Se le liste civiche cambiano ma i candidati vip non si schiodano

Ieri i "viola", oggi fan di Saviano. Da Ovadia a Moretti, quelli che ci sono sempre

Roma - In genere c’è Moni Ovadia.Volente o solo evocato, sono anni che lui (anche lui) c’è in ogni possibile lista civica pro­gressista della società civile che va a teatro e legge Repubblica e vuole salvare l’Italia. Erano i girotondini, erano il Popolo viola, erano «se non ora quando», ora sono una possibile lista civica Saviano, auspicata da un’altra anima bella di quell’area politi­ca ( quel che resta del veltronismo più casa a Capalbio e Cinema Sacher), Concita De Gregorio,passata da Repubblica all’ Unità e poi ancora Repubblica ,sponsor dell’ope­razione.

I nomi (dei movimenti) cambia­no, i nomi (delle persone che ci vanno) re­stano, più o meno gli stessi. Dieci anni fa c’era Nanni Moretti che a Piazza Navona umiliava i capi dei Ds con quel famoso «con questi dirigenti (tutti dietro le sue spalle, ndr ) non vinceremo mai!», e rac­contarlo per Repubblica c’era proprio la De Gregorio, inviata speciale nel movi­mentismo della borghesia intellettuale ro­mana. Uno «schiaffo ai riti della politica» scrisse il giorno dopo il vicedirettore di Re­pubblica : «Moretti ha urlato quello che quasi tutti gli italiani che hanno votato per l’Ulivo pensano».

E sullo stesso giornale applaudiva Moretti («Bravo Nanni, bella scossa») Fabio Fazio, attuale compagno tv di Saviano, titolare della possibile lista. Il quotidiano di Scalfari («senza la lista Sa­viano la sinistra perderà le elezioni») in dieci anni di girotondismo ha sempre fun­zionato da potente sponsor (l’editore De Benedetti non ha mai nascosto il suo giudi­zio sui leader dell’attuale Pd, pessimo). L’anelito però non si trasforma mai in mo­vimento politico concreto, si limita a rie­mergere con altri nomi. La cronaca si ripe­te. «Vogliamo passare dalla protesta diffu­sa alla proposta, perché il disagio è profon­dissimo tra la gente» spiegava Oliviero Beha dal palco in Piazza Farnese, lancian­do la lista civica nazionale dei girotondini. Era il 2007, cinque anni ma il senso è rima­sto uguale. Spesso anche le persone. Tra i nomi che si fanno per la lista Saviano c’è Moni Ovadia, presenza fissa ai No Cav Day e girotondi dei primi anni Duemila. Ci sarebbe anche Pancho Pardi se non avesse trovato casa già nell’Idv.

Altro can­didabile è Dario Fo, già girotondino con la moglie Franca Rame, già Popolo viola e pa­recchio indignados , premio Nobel che ospite da Fazio aveva proposto il Nobel per Saviano, sarebbe perfetto per quella li­sta. Anche Camilleri, lo scrittore, siciliano valido anche per l’area «camorra-mafia», che sarebbe un know how specifico della lista Saviano (senza la quale «la sinistra perderà le elezioni», dice Scalfari). Molti degli stessi, a partire da Concita, che han­no organizzato il corteo anti bunga bunga «Se non ora quando», e che l’anno scorso al Palasharp chiedevano le dimissioni del­l’allora premier Berlusconi.

Chi c’era a quell’evento,pensato da«Libertà e giusti­zia »,associazione che vede l’editore di Re­pubblica De Benedetti tra i massimi rap­presentanti? Sempre la stessa società civi­le- culturale: ancora la De Gregorio, anco­ra e sempre Moni Ovadia, ancora Umber­to Eco, e soprattutto ancora Roberto Savia­no, ospite d’onore. Un girotondo di nomi che da un decennio girano attorno alla stessa idea. I sondaggi però non sono inco­raggianti. Se scendesse in campo domatti­na, la lista Saviano prenderebbe il 5%.

Commenti

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 08:55

Sono sempre le solite figure che girano in tondo e quando si ferma la musica trovano la sedia. Per uno nuovo (Saviano?) dieci vecchi.

linoalo1

Mar, 05/06/2012 - 09:06

Pur di non fare la fame e visto che non hanno mai lavorato,fanno i furbetti e cercano di entrare i politica!Con i finanziamenti pubblici,anche il politico più ignorante vive da ricco!E di esempi ne abbiamo a iosa!Lino.

