Se il paese fa la colletta per difendere il giustiziere

A Serle i cittadini, terrorizzati dai furti in serie, solidali con l'uomo che ha ucciso il ladro: "Qui molti dormono col fucile tra le lenzuola"

Roma - I magistrati giudicheranno la responsabilità di Mirko Franzoni. Ma Serle, comune bresciano di tremila anime, lo ha già assolto. Non per la morte del ladro albanese, che il meccanico si è trovato di fronte sabato, entrando a casa del fratello. Ma perché quasi tutti gli abitanti del paese avrebbero reagito allo stesso modo. Per questo ora sono pronti a fare una colletta per pagare le spese legali all'imputato. Nessuno, infatti, nasconde di esser finito almeno una volta nel mirino dei ladri e di avere adesso paura. Tra loro, molti dormono con il fucile tra le lenzuola e c'è addirittura chi lo nasconde tra sé e la moglie, pronto ad afferrarlo in caso di bisogno. Questa è la realtà di un paese, che ieri ha partecipato compatto alla fiaccolata per Mirko. «Quando ha visto il ladro, il mio assistito gli ha detto di fermarsi - racconta l'avvocato Gianfranco Abate - ma questo è scappato su una grondaia. Franzoni lo ha obbligato a scendere. Poi ha provato a bloccargli la strada con il fucile e nella colluttazione è partito un colpo». Domani è fissato l'interrogatorio di convalida dell'arresto e l'autopsia sul corpo di Eduard Ndoj, l'albanese che alle spalle aveva già diversi precedenti. Intanto ieri il sindaco Gianluigi Zanola ha incontrato le associazioni di volontariato, per promuovere iniziative di solidarietà a favore di Mirko. È stata proposta una colletta per pagare le spese legali, ma la famiglia si è riservata di accettare in seguito. Alla fiaccolata, in serata, c'erano tutti i compaesani. «Nessuno giustifica l'accaduto - dice il sindaco - ma siamo vicini ai Franzoni. Il ragazzo è conosciuto da tutti come una persona tranquilla. Siamo certi che il colpo sia partito accidentalmente, durante la colluttazione con il ladro. Furti e rapine, però, sono aumentati nel nostro paese, che fino a 2 anni fa era un'isola felice. I criminali hanno alzato il tiro: agiscono di giorno, a volto scoperto, con la gente in casa, sapendo che tanto il furto è punito in maniera lieve. Ci rubano la serenità, ormai c'è chi dorme solo con la luce accesa». «Casa mia è stata presa di mira tre anni fa - racconta Daniele G., commerciante - sabato è toccato a mia figlia, che per fortuna aveva l'allarme anche in giardino. Qui dormiamo tutti con il fucile. Un sabato ho spento le luci in casa, ho mandato mia moglie dal parrucchiere, in attesa dei ladri, che però non si sono visti. Capisce il livello di esasperazione?». «Mirko è un bravo ragazzo - fa eco Sara, della pizzeria Aurora -. Bisognerebbe esser di qui per capire: ho un figlio e per proteggerlo vivo in una casa con allarme sempre inserito e il catenaccio alla porta. Perché? I carabinieri più vicini sono a 10 km da qui». «Siamo tutti cacciatori, ognuno si difende come può - dice Giuseppa Franzoni, del bar Le Rose - 3 anni fa mi hanno portato via tutto, perfino la cassa. Pochi giorni fa mio figlio ha sentito dei rumori: è sceso con un ferro in mano e davanti si è trovato un ladro, che non è fuggito anzi lo istigava alla lite. Se fosse sceso l'altro ragazzo, quello che ha il fucile?». Domenica, invece, a sparare a Torino è stato un poliziotto: ha fatto fuoco contro un bosniaco che tentava di investirlo con un'auto rubata. Lo straniero, ora, è in prognosi riservata.

Commenti

Boxster65

Mar, 17/12/2013 - 09:05

Redazione de Il Giornale aprite una sottoscrizione pubblica per l'atto meritorio del nostro concittadino Bresciano. Sarò lieto di aderire a questo devono fare un monumento, mica metterlo in galera!!

rainbow1964

Mar, 17/12/2013 - 09:36

@Boxster65: mi aggrego al tuo pensiero!!! è ora di finirla che dobbiamo subire di tutto e di più!!!!

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Mar, 17/12/2013 - 09:40

Se lo stato è asente ingiustificato,il cittadino ha il diritto di difendere la sua famiglia con ogni mezzo,solidarietà al signor Mirko Franzoni,non so se è stato un incidente,ma comunque sia il più colpevole è lo stato che non protegge come dovrebbe.Se uno ruba per fame,non entra di notte in una casa,ma si rivolge a chi di dovere,altrimenti è un delinquente anche se il ministro abbronzato la pensa diversamente!!!!!!!!

DIAPASON

Mar, 17/12/2013 - 09:44

Sul banco degli imputati deve andare questo stato criminale, che con la complicita' dell'ordine giudiziario non garantisce la sicurezza ai propri cittadini, questo ragazzo e' soltanto una vittima.

Fradi

Mar, 17/12/2013 - 09:55

Purtroppo se lo stato non è in grado di proteggere i cittadini occorre fare un passo indietro, correggere le nostre belle leggi adatte ad una società civile avanzata, e legittimare in qualche caso il fai-da-te, come si conviene della giungla, nella quale stiamo precipitando a causa di troppi immigrati clandestini privi di morale e di scrupoli.

Lino.Lo.Giacco

Mar, 17/12/2013 - 09:55

nel texas civile chi uccideva un ladro o un assassino riceveva una congrua taglia in questa italia di merda chi si difende dai balordi finisce in galera ditemi se non e' un paese di merda

egi

Mar, 17/12/2013 - 09:57

Bisognerebbe incominciare a prendercela con chi legifera e chi interpreta leggi come vuole, i tempi sono maturi per gli amici dei delinquenti malavitosi, mai che vadano a rubare o a violentare a casa di questi.

zingozongo

Mar, 17/12/2013 - 10:02

da una parte si legge del ladro ucciso in casa , da altre parti si legge dei ladri inseguiiti per i boschi, al fine di chiedere la legittima difesa, conta molto, se venisse fuori che e' corso per i boschi dietro ai ladri la vedo dura

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 17/12/2013 - 10:22

Ladri che, all'occorrenza, non disdegnano di trasformarsi in biechi seviziatori delle loro vittime. Con esito per lo più tanatogeno. C'è bisogno di nuove leggi, in Italia. In grado di tutelare i cittadini nella loro integrità fisica tra le mura domestiche. Altro che abolizione della Bossi- Fini e ius soli.

vince50

Mar, 17/12/2013 - 10:35

Si tratta di un doppio problema,in quanto oltre a doversi difendere(a proprio rischio)dai delinquenti d'importazione bisogna avere paura anche dai farabutti che che condannano che ha tentato di difendersi.

canaletto

Mar, 17/12/2013 - 10:40

NON E' UNA BELLA VITA E ANCORA QUEL PIRLA DI LETTA PRENDE UN MINISTRO NERO. SOLO MNISTRI NAZIONALI E BASTA. ADESSO POI VOGLIONO ABOLIRE LA BOSSI-FINI. NON E' OMICIDIO E' LEGITTIMA DIFESA, BISOGNA LIBERARLO SUBITO. COSA ASPETTIAMO CHE I SOLITI STRANIERI OLTRE A RUBAE CI AMMAZZINO ANCHE???????? L'ITALIA E' PIENA DI STRANIERI DELINQUENTI. L PIAVE MORMORA ANCORA "NON PASSA LO STRANIERO"..... ANCHE SE PASSA PER VIE NASCOSTE E LI LEGALIZZIAMO ANCHE

piertrim

Mar, 17/12/2013 - 10:46

Purtroppo gran parte del Parlamento tifa per questa gentaglia e dato che li chiamano risorse e ci dicono che sono coloro che ci pagheranno le pensioni, per questo non sono in grado di fare una legge seria sulla legittima difesa. Anch'io ho subito un tentativo d'intrusione alle 3.00 di notte da parte di tre malintenzionati. Uscito sul poggiolo con il fucile in mano, nonostante costoro forse armati solo da un grosso cacciavite, dal mio giardino mi hanno sfidato e hanno impiegato un certo tempo per andarsene senza fuggire. E se fossero entrati in casa o me ne fossi trovato uno sul poggiolo???

piertrim

Mar, 17/12/2013 - 10:47

Purtroppo gran parte del Parlamento tifa per questa gentaglia e dato che li chiamano risorse e ci dicono che sono coloro che ci pagheranno le pensioni, per questo non sono in grado di fare una legge seria sulla legittima difesa. Anch'io ho subito un tentativo d'intrusione alle 3.00 di notte da parte di tre malintenzionati. Uscito sul poggiolo con il fucile in mano, nonostante costoro forse armati solo da un grosso cacciavite, dal mio giardino mi hanno sfidato e hanno impiegato un certo tempo per andarsene senza fuggire. E se fossero entrati in casa o me ne fossi trovato uno sul poggiolo???

paci.augusto

Mar, 17/12/2013 - 10:49

Diciamo le cose come stanno!! Questa è la DIRETTA conseguenza dell'invasione di delinquenti di TUTTO il mondo, voluta dalla sinistra con le nostre frontiere aperte a chiunque voglia venire in Italia anche senza documenti e senza permesso di lavoro. Oltre ad essere un incoraggiamento ai clandestini che sono sfruttati dai criminali scafisti, sono la manna per la delinquenza che può venire in Italia a vivere di espedienti criminali! E lo vediamo dalla cronaca nera di TUTTI I GIORNI!! Oltretutto, questa enorme massa di sbandati costa al Paese MILIARDI DI EURO!! Sottoponiamo al più presto queste scelleratezze dei sinistri a REFERENDUM POPOLARE e vediamo come la pensano gl'italiani!!!

eloi

Mar, 17/12/2013 - 10:49

Speriamo che l'albanese "ladro" ucciso non abbia la tessera del P.D. altrimenti Mirco in carcere in attesa di processo ci invecchia.

mar75

Mar, 17/12/2013 - 10:51

"Non per la morte del ladro albanese, che il meccanico si è trovato di fronte sabato, entrando a casa del fratello. " Secondo quanto riportato da altri giornali e altre TV, i ladri non se li è trovati di fronte, erano già andati via o comunque stavano scappando. Lui è andato a casa sua, ha preso il fucile e poi è andato a cercarli per ben due ore. Perché, nel frattempo, non ha chiamato i carabinieri? Gli facevano schifo? Si è rovinato la vita perché non è stato abbastanza lucido da pensare alle conseguenze nel correre dietro a due ladruncoli.

ritardo53

Mar, 17/12/2013 - 10:54

Art. 14 della costituzione: Il domicilio è inviolabile. Se chiunque si intromette nella mia proprietà senza permesso, senza il mio volere e con fare malavitoso io lo UCCIDO subito ed a priori, senza se ne senza ma, se po un giudice mi dovesse condannare, anche a lui gli farei fare la stessa fine.

gneo58

Mar, 17/12/2013 - 11:04

numero verde tipo onlus per una sottoscrizione - io sono pronto contribuire

gneo58

Mar, 17/12/2013 - 11:09

ci stiamo avvicinando al giorno che si metteranno in fila delinquenti, difensori dei delinquenti e amministratori di giustizia buffoni e gli si dara' una lezione che non se la patranno scordare, e saranno tantissimi i cittadini in fila per poter partecipare attivamente - meditate !

giorgio solda'

Mar, 17/12/2013 - 11:21

mar75. Visto che vuoi "filosofare" , ma se quel caro a te albanese fosse ancora in circolazione dopo aver svaligiato la casa del fratello di Franzoni, e venisse magari a casa tua , scusami la volgarità ma non riesco a capire se sei un lui od una lei, e ti facesse "il culo", metaforicamente parlando, scriveresti ancora quello che hai scritto? Io penso di no. Il popolo non deve chiamare i Carabinieri per cose del genere , ma deve dare una mano a loro in modo che questi "bastardi" non possano venire rimessi in liberta' da giudici che tutto sono meno che giudici. Viva l'Italia.

giorgio solda'

Mar, 17/12/2013 - 11:24

gneo58. Hai ragione, tra un po' faremo saltare il banco e faremo tornare l'Italia agli Italiani onesti. Viva l'Italia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 17/12/2013 - 17:30

Presidente democratico, governo democratico, magistratura democratica. Adesso a Serle, spero che nessuno voti più per il partito democratico, sennò vuol dire che le rogne se le vanno a cercare col lanternino.

piedilucy

Mer, 18/12/2013 - 14:02

facciamo una sottoscrizione per pagargli il miglior avvocato in fin dei conti ha fatto pulizia e difeso altri cittadini