nemmeno un bimbo di 4 anni...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 23/08/2013 - 18:54

Tom94...L'odio di classe gioca degli scherzi orrendi...Si dia una calmata...Sopratutto: non parli di ciò che non conosce, rimedia solo figuracce...E.A.

unosolo

Ven, 23/08/2013 - 19:09

la storia si ripete , serviva solo per chiudere il conto col PDL. I comunisti non possono accettare un capitalista come socio. Il capitalista punta ad espandere il lavoro , con il lavoro entrano soldi allo stato in quanto il lavoratore spende per comprare casa , vestiti , mobili elettrodomestici , insomma spende i soldi che guadagna , il comunismo vuole lo stato padrone e regalare soldi solo se non lavorano , stipendio minimo garantito , e lo stato fallisce , questo è la reale intenzione della sx appoggiata dal sindacato CGIL , peccato che i lavoratori seri non lo hanno capito e ancora pagano i ricchi sindacalisti , l'ultimo l'Epifani si aumentò il suo stipendio per alzare la quota della sua pensione , i lavoratori non possono usare questa soluzione , ora parla da puro.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Ven, 23/08/2013 - 19:34

Minzolini, lei dice una verita' sulla Sx che altri ignorano e le faccio complimenti per la chiarezza, ecco le sue parole: "il proprio elettorato educato per cinquanta anni alla delegittimazione dell'avversario". Ne sa qualcosa il Presidente Leone, per non parlare di Montanelli, una volta chiamato fascista (tempi dei carri staliniani a Budapest) e poi osannato da Veltroni, appena si ebbe il disaccordo con Berlusconi. Questa gente e' andata all'UNIVERSITA' FRATTOCCHIE, dove si studiava un solo libro, tale libro di Marx chiedeva la dittatura, cioe' il partito unico, ma per farla piu' digeribile la battezzarono "del proletariato". Ed ecco che non potendo applicare i metodi usati in URSS si dovettero adeguare al sistema elezioni, come? denigrando l'oppositore, come lei dice. Che poi gli idioti utili tipo Fini, Pisanu', Casini, Zaccagnini, Monti, ecc si accodino non fa niente di questi quaquaraqua perche' di loro non rimane che l'oblio. Guardi sia sicuro se dovesse occorre questi incoerenti osanneranno pure Berlusconi, bastera' soltanto che a loro occorra (= torni utile).

Ivano66

Ven, 23/08/2013 - 19:35

Ma a Minzolini Il Giornale ha dato una carta di credito? Ahahaha...

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Ven, 23/08/2013 - 19:38

Tutto questo can can per nascondere la voglia del cav di far cadere la saponetta nelle docce di regina coeli. L'ultimaperversione da bunga bunga

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 23/08/2013 - 19:50

Grande dir. dr. Minzolini! E questo è quanto.

antes1

Ven, 23/08/2013 - 20:28

Un consiglio scodinzolini ... si cerchi qualcunaltro da leccare, il suo padrone dovrà per forza lasciare ...

squalotigre

Ven, 23/08/2013 - 20:50

StefOmega- Io il rasoio lo uso solo al mattino per farmi la barba e il rasoio di cui parla non lo conosco. So per certo, però, che la condanna di Berlusconi va contro non solo le risultanze processuali ma anche contro il buon senso. Silvio faceva il Presidente del Consiglio e Mediaset era guidata da Confalonieri che ne era il responsabile PER LEGGE. Ebbene Confalonieri è stato imputato per lo stesso reato ed è stato ASSOLTO. Ora se avessero condannato entrambi la sentenza sarebbe stata ugualmente ingiusta perché non si è trovato alcun tesoretto estero pur con le innumerevoli intercettazioni e rogatorie internazionali che sono state espedite, ma almeno sarebbe stata in un certo senso comprensibile. E poi lei può pensare che Berlusconi sia un evasore, ma stupido no. Avrebbe potuto riportare in Italia i soldi esteri e approfittare delle leggi. E poi le sembra ragionevolmente possibile che un impresa che ha versato 10 miliardi di tasse si sarebbe esposta a condanne penali per non sborsare 5 milioni? Ma è inutile che faccia appello al suo buon senso perché visibilmente non ne ha. Per lei Berlusconi è colpevole a prescindere, come diceva Totò. E che lo dica uno come lei francamente non me ne potrebbe fregare di meno. Il guaio è che a sostenere una simile bufala è una magistratura i cui esponenti apicali somigliano al giudice Esposito che in un paese normale, solo per il modo con il quale padroneggia la nostra lingua, al massimo avrebbe potuto fare l'agricoltore, anche se l'agricoltura avrebbe avuto i suoi problemi.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 24/08/2013 - 00:52