Izdubar

Mar, 05/06/2012 - 09:17

I soliti faccioni che girano, le sole frescacce somministrate a getto continuo, i soliti slogan, la solita svendita di illusioni. E lo svizzero De Benedetti ride... ride... ride...

eglanthyne

Mar, 05/06/2012 - 10:52

GIRO GIRO TONDO , CASCA IL MONDO , CASCA LA TERRA , E Moretti GIU' PER TERRA .

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 05/06/2012 - 11:08

Sempre gli stessi, sempre gli stessi. Non c'è piu' speranza. Cicchitto, berlusconi, gasparri, Scajola. Sempre gli stessi.

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 11:41

#5 luigipiso - Guardi che qui si parla della sx. Deve mettere altri nomi!

prodomoitalia

Mar, 05/06/2012 - 11:54

5 liuigipiso - invece da voi è un fiorire di personaggi emergenti ! Mavàaciappàiratt! L'unico è il Renzi .....ma ce l'avrà dura !

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mar, 05/06/2012 - 12:05

ma un'occhiatina dentro il Parlamento eletto, no eehhh! -Ben vengano nuove liste con antichi imbonitori (grillo ce l'ha quasi fatta): se conosci il perdente sei sulla buona strada per conoscere il vincente, pure! Perché, vedi, le seggiole importanti NON zoppicano, e nemmeno cigolano: puoi votare chicchessia,da quelle sedie lllà non sposti nessuno,con le elezioni.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 05/06/2012 - 12:30

#6 Cinghiale (282) ma il problema resta la destra, se non cambiano loro a che serve cambiare al centro sinistra. PS. La sinistra è altra cosa #7 prodomoitalia (2139) Da noi, cioè la sinistra non c'è più nulla. Estinti. La ricaduta socio-politoco-economica di questa estinzione è lo specchio dell'attuale Italia. Per quanto riguarda Renzi, non è granchè, ma vale un Tosi. Nella destra non c'è, tutti senza quid. Resta solo un vostro problema, perchè ormai non incidete più nelle sorti della nazione.

prodomoitalia

Mar, 05/06/2012 - 12:51

9 luigi piso - e se dx e sx decidessero davvero di collaborare per il bene del Paese ??? Grande, grandissima UTOPIA,vero ? Ribadisco comunque il mio appoggio a Renzi ed anche a Tosi ! Li trovo complementari ! ...e sarebbe anche ora ...sennò chi ci smena siamo solo noi....il popolo bue !

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 14:13

#9 luigipiso - Ma in questo modo lei da come per scontato che deve essere la dx a governare. Non crede che se la sx cambiasse potrebbe essere in grado di proporre una classe dirigente per il prossimo governo? Sempre che non preferisca rimanere all'opposizione dove è obiettivamente più facile stare..

Niniana

Mar, 05/06/2012 - 14:15

Scusate, ma se non fosse così di cosa campano Lorsignori?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 05/06/2012 - 14:59

#11 Cinghiale (285) Il problema della destra è che non capisce che una buona destra potrebbe governare. In Italia non c'è, ed ha anche subito la terribile mazzata distruttiva totale di berlusconi. Calata in una società capitalista (per quanto questa sia fallita inesorabilmente, e fagocitata dalla sua scarsa qualità culturale, è chiaro che una buona destra potrebbe governare o quanto meno equilibrare la società. Ma se la destra ha come base la maggior parte degli utenti di questo forum che oltre agli epiteti di sinistri, banane e roba, varia non sa accennare ad un minimo di analisi sociale e sopratutto di autocritica costruttiva non c'è speranza che le cose cambino. PS: io sto qui dentro per emularli. Null'altro.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mar, 05/06/2012 - 15:07

Il giornalista ha dimenticaro di aggiungere il "popolo delle carriole", come tutti gli altri spariti appena e' andato via Berlusconi. Questi mi fanno ricordare la storiella di alcuni a Napoli, non dormivano la notte per capire cosa avrebbero fatto il giorno dopo. Adesso Grillo gli sta' sulle scatole e vogliono "risorgere". Repubblichella 2000 e' la vergogna del giornalismo italiano, ma intanto campano bene.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mar, 05/06/2012 - 15:13

Ammesso che arrivino al quorum - premettendo che ci sara' nella nuova legge elettorale - finiranno formando parte del governo a guida Bersani, ovviamente con D'Alema a Ministro degli Esteri, OK. Cosa faranno questi riciclati eterni? otterranno leggi per "promuovere" il cinema, l'editoria, le associazioni varie, tutte fatte da loro stessi. Tanto paga Pantalone.