Se ne accorge anche la Kyenge: "I profughi non solo nostri"

Il ministro per l'Integrazione: "L'Europa deve assumere un ruolo diverso"

La guerra in Egitto, inevitabilmente, porterà nuovi profughi in Italia. Ma quei barconi non saranno solo una questione italiano. Il monito è stato lanciato dal ministro Cecile Kyenge dalle colonne del Quotidiano nazionale. "Stiamo rafforzando le strutture per l’accoglienza", ha precisato il ministro, anche se l’Europa deve cambiare ruolo. "Nell’ultimo anno - ha spiegato - sono arrivati in Italia 24mila migranti, un terzo dei quali solo negli ultimi quaranta giorni. Dopo quelle in Libia e in Siria, le violenze in Egitto spingeranno molte persone a scappare alla ricerca di un futuro". Ma l’Europa deve assumere un ruolo diverso: "è necessario rivedere le procedure fissate dalla Convenzione di Dublino in base alle quali si può chiedere asilo solo nel Paese dove si è sbarcati - ha proseguito -. Occorre dare attuazione alla direttiva europea del 2011 che stabilisce che quando ci sono emergenze umanitarie è l’Europa e non i singoli stati a ricevere i profughi".

Commenti

Nadia Vouch

Dom, 18/08/2013 - 13:46

Assolutamente inevitabile che sia così. Non come accade ogni tanto che, dall'Italia si dirigono verso nord Europa gruppi di migranti con in tasca un piccolo sussidio italiano, e gli altri Paesi li bloccano e ce li rimandano indietro. Poi, alcuni propongono gli stessi Paesi come modelli cui ispirarsi per gestire l'immigrazione. Cosa dovrebbe fare l'Italia per imitarli, rispedire i migranti dove? Semplice operare una politica restrittiva in tema di immigrazione, lasciando ad altri, ad esempio all'Italia, il ruolo di ricettacolo e di cuscinetto. Semplice farsi vedere bravi ed efficienti lasciando all'Italia gestire i barconi di disperati e la prima accoglienza. E magari poi "bacchettarci" perché gli ingressi sono eccessivi.

i£ marciume...

Dom, 18/08/2013 - 13:59

accogliamo TUTTI, CE LO CHIEDE L'EUROPA

gi.lit

Dom, 18/08/2013 - 14:00

L'unico ruolo che deve assumere l'Europa è quello di mettere in atto un blocco navale al limite delle acque territoriali africane, soccorrendo eventuali imbarcazioni in difficoltà ma riportando le persone soccorse là da dove sono partite. Compito che comunque spetterebbe ai Paesi direttamente interessati i quali sarebbe ora di invitarli con la dovuta fermezza a porre fine a questa vera e propria invasione.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 18/08/2013 - 14:15

Ma alla fine ce li dovremo tenere tutti noi, per colpa dell'europa infame e dei cialtroni rossi.

angelomaria

Dom, 18/08/2013 - 14:28

sembra chw qualcosa incominci ha capirla be'vediamo se?continuera sulla buona strada!

gi.lit

Dom, 18/08/2013 - 15:09

Che vuol dire profughi? Che fuggono da guerre o persecuzioni? E dov'è scritto che dobbiamo farci carico di tutti i mali del mondo? In ogni caso, nella maggior parte dei casi non si tratta di profughi per cui sarebbe ora di finirla di usare questa parola a sproposito. Come peraltro fece Maroni nella qualità di ministro degli Interni quando arrivarono migliaia tunisini e lui disse che non li si poteva respingere perché profughi, appunto. Come dire che se ne fossero arrivati alcuni milioni sarebbe stato lo stesso. Ripeto, Maroni, il leghista di ferro. E ciò spiega perché anche su questo terreno i governi berlusconiani si dimostrarono inetti con il risultato di aver contribuito - insieme alle sinistre - a fare dell'Italia terra di nessuno.

pier47

Dom, 18/08/2013 - 15:21

buongiorno, ma uomini e donne che scappano dai propri paesi in guerra sono profughi o disertori?E' giusto che lascino tutti gli altri a combattere per la libertà e per loro?Sotto quale punto di vista è da vedere la cosa?