Hanno accusato Berlusconi di essere un caimano, ma ora stanno dimostrando di essere loro dei VORACI CAIMANI CHE STANNO DIVORANDO IL NOSTRO PAESE. Una pletora di ipocriti vigliacchi del PD che attribuiranno a Berlusconi la caduta del governo ORGANIZZATA DA LORO CON L'AIUTO DELLE SPORCHE MANOVRE DELLE TOGHE ROSSE.

Demy

Sab, 24/08/2013 - 01:51

I pacificatori sono quelli vissuti all'ombra della K; Komunisti,Kasta,Kultura,Kalashinkov,Kooperative,Klasse e Killer sociali.Una guerra si combatte affrontando il nemico sul kampo, e non accerkiandolo a 360° come hanno fatto i giudici di Milano, il vero potere in Italia.Questa è stata una guerriglia, non una guerra per la giustizia e, alla fine, hanno vinto,hanno creato un varco trinfale per la konkuista del potere assoluto con la komplicità del loro Kapo Komunista.Un Kapo, presidente della Repubblica che a fatto solo il suo interesse personale, come "risparmiare sui rimborsi quando era euro-parlamentare o quando, intercettato durante l'indagine sulla trattativa Stato-Mafia ha interrotto ogni cosa che lo riguardava!!Berlusconi deve andare in galera per presunta evasione fiscale(non ci sono prove, ma solo teoremi da Korea del Nord)mentre per tutta la Kasta komunista,Napolitano in testa,nessuna sanzione,tutto normale e legale.Soldi dall'ex PCUS,Cooperative,Sindacati,MPS,Penati,Vendola,Finocchiaro (marito),Magistratura Democratica e tutto il resto viene koperto,ignorato,condiviso.Berlusconi può andare in galera, kosi avranno il potere assoluto senza lottare con un valido rivale politico, cose che accadevano nell'ex regime sovietico,in Cina,Cuba,Korea,Vietnam,Cambogia; oggi hanno konkuistato l'Italia ma non durerà molto, e alle prossime elezioni europee se ne accorgeranno.Tutti i regimi komunisti sono krollati, e mai sono ritornati al potere, ma i komunisti italiani non pensano a kuesto,pensano al potere giornaliero e basta.La vera e grave vergogna,tutta Italiana, è l'attuale Presidente della repubblika!! Kapo della kasta giustizialista rimane in silenzio,approvando ogni loro azione indegna di un Paese civile,azioni cosi indegne che ci posizionano agli ultimi posti nel MONDO in tema di giustizia, e non ci siamo certo arrivati per colpa di Berlusconi.Vogliono konquistare il potere come è stato loro inkulkato dalla nascita : se non pensi kome loro sei da kondannare ma, se osi manifestare il tuo pensiero sei da distruggere, kuesta è la loro Kultura e potrà kambiare solamente quando, anche in Italia, akkadrà quanto accaduto in altri Paesi che hanno posto fine a questo sistema politico-giudiziario. La storia insegna, ma la storia non è di sinistra.

volp

Sab, 24/08/2013 - 03:25

Ve lo ricordate il Direttorissimo? Uno di più' grandi lecchini della storia e' approdato anch'egli su queste olone...eravamo scarsi a fetenti...

glendale

Sab, 24/08/2013 - 05:53

Prodi condannato dalla Corte di Giustizia Europea , ma non si deve sapere

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 24/08/2013 - 07:35

ma quali pacificatori, sono compagni. Come i corvi.