La seconda vita di Paola Ferrari Paladina contro i cyber-bulli

Una nuova sfida per Paola Ferrari (nella foto): dichiarare guerra al cyber bullismo. La nota giornalista Rai è portavoce dell'Osservatorio nazionale bullismo e doping ed è scesa in campo a fianco del viceministro dell'Interno Filippo Bubbico per chiedere al governo nuove leggi per prevenire il bullismo on line tra gli adolescenti. «Il web nasconde gravi rischi per i giovani - spiega la giornalista commentando i dati Ipsos sul fenomeno - Il cyber bullismo si fa sempre più aggressivo: nel 2012 un bambino su quattro ne è stato vittima». Sposata con Marco De Benedetti e madre di due ragazzi, la Ferrari ha preso a cuore la sorte dei giovanissimi spesso in balia della Rete. L'appello al governo è di superare il vuoto normativo e affrontare i problemi legati al rapporto tra adolescenti, web e privacy. Una richiesta di riflessione è stata rivolta al ministro per l'Istruzione Maria Chiara Carrozza anche dai senatori del Pdl Antonio Gentile, Nico D'Ascola, Piero Aiello, Antonio Caridi e Domenico Scilipoti.