Triatec

Dom, 18/08/2013 - 15:48

gi.lit @ Fosse vero quello che dici perché da sempre, vogliono abolire la legge Bossi-Fini?

marcus57

Dom, 18/08/2013 - 15:57

Il ministro e' ben consigliato e si è fatta furba. Dice che sarà inevitabile un arrivo massiccio dall'Egitto e che l'Europa dovrà intervenire. L'Europa non interverrà e noi ci terremo diverse centinaia di migliaia di egiziani, se non qualche milione, tanto che il già elevato numero di sbarchi di questi giorni sarà poca cosa al confronto. Vuole allontanare la responsabilità da lei è dalla sinistra di quanto sta accadendo da giorni lungo le coste siciliane. Vuole evitare che si associ a lei e al PD, l'oggi già preoccupante, con l'insostenibile del domani. Naturalmente confidano sulla "pazienza" degli italiani e sul fatto che essi si accolleranno tutto senza fiatare. Così fra qualche anno anche qui da noi avremmo il partito dei "Fratelli Musulmani" nostrano. Che governanti da schifo. Alfano e la Bonino si dicono impotenti di fronte al problema. Ma la destra che fa? L'altro giorno da questo giornale, troppo spesso concentrato sui "dolori del vecchio Berlusconi", Brunetta si è messo a discettare di ius soli e non certo in modo critico. Leggo su un altro giornale che la Carfagna vorrebbe cambiare la Bossi-Fini. Si può sapere cosa sta facendo di seriamente politico il Pdl per portare avanti le istanze del suo popolo, a parte i mille tatticismi per "salvare" Berlusconi?

G_Gavelli

Dom, 18/08/2013 - 16:04

Ma no! Allora perche' la Danimarca ha disdetto Schengen e la Spagna spara a Ceuta e Melilla e affonda i barconi verso le Canarie? Perfino negli USA, amici e parenti sempre votanti Democratico mi hanno detto che siamo scemi a far entrare chi non ha un contratto di lavoro: verremo colonizzati a rovescio.

chiara 2

Dom, 18/08/2013 - 16:05

Ieri pomeriggio ero a Lecco e mi sono realmente impaurita: almeno il 60% dei presenti sul lungolago erano tutti africani. Mi sono chiesta:" Ma Lecco non era una città amministrata da quei razzisti dei leghisti?". Certo che avere di fronte uno scorcio del prossimo futuro dal vivo mi ha davvero fatto rabbrividire; non perchè ci fossero persone di colore ma perchè erano in misura tale che credo neanche in Africa potessero starne tanti. Inoltre, passavano le loro donne con miriadi di bambini dandosi un mucchio di arie neanche fossero Madre Terra. Io non voglio viviere in un Paese dove gli italiani siano minoranza assoggettata, tantomeno a dei trogloditi che sanno solo prolificare e vivere a spese della collettività

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 18/08/2013 - 16:09

No caro ministra, i profughi sono nostri e ce li teniamo e dobbiamo dare lo ius soli perchè sono sbarcati in Italia e quindi sono italiani. Dobbiamo farci carico noi e noi soli di questi sbarchi e l'europa non deve assolutamente ingerire nei nostri affari interni. È compito nostro anzi in questo momento suo, cara ministra, farsi carico del problema e risolverlo nella maniera più corretta in linea con le normative vigenti tuttora in Europa. Avanti, forza risolva il problema e se non dovesse riuscirci chieda consiglio al presidente della camera, visto che ha passato la vita insieme agli ultimi, quindi sicurmente avrà capito come si deve gestire questa emergenza. E se voi due non siete in grado di risolvere la questione potete chiedere al Vaticano : magari vi dà una mano!

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 18/08/2013 - 16:12

Ha paura della concorrenza ?

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 18/08/2013 - 16:13

Ah!ah!ah!ah! Adesso che arriveranno 90 milioni di egiziani voglio proprio vedere dove li mettiamo! La mia casa è composta da due camere e cucina e siamo già in quattro e ho solo quattro letti. Il Vaticano come è messo ?

roberto zanella

Dom, 18/08/2013 - 16:22

ma va? Adesso ci arriva la compgna, pure lei,mi sembrava un pò tarda nel capire...è lei che è la carta moschicida..è la sua presenza che attira gli extracomunitari....sono le sue parole da comunista terzomondista....

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 18/08/2013 - 16:24

scassa domenica 18 agosto Mi domando ,io che non sono nessuno ,perché anche lo Stato Italiano non usufruisce di quella associazione Europea con sede in Olanda ,come hanno già abbondantemente fatto Grecia e Spagna ? E mi spiego : questa associazione ha a disposizione 111 velivoli e personale foraggiato proprio dall'Europa stessa che ci bacchetta ,e che procede ai rimpatri . Fatti salvi i rifugiati politici , fanno la spola su richiesta dei vari sti e fin dai tempi del primo governo Zapatero e senza gida e lacerazioni di ben pensanti ,a prescindere !!! Ministro Bonino ,ministro kienge ,come ideologia sono ,Spagna e Grecia ,come voi ,oppure sbaglio ??? Perché loro si e noi no ? Forse perché loro rispettano il loro Paese e voi .....?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 18/08/2013 - 16:43

E intanto, come era facilmente prevedibile, incominciano le prime rivolte nei CIE. Prepariamoci ad essere aggrediti nelle nostre case nel nome dell'accoglienza. Dopo aver incassato l'encomio solenne dell'orgogliosissimo uomo del Colle.

piertrim

Dom, 18/08/2013 - 16:52

Questo che la Kyenge dice è vero. Quello che non dice e che l'Italia sta già inguaiata vedremo se anche gli altri Stati, con la crisi attuale, vorranno inguaiarsi anche loro? Fino adesso non mi sembra e l'unica mossa che l'Italia può fare non è contro l'Europa ma solo respingere i clandestini o accettarli controvoglia.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Dom, 18/08/2013 - 17:09

Cara ministra, togliamo quel "solo" dalla frase e rispediamoli nei loro deserti. L'Italia non è terra per gli islamici.

Massimo

Dom, 18/08/2013 - 17:17

Ma è stata controllata la pratica che ha concesso la cittadinanza alla Chienge ?

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 18/08/2013 - 17:52

Mandiamoli tutti a strassburgo in treno.

marcus57

Dom, 18/08/2013 - 17:53

@Memphis35 Lei fa forse riferimento al CIE di Gradisca. Il fatto è che all'esterno della struttura ci sono attualmente anche degli italiani che manifestano contro quello che chiamano lager. Sono quelli di SEL, e pazienza, sono imbecilli già noti e conclamati, ma abbiamo la new entry del Movimento 5 stelle, i nuovi idioti, quelli che non sanno cosa fare, e che perdono il loro tempo a discutere dei rimborsi dei loro parlamentari e sulla ineleggibilità di Berlusconi; a corto di argomenti come sempre ora assumono la veste dei paladini dei clandestini, da mantenere a spese degli italiani, ovviamente. Dedicato a quei boccaloni di destra che hanno dato il voto a quei cialtroni.

ilbarzo

Dom, 18/08/2013 - 23:39

Invece di rinforzare le strutture di accoglienza per accogliere i clandestini,proporrei di mandarne una parte a casa del ministro Kyenge e l'altra parte a casa di Letta,visto che lui la voluta ministro.

franco@Trier -DE

Lun, 19/08/2013 - 14:24

c'è tanto posto in Italia accoglieteli, la vostra padrona nera ministro ha ragione, stenos la Europa non è infame ha ragione gli infami sono i vostri politici che li mandano a raccogliere in mezzo al mare,solamente gli italiani vanno ad accoglierli in mare abbiamo visto quei turisti a Lampedusa credo e quando Berlusconi era al potere non ne arrivavano forse? che c'entra la sinistra devi dire la Italia prima di tutto..Gavelli chi affonda i barconi alle Canarie? Nessuno gli extra invasori sbarcano a Fuerteventura nelle Canarie ma nella parte opposta della isola dove non ci sono turisti poi la policia spagnola li porta in Spagna continente i quali molti poi vengono in Italia